fbpx

Film thriller da vedere: la storia del genere, i thriller da non perdere

Indiecinema Film Festival 2022

Dal 5 al 26 dicembre guarda i film del festival in streaming: una numerosa selezione dei migliori film indipendenti inediti da tutto il mondo.

Indice dei contenuti

Tra i grandi film da vedere assolutamente mai realizzati il thriller occupa un posto d’onore. Il thriller è un genere di film dove spesso il cinema d’essai e l’aspetto commerciale della produzione riescono ad incontrarsi. Il pubblico infatti adora da sempre il Thriller e non dà particolare rilevanza al fatto che sia un thriller d’autore, come ad esempio nel caso dei film di Alfred Hitchcock, o un thriller con uno stile più commerciale. 

Le caratteristiche del thriller

film-thriller-alfred-hitchcock
Alfred Hitchcock

Lo scopo principale del thriller infatti è quello di creare adrenalina, suspense e grande incertezza nello sviluppo della storia. Il thriller è una girandola di emozioni forti in cui si alternano rivelazioni e misteri, suspense e momenti di riflessione, pericolo e ragionamento. Tutta la storia di solito è pervasa da un imminente senso di morte. 

La tensione, in un thriller ben riuscito, dovrebbe crescere gradualmente e lasciare sempre meno spazio ai momenti di pausa, fino al climax finale. Nel climax finale, come in tutte le narrazioni riuscite, si arriva ad un punto di non ritorno, da dove il protagonista può uscire vincente o sconfitto. 

Quello che il pubblico vuole è restare con il fiato sospeso fino alla fine. Se la dose di adrenalina è massiccia il risultato, per la gran parte del pubblico, è assicurato. Il linguaggio e la qualità del film diventa secondaria. Il film thriller ha avuto grande successo soprattutto negli Stati Uniti ed è stato meno praticato dai registi europei. La trama del thriller è caratterizzata da complotti, falsi indizi e improvvisi colpi di scena

In ogni thriller esiste il cattivo, l’antagonista o un gruppo di antagonisti, che creano una serie di ostacoli al protagonista, spesso mettendo in pericolo la sua vita. Il conflitto quindi, elemento essenziale di tutte le narrazioni, nel genere thriller raggiunge i suoi livelli più elevati. 

I sottogeneri del film thriller

film-thriller-david-lynch
David Lynch

Il thriller ha una quantità enorme di sottogeneri, e nuovi sottogeneri vengono costantemente creati dall’industria cinematografica. Alcuni sottogeneri del thriller sono ad esempio il thriller legale (legal thriller), il thriller di spionaggio (spy thriller), il thriller di azione o d’avventura, il thriller medico, il thriller poliziesco, il thriller romantico, il thriller storico, il thriller politico, il thriller religioso, il thriller high-tech, il thriller militare.

Il comune denominatore è tenere lo spettatore in bilico sulla poltrona, creare ansia e suspense fino ad arrivare al Climax finale. Nei Thriller più riusciti il climax finale può essere un’esperienza altamente stressante per il pubblico e diventare una scena che non si dimentica facilmente. 

Un espediente tipico del genere thriller e quello di porre il protagonista di fronte ad un mistero. Spesso il protagonista del thriller è un detective o un investigatore, ma anche se un uomo comune è costretto a diventarlo durante gli eventi del racconto. I film di Hitchcock hanno spesso per protagonisti uomini normali accusati ingiustamente che devono confrontarsi con un mistero più grande di loro. 

I sottogeneri principali del thriller sono: il thriller psicologico, Il thriller giallo, il film di mistero. A partire dagli anni della guerra fredda e dell’assassino del presidente degli Stati Uniti Kennedy si è diffuso rapidamente anche il thriller politico e il thriller tecnologico

Spesso il genere thriller si sovrappone al genere horror e e azione, in film che sono un mix di vari generi. I film seminali che hanno dato origine al thriller potrebbero essere il primo film di Alfred Hitchcock Il pensionante e M, il mostro di Dusseldorf di Fritz Lang, capolavoro espressionista da non perdere degli anni 30. Nel film di Fritz Lang però è presente una forte componente sociale e antropologica. 

Come funziona un thriller

film-thriller-david-fincher
David Fincher

Per film thriller troviamo due espedienti narrativi diversi: quello della suspense, che a volte diventa vera e propria paura, è quello dell’ enigma da risolvere, del mistero. Il primo aggancia lo spettatore a livello emotivo, stimolando l’adrenalina. Il secondo lo aggancia al livello mentale, stimolando il ragionamento per avvicinarsi alla soluzione del mistero. A seconda della prevalenza della componente emotiva o mentale abbiamo due tipi di film thriller molto diversi. 

Far assistere lo spettatore ad un crimine che i personaggi protagonisti del film non hanno visto è uno degli stratagemmi più funzionali per creare tensione e coinvolgimento. Far sapere al pubblico di un pericolo imminente che il protagonista ignora è un espediente narrativo usato molto spesso nel cinema di Alfred Hitchcock

Nel thriller le trame si confondono con le sottotrame in una complessità sempre crescente che confonde le idee al pubblico. Ci sono personaggi, soprattutto gli antagonisti, che operano nell’ombra e hanno atteggiamenti contraddittori. Una delle caratteristiche del thriller è quindi risultare inizialmente poco comprensibile e sciogliere i fili dell’intreccio mentre la narrazione procede. 

Il thriller può essere raccontato senza scontri fisici e violenti come una battaglia psicologica e mentale tra il cattivo e il protagonista. Esempi tipici di questo genere di Thriller, definito giallo, sono ad esempio i libri di Agatha Christie o le puntate del telefilm il tenente Colombo. 

Nel thriller puro invece prevale l’azione. Possono avvenire complotti governativi, omicidi di massa, scontri fisici tra il protagonista e gli antagonisti. Spesso il thriller si fonde con il genere d’azione, avventura, o la spy story sul modello di 007. 

Crime, mistery e thriller psicologici

Henri-Georges-Clouzot

I crime thriller sono storie di rapimenti e riscatti, prigionie. I temi più comuni del mystery thriller sono le indagini e le situazioni deduttive. Nei thriller psicologici avvengono giochi mentali e psicologici, stalking e tranelli. Le false accuse e la paranoia sono comuni nei thriller paranoidi. Minacce internazionali, spie, tecnologie pericolose, assassini e sorveglianza elettronica sono comuni nel thriller di spionaggio.

Noir thriller

Nel noir classico prevale la componente psicologica ed il ritmo è più lento e riflessivo. Nel Noir thriller gli elementi tipici del cinema Noir si fondono con l’azione e lo scontro diretto. Il ritmo è più incalzante e possono avvenire sparatorie, aggressioni, omicidi e scontri fisici di diversa natura. 

Thriller d’azione 

Nel thriller d’azione l’attenzione dello spettatore è calamitata più dall’azione spettacolare che dall’intreccio e dalle sfumature psicologiche dei personaggi. Nel thriller classico invece gli eventi rimangono coperti dal mistero e la tensione è generata dal mistero e dal non conosciuto. È un genere di film ad alto budget, spesso produzioni degli studi cinematografici più grandi. 

Thriller drammatico 

Nel thriller drammatico il ritmo è più lento e l’attenzione del regista si focalizza di più sulle psicologie dei personaggi, sulla loro vita interiore, e sugli aspetti drammatici e realistici della loro vita. L’efficacia del thriller drammatico sta nel fatto che tutta la narrazione diventa piuttosto verosimile. L’elemento della paura e della minaccia straordinaria viene calato nella realtà ordinaria. 

Altri sottogeneri del film thriller

Il thriller legale si svolge dentro e fuori le aule di tribunale e i protagonisti sono spesso avvocati, procuratori e uomini che si scontrano a livello giuridico. Il thriller medico si svolge nelle corsie di ospedale e nei laboratori medici dove si fanno le analisi degli elementi ritrovati sui luoghi del delitti, ed i protagonisti sono di solito i medici che collaborano all’indagine. 

Il thriller politico racconta di solito personaggi vittime di un complotto su larga scala, in cui è coinvolta anche la classe politica e dal quale sembra non esserci alcuna via d’uscita. I crimini avvengono ai livelli più alti della società. Come accade in molti film di Alfred Hitchcock nel thriller psicologico lo scontro tra il protagonista e l’antagonista avviene quasi totalmente a livello psicologico, senza veri e propri scontri fisici. Molti film di David Lynch rientrano nel genere dei thriller psicologici. 

Nel thriller religioso gli elementi del genere thriller si fondono con ambientazioni religiose in conventi, monasteri. Il racconto spesso presenta elementi esoterici e di tentazione demoniaca. Oppure di complotti e corruzione nelle organizzazioni religiose. 

Il successo costante, la vitalità e la capacità del genere thriller di rinnovarsi costantemente ne fanno uno dei generi di film più importanti della storia del cinema. La sua popolarità è dovuta al fatto che è un genere che crea forti emozioni. Se un thriller non crea adrenalina allora non è un thriller. 

I protagonisti del thriller 

Roman Polański

I protagonisti del genere thriller sono spesso persone normali che si trovano ad affrontare situazioni pericolose contro la loro volontà. Oppure a causa della loro inettitudine e della loro avidità come accade spesso nel genere Noir. Nel sottogenere crime spesso sono investigatori privati, poliziotti, detective, uomini duri e solitari. Sia i protagonisti più forti sia l’uomo comune, all’inizio del racconto, sono incapaci di affrontare la situazione di pericolo. 

Tra protagonisti e antagonisti troviamo spesso criminali, assassini, vittime innocenti, donne minacciate da stalker, personaggi con un passato oscuro, psicotici, serial killer, sociopatici, agenti speciali di polizia, terroristi, poliziotti, evasi, investigatori privati, persone coinvolte in relazioni contorte, persone stanche della vita o psicologicamente instabili. Una vera e propria galleria di fauna umana da brivido. 

I registi di film thriller

Alcuni dei registi influenzati principalmente dal genere thriller sono: Alfred Hitchcock, definito il maestro del brivido, David Fincher, David Lynch, Henri-Georges Clouzot, William Friedkin, Carol Reed, Michael Mann, Ridley Scott, Sydney Pollack, John Frankenheimer, Brian De Palma, Quentin Tarantino, Jonathan Demme, Alan Pakula, Roman Polański, Martin Scorsese, Bong Joon-ho, Steven Soderbergh.


Film thriller da vedere assolutamente

Grandi classici e nuove produzioni indipendenti: ecco una lista di Thriller da non perdere. 

M – Il mostro di Düsseldorf

La città è terrorizzata da un assassino di bambine, e la polizia non riesce a trovare nessuna traccia. Le organizzazioni malavitose hanno continui problemi con le retate della polizia e decidono di dare la caccia al mostro per conto proprio, riuscendo a scoprire un indizio: il “mostro”, nell’avvicinare le sue vittime fischietta un macabro motivo. Capolavoro di Fritz Lang considerato uno dei capostipiti del filone noir che ebbe successo a Hollywood negli anni Quaranta, si ispira agli efferati crimini commessi in Germania negli anni venti da Fritz Haarmann e Peter Kürten. Film imperdibile per ogni cinefilo.

Guarda M – Il mostro di Düsseldorf

Mano pericolosa

A New York City Skip McCoy ruba il portafoglio di Candy: nel portafoglio ci sono microfilm di informazioni governative top secret. Candy non è a conoscenza di quello che c’era nella sua borsa ed è pedinata da una spia, Zara. Inizia una caccia al ladro per trovare chi ora ha i microfilm. Un informatore professionista Moe Williams interroga Zara sul furto. Dopo che gli è stata promessa una ricompensa Zara identifica il ladro, Skip, dalla sua foto segnaletica . Zara cerca di convincere Skip a rinunciare al film. Uno dei migliori film thriller da vedere di Samuel Fuller.

Guarda Mano pericolosa

Rapporto confidenziale

Guy Van Stratten, un contrabbandiere americano che lavora in Europa, cerca un tizio di nome Jakob Zouk per avvertirlo che la sua vita è in pericolo. Zouk è gravemente malato e sembra non avere interesse nel mettersi in salvo, ma Stratten gli spiega il motivo per cui deve assolutamente restare vivo. La storia di Stratten inizia a Napoli, dove viene a sapere che Gregory Arkadin, un famoso uomo d’affari, possiede un segreto chiamato “Sophie”. Stratten e la sua ragazza Mily si recano al castello di Arkadin in Spagna per ricattarlo. Splendido film thriller del maestro Orson Welles da non perdere.

Lo straniero

Nel piccolo paese di Harper, vive Charles Rankin, che sta per sposare la figlia di un importante giudice. Ma Charles Rankin è in realtà Frank Kindle, un criminale del Terzo Reich che si è creato una nuova identità. L’ispettore Wilson è però sulle sue tracce. Altro splendido film thriller di Orson Welles da non perdere. Questa volta il regista si confronta con un budget più alto lavorando all’interno di uno studio di Hollywood.

Si tratta di uno stile più classico rispetto agli altri film indipendenti a cui il regista ci ha abituato. Anche la trama risulta fortemente influenzata dalle politiche editoriali del cinema mainstream americano dell’epoca. Ma il risultato è allo stesso modo eccellente grazie all’interpretazione dello stesso Orson Welles e di Edward G. Robinson.

Guarda Lo straniero

Slow Life

Lino Stella prende un periodo di ferie dal suo alienante lavoro per dedicarsi al relax e alla sua passione: disegnare fumetti. Ma non ha previsto certi elementi di disturbo: l’invadente amministratrice del palazzo dove vive, il postino che consegna multe e cartelle esattoriali pazze, una vigilessa prepotente, un agente immobiliare molto intraprendente, la vecchia signora del piano di sotto che alleva la colonia felina del condominio. Questi personaggi renderanno la sua vacanza un inferno.

Un film indipendente anarchico e ambizioso, del regista Fabio del Greco. In Slow life vengono trattati temi importanti della quotidianità di ogni cittadino: lo Stato e la burocrazia che diventano spietati oppressori, il meccanismo di interazione sociale che si trasforma in una trappola, le proprie passioni e la creatività che vengono soffocate. Un film thriller, con sfumature di commedia nera, dramma e grottesco, da non perdere.

Guarda Slow Life

La strada scarlatta

Un anziano impiegato di banca, Christopher Cross, ha una moglie insopportabile ed un solo passatempo: la pittura. Un giorno incontra una donna, Kitty, che comincia a sfruttarlo scoprendo che i quadri che il cassiere dipinge possono essere venduti a buon prezzo.

Un thriller Noir da non perdere assolutamente. È uno dei film hollywoodiani del regista tedesco Fritz Lang. Il personaggio dell’impiegato di banca interpretato dal grande attore Edward G. Robinson, collaboratore di Lang in altri film, è uno dei ritratti più patetici e disturbanti di quegli anni. Una parabola sulla capacità di manipolazione psicologica, con l’immancabile femme fatale interpretata da Joan Bennett.

Guarda La strada scarlatta

Terrore alla 13ª ora

Opera prima di Francis Ford Coppola prodotta a basso costo da Roger Corman, che voleva un film sul modello di Psycho low budget con atmosfere gotiche ed efferati delitti. La famiglia Haloran si riunisce nel suo castello irlandese per commemorare la prematura scomparsa della piccola Kathleen, annegata sette anni prima. Incominciano a verificarsi avvenimenti misteriosi, come le apparizioni della bambina morta, e un killer armato d’ascia si aggira sul luogo.

Guarda Terrore alla 13ª ora

Oltre la nebbia

Una settimana prima di Pasqua un grande attore scompare dal set dove si gira un film storico. Un investigatore privato viene discretamente incaricato del fatto. Fin dall’inizio egli prova l’inquietante percezione di essere in qualche modo coinvolto nelle vicende trascorse dello scomparso. I luoghi, tra cui un’ex fabbrica di cioccolato, dove anni prima una bambina era morta in circostanze misteriose, sono intrisi di segni esoterici.

Guarda Oltre la nebbia

Casa occupata

Una grande stanza, un pianista solitario, una misteriosa presenza e il mondo fuori, entro strade solitarie, attorno a una piscina, lungo un fiume, sempre lei, ancora lei. Vacui ricordi di una storia d’amore. Un assiduo gioco di specchi attende l’uomo, quando a bussare alla sua porta sarà una strana donna fin troppo somigliante all’anima che dimora nella sua casa.

Un’opera poetica dalla struttura linearmente intellegibile che si rifà all’immaginario dei film gotico-romantici, della vita oltre la morte e dell’amore oltre ogni concreto ostacolo al vivere, con al centro il suo indissolubile mistero e la caducità dell’amore terreno.

Guarda il film

Mio figlio

Julien è sempre in viaggio per lavoro. Le sue continue assenze da casa e l’incapacità di occuparsi di suo figlio Mathys hanno distrutto il suo matrimonio con Marie. Mentre si trova in Francia riceve un’inquietante chiamata dalla sua ex moglie: il loro bambino, che ora ha sette anni, è scomparso mentre faceva un campeggio sulle Alpi. Julien raggiunge subito il luogo della scomparsa e inizia con grande tenacia e determinazione a cercare suo figlio, indagando personalmente.

Partendo da uno spunto narrativo ben consolidato nel genere thriller, Mio figlio del regista francese Christian Carion è un film da non perdere soprattutto per lo stile con cui è stato girato. Concepito fin dall’inizio come un film da realizzare quasi in tempo reale, nell’arco di 6 giorni di riprese, il regista utilizza con il suo attore protagonista Guillaume Canet un metodo di improvvisazione radicale.

Guarda Mio figlio

Centinaia di film e documentari selezionati senza limiti

Nuovi film ogni settimana. Guarda su qualsiasi dispositivo, senza nessuna pubblicità. Annulla in qualsiasi momento.
error: Content is protected !!

Indiecinema Film Festival 2022

Indiecinema Film Festival 2022

Dal 5 al 26 Dicembre guarda in streaming la selezione dei film in concorso: cortometraggi, documentari e film indipendenti da tutto il mondo