I film storici da vedere per gli amanti del cinema di qualità 

Indice dei contenuti

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on email

I film storici ci trasportano in un passato lontano con minuziose ricostruzioni scenografiche, costumi e usanze dell’epoca. Il film storico è una vera e propria macchina del tempo. Trasportare il pubblico in un’altra epoca è uno degli aspetti più affascinanti che ha convinto migliaia di produttori a realizzare film storici a volte molto costosi. Il film storico infatti spesso assume i connotati di un colossal. 

Le ricostruzioni scenografiche sono la parte più costosa della produzione di un film e nel caso dei film storici hanno un ruolo fondamentale con un forte impatto sul budget. Pensiamo ad esempio alle ricostruzioni di ambienti di epoche lontane fatte totalmente in teatri di posa. Le mura di un’antica città medievale sono ricostruite a grandezza naturale con un materiale leggero realizzato  in vetroresina. Un materiale molto resistente capace di sopravvivere per decenni dopo la fine delle riprese del film. 

film-storici-da-vedere

Oppure la scenografia è reale ma bisogna affittare delle costose location di una certa epoca come ad esempio un castello medievale o una casa nobiliare dell’Ottocento. Grazie anche ai costumi i film storici hanno la capacità di fare qualcosa che le altre arti sono state capaci di fare solo parzialmente: catapultare lo spettatore in un altro spazio ed in un altro tempo, con una verosimiglianza incredibile. Nel film storici si raccontano vicende epiche, fatti storici importanti, mitologia e poemi epici, storie di imperi e civiltà scomparse. 

Il film storico può incrociare diversi altri generi cinematografici come ad esempio il genere catastrofico, in cui si raccontano i disastri naturali avvenuti in una determinata epoca. Oppure il dramma ed il genere biografico come nel caso di Barry Lyndon di Stanley Kubrick, dove l’intera narrazione è incentrata su un unico eroe principale. Ma il soggetto del racconto può essere anche un gruppo di più persone e di un determinato evento di cambiamento sociale come rivoluzioni e guerre. In questo caso il film storico incontra il genere del film bellico. 

Film in costume

film-storici-da-vedere

Quando l’ambientazione storica appare come un pretesto per mostrare immagini suggestive, spesso possiamo definire il film storico un film in costume. Il genere del film in costume si rivolge infatti ad un pubblico diverso, è in esso le vicende storiche non hanno un ruolo centrale. Si tratta di film meno impegnativi che possono attraversare i diversi generi cinematografici. I costumi e le scenografie hanno un ruolo decorativo dell’immagine senza agganciarsi necessariamente ai contenuti. 

Il documentario storico

Una citazione a parte merita il documentario storico che si concentra sulla ricostruzione degli eventi reali avvenuti in una determinata epoca. La ricostruzione avviene attraverso scene di finzione, con scenografie, costumi ed ambienti ricostruiti. L’intento però è quello della ricostruzione minuziosa dei fatti e dei dettagli che si intende raccontare, partendo da testimonianze e documenti del tempo presente. 

Il film religioso e biblico

film-storici-da-vedere

Un filone dei film storici particolarmente prolifico durante tutta la storia del cinema è quello dei film biblici e religiosi. Iniziato nell’ epoca del muto diventa uno dei generi più popolari di colossal americani appena furono creati gli studi di Hollywood. Uno degli esempi più celebri è il film I dieci comandamenti di Cecil B. Demille, enorme colossal sulle vicende bibliche del Popolo d’Israele e di Mosè. 

I film storici da vedere per gli amanti del cinema di qualità

Tra i film da vedere assolutamente il genere storico, in tutte le sue varianti, è tra i più costosi e difficili da realizzare. Tra faraoniche scenografie, ricostruzioni d’epoca, costumi da premio Oscar e centinaia di comparse, ecco una breve lista di film storici molto interessanti, a volte imperdibili.

Vita e passione di Cristo

film-storici-da-vedere

La seconda trasposizione cinematografica dei racconti dei Vangeli dopo l’invenzione del cinematografo. Il film è diviso in 27 quadri colorati a mano, e racconta la vita di Gesù di Nazareth dall’infanzia fino alla morte e alla resurrezione. Uno dei primi riusciti tentativi di film storico in costume con affascinanti scenografie, realizzato nel 1903 da Ferdinand Zecca in Francia per la nascente casa di produzione Pathè.

Guarda Vita e passione di Cristo

Intolerance

Il Kolossal che ha cambiato la storia del cinema apportando geniali e numerose innovazioni anche al linguaggio cinematografico. Realizzato dal leggendario regista David W. Griffith come risposta alle accuse di razzismo per il suo film precedente, Nascita di una nazione. Quattro storie distinte in un arco di 2.500 anni raccontate in parallelo sull’intolleranza dell’umanità nel corso dei secoli: i conflitti nell’antica Babilonia, adulterio e crocifissione nella storia biblica della Giudea, il Rinascimento francese, i disordini sociali e i crimini della storia americana dei primi anni del ‘900.

Capolavoro del cinema muto che ha cambiato la storia di Hollywood e dei film. Uno dei primi kolossal della storia del cinema, un film con scenografie e costumi incredibili. Guardando questo capolavoro in alta definizione nella versione restaurata si ha l’impressione che la spettacolarità dei moderni film storici di Hollywood non abbia fatto chissà quali grandi progressi. Un film talmente ambizioso da restare, anche a distanza di un secolo, una delle opere da vedere assolutamente. 

Guarda Intolerance

La corazzata Potemkin

La rivolta dei marinai della corazzata Potemkin e dei cittadini di Odessa contro la spietata polizia dello zar, che reagisce con una rappresaglia e compie una strage. Sergej Eisenstein realizza un film su commissione del Goskino, l’ufficio per la cinematografia e la produzione di film in Unione Sovietica. E’ un film di “propaganda” per la celebrazione della rivoluzione del 1905, ma Eisenstein lo fa diventare un’opera sperimentale e grandiosa, destinata a cambiare per sempre la storia del cinema e del montaggio.

Il dramma della rivoluzione russa raccontato attraverso uno dei più grandi capolavori cinematografici. Un film spettacolare con una ricostruzione storica impressionante che ha influenzato centinaia di registi delle generazioni successive

Guarda La corazzata Potemkin

I dieci comandamenti

Classico del cinema muto è la prima versione de I dieci comandamenti diretta e prodotta da Cecil B. De Mille. Un film che, per l’epoca, fu un colossal di proporzioni enormi. De Mille spese 1,4 milioni di dollari, costruendo una città egizia nei pressi di Guadalupe, in California.

Statue colossali, piramidi, templi e altre costruzioni rappresentarono una vera e propria meraviglia della finzione cinematografica. Per evitare che una scenografia di tale ricchezza venisse usata da altri registi De Mille, al termine delle riprese, preferì distruggere tutto quanto.

Guarda i dieci comandamenti

I bambini di Hiroshima

Takako Ishikawa è un insegnante al largo della costa di Hiroshima e non è tornato nella sua città colpita dalla bomba atomica da 4 anni. Il suo viaggio a Hiroshima diventa un viaggio nella sua patria distrutta, alla ricerca di vecchi amici sopravvissuti. La città è stata quasi ricostruita, ma la tragedia è ancora molto presente: i volti sfigurati, le membra rattrappite, le donne sterili e i bambini minorati senza allegria. In un vecchio cieco accompagnato dal nipote Taro Takako riconosce il servitore della propria famiglia, distrutta con la casa.

Film giapponese che testimonia un momento della storia drammatico come l’esplosione della bomba ad Hiroshima. Il regista Kaneto Shindo adotta uno stile lirico e intenso, descrivendo i dettagli della vicenda con grande realismo. Girato nel 1953 e selezionato in concorso al Festival di Cannes. Il capolavoro di un regista giapponese poco conosciuto in occidente.

Guarda I bambini di Hiroshima

I racconti della Luna pallida d’agosto 

Giappone, fine del XVI secolo: il vasaio Genjurō e suo fratello Tobei, vivono con le loro mogli Miyagi e Ohama in un villaggio della regione di Omi; Genjurō, convinto di poter guadagnare molti soldi vendendo la propria merce nella città vicina, si reca nella contea di Omizo insieme a Tobei, che si unisce a lui col solo scopo di poter diventare un samurai.

Uno dei grandi capolavori della storia del cinema firmato dal regista giapponese Kenji Mizoguchi. Ambientazione storica in un Giappone oscuro e sanguinario che sembra l’inferno sulla terra. Una storia esoterica universale sulla tentazione demoniaca che si maschera da passione amorosa. Se non hai mai visto questo film giapponese devi rimediare assolutamente. 

Guarda I racconti della Luna pallida d’agosto

La porta dell’Inferno

Durante la ribellione di Heiji, in Giappone, nel 1159, Lord Kiyomori si allontana dal suo castello per andare a combattere. Mentre è assente alcuni signori locali tentano un colpo di stato per impadronirsi del Castello Sanjo. Il samurai Endō Morito scorta la dama di compagnia Kesa mentre si allontana dal palazzo travestita da sorella del daimyō, dando al padre e alla sorella reale il tempo di fuggire senza essere visti.

Perla cinematografica giapponese dimenticata in Occidente vincitore di un premio Oscar per i costumi, La porta dell’Inferno è un film altamente figurativo. La riproduzione dei costumi e delle scenografie del Giappone medievale è estremamente affascinante. Una società in guerra dove l’arroganza e la brutalità dei Samurai sono essenziali per sopravvivere. Ancora una volta un tema ricorrente nella cinematografia giapponese d’essai: l’amore malato, la possessività, incapacità di gestire le passioni sentimentali portano l’uomo a distruggere se stesso e il mondo che lo circonda. 

Guarda La porta dell’Inferno

Sebastiane

Nel terzo secolo dopo Cristo Sebastiane fa parte delle guardie dell’imperatore Diocleziano. Quando cerca di evitare l’uccisione di uno dei fidanzati dell’imperatore viene severamente punito, privato del suo ruolo e mandato in esilio in una lontana località. La gente pensa che Sebastiane sia un paleocristiano ma in realtà egli adora il dio Febo Apollo con il quale sublima la sua attrazione erotica per i corpi maschili.

Rivisitazione della storia di San Sebastiano attraverso i vangeli apocrifi firmata dal regista icona del movimento gay Derek Jarman. Una metafora storica potente sulle discriminazioni e le persecuzioni contro l’omosessualità. Alla sua uscita il film fece scandalo in Inghilterra e fu censurato in molti altri paesi. I corpi e le effusioni amorose dei centurioni romani vengono mostrate infatti senza filtri. Il film è stato realizzato da Jarman con dialoghi in presa diretta  in latino. 

Guarda Sebastiane

Il monaco

Nella Spagna del XVII secolo un bambino viene abbandonato davanti al portone di un monastero. Da adulto diventerà il padre cappuccino Ambrosio. Cresciuto con i frati, è stimato per essere sempre stato un uomo di Dio incorruttibile, di grande rigore morale e spirituale. Ambrosio è un esempio per gli altri. Egli però si trova improvvisamente ad affrontare le tentazioni a causa di un uomo che arriva nel convento.

Uno dei migliori film storici ambientati nel medioevo, realizzato nel 2011. Girato in una location claustrofobica dentro le mura di un convento medievale, simile a quella del celebre romanzo di Umberto Eco Il nome della rosa, Il monaco, interpretato da Vincent Cassel, è un film francese, diretto da Dominik Moll. In equilibrio tra dramma e thriller che si fonde in parte anche con il genere horror. Il tema è quello della possessione satanica che distrugge l’uomo attraverso la bellezza e la seduzione. Ma è anche il tema opposto: l’uomo di Dio estremamente rigoroso, che mortifica il corpo, che diventa una vittima di un terribile fanatismo spirituale. 

Guarda il monaco

Film storici italiani

Il vangelo secondo Matteo

Racconto fedele della vita di Gesù Cristo tratto dal Vangelo di Matteo, il film parte dall’annunciazione a Maria della nascita del figlio di Dio, per mostrare il matrimonio con Giuseppe e la fuga in Egitto per sfuggire alla strage degli innocenti. Nella seconda parte vediamo Gesù ormai adulto superare le tentazioni nel deserto e poi partire verso Israele, insieme agli Apostoli, per predicare la parola di Dio, fino alla crocifissione e alla resurrezione.

Film del grande regista e poeta italiano Pierpaolo Pasolini, interpretato da attori non professionisti e contadini, in linea con lo stile del neorealismo. Il Vangelo secondo Matteo fece molto discutere per la sua visione laica del racconto religioso. Bloccato dalla censura, procurò al regista una denuncia per vilipendio alla religione.

Inizia gratis a guardare i film

Zoè

Gli orrori della guerra e dell’occupazione nazista in Piemonte, un film sulla Resistenza in forma di favola non si era mai visto. Con Francesco Baccini, Serena Grandi e Bebo Storti.

Premiato al Salento International Film, al MIFF Milano International Film Festival (Miglior montaggio ), al Terre di Siena Film Festival (Premio della Critica “Music Feel”), al Festival del Film di Brazov (Migliori Costumi ), al Busseto Film Music Festival (Migliore colonna sonora ), al Festival Internazionale “Storie nella Storia” (Migliore Regia, miglior attore protagonista, miglior attrice non protagonista).

Guarda Zoè

Centinaia di film e documentari selezionati senza limiti

Nuovi film ogni settimana. Guarda su qualsiasi dispositivo, senza nessuna pubblicità. Annulla in qualsiasi momento.
error: Content is protected !!

Inizia ora a guardare gratis per 7 giorni centinaia di titoli disponibili

Inizia una prova gratuita

Guarda centinaia di film indipendenti, film d’essai, documentari, cult, film sperimentali e di avanguardia, retrospettive tematiche, spettacoli teatrali. Inizia gratis.