Film indipendenti e cult

David Lynch, i film di un regista che ha reinventato la storia del cinema

Table of Contents

L’infanzia di David

David Lynch è nato a Missoula, Montana, il 20 gennaio 1946. Suo padre, Donald Walton Lynch era un ricercatore di studi di ricerca che lavorava per il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti, e sua madre , Edwina “Sunny” Lynch, è stata un’insegnante di inglese. Lynch vive la prima infanzia con tranquillità, non si preoccupava di avere nuovi amici ogni volta che iniziava a frequentare una scuola nuova.

“Ho scoperto il mondo totalmente e completamente meraviglioso da bambino. Certo, avevo le normali preoccupazioni, come andare a scuola… per me, allora, la scuola era un reato contro i giovani. I professori creavano danni per la comprensione e la mentalità positiva degli studenti.”

david-lynch

Nei suoi 40 anni di cinema, il regista ha effettivamente portato il pubblico da storie americane illuminate dal sole a racconti surreali popolati da demoni, doppelganger e assassini psicotici. Le sue sono scene che non puoi dimenticare: il bambino piagnucoloso e deformato in Eraserhead, l’orecchio mozzato in Velluto blu, la violenza schizzata di Cuore selvaggio, l’ondata nucleare di Twin Peaks: The Return. Cerca su Google “David Lynch strano” e ottieni 5,5 milioni di risultati.

david-lynch

David Lynch lavora in uno studio su un pendio sopra una delle 3 case che possiede sulle colline di Hollywood, a due passi da Mulholland Drive. Lynch lavora in un angolo, usa stivali spaccati e vecchi, pantaloni ruvidi e i residui di una t-shirt nera che sembra essere stata sminuzzata da un tasso.

In realtà David Lynch è un’anima felice e affabile. “Mi piace la mia vita”, afferma. “Sarebbe fantastico se tutti potessimo soddisfare i nostri desideri e vivere vite eccellenti, lunghe e soddisfatte. Puoi scoprire sofferenza e morte ovunque se guardi. Quello che Lynch vede, e poi mette sullo schermo, è uno dei fantastici enigmi del cinema che ha indotto un migliaio di dottorati di ricerca sul cinema. 

david-lynch

Lynch era interessato alla pittura e al disegno fin dalla tenera età, e finì per essere affascinato dall’idea di farne una professione quando viveva in Virginia, dove il papà di un suo amico era un pittore esperto. Alla Francis C. Hammond High School Lynch non si distinse accademicamente, avendo scarso interesse per i compiti scolastici, tuttavia era popolare tra gli altri studenti e dopo aver abbandonato la scuola scelse di studiare pittura al college. 

Ha iniziato i suoi studi presso la Corcoran School of the Arts and Design di Washington, prima di trasferirsi nel 1964 alla School of the Museum of Fine Arts di Boston, dove è stato coinquilino con l’artista Peter Wolf. Avevano qualche speranza di potersi formare in Europa con il pittore espressionista austriaco Oskar Kokoschka nella sua scuola.

Lynch tornò in Virginia, ma considerando che i suoi genitori si erano trasferiti a Walnut Creek, in California, rimase per un po’ con il suo amico Toby Keeler. Ha scelto di trasferirsi a Filadelfia e di iscriversi alla Pennsylvania Academy of Fine Arts. Lynch in seguito dichiarò: “vivevamo a basso costo, ma la città era piena di pericoli. Un ragazzino fu ucciso per strada… Siamo stati derubati due volte, hanno sparato alle finestre e rubato auto e camion. La casa è stata svaligiata per la prima volta in soli 3 giorni dopo che ci siamo trasferiti… La sensazione era di rischio grave, e la preoccupazione era così estrema.”

I primi cortometraggi

Quando il lavoro su commissione non è arrivato, Lynch ha scelto di lavorare da solo su un film indipendente e ha acquistato la videocamera da 16 mm più economica che potesse trovare. Chiamando il film “57 secondi di sviluppo e fuoco, e 3 secondi di vomito“, Lynch lo ha riprodotto in loop alla mostra annuale di fine anno dell’Accademia, dove ha condiviso il primo premio con un dipinto di Noel Mahaffey. Dopo questo premio il ricco H. Barton Wasserman gli ha fornito $ 1.000 per sviluppare un set cinematografico a casa sua.

david-lynch-eraserhead

Con i soldi rimanenti, Lynch ha scelto di sperimentare un mix di animazione e live action, producendo il cortometraggio di quattro minuti The Alphabet (1968). Il film ha come protagonista la moglie di Lynch, Peggy, nei panni di un personaggio inteso come La Ragazza, che grida l’alfabeto a una serie di immagini di cavalli prima di morire alla fine per una emorragia di sangue sulle lenzuola. Lynch ha utilizzato un registratore a nastro danneggiato per registrare il rumore di Jennifer che singhiozzava, sviluppando un rumore distorto che si è rivelato particolarmente efficiente.

Scoprendo il nuovo American Film Institute, che offriva sovvenzioni ai registi che avrebbero potuto sostenere la loro domanda con un lavoro precedente e una sceneggiatura per un lavoro nuovo, Lynch ha scelto di inviare loro una copia di The Alphabet insieme a una sceneggiatura che aveva effettivamente composto per un nuovissimo cortometraggio di live action, The Grandmother. L’istituto ha accettato di aiutare a finanziare il progetto, inizialmente utilizzando $ 5.000 dal suo piano di budget richiesto di $ 7.200, ma in seguito gli ha approvato i $ 2.200 in più. I critici cinematografici Michelle Le Blanc e Colin Odell hanno scritto: “questo film è una vera curiosità, tuttavia è costituito da numerosi stili e concetti che sarebbero filtrati nel suo lavoro successivo, e rivela un’eccezionale padronanza del mezzo”.

Eraserhead

eraserhead

Nel 1971, Lynch si trasferì con la moglie e il figlio a Los Angeles, dove iniziò a studiare cinematografia al Conservatorio AFI, un luogo che in seguito chiamò “…completamente disordinato, il che era fantastico… scoprivi rapidamente che se andavi per fare qualcosa, avresti dovuto farlo da solo. Il preside dell’AFI Frank Daniel chiese a Lynch di fare un film, pensando che fosse uno dei migliori tirocinanti della scuola. Lynch era d’accordo a condizione che potesse produrre un lavoro senza interferenze.

Eraserhead è stato realizzato inizialmente con una lunghezza di circa 42 minuti, ma poi è diventato un lungometraggio di 89 minuti. La sua sceneggiatura era di solo 21 pagine, e Lynch è stato in grado di produrre il film senza disturbi. le riprese sono cominciate il 29 maggio 1972, durante la notte in una stalla deserta, consentendo al gruppo di produzione, Lynch e alcuni dei suoi buoni amici, Sissy Spacek, Jack Fisk, il direttore della fotografia Frederick Elmes e il sound designer Alan Splet, di creare una scenografia. L’AFI ha offerto a Lynch una sovvenzione di 10.000 dollari, ma non è stata sufficiente per finire il film.

Girato in bianco e nero, Eraserhead racconta la storia di Henry (Jack Nance), un ragazzo pacifico che vive in una distopica landa commerciale, la cui fidanzata offre alla luce un bambino deforme che lascia alle sue cure. È stato fortemente influenzato dallo stato d’animo impaurito di Filadelfia, e Lynch l’ha effettivamente chiamata “la mia storia di Filadelfia“.A causa di problemi finanziari, le riprese di Eraserhead sono state intermittenti, interrompendosi e ricominciando regolarmente. 

Fu in una di queste interruzioni nel 1974 che Lynch produsse il breve film The Amputee, un film one-shot lungo circa 2 minuti. Lynch ha tentato di farlo entrare al Festival di Cannes, tuttavia mentre ad alcuni critici è piaciuto, altri lo hanno ritenuto terribile e non è stato scelto per la proiezione. Anche i selezionatori del New York Film Festival lo hanno rifiutato, ma è stato selezionato al Los Angeles Film Festival, dove Ben Barenholtz, il gestore dell’Elgin Theater, ne ha sentito parlare. Stanley Kubrick ha dichiarato che era uno dei suoi film preferiti di tutti i tempi.

Inizia una prova gratuita su Indiecinema

film-dessai-indiecinema

The Elephant Man

elephant-man

David Lynch cerca i finanziamenti per il suo prossimo film, Ronnie Rocket, di cui aveva scritto la sceneggiatura. Lynch ha subito capito che Ronnie Rocket, un film che parla di “energia elettrica e una persona di un metro e ottanta con i capelli rossi”, non sarebbe stato scelto da nessun investitore, e così ha chiesto a Cornfeld di trovare un’altra sceneggiatura che avrebbe potuto essere realizzata più facilmente. Gli capitò di leggere la storia di The Elephant Man, e Lynch scelse di sviluppare questo progetto. 

La sceneggiatura di The Elephant Man, scritta da Chris de Vore ed Eric Bergren, era basata su una storia reale, quella di Joseph Merrick, un ragazzo seriamente deformato nella Londra vittoriana, sfruttato come fenomeno da baraccone nelle fiere di paese, in seguito preso sotto le cure di un chirurgo estetico, Frederick Treves. Ha richiesto l’autorizzazione di Mel Brooks, poiché la Brooksfilms era responsabile della produzione. Brooks ha visto Eraserhead e, dopo essere uscito dalla sala di proiezione, ha detto a Lynch: “Sei un pazzo!” 

Le riprese hanno avuto luogo a Londra. Modernista e in bianco e nero, è stato definito uno dei più classici film di Lynch. The Elephant Man è stato un grande successo ottenendo 8 candidature all’Oscar, tra cui miglior regista e miglior sceneggiatura non originale. 

Dune 

dune-david-lynch

Dopo il successo di The Elephant Man, George Lucas, un grande fan di Eraserhead, ha dato a Lynch la possibilità di dirigere il terzo film della sua trilogia di Star Wars, Il ritorno dello Jedi. Lynch ha rifiutato, sostenendo che era meglio che Lucas dirigesse il film da solo, poiché il film doveva mostrare la sua visione, non quella di Lynch. Rapidamente, la possibilità di dirigere un’altro film di fantascienza ad alto budget si è verificata quando Dino de Laurentiis ha chiesto a Lynch di sviluppare un adattamento cinematografico del racconto di fantascienza Dune (1965) di Frank Herbert.

Lynch era insoddisfatto del lavoro, Dune era un film prodotto da un grande produttore, con la logica degli Studios. Non rappresentava la poetica di Lynch. Lo studio fece dei tagli di montaggio per renderlo più comprensibile della versione iniziale. Lynch si oppose alle modifiche e fece cancellare il suo nome dalla versione più lunga, che ha accreditato Alan Smithee come regista e “Judas Booth” (uno pseudonimo sviluppato da Lynch, che mostra le sue sensazioni di tradimento) come scrittore del film.

Illustrazioni e fotografia

david-lynch-comics

Nel 1983, aveva effettivamente iniziato la scrittura e l’illustrazione di un fumetto, Il cane più arrabbiato del mondo, che includeva i disegni di un cane da compagnia che era così arrabbiato da non potersi muovere, insieme a sconcertanti riferimenti filosofici. È stato pubblicato dal 1983 al 1992 su Village Voice, Creative Loafing e altri tabloid e pubblicazioni alternative. In questo periodo Lynch finì per interessarsi anche alla fotografia e fece un viaggio nel nord dell’Inghilterra per osservare il degradante panorama consumistico e commerciale.

Velluto blu

blue-velvet

David Lynch era ancora contrattualmente obbligato a produrre altri 2 lavori per De Laurentiis, il primo era un seguito di Dune, che a causa del fallimento commerciale del film, non è mai andato oltre la fase di sceneggiatura. L’altro era un lavoro più individuale, basato su una sceneggiatura su cui Lynch stava lavorando da tempo. Partendo da idee che Lynch aveva avuto nel 1973, Velluto blu è ambientato nella vera città di Lumberton, nella Carolina del Nord, e ruota attorno a uno studente universitario, Jeffrey Beaumont (MacLachlan), che scopre un orecchio reciso in un campo.

Lynch ha inserito brani pop degli anni ’60 nel film, da “In Dreams” di Roy Orbison e “Blue Velvet” di Bobby Vinton, quest’ultimo dei quali ha influenzato molto il film. L’altra musica per il film è stata composta da Angelo Badalamenti, che ha composto la musica per molti dei successivi lavori di Lynch. Il film ha regalato a Lynch la sua seconda candidatura all’Oscar come miglior regista.

Twin Peaks

twin-peaks

Lynch all’evento degli Emmy Awards del 1990 ha attirato l’attenzione del produttore televisivo Mark Frost, che aveva effettivamente lavorato a progetti come Hill Street Blues, e hanno scelto di iniziare lavorare insieme a un film biografico su Marilyn Monroe basato sul libro di Anthony Summers The Goddess: The Secret Lives of Marilyn Monroe. Tuttavia il progetto non è mai decollato. Hanno continuato a lavorare su una sceneggiatura divertente, One Saliva Bubble, che però non ha visto la conclusione. 

twin-peaks

Mentre parlavano in un bar, Lynch e Frost hanno avuto l’idea di ripulire i resti su una riva di un lago, ed è arrivata l’idea per un nuovo progetto, inizialmente chiamato Northwest Passage, poi modificato in Twin Peaks (1990-91). Durante la prima stagione Lynch ha diretto 2 dei 7 episodi, dedicando più tempo al suo film Cuore selvaggio (Wild at Heart), ed ha scelto accuratamente i registi degli altri episodi. Lynch, a cui non sono piaciuti i film che questi registi hanno realizzato negli episodi successivi, ha deciso di dirigere lui stesso l’ultimo episodio. Ha concluso con un cliffhanger (come la prima stagione), affermando in seguito, “questo non è il finale.”

Cuore selvaggio

cuore-selvaggio-david-lynch

Mentre Lynch stava lavorando ai primissimi episodi di Twin Peaks, il suo amico Monty Montgomery “mi ha dato un libro da cui desiderava trarre un film. Con l’assistenza di Gifford, Lynch ha adattato la storia di Cuore selvaggio, un film crime on the road con Nicolas Cage nei panni di Sailor e Laura Dern nei panni di Lula. Spiegando la sua trama come uno “strano mix” di “un on the road, una storia d’amore, un divertimento violento e un dramma mentale”, Lynch ha cambiato gran parte della storia iniziale, alterando il finale e integrando molte suggestioni da Il mago di Oz.

Twin Peaks: Fire Walk with Me

fuoco-cammina-con-me

Dopo il successo di Wild at Heart, Lynch è tornato nel mondo di Twin Peaks, questa volta senza Frost, per sviluppare un film che era principalmente un prequel ma anche in parte un seguito. Lynch ha affermato che il film parla di “isolamento, pietà, rimpianto, confusione e distruzione”. Il film è stato un fallimento commerciale negli Stati Uniti, ma un successo in Giappone, e alcuni critici, come Mark Kermode, lo hanno addirittura definito “l’opera d’arte” di Lynch.

Televisione

Lynch ha lavorato su alcuni programmi televisivi. Lui e Frost hanno prodotto la divertente serie On the Air (1992), che è stata cancellata dopo la messa in onda di 3 episodi, e lui e Monty Montgomery hanno prodotto la miniserie HBO di tre episodi Hotel Room (1993) su delle storie che avvengono in un hotel nel corso del tempo. Nel 1993, Lynch ha collaborato con l’artista giapponese Yoshiki al video del brano degli X Japan Longing.

Lost Highway 

strade-perdute-lynch

Dopo i suoi lavori televisivi poco riusciti, Lynch è tornato al cinema. Nel 1997 ha lanciato il film antinarrativo Lost Highway, che è stato co-scritto da Barry Gifford e interpretato da Bill Pullman e Patricia Arquette. Il film non ha funzionato commercialmente ma ha ottenuto una reazione positiva da parte della critica.

Una storia vera

una-storia-vera-david-lynch

Lynch ha quindi iniziato a lavorare su un film da una sceneggiatura di Mary Sweeney e John E. Roach, Una storia vera (The Straight Story), basato su una storia reale: quella di Alvin Straight (Richard Farnsworth), un uomo anziano di Laurens, Iowa, che affronta un viaggio di 300 miglia per visitare il suo fratello malato (Harry Dean Stanton) a Mount Zion, nel Wisconsin, a bordo di un tosaerba. Alla domanda sul perché abbia selezionato questa sceneggiatura, Lynch ha dichiarato: “è la sceneggiatura di cui mi sono innamorato”, e ha rivelato la sua adorazione per Straight, spiegando “è come James Dean da vecchio”.

Diverso dagli altri film di Lynch, The Straight Story non include violenza, oscenità o sessualità, una cosa insolita per molti dirigenti dell’industria cinematografica. Le Blanc e Odell decidono che la trama lo ha fatto sembrare il film meno personale di Lynch. In verità fin dall’inizio, questa è la vera sua poetica cinematografica – un film surreale.

Mulholland Drive

mulholland-drive

La distribuzione su internet ha dato a Lynch la possibilità di girare un pilota di due ore per la serie Mulholland Drive, tuttavia i disaccordi sul materiale e sul tempo di esecuzione hanno portato il lavoro a essere accantonato per sempre. Con 7 milioni di dollari dalla società di produzione francese StudioCanal, Lynch ha terminato il pilot come film, Mulholland Drive. Il film si è comportato abbastanza bene al box office di tutto il mondo ed è stato un successo importante, rendendo Lynch Miglior Regista al Festival di Cannes 2001 (condiviso con Joel Coen per The Man Who Wasn’t There) e Miglior Regista al New York Film Critics.

Con il crescente utilizzo di Internet nel mondo, Lynch ha scelto di utilizzarlo come canale di distribuzione, lanciando numerose serie nuove che aveva creato esclusivamente sul suo sito, davidlynch.com, che è andato online il 10 dicembre 2001. Lo stesso anno esatto, Lynch ha lanciato una commedia surreale, Rabbits, su una famiglia di conigli umanoidi. 

Inland Empire

inland-empire

Nel 2006 è stato lanciato il film di Lynch Inland Empire. Ha come protagonisti principali Laura Dern, Harry Dean Stanton e Justin Theroux, con cameo di Naomi Watts e Laura Harring come voci di Suzie e Jane Rabbit. Lynch ha definito Inland Empire “un segreto su una donna in difficoltà”. Nel 2009, Lynch ha prodotto una serie web di documentari diretta da suo figlio Austin Lynch e dal buon amico Jason S., Interview Project. 

Incuriosito dal lavoro di Werner Herzog, nel 2009 Lynch ha lavorato insieme al film di Herzog My Son, My Son, What Have Ye Done?. Con una narrazione fuori dagli schemi, il film è basato sulla storia reale di una star che si è dedicata al matricidio mentre recitava in una produzione dell’Orestea.

Videoclip e pubblicità

Successivamente Lynch dirige video musicali per diverse band inglesi, e spot pubblicitari per brand come Dior. Si pensava che Lynch si sarebbe ritirato dal mercato del cinema; secondo Abel Ferrara, Lynch non desidera più fare film. In un’intervista del Los Angeles Times del giugno 2012, Lynch ha dichiarato di non avere la motivazione per iniziare un nuovo lavoro cinematografico, tuttavia “Se avessi un’idea di cui innamorarmi, domani andrei a lavorare”.

Twin Peaks, nuova stagione

twin-peaks-nuova-stagione

Il 6 ottobre 2014, Lynch ha annunciato tramite Twitter che lui e Frost avrebbero iniziato le riprese di una nuovissima stagione di nove episodi di Twin Peaks nel 2015, con gli episodi previsti in onda nel 2016 su Showtime. Il 5 aprile 2015, Lynch ha rivelato tramite Twitter che l’attività era ancora attiva, ma che non avrebbe più diretto la serie poiché il piano di spesa era troppo basso per ciò che desiderava fare. 

Mentre si realizza per Twin Peaks, a Lynch è stato chiesto ancora una volta se si fosse effettivamente ritirato dal fare film. Rispose: “Le cose sono cambiate molto … Quindi molti film non andavano bene per i produttori anche se potevano essere film eccellenti e le cose che andavano bene per i produttori non erano le cose che avrei voluto fare”.

Lynch non ha rifiutato la possibilità di un’altra stagione di Twin Peaks, tuttavia ha dichiarato che se dovesse verificarsi, non sarebbe andata in onda prima del 2021. Lynch starebbe lavorando a un nuovo lavoro per Netflix con i titoli provvisori Wisteria e Unrecorded Night. È responsabile per dirigere e scrivere 13 episodi con un piano di spesa di $ 85 milioni. La produzione doveva iniziare nel maggio 2021 a Los Angeles.

Visione e stile di David Lynch

david-lynch

“Guardo il mondo e vedo assurdità intorno a me. Gli individui fanno cose strane continuamente, al punto che, per la maggior parte, riusciamo a non vederlo. Ecco perché mi piacciono i caffè e i luoghi pubblici.” David Lynch ha affermato che il suo lavoro è più paragonabile a quello dei registi europei che a quelli americani, e che la maggior parte dei film che deliziano l’anima sono di registi europei. Stanley Kubrick e Billy Wilder. In realtà ha anche indicato Carnival of Souls (1962) di Herk Harvey e Deep End (1970) di Jerzy Skolimowski come film che hanno influenzato il suo lavoro.

Un certo numero di stili si ripetono nel lavoro di Lynch. Della sua ossessione nei confronti dei sogni, Lynch ha affermato: “I sogni ad occhi aperti sono quelli essenziali, quelli che vengono quando sono seduto in silenzio su una sedia, lasciando vagare la mia mente.” I suoi film sono percepiti come realismo magico.

Un altro dei stili popolari di Lynch è il mondo consumistico e industriale, con le immagini del rumore di macchine di produzione, il potere di pistoni, trivelle di pompaggio del petrolio e fumo delle fabbriche, come si è visto nel deserto commerciale in Eraserhead, negli stabilimenti di The Elephant man, la segheria a Twin Peaks e il tosaerba in The Straight Story. Del suo interesse per queste cose, Lynch ha affermato: “Mi fa sentire benissimo vedere una macchina enorme, capisci, all’opera: trattare con il metallo fuso. E mi piace il fuoco e il fumo.”

david-lynch-elephant-man

Il concetto di deformazione viene scoperto anche in numerosi film di Lynch, da The Elephant Man al bambino deformato in Eraserhead, così come la morte per ferite alla testa, usata in molti film di David Lynch. Altre immagini tipiche delle opere di Lynch sono costituite da immagini tremolanti di energia elettrica o luci, fuoco e palchi su cui si esibisce un cantante, tipicamente circondato da drappeggi.

Oltre a The Elephant Man e Dune, ambientati rispettivamente nella Londra vittoriana e in una galassia immaginaria, tutti i film di Lynch sono ambientati negli Stati Uniti, e in realtà ha dichiarato: “Mi piacciono le cose specifiche dell’America e mi offre idee. Molte delle sue opere, da Blue Velvet, Twin Peaks e Lost Highway, ricordano deliberatamente la cultura americana degli anni ’50 nonostante siano ambientate negli ultimi anni del XX secolo. Lynch ha effettivamente affermato: “Sono stati anni fantastici… c’era qualcosa nell’aria che non c’è più.

mulholland-drive

Allo stesso modo Lynch tende a includere le sue principali star femminili in ruoli multipli, in modo che molti dei suoi personaggi femminili abbiano identità numerose e frammentate. Le varianti alternative dei personaggi principali e delle linee temporali frammentate potrebbero riecheggiare e fare riferimento alle numerose analisi della fisica quantistica e forse all’interesse di Lynch per la meccanica quantistica. 

Alcuni hanno suggerito che l’amore di Lynch per Vertigo di Hitchcock, che utilizza un personaggio principale diviso (i personaggi di Judy Barton e Madeleine Elster, entrambi interpretati da Kim Novak) potrebbe aver influenzato questo elemento del suo lavoro. I suoi film includono regolarmente personaggi con qualità soprannaturali. Gli esempi consistono in The Man Inside the Planet in Eraserhead, BOB in Twin Peaks, The Mystery Man in Lost Highway, The Bum in Mulholland Drive e The Phantom in Inland Empire. Lynch si avvicina ai suoi personaggi in un metodo che li immerge in uno stato di sogno piuttosto che di realtà.

Collaborazioni

david-lynch-badalamenti

Anche Lynch è comunemente tenuto in considerazione per le sue collaborazioni con numerosi artisti sui suoi film. Lavora spesso con Angelo Badalamenti per la musica, la sua ex moglie Mary Sweeney come montatrice di film, il direttore del casting Johanna Ray e attori come Harry Dean Stanton, Jack Nance, Kyle MacLachlan, Naomi Watts, Isabella Rossellini, Grace Zabriskie e Laura Dern.

Pittura

david-lynch-quadri

Lynch inizialmente si è formato come pittore e, sebbene ora sia molto più conosciuto come regista, in realtà ha continuato a dipingere. Lynch ha infatti specificato che “tutti i miei dipinti sono divertenti, violenti e naturali.” Numerose sue opere sono di colore davvero scuro, e Lynch ha effettivamente affermato che ciò è dovuto al fatto che non mostra troppo di un sogno. È come una parziale rappresentazione; tu può entrare nel sogno, e poiché continua a essere oscuro, la mente entra in azione e molte cose che accadono lì finiscono per essere dipinte. Inizi a vedere ciò che ti piace e il quadro diventa come un sogno.

Gran parte delle sue opere sono dotate anche di parole e lettere: “Le parole nei dipinti sono spesso essenziali per farti iniziare a credere su cos’altro sta succedendo lì dentro. Ero solito ritagliare queste piccole lettere e incollarle. Sono semplicemente fantastiche tutte allineate come denti … spesso finiscono per essere il titolo del dipinto.

Lynch pensa che l’artista britannico di origine irlandese del 20 ° secolo Francis Bacon sia il suo “eroe numero uno”, specificando che “Normalmente mi piace solo qualcosa del lavoro di un pittore, ma mi piace qualunque cosa di Bacon.”

Lynch è stato il tema di una significativa retrospettiva d’arte alla Fondation Cartier, Parigi, dal 3 marzo al 27 maggio 2007. Il programma era intitolato The Air is on Fire e consisteva in vari dipinti, foto, illustrazioni, film alternativi e opere sonore. Nuovi allestimenti artistici sono stati prodotti appositamente per la mostra.

david-lynch-quadri

La sua università, la Pennsylvania Academy of the Fine Arts, ha creato una mostra del suo lavoro, intitolata “The Unified Field”, che ha aperto il 12 settembre 2014 e si è conclusa nel gennaio 2015. Lynch è anche rappresentato da Kayne Griffin Corcoran a Los Angeles, e ha effettivamente mostrato i suoi dipinti, illustrazioni e fotografie con la galleria dal 2011. I suoi fotografi professionisti preferiti sono William Eggleston, Joel-Peter Witkin e Diane Arbus. 

Musica 

Lynch è stato anche incluso in una serie di lavori musicali, molti dei quali associati ai suoi film. Nel 2001 ha lanciato BlueBob, un album rock realizzato da Lynch e John Neff.

Nel 2008, ha fondato la sua etichetta discografica chiamata David Lynch MC che inizialmente ha lanciato Fox Bat Strategy: A Tribute to Dave Jaurequi, all’inizio del 2009.

Nel novembre 2010, Lynch ha lanciato 2 canzoni di musica elettropop, “Good Day Today” e “I Know” , attraverso l’etichetta inglese indipendente Sunday Best Recordings. Le canzoni sono state seguite da un album, Crazy Clown Time, che è stato lanciato nel novembre 2011 e definito come un “album blues elettronico”. Molti dei brani di Crazy Clown Time sono stati inseriti in video di musica d’arte, David Lynch ha diretto anche il video.

david-lynch-videoclip
“I Am The Shaman”

Il 29 settembre 2011, Lynch ha lanciato This Train con la cantante Chrysta Bell sull’etichetta La Rose Noire. L’album di 11 canzoni è stato prodotto da Lynch e co-scritto principalmente da Lynch e Chrysta Bell. La collaborazione musicale ha anche prodotto un EP di 5 brani intitolato Somewhere in the Nowhere, lanciato il 7 ottobre 2016, su Meta Hari Records.

Il terzo album in studio di Lynch, The Big Dream, è stato lanciato nel 2013 e consisteva nel singolo “I’m Waiting Here”, con la cantautrice svedese Lykke Li. L’uscita di The Big Dream è stata preceduta da TBD716, un enigmatico video di 43 secondi incluso negli account YouTube e Vine di Lynch.

Per il Record Store Day 2014, David Lynch ha lanciato The Big Dream Remix EP che includeva 4 brani del suo album remixati da diversi artisti. Si ritiene che la band Bastille tragga ispirazione dal lavoro di David Lynch per i loro brani e video musicali, il principale è il loro brano “Laura Palmer” che è influenzato da Twin Peaks.

Il 2 novembre 2018 è stato lanciato in vinile e su compact disc un album collettivo di Lynch e Angelo Badalamenti, intitolato Thought Gang. L’album è stato registrato su nastro intorno al 1993, tuttavia all’epoca non era stato pubblicato. 2 brani dell’album sono attualmente apparsi nella colonna sonora del film del 1992 “Twin Peaks: Fire walk with me” e altri 3 brani sono stati utilizzati per la serie televisiva “Twin Peaks” nel 2017.

Nel maggio 2021, Lynch ha prodotto un nuovissimo brano dell’artista scozzese Donovan intitolato “I Am The Shaman”. Lynch ha anche diretto il video del brano.

Scenografia

david-lynch-scenografia

Lynch ha creato e costruito gli arredi per il suo film del 1997 Lost Highway, il tavolino nella casa di Madison e la custodia del videoregistratore. Nell’aprile 1997, ha fornito una collezione di arredi al prestigioso Salone del Mobile di Milano. Lavorando con il designer Raphael Navot, lo studio di architettura Enia e il light designer Thierry Dreyfus, Lynch ha effettivamente sviluppato e creato un club a Parigi. I clienti hanno accesso a spettacoli, film e altre opere. Ispirata dall’omonimo club nel suo film del 2001 Mulholland Drive, l’area sotterranea è costituita da una serie di spazi, ciascuno dedicato a una specifica funzione.

Letteratura 

david-lynch-meditazione

Nel 2006, Lynch ha scritto un breve libro che spiega le sue procedure innovative, la sua creatività e i vantaggi che aveva effettivamente trovato attraverso la sua pratica della meditazione trascendentale chiamato In acque profonde. Spiega così la metafora dietro il titolo nell’introduzione: i concetti assomigliano ai pesci. 

Puoi rimanere nell’acqua bassa se desideri catturare piccoli pesci. Se desideri catturare il pesce grande, devi andare più in profondità. In profondità, i pesci sono più puri. Sono astratti e sostanziali. E sono davvero stupendi. Il libro intreccia un’autobiografia non lineare con descrizioni delle esperienze cognitive di Lynch durante la Meditazione Trascendentale.

Vita privata

david-lynch-figlia

David Lynch ha avuto una figlia, Jennifer Lynch, nata nel 1968, che oggi è una regista. Il 21 giugno 1977, Lynch sposò Mary Fisk e la coppia ebbe un figlio, Austin Jack Lynch, nato nel 1982. Lynch in seguito stabilì una relazione con Mary Sweeney, dalla quale ebbe un figlio, Riley Sweeney Lynch, nato nel 1992. Lynch ha dichiarato che “non è un individuo politico” e che capisce poco di politica. E continuerei a propendere per nessun governo federale e non così tante linee guida, a parte i semafori e cose del genere.” Lynch ha continuato a dichiarare che “Ora sono un democratico.”

Nel 2009, Lynch ha firmato una petizione in aiuto del regista Roman Polanski, chiedendo il suo rilascio dopo che Polanski è stato incarcerato in Svizzera in relazione alla sua accusa del 1977 per droga e stupro. Come i bambini, lo sono. A una manifestazione Trump ha letto l’intervista dichiarando Lynch come un fan, affermando: “David Lynch potrebbe essere considerato uno dei più grandi presidenti della storia”. Lynch in seguito ha chiarito su Facebook che la citazione è stata presa fuori contesto, affermando che Trump “non avrebbe avuto la possibilità di passare alla storia come un presidente eccezionale” se avesse continuato sulla strada di “creare sofferenza”, raccomandandogli di “trattare tutti gli individui come vorresti essere trattato”.

Meditazione trascendentale 

Lynch supporta e diffonde La Meditazione Trascendentale come pratica spirituale. Ha iniziato a praticare la Meditazione Trascendentale nel luglio 1973 e da allora ha praticato regolarmente il metodo. Lynch afferma di aver incontrato Maharishi Mahesh Yogi, il creatore del movimento MT, per la prima volta nel 1975 presso il centro del Movimento di Rigenerazione Spirituale a Los Angeles, in California.

Insieme a John Hagelin e Fred Travis, uno scienziato della mente della Maharishi University of Management, Lynch ha promosso la sua visione sulle scuole universitarie con un viaggio iniziato nel settembre 2005.

8.000 persone praticano nella sua scuola metodi di meditazione innovativi, “promuovendo la pace per il mondo”. Nel 2009, Lynch è andato in India per filmare persone che hanno compreso il Maharishi come parte di un documentario biografico. Nel 2009, Lynch ha organizzato un’esibizione al Radio City Music Hall per la David Lynch Foundation. David Wants to Fly, lanciato nel maggio 2010, è un documentario del regista tedesco David Sieveking “che segue il percorso del suo idolo, David Lynch, nel mondo della Meditazione Trascendentale”.

Nel 2013, Lynch ha scritto: “La meditazione trascendentale porta a una trasformazione adorabile e tranquilla. In un’intervista del 2019 di Lynch dell’artista britannico Alexander de Cadenet, Lynch ha dichiarato: “Ecco un’esperienza che utilizza il cervello completo.” David Lynch non sorride quasi mai nelle foto. La sua statua è incisa in un volto dell’Isola di Pasqua, ha labbra e occhi socchiusi. Il ciuffo è un vortice congelato nella posizione di sconcertanti idee lynchiane.

Pensieri di David

david-lynch-meditazione

Quando il regista guarda un cortile ben curato, l’occhio della sua mente si incanala sotto di esso per sorprendere il segreto, il misticismo e la malvagità, visioni che ha effettivamente trasformato in film strabilianti. Ad eccezione di The Elephant Man (1980) e The Straight Story (1999), i suoi film sono non lineari e anti-narrativi. Lynch crede anche nella reincarnazione: “La vita è un breve viaggio. Ci riuniremo tutti”

A proposito del suo libro sulla meditazione dice: “Le idee sono come i pesci. Se ottieni un’idea che ti entusiasma, concentraci la tua attenzione e molti altri pesci ci nuoteranno dentro. Si attaccheranno ad essa e otterrai più idee. Quando realizzi una storia per lo schermo, non pensare in termini di battute o punti di svolta della trama. Vedi il modo in cui il cinema può affermare quel concetto, ed è piacevole per te. “

Gli piacciono l’eccitazione e la qualità dei film al cinema, ma Lynch crede che le uscite cinematografiche siano in realtà troppo brevi. “Non realizzerei un film nel mondo di oggi, dal momento che potrebbe non essere proiettato al cinema a lungo. Molto meglio realizzare programmi per la tv, un medium più comodo dove puoi creare una storia continua”. C’è una teoria secondo cui lo stesso Lynch non capisce costantemente cosa sta succedendo nelle sue storie. “Ho bisogno di capire da solo cosa indicano le cose e cosa sta succedendo. Un dipinto o un film, ogni cosa visiva è il suo tipo di linguaggio e non è l’ideale tentare di affermare la stessa cosa con le parole.

Un film è come un atto magico e i maghi non informano su come hanno fatto una cosa. Il film è la cosa che deve essere protetta. Nessuna spiegazione su Twin Peaks: The Return’s ending, che ha risolto fugacemente alcune storie solo per fratturarle e produrre enigmi nuovi? Anche i fan irriducibili desideravano chiarezza. Lynch sorride. “Nessuna spiegazione. Vedi, è adorabile che qualcuno abbia inventato questo. Potresti mostrare due volte le scene in molti film e potrebbe evocare sempre qualcosa di grandioso.”

Lynch afferma che tende a non controllare le recensioni dei suoi film: “Quelle eccellenti non sono sufficienti e quelle cattive ti deprimeranno.” Lynch ama i film sui criminali e programmi di auto e camion. Il suo film preferito dell’anno precedente?

“Uhm”, afferma infine. Non credo di aver visto nessun altro film.”

Deve averne visto qualcuno. La forma dell’acqua?

“No.”.

Dunkerque?

“No.”.

Black Panther?

“No.”.

Ha qualche interesse su di loro?

“Mi piace fare film. In realtà non mi piace uscire. Oggi puoi vederli a casa.”

Guarda i film

Inizia ora una prova gratuita su Indiecinema

Iscriviti alla Newsletter

Resta aggiornato sui nuovi articoli, nuovi film in uscita, festival, promo, eventi… e molto altro!

error: Content is protected !!

Iscriviti alla Newsletter

Resta aggiornato sui nuovi articoli, nuovi film in uscita, festival, promo, eventi… e molto altro!