fbpx

Film e suspense: la lista dei film da vedere

Guarda film indipendenti e cult selezionati

Vai oltre i film proposti dalle solite piattaforme commerciali. Guarda centinaia di film indipendenti e d'autore rari, cult e documentari introvabili selezionati da tutto il mondo.

Indice dei contenuti

Il film di suspense è spesso correlato al genere dei film thriller, e la suspense si genera in uno stato di imprevedibilità psicologica, tensione e ansia, indecisione o incertezza. La suspense è generata dall’anticipazione del finale di una trama o da un mistero, ed ha un impatto sul personaggio principale. Il film di suspense mantiene alto l’interesse e il coinvolgimento del pubblico. Gli spettatori di un film di suspense si sentono eccitati e curiosi di sapere cosa accadrà dopo, o quando capiscono cosa è più probabile che accada ma non capiscono come accadrà.

film-suspense

La suspense narrativa rimane affidabile anche quando l’imprevedibilità della storia viene ridotta, poiché il pubblico abituale sa esattamente come si risolve la storia. L’efficacia di un film di suspense dipende dalla capacità del pubblico di prepararsi a ciò che accadrà. La suspense può essere senza imprevedibilità ed emergere con la contraddizione tra ciò che il lettore apprende sul futuro e ciò che desidera, in particolare nella tragedia, quando il personaggio principale alla fine si trova ad affrontare una tragica fatalità.

VAI AI FILM DA GUARDARE

Le mani dell’altro (1924)

Orlac, un noto pianista, è su un treno che fa un incidente e perde le sue preziose mani. Viene tentata una cura severa: un trapianto di 2 nuove mani. Appartengono a un assassino. Orlac inizia una relazione conflittuale con loro e rifiuta di utilizzarle non appena scopre chi erano le sue nuove mani. A rendere complessa la circostanza è l’omicidio del suo papà, al quale la sua compagna si era rivolta per un prestito in contanti. Le mani dell’altro un film di suspense tra le ultime opere d’arte del cinema espressionista di cui Robert Wiene aveva effettivamente realizzato il film manifesto, Il gabinetto del dottor Caligari.

GUARDA IL FILM

Io ti salverò (Spellbound, 1945) 

E’ un film di suspense e thriller americano del 1945 diretto da Alfred Hitchcock e interpretato da Ingrid Bergman, Gregory Peck e Michael Chekhov. Racconta di una psicoanalista che si innamora del nuovo capo della struttura sanitaria del Vermont in cui lavora, solo per scoprire che è un ciarlatano che soffre di perdita di memoria dissociativa e, forse, anche un assassino. Il film è basato sul romanzo The House of Dr. Edwardes del 1927 di Hilary Saint George Saunders e anche di John Palmer.

Le riprese di Spellbound avvennero nella stagione estiva del 1944 nel Vermont, nello Utah e anche a Los Angeles. Il film ha ottenuto apprezzabili valutazioni da parte dei critici ed è stato un significativo successo al botteghino, guadagnando $ 6,4 milioni negli Stati Uniti. Il film è stato selezionato per 6 Academy Awards, tra cui Miglior film e Miglior regista, oltre a vincere nella categoria Miglior colonna sonora originale.

Gregory Peck interpreta un impostore che cerca di diventare il nuovo direttore di un manicomio. La dottoressa Constance Petersen è psicoanalista al Green Manors, un ospedale psichiatrico nel Vermont. È vista da altri medici come priva di emozioni. Il direttore del centro medico, il dottor Murchison, si è ritirato dall’incarico dopo un esaurimento nervoso. Il suo sostituto è il dottor Anthony Edwardes.

Lo Straniero (1946)

Nella città di Harper vive Charles Rankin, che sposerà la figlia di un giudice importante e potente. Charles Rankin è in realtà Frank Kindle, un criminale nazista del Terzo Reich che ha preso una nuova identità per salvarsi. L’ispettore Wilson è sulla sue tracce. Un altro film di suspense thriller imperdibile del grande regista Orson Welles da non perdere. Questa volta il regista si trova di fronte a un piano di spesa maggiore operando in uno studio di Hollywood. È un design più tradizionale rispetto agli altri film indipendenti a cui il regista ci ha abituato. Anche la trama è stata fortemente influenzata dalle politiche editoriali del cinema americano mainstream dell’epoca. Il risultato è ugualmente eccezionale grazie all’interpretazione dello stesso Orson Welles e di Edward G. Robinson.

GUARDA IL FILM

Il terzo uomo (1949)

Il terzo uomo è un film di suspense noir britannico del 1949 diretto da Carol Reed, scritto da Graham Greene e interpretato da Joseph Cotten, Alida Valli, Orson Welles e Trevor Howard. Ambientato nella Vienna del dopoguerra, il film è incentrato sull’americana Holly Martins (Cotten), che arriva in città per accettare un incarico con il suo amico Harry Lime (Welles), solo per scoprire che Lime è morto. Considerando sospetta la sua morte, Martins sceglie di rimanere a Vienna ed indagare.

L’uso della cinematografia espressionista in bianco e nero di Robert Krasker, con un’illuminazione severa e una immagine deformata con “angolazione olandese”, è una caratteristica significativa di The Third Man . Arricchito con la rinomata musica di Anton Karas, location squallide e ben note interpretazioni del cast, l’atmosfera è l’ambiente di una cupa Vienna del dopoguerra all’inizio della Guerra Fredda.

La musica di Karas “The Third Man Theme” ha raggiunto la vetta delle classifiche musicali internazionali nel 1950, portando la popolarità mondiale dell’artista. Lo stile influenzerà anche la melodia principale di Nino Rota in La dolce vita (1960). Il terzo uomo è considerato tra i migliori film di sempre per la sua regia, arrangiamento musicale e fotografia. Nel 1999, il British Film Institute ha votato The Third Man il miglior film britannico della storia del cinema.

La finestra sul cortile (1954)

E’ un film di suspense thriller americano del 1954 diretto da Alfred Hitchcock e scritto da John Michael Hayes basato sul racconto di Cornell Woolrich del 1942 “It Had to Be Murder”. Il film è interpretato da James Stewart, Grace Kelly, Wendell Corey, Thelma Ritter e Raymond Burr. Fu selezionato alla Mostra del Cinema di Venezia del 1954. Il film è considerato da numerosi spettatori, critici e studiosi tra i migliori film di Hitchcock e tra i migliori film mai realizzati e ha ottenuto 4 candidature per l’Oscar.

Con una gamba ferita, l’esperto fotografo Jeff è costretto su una sedia a rotelle nella sua casa nel Greenwich Village, a Manhattan. La sua finestra sul retro affaccia su un cortile e altre case. Durante un’intensa ondata di caldo, vede i suoi vicini di casa, che tengono le finestre aperte per rimanere freschi. Si tratta di una donna solitaria che Jeff etichetta come “Miss Lonelyhearts”, una coppia di sposini, un pianista, una ballerina, una coppia di mezza età al cui cagnolino piace scavare nel giardino fiorito, e Lars Thorwald, un un venditore di bigiotteria di viaggio con la moglie costretto a letto.

I Diabolici (1955)

Michel ha una relazione con Nicole Horner, un’istruttrice della scuola. Le due donne hanno un rapporto piuttosto stretto, basato principalmente sul loro evidente odio condiviso per Michel. È terribile con gli studenti, picchia Nicole e prende in giro Christina per la sua malattia cardiaca. Minacciando il divorzio per trascinare Michel nell’appartamento di Nicole a Niort, una cittadina a un centinaio di chilometri di distanza, Christina lo seda. Le due signore poi lo annegano in una vasca e, tornando a scuola, gettano il suo corpo nella piscina deserta.

Clouzot, dopo aver terminato The Wages of Fear, ha opzionato i diritti sulla sceneggiatura di questo film di suspense, impedendo ad Alfred Hitchcock di realizzare questo film, che ha contribuito a incoraggiare la realizzazione di Psycho. Robert Bloch, autore di Psycho, ha sottolineato in un incontro che il suo film thriller preferito era Les Diaboliques.

VAI AI FILM DA GUARDARE

Repulsion (1955)

Un uomo, Colin, ama Carol e fa sforzi appassionati per affascinarla, ma Carol sembra indifferente. Carol è infastidita dalla relazione di Helen con un ragazzo di nome Michael, che a Carol non sembra piacere. Quando torna a casa dal lavoro, Carol è infastidita da dei lavori stradali sotto casa sua. Colin la incontra, passeggia per casa sua e tenta di baciarla numerose volte, ma lei rifiuta, correndo di sopra e lavandosi i denti prima di singhiozzare. Quella notte Helen interroga Carol per aver gettato lo spazzolino da denti di Michael e il rasoio elettrico nel gabinetto.

Basato su un racconto scritto da Polanski e Gérard Brach, la trama segue Carol, una donna che subisce una serie di terribili esperienze. E’ un film di suspense che si concentra sulla prospettiva di Carol e sulle sue allucinazioni mentre entra in contatto con gli uomini. Ian Hendry, John Fraser, Patrick Wymark e Yvonne Furneaux compaiono in ruoli secondari.

Anatomia di un omicidio (1959)

E’ un film di suspense drammatico e criminale americano del 1959 prodotto e diretto da Otto Preminger. La sceneggiatura del film di Wendell Mayes era basata sull’omonimo libro del 1958 scritto dal giudice della Corte Suprema del Michigan John D. Voelker con lo pseudonimo di Robert Traver. Voelker ha basato il libro su un caso di omicidio del 1952 in cui era l’avvocato difensore. Il film è interpretato da James Stewart, Lee Remick, Ben Gazzara, Eve Arden, George C. Scott, Arthur O’Connell, Kathryn Grant, Brooks West (la moglie di Arden), Orson Bean e Murray Hamilton. Il giudice è stato interpretato da Joseph N. Welch, un avvocato nella vita reale noto per aver smascherato Joseph McCarthy durante le udienze dell’esercito. E’ considerato tra i migliori film di processo mai realizzato. Nel 2012, il film è stato scelto per la conservazione nel National Film Registry degli Stati Uniti dalla Library of Congress come “culturalmente, tradizionalmente o visivamente sostanziale”.

Psyco (1960)

In un appuntamento di venerdì a mezzogiorno in un resort di Phoenix, la segretaria di un’agenzia immobiliare Marion Crane e il suo partner Sam Loomis esaminano la loro relazione coniugale distrutta a causa dei debiti di Sam. Marion accetta un pagamento in denaro di $ 40.000 che le è stato consegnato per un deposito, oltre a guidare a casa di Sam a Fairvale, in California. Durante il viaggio, Marion cambia auto suscitando sospetti sia nel fornitore di automobili e in un poliziotto. Marion sceglie di passare la notte al Bates Motel, che si trova fuori dall’autostrada principale, e nasconde i soldi presi in un giornale. Il proprietario Norman Bates registra Marion sotto falso nome e la invita a cena con lui. Dopo che Norman è tornato a casa sua, Marion sente Norman discutere con sua madre.

La sceneggiatura di questo film di suspense, scritta da Joseph Stefano, era basata sull’omonimo libro del 1959 di Robert Bloch. Il film è interpretato da Anthony Perkins, Janet Leigh, Vera Miles, John Gavin e Martin Balsam. Il film era inizialmente considerato discutibile ed ha accumulato recensioni contrastanti, ma l’entusiasmo del pubblico e anche gli eccezionali guadagni in biglietteria hanno innescato una significativa rivalutazione. Psycho è stato scelto per 4 Academy Awards, tra cui la migliore attrice non protagonista per Janet Leigh e il miglior regista per Hitchcock. Psycho è ora considerato tra le opere d’arte di Hitchcock, ed è anche il suo lavoro più popolare.

Il corridoio della paura (1963)

Un film di suspense del 1963 che vale la pena guardare. Con l’obiettivo di vincere un Premio Pulitzer, il giornalista Johnny Barrett desidera scoprire la verità dietro l’omicidio irrisolto di Sloan, un detenuto in un ospedale psichiatrico. Incoraggia uno psichiatra, il dottor Fong, a sembrare pazzo quando discute di incesto con la sua “sorella”, interpretata dalla sua dolce metà, Cathy. La donna è convinta a denunciarlo alle autorità e l’uomo viene incarcerato. Johnny è angosciato dalle pratiche dei suoi compagni detenuti e in un’occasione viene frustato da un gruppo di ninfomani che lo aggrediscono nel suo reparto.

VAI AI FILM DA GUARDARE

Rosemary’s Baby (1968)

Il film racconta di una ragazza incinta di Manhattan con il sospetto che i suoi vicini più anziani della porta accanto stiano prendendo parte a un culto infernale e la controllino affinché possano usare il suo bambino per i loro rituali satanisti. È basato sull’omonimo libro del 1967 di Ira Levin.

Guy Woodhouse, un attore, e la sua compagna, Rosemary, si trasferiscono a Bramford, un grande appartamento in stile rinascimentale a New York City. Trascurano i racconti del loro amico Hutch relativi al passato oscuro di Bramford con la stregoneria e l’omicidio. Rosemary incontra Terry Gionoffrio, un giovane tossicodipendente in via di guarigione che Minnie e Roman Castevet, i vicini di casa più anziani di Woodhouse, hanno invitato a casa loro. Una notte, Terry si suicida buttandosi dalla finestra della casa dei Castevet al settimo piano.

Ambientato a New York City, le riprese di questo straordinario film di suspense si sono svolte a Los Angeles per tutta la fine del 1967. Il film è stato diretto da Roman Polanski ed ha raccolto numerosi premi, tra cui varie elezioni del Golden Globe e 2 elezioni dell’Oscar. Ruth Gordon ha vinto sia l’Oscar per la migliore attrice non protagonista che il Golden Globe. Rosemary’s Baby tratta temi legati alla paura, alla libertà delle donne, al cristianesimo e all’occulto. Si pensa che sia uno dei migliori film horror mai realizzati.

Notte silenziosa, notte di sangue (1972)

Una serie di omicidi semina terrore in una piccola città del New England alla vigilia di Natale dopo che un uomo ha acquisito una proprietà immobiliare che era di un uomo ricoverato in un manicomio. Gran parte del cast e dei membri del team erano stati attori di Warhol: Mary Woronov, Ondine, Candy Darling, Kristen Steen, Tally Brown, Lewis Love, il regista Jack Smith e Susan Rothenberg.

Film di suspense slasher del 1972 inedito in Italia, è un cult horror precursore della categoria alcuni anni prima di Halloween, con una sceneggiatura intricata e riprese in soggettiva dell’assassino, che hanno influenzato molti film successivi. La sua creatività e la sua narrativa sono ciò che riesce a farne un piccolo cult movie della categoria.

GUARDA IL FILM

La conversazione (1974)

Harry Caul (Gene Hackman), che gestisce la propria attività a San Francisco, è ossessionato dalla propria privacy individuale. La sua casa è praticamente spoglia, ha una porta a tripla serratura e anche un antifurto. Harry utilizza i telefoni pubblici per effettuare chiamate, non ha un telefono di casa e il suo ufficio è confinato in una gabbia dietro le quinte di un centro di stoccaggio. Non ha amici, la sua compagna Amy capisce poco di lui e la sua unica attività è divertirsi con un sassofono da solo a casa sua.

Francis Ford Coppola ha indicato come ispirazione essenziale per questo film di suspense il thriller di Michelangelo Antonioni Blowup (1966). Considerando che il film è stato lanciato nelle sale solo pochi mesi prima delle dimissioni da presidente di Richard Nixon, il pubblico ha interpretato il film come una risposta del Watergate. Il film è stato presentato in anteprima al Festival di Cannes del 1974, dove ha vinto la Palma d’oro. Il film ha vinto 3 premi ai 47esimi Academy Awards; Miglior film, miglior sceneggiatura originale e miglior sonoro.

Non guardare in cantina (1973)

E’ un film di suspense ambientato in un manicomio che racconta di un’infermiera che lavora in un ospedale psichiatrico e gradualmente scopre che le persone veramente pericolose sono quelle che gestiscono il centro psichiatrico. Il film è ambientato nello Stephens Sanitarium, un remoto manicomio rurale il cui medico crede che il metodo migliore per gestire la follia sia consentire ai clienti di realizzare le loro follie nella speranza che ne vengano fuori. Il film inizia con un’infermiera dello Stephens Sanitarium che fa il suo giro. Dopo una situazione in cui un paziente minaccia la sua vita, raggiunge il medico capo, il dottor Stephens, per informarlo dell’accaduto.

Halloween (1978)

È un classico dei film di suspense che ridefinisce la categoria horror dello slasher di John Carpenter. Nella notte di Halloween del 1963, nell’immaginaria cittadina rurale di Haddonfield, Illinois, Michael Myers, sei anni, accoltella a morte sua sorella Judith con un coltello da chef. Per i successivi quindici anni fu mandato in prigione allo Smith’s Grove Sanitarium. Il 30 ottobre 1978, lo psichiatra di Michael, il dottor Samuel Loomis e il suo socio, Marion Chambers, si recano all’ospedale psichiatrico per scortare Michael in tribunale per un’udienza. Loomis spera che il risultato dell’udienza sia che Michael venga imprigionato a vita. Michael prende la loro auto e scappa, uccidendo un meccanico dal quale prende una tuta.

GUARDA HALLOWEEN

Shining (1980)

Il personaggio principale di questo film di suspense del regista Stanley Kubrick è Jack Torrance (Nicholson), uno scrittore alcolizzato che accetta un incarico come custode fuori stagione presso lo storico Overlook Hotel nelle Montagne Rocciose del Colorado, con sua moglie, Wendy Torrance (Duvall), con suo figlio, Danny Torrance (Lloyd). Danny ha talento con le capacità psichiche che gli permettono di vedere nel terribile passato del resort. Dopo che un tornado della stagione invernale lascia i Torrances isolati nella neve, l’armonia di Jack scompare sotto l’influenza delle forze malvagie che occupano il resort.

La produzione è avvenuta presso gli EMI Elstree Studios, con set ricostruiti esattamente come le aree originali. Il nuovo supporto Steadicam è stato utilizzato per girare varie scene, conferendo al film un aspetto ingegnoso e accattivante. In realtà ci sono state numerose teorie sui significati del film: variazioni, segreti e differenze dal libro.

Strade perdute (1997)

Lost Highway è un film di suspense noir surrealista del 1997 diretto da David Lynch e co-scritto da Lynch e Barry Gifford. Nel cast Bill Pullman, Patricia Arquette, Balthazar Getty e Robert Blake. Il film segue un artista (Pullman) che inizia a ricevere strani nastri VHS di lui e di sua moglie (Arquette) filmati a casa loro. All’improvviso viene dichiarato colpevole di omicidio, dopodiché inspiegabilmente scompare trasformato in un giovane meccanico (Getty) che conduce una vita diversa.

Lost Highway è stato girato principalmente a Los Angeles, dove Lynch ha lavorato insieme alla produttrice abituale Mary Sweeney e al direttore della fotografia Peter Deming. La struttura narrativa surreale del film è stata paragonata a una striscia di Möbius, mentre Lynch l’ha spiegata come una “fuga psicogena” invece che come una storia sensata. Molti critici inizialmente hanno liquidato il film come incoerente, ma in realtà esso ha avuto un seguito di culto e un importante apprezzamento. Lost Highway è il primo dei tre film di Lynch ambientati a Los Angeles, seguito da Mulholland Drive nel 2001 e Inland Empire nel 2006.

The Departed (2006)

E’ un film di suspence thriller americano del 2006 diretto da Martin Scorsese e scritto da William Monahan. È un remake del film di Hong Kong del 2002 Infernal Affairs e anche vagamente basato sulla vera banda di Boston Winter Hill; il personaggio Colin Sullivan è basato sul corrotto rappresentante dell’FBI John Connolly, mentre il personaggio Frank Costello è basato sul gangster irlandese-americano Whitey Bulger. Il film è interpretato da Leonardo DiCaprio, Matt Damon, Jack Nicholson e Mark Wahlberg, con Martin Sheen, Ray Winstone, Vera Farmiga e Alec Baldwin nei ruoli di supporto.

Il film si svolge a Boston. Il manager della mafia irlandese Frank Costello (Nicholson) mette Colin Sullivan (Damon) come spia all’interno della polizia di stato del Massachusetts; contemporaneamente, le autorità designano l’agente di stato sotto copertura Billy Costigan (DiCaprio) per penetrare nella squadra di Costello. Quando entrambe le parti capiscono lo scenario, Sullivan e Costigan cercano di trovare l’identità dell’altro prima che vengano scoperti.

The Departed è stato un successo commerciale e importante e ha vinto numerosi riconoscimenti, tra cui 4 Oscar al 79 ° Academy Awards: per il miglior film, il miglior regista, la migliore sceneggiatura adattata e il miglior montaggio cinematografico. DiCaprio è stato scelto per il Golden Globe come miglior attore in un film drammatico, il BAFTA come miglior attore protagonista e lo Screen Actors Guild Award.

VAI AI FILM DA GUARDARE

Non è un paese per vecchi (2007)

E’ un film di suspense thriller americano del 2007 composto e diretto da Joel ed Ethan Coen, basato sull’omonimo libro del 2005 di Cormac McCarthy. Con Tommy Lee Jones, Javier Bardem e Josh Brolin, il film è ambientato nel paesaggio desertico del Texas occidentale del 1980. Il film passa in rassegna i temi di destino, coscienza e malvagità che i fratelli Coen avevano indagato nei film Blood Simple (1984), Raising Arizona (1987) e Fargo (1996).

Il film segue 3 personaggi principali: Llewelyn Moss (Brolin), un veterano della guerra del Vietnam e saldatore che si imbatte in una grande quantità di denaro nel deserto; Anton Chigurh (Bardem), un sicario incaricato di recuperare i soldi; e Ed Tom Bell (Jones), uno sceriffo locale che esamina il reato. Il film vede anche Kelly Macdonald nei panni della compagna di Moss, Carla Jean, e Woody Harrelson nei panni di un cacciatore fuggitivo alla ricerca di Moss e della restituzione dei 2 milioni di dollari.

Il film è stato presentato in anteprima al Festival di Cannes 2007 il 19 maggio. I critici hanno applaudito la regia e la sceneggiatura del film dei Coen e l’efficienza di Bardem, e il film ha vinto 76 premi da 109 candidature di diversi festival. Molti lo considerano il miglior film dei fratelli Coen e uno dei migliori film del 21° secolo. Le capacità tecniche dei Coen, e la loro sensibilità per il cinema western basato sul paesaggio simile ad Anthony Mann e Sam Peckinpah, ci regalano un vero e proprio capolavoro.

Una vita migliore (2007)

Roma: Andrea Casadei è un giovane detective dedito alle intercettazioni che svolge perizie commissionate da partner traditi dai coniugi, o da genitori preoccupati per quello che fanno i figli fuori casa. Ciò che lo interessa di più è comprendere l’anima umana, ascoltare discussioni casuali per strada, capire ciò in cui credono le persone. Ad un provino incontra l’attrice Marina a cui mette di nascosto una microspia nel ciondolo che porta al collo. Incomincerà ad entrare lentamente nei segreti della vita della donna fino a restare coinvolto dagli eventi.

Piccolo film di suspense indipendente italiano di Fabio Del Greco che è diventato un cult movie, è un film noir torbido girato in bianco e nero che ci porta in una Roma desolata e buia, una società svuotata di quei valori etici, dove regnano l’individualismo e la corruzione del controllo dell’anima. Del Greco interpreta anche l’investigatore privato protagonista del film, Andrea Casadei.

GUARDA UNA VITA MIGLIORE

The Ward (2010)

John Carpenter racconta in questo film di suspense la storia di una donna in un’organizzazione psichiatrica degli anni ’60. Il genio spaventoso John Carpenter ha diretto questo thriller su una donna in difficoltà (Amber Heard) ricoverata in un’organizzazione psichiatrica che capisce lentamente che lei e altri pazienti vengono fisicamente brutalizzati da forze segrete. Con orrore, riconosce che la forza malvagia è il fantasma di una signora precedentemente ricoverata nel manicomio chiamato Alice.

Shutter Island (2010)

Leonardo DiCaprio recita in questo film di suspense thriller ambientato in un manicomio degli anni 2000 di Martin Scorsese. E’ un film di suspense e paura. Nel 1954, il maresciallo vedovo degli Stati Uniti Edward “Teddy” Daniels e il suo nuovo partner, Chuck Aule, salgono a bordo di un traghetto per Shutter Island, dove si trova l’Ashecliffe Hospital per esaminare la scomparsa di una paziente, Rachel Solando, che è stata imprigionata per aver annegato i suoi 3 figli. Nonostante fosse tenuta in una cella chiusa sotto continua sorveglianza, è fuggita.

Se stai cercando un thriller pieno di suspense che affronti interessanti questioni filosofiche sulla psichiatria fornendo immagini strabilianti, questo è un film da non perdere. Nonostante tutti i suoi precedenti successi dagli anni ’70 in poi, Shutter Island finì per essere il film di maggior incasso di Martin Scorsese fino a quando non fu superato da The Wolf of Wall Street. L’effetto del film sui sensi è devastante.

Babycall (2011)

Anna e il suo bambino di 8 anni Anders lasciano un terribile passato familiare: il padre del bambino è un uomo pericoloso e violento. Si trasferiscono in una casa segreta e Anna acquista un babycall per tenere sotto controllo Anders mentre dorme. Una notte Anna si sveglia di soprassalto: i suoni provengono dallo camera di Anders, sembra che stia avvenendo un omicidio. In questo film di suspense Noomi Rapace interpreta in modo straordinario un personaggio inquieto e consumato dal controllo e dalla paura. Una donna che non sorride mai, dubbiosa, che cerca di conservare il suo vulnerabile equilibrio mentale. Storia di maternità, amore e violenza, tra esterni grigi di città e interni claustrofobici.

GUARDA IL FILM

Lo sciacallo (2014)

Nightcrawler è un film di suspense e thriller psicologico americano del 2014 scritto e diretto da Dan Gilroy nel suo lancio alla regia. Il protagonista è Jake Gyllenhaal nei panni di Louis “Lou” Bloom, un videomaker che filma eventi violenti a tarda notte a Los Angeles e offre il video a una stazione di notizie televisive. Anche Rene Russo, Riz Ahmed e Bill Paxton recitano. Uno tema del film è il rapporto di cooperazione tra il giornalismo disonesto e la richiesta di contenuti violenti del pubblico.

Gilroy inizialmente desiderava realizzare un film sulla vita del fotografo professionista americano Weegee, ma ha cambiato idea dopo aver scoperto le possibilità narrative che riguardavano il lavoro di Stringer. Gyllenhaal ha svolto un ruolo essenziale nella produzione del film, dalla selezione dei membri del team alla visione delle registrazioni delle audizioni.

Nightcrawler è stato presentato in anteprima al Toronto International Film Festival 2014 e ha guadagnato $ 50,3 milioni su un piano di spesa di produzione di $ 8,5 milioni. Il film è stato apprezzato, con i critici che hanno lodato la sceneggiatura del film di Gilroy e l’interpretazione di Gyllenhaal e Russo. Numerosi critici hanno citato Nightcrawler come uno dei migliori film del 2014.

La cura del benessere (2016)

Questo film di suspense horror è stato girato in una vera struttura sanitaria della prima guerra mondiale, dove lo stesso Hitler potrebbe essere stato ricoverato. Un thriller psicologico ambientato principalmente in un remoto centro benessere “sanitario” nelle Alpi che ha tutti gli attributi visivi di un manicomio dell’era della tubercolosi.

Lockhart, un dirigente di una società finanziaria di New York, viene inviato dal consiglio di amministrazione per consultarsi con il CEO Roland Pembroke, che in realtà ha scelto inaspettatamente di rimanere in una “centro benessere” nelle Alpi svizzere. Alla spa medica, Lockhart affronta la resistenza del personale e del dottor Heinreich Volmer nel tentativo di parlare con Pembroke. Lockhart se ne va, tuttavia è coinvolto a un incidente automobilistico e si risveglia al centro 3 giorni dopo, con la gamba ingessata. Nonostante l’orrendo incidente, sia lui che l’autista hanno riportato solo lievi ferite. Lockhart incontra una strana donna di nome Hannah che si cura con un fluido insolito da piccole bottiglie color cobalto.

Mio figlio (2017)

Julien è costantemente in viaggio per lavoro. Le sue continue mancanze da casa e l’incapacità di prendersi cura del figlio Mathys hanno danneggiato il suo rapporto coniugale con Marie. Mentre si trova in Francia, riceve una telefonata inquietante dalla sua ex moglie: il loro bambino, che ora ha 7 anni, è scomparso durante un campeggio all’aperto sulle Alpi.

A cominciare da uno spunto narrativo rispettabile questo film di suspense del regista francese Christian Carion è un film da non perdere soprattutto per lo stile in cui è stato girato. Girato in tempo reale, in 6 giorni di riprese, il regista utilizza un approccio di improvvisazione estrema con la sua protagonista Guillaume Canet: non gli fa leggere nessuna sceneggiatura e gli chiede di sperimentare la tensione, suspense e occasioni impreviste della finzione come se fossero eventi autentici, minuto per minuto.

GUARDA IL FILM

Slow Life (2021)

Lino Stella si prende una pausa dal suo lavoro impiegatizio per dedicarsi al relax e alla sua passione: disegnare fumetti. Non ha previsto però alcuni personaggi preoccupanti: l’amministratore della casa in cui abita, il postino che consegna multe, una poliziotto presuntuoso, un agente immobiliare davvero intraprendente, l’anziana donna del piano di sotto che alleva gatti nel condominio. Questi personaggi renderanno la sua vacanza un inferno.

Un film di suspense folle e anarchico del regista Fabio del Greco su preoccupazioni cruciali della vita di ogni persona: lo stato e l’amministrazione che finiscono per essere insensibili oppressori, il sistema di interazione sociale che diventa una trappola, i propri entusiasmi e la propria immaginazione che vengono soffocati. Un film thriller con toni di commedia nera da non perdere.

GUARDA IL FILM

Centinaia di film e documentari selezionati senza limiti

Nuovi film ogni settimana. Guarda su qualsiasi dispositivo, senza nessuna pubblicità. Annulla in qualsiasi momento.
error: Content is protected !!

Indiecinema Film Festival 2022

Indiecinema Film Festival 2022

Dal 5 Dicembre al 31 gennaio guarda in streaming la selezione dei film in concorso: cortometraggi, documentari e film indipendenti da tutto il mondo