fbpx

Commedia nera: caratteristiche, come nasce e 22 film da vedere

Indice dei contenuti

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on email

La commedia nera è un sottogenere della commedia che minimizza argomenti che di solito vengono presi in considerazione come tabù, in particolare argomenti che sono generalmente considerati difficili o dolorosi da trattare. Gli scrittori, i registi ed i comici in genere lo usano come strumento per parlare di problemi ripugnanti provocando disagio, riflessioni e divertimento. Alcuni dei migliori film della storia del cinema appartengono al genere della commedia nera.

Nella narrativa il termine commedia nera può anche descrivere una categoria in cui l’umorismo oscuro è una componente fondamentale. I temi popolari dello stile consistono in morte, crimine, difficoltà, autodistruzione, guerra, violenza, terrorismo, discriminazione, razzismo, sessismo e sessualità.

Il termine umorismo nero (dal francese humour noir) è stato coniato dal teorico del surrealismo André Breton nel 1935 mentre analizzava le opere di Jonathan Swift. La scelta di Breton è stata quella di determinare molte delle opere di Swift come un sottogenere della commedia e anche della satira in cui la risata si sviluppa dal cinismo e dall’incertezza, di solito su argomenti come la morte.

Breton ha creato il termine per la sua pubblicazione del 1940 Anthology of Black Humor (Anthologie de l’humour noir), in cui ha attribuito Jonathan Swift come il pioniere dell’umorismo nero. Nella sua pubblicazione, Breton ha incluso anche estratti di 45 altri scrittori. In alcune situazioni la sofferenza della vittima è banalizzata, il che porta a simpatizzare con il carnefice, come si trova analogamente negli scritti di Sade.


Inizia ora una prova gratuita e guarda film in streaming

Cerchi qualcosa in più delle solite piattaforme commerciali? Su Indiecinema puoi guardare in streaming centinaia di film indipendenti e d’autore rari, cult e documentari introvabili selezionati da tutto il mondo. Con un solo abbonamento e su qualsiasi dispositivo. Senza limiti, senza pubblicità. Nuovi film ogni settimana. Entra nel cineclub ora!

Film-in-streaming


Storia della commedia nera

Vladimir Nabokov

Tra gli autori americani iniziali che utilizzarono la commedia nera nelle loro opere c’erano Nathanael West e Vladimir Nabokov, All’epoca la categoria non era molto conosciuta negli Stati Uniti. Il concetto di umorismo nero inizialmente fu reso popolare con la rivista del 1965 intitolato Black Humor. Il tascabile era solo una delle prime raccolte americane impegnate nel concetto di umorismo nero come genere letterario. L’autore Friedman ha identificato come “umoristi neri” una selezione di scrittori, come J. P. Donleavy, Edward Albee, Joseph Heller, Thomas Pynchon , John Barth, Vladimir Nabokov, Bruce Jay Friedman stesso, e anche Louis-Ferdinand Céline

Tra gli autori attuali raccomandati come umoristi neri da giornalisti e critici letterari ci sono Roald Dahl, Kurt Vonnegut, Warren Zevon, Christopher Durang, Philip Roth, Veikko Huovinen. Essi hanno scritto libri, poesie, storie, opere teatrali e canzoni in cui eventi orribili sono state rappresentate in modo comico.


Sfoglia il catalogo e scegli il film da guardare

Indiecinema è un servizio di streaming in abbonamento dedicato agli amanti del cinema indipendente e dei tesori nascosti dell’arte cinematografica. Crea un circolo virtuoso: con il tuo abbonamento guardi centinaia di film e supporti contemporaneamente la produzione di nuovi film indipendenti e d’autore. Un unico abbonamento, nessun vincolo. Nuove uscite ogni settimana.

film-dessai


La psicologia della commedia nera

Sigmund Freud, nel suo saggio Humor (Der Humor) del 1927, presenta la seguente teoria della commedia nera: “La vanità rifiuta di essere angosciata dalle provocazioni della verità, di lasciarsi costringere a sopportare. Non può essere influenzata dalle ferite del mondo esterno; rivela, infatti, che tali traumi non sono altro che occasioni per procurare piacere.” 

La commedia nera ha l’impatto sociale di rafforzare gli spiriti degli oppressi e mina anche il morale degli oppressori. Secondo Wylie Sypher, “essere in grado di ridere del male e dell’errore suggerisce che li abbiamo effettivamente superati”. La commedia nera è un impulso umano naturale e ne possono essere trovati esempi nelle storie dell’epoca classica. 

Una ricerca del 2017 pubblicata sulla rivista Cognitive Processing conclude che gli individui che apprezzano l’umorismo nero “possono avere un QI più alto, rivelare un’aggressività inferiore e anche resistere a sentimenti sfavorevoli meglio delle persone che storcono il naso”.

Le migliori commedie nere da vedere

Ecco una piccola selezione delle migliori commedie nere da vedere che abbiamo rintracciato nel grande mare della storia del cinema.

Fargo (1996)

Un venditore di auto paga 2 uomini per far rapire sua moglie per ottenere un riscatto dal padre benestante. Tuttavia, gli eventi non vanno come previsto, il che provoca alcuni omicidi, che attirano l’attenzione di una poliziotta incinta. Il film dei fratelli Coen ha vinto due Oscar come migliore attrice (per McDormand) e come miglior sceneggiatura originale nel 1997. Fargo ha anche generato una serie televisiva nel 2014 dopo il film. L’American Film Institute ha nominato Fargo come uno dei 100 migliori film di sempre.

What We Do In The Shadows (2014)

Questo film ha innovato i film mockumentary e sui vampiri. La storia racconta di un gruppo di vampiri che vivono insieme in un appartamento a Wellington. I vampiri hanno centinaia di anni ed hanno difficoltà ad adattarsi al mondo moderno e ai tempi che cambiano. I coinquilini vampiri cercano di affrontare le complessità e le difficoltà della vita moderna e mostrano a un hipster molti dei vantaggi dell’essere non morti. Il film giusto se ami il genere dei vampiri e stai cercando qualcosa di diverso. È seguito anche un adattamento televisivo del film, incentrato sui vampiri che vivono negli Stati Uniti. 

Pulp Fiction (1994)

Pulp Fiction è una commedia poliziesca tra le migliori di Quentin Tarantino. Nel sottobosco della città una serie di incidenti collega le vite di 2 mafiosi di Los Angeles, la moglie di un gangster, un pugile e due cattivi individui. Il film segue una storia non lineare e fa sì che il pubblico metta insieme i pezzi. 

Tarantino ha vinto il suo primo Oscar per la migliore sceneggiatura originale per Pulp Fiction. Pulp Fiction ha inoltre vinto il Golden Globe per la migliore sceneggiatura. Pulp Fiction rimane tra i film di maggior incasso: ha guadagnato più di $ 200 milioni rispetto a un piano di spesa di $ 8 milioni.


Sfoglia il catalogo e scegli il film da guardare

Indiecinema è un servizio di streaming in abbonamento dedicato agli amanti del cinema indipendente e dei tesori nascosti dell’arte cinematografica. Crea un circolo virtuoso: con il tuo abbonamento guardi centinaia di film e supporti contemporaneamente la produzione di nuovi film indipendenti e d’autore. Un unico abbonamento, nessun vincolo. Nuove uscite ogni settimana.

film-dessai


Birdman (2014)

Una star un tempo famosa per aver interpretato un popolare supereroe, capisce che sta cadendo nell’oblio. Ha intenzione di rianimare la sua carriera con uno spettacolo teatrale di Broadway. Durante le sessioni di prove, uno dei suoi co-protagonisti viene ferito, il che lo costringe a lavorare con un attore nuovo. Ci sono, tuttavia, diversi problemi dietro le quinte.

Birdman è stato effettivamente girato in modo originale, e l’intero film appare come un’inquadratura continua senza stacchi di montaggio. Birdman ha vinto 4 Oscar per il miglior film, il miglior regista, la migliore sceneggiatura originale e la migliore fotografia. Michael Keaton, Edward Norton ed Emma Stone hanno ricevuto la nomination agli Oscar. Anche Michael Keaton ha vinto il suo primo Golden Globe come miglior attore.

Burn After Reading (2008)

Un film è cupo e allo stesso tempo comico in cui anche la morte prematura di una persona potrebbe farti ridere. 2 dipendenti di un centro benessere incontrano un dipendente della CIA in possesso di informazioni sensibili dentro un CD. Tentano di ricattarlo e tentano di vendere il CD ai russi. Segue una serie di disavventure mentre cercano di trarre vantaggio da ciò che hanno effettivamente scoperto. Come la maggior parte dei loro film, questo lavoro dei fratelli Coen Burn After Reading è un film selvaggio e divertente in cui Brad Pitt offre una splendida interpretazione comica.

The Lobster (2015)

The Lobster è tra le storie più insolite e più anticonvenzionali di tutti i tempi. Il film racconta di un ragazzo a cui è stato detto di trovare un donna e farla diventare una compagna entro 45 giorni. Verrà trasformato in un animale se fallisce. Una commedia dark eccezionalmente divertente. The Lobster ha ottenuto una nomination agli Oscar per la migliore sceneggiatura originale.

The Favorite (2018)

Due cugini combattono per diventare il preferito della regina Anna. La regina Anna d’Inghilterra si ammala e la sua assistente Sarah Churchill si prende cura dei problemi del paese. Rapidamente, le cose prendono una svolta orribile quando entra in scena la cugina di Sarah, Abigail. Il film è un dramma storico con elementi di commedia. Olivia Coleman ha vinto l’Oscar come migliore attrice per la sua interpretazione nel film. Rachel Weisz ha vinto il BAFTA Award come migliore attrice non protagonista e ha ottenuto una candidatura all’Oscar nella stessa categoria.

Filth (2013)

Un poliziotto corrotto non vuole problemi mentre indaga aull’omicidio di un tirocinante giapponese. Sceglie di sbarazzarsi dei concorrenti uccidendo i suoi soci. L’ufficiale di polizia abusa inoltre di droga e sperimenta allucinazioni inquietanti. È costretto a sfidare e combattere i suoi demoni interiori. James McAvoy offre una grande interpretazione di uno spregevole poliziotto che non vuole assolutamente ostacoli sulla sua strada mentre allo stesso tempo lotta con i suoi problemi psicologici. Prende parte ad azioni violente e apprezza anche il bullismo dei suoi colleghi.

Ready or Not (2018)

Dopo la celebrazione del matrimonio, una sposa acconsente a giocare a nascondino con i suoceri. Lei scopre il passato oscuro della famiglia e capisce anche che stanno cercando di ucciderla. Il film è intelligente e anche oscuramente divertente. Il film è stato selezionato per il miglior film horror ai Saturn Awards.

This is the End (2013)

Il film mostra un gruppo di ragazzi di Hollywood incastrate nel bel mezzo di un armageddon e alla ricerca di mezzi per sopravvivere. Il film ha anche una trama che racconta la relazione tra Seth e Jay, che sta crollando. Quando è in scena, Danny McBride non manca mai di far ridere il pubblico. Il film è una festa della risata selvaggia senza interruzioni e con personaggi memorabili. Il film è basato sul breve film Seth e anche su Jay Versus the Apocalypse. This Is The End ha ricevuto nomination in numerosi festival.

In Bruges (2008)

Due sicari irlandesi, Ken e Ray, vengono mandati a Bruges, in Belgio, dopo che il loro obiettivo è fallito. La situazione si complica quando il loro datore di lavoro infuriato ordina a Ken di uccidere Ray. 

Lo scrittore e anche regista Martin McDonagh è un maestro della commedia nera, e questo film lo mostra ulteriormente. A parte la sceneggiatura un pò stereotipata, Colin Farrel, Ralph Fiennes e Brendan Gleeson sono di prima classe. Il film è stato scelto per il Golden per il miglior film. Martin McDonagh ha ottenuto le candidature per la sua sceneggiatura agli Oscar e ha vinto il BAFTA per la migliore sceneggiatura originale. In seguito avrebbe vinto di nuovo il premio per Three Billboards Outside Ebbing, Missouri. McDonagh ha inoltre vinto la migliore sceneggiatura ai British Independent Film Awards. Il National Board of Review ha definito In Bruges uno dei 10 principali film indipendenti del 2008.

Mortacci (1989)

In un cimitero i defunti ogni notte si incontrano. Sono destinati a non entrare nella fase successiva dell’immortalità, fino alla morte dell’ultimo essere umano vivente che li ricorda. Con il ricordo delle loro vite vengono presentate le diverse personalità: Alma, un’attrice cinematografica (Carol Alt) che assiste ogni notte al futile tentativo del suo ex amante (Malcolm McDowell) di suicidarsi sulla sua tomba; Angelo, un donnaiolo (Andy Luotto) morto per l’imbarazzo; Felice e Giggetto, due mendicanti (Eraldo Turra e Luciano Manzalini) che lasciano rapidamente il gruppo poiché l’ultima donna (Mariangela Melato) che li ricorda muore mentre visita la loro tomba. La narrazione è interrotta dall’arrivo di Lucillo (Sergio Rubini), un soldato che è stato ritenuto morto in Libano e che è anche costretto dai suoi compaesani a fingere che ciò è vero, poiché hanno costruito un monumento su di lui, diventato eroe popolare. Il guardiano del cimitero Domenico (Vittorio Gassman) è inconsapevole di tutto quello che avviene.

La più bella serata della mia vita – (1972)

Alfredo Rossi, imprenditore italiano evasore di tasse, si reca in Svizzera per depositare 100 milioni di lire, ma non arriva in tempo le banche hanno chiuso. Nota una signora vestita di nero su una bicicletta. Inizia a seguirla per le strade di collina fino a quando la sua auto si rompe inaspettatamente. In cerca di aiuto si reca in un castello vicino dove viene accolto dal proprietario, il conte de La Brunetière. Il conte, un avvocato , dà il benvenuto a Rossi e lo invita a cena ed a partecipare a una partita con tre suoi amici, tutti giuristi in pensione. La partita in questione è un processo fittizio in cui Rossi avrà il ruolo dell’imputato. Rossi esita ad accettare l’invito ma poi vede Simonetta, una bella cameriera, e sceglie di restare.

Parenti serpenti (1992)

Nel film di Mario Monicelli una coppia di anziani accoglie nella propria casa di Sulmona, in Abruzzo, tutti i nipoti e i figli per festeggiare le vacanze di Natale. Dopo una giornata trascorsa in chiesa e giocando a bingo a casa, la nonna chiede alle sue figlie chi di loro andrà con il marito a vivere con loro, visto che stanno invecchiando. I figli all’inizio sono felici di sentire che i genitori desiderano vederli di più, tuttavia nessuno vuole assumersi la responsabilità di farli trasferire direttamente nella loro casa… L’umorismo nero del maestro della commedia all’italiana.

Roma bene (1971)

La scena classica della classe borghese a Roma: una duchessa, il marito industriale e tanti personaggi apparentemente garbati. In realtà il Barone è un ladro di gioielli, tra gli altri ci sono arrampicatori sociali, nobili subdoli che hanno inscenato finti rapimenti e tentativi di estorsioni, oltre a una moglie omicida. Il destino di questi individui sarà lo stesso: morte in mare, ma le loro trasgressioni continueranno sicuramente ad essere irrisolte.

Brutti, sporchi e cattivi (1976)

È tra gli esperimenti più estremi che il cinema italiano ha tentato nel campo della commedia nera. Fare un film sui disadattati, su una povertà quasi paradossale, senza fare sconti o addolcire i personaggi, con uno sguardo cinico e un cuore nero. Fin dal titolo hanno provato a battere lo stesso terreno comico, ma quello di Ettore Scola è rimasto un episodio clamoroso e unico nel suo genere.

Monsieur Verdoux (1947)

Nel suo film girato quando fu licenziato per essere un comunista Charlie Chaplin mette in scena la storia di Barbablù, utilizzando la sua commedia con un risentimento senza precedenti e un interesse per il destino sconosciuto nei suoi film. È proprio il contrasto tra i toni comici di Chaplin e anche le attività spietate dei personaggi principali a fornire alla commedia un’azione sconvolgente e insolita.

Sangue blu – Kind Hearts and Coronets (1949)

In Inghilterra è un film senza tempo. È la storia di un ragazzo di una famiglia onorevole che viene diseredato ed elimina tutti i suoi parenti per vendetta. Ci sarà un processo e alcuni tentativi di salvataggio grotteschi. In realtà è tutto un pretesto per fare satira oltre che attaccare le élite britanniche, con arguzia britannica, attori britannici (c’è Alec Guinness in 8 diversi ruoli). La tipica maniera dell’umorismo nero inglese di ridere del crimine come se fosse qualcosa di normale.

Arsenico e vecchi merletti – (1944)

Il classico dell’umorismo nero. Divertente film hollywoodiano dell’età dell’oro carico di cattiveria, in cui alcune anziane praticano l’omicidio con la stessa tranquillità e pacatezza con cui preparano una tazza di tè. Omicidi non violenti ma altrettanto spietati, scoperti da un grande Cary Grant.

La Comunidad (2000)

Come si comportano un piccolo gruppo di persone in un condominio pronte a fare soldi? Cosa succede se si viene a sapere che all’ultimo piano c’è un uomo scomparso che nasconde milioni nel suo appartamento vuoto? E anche cosa, soprattutto, può succedere a chi prende la decisione di tenere tutto per sé? Il modo in cui De La Iglesia in questo film fa crescere ed enfatizza eccessivamente tutto fino alle conseguenze estreme può essere stata la condanna del film, ma anche la riuscita del suo tono grottesco e la sua capacità di produrre personaggi con una battuta o un vestito.

Il dottor Stranamore (1964)

Basterebbe sicuramente la telefonata tra i presidenti per certificare questa commedia di Stanley Kubrick come uno dei film più cupi e divertenti di sempre, raggiungendo picchi di umorismo tra lo scomodo e l’essenziale. Alcune scene, come la sequenza della guerra, restano tra le più folli mai viste.

Network (1976)

Al giorno d’oggi può sembrare quasi un docudrama, ma ai tempi di Fifth Power era una satira feroce delle peggiori tendenze dei media americani, con i trucchi più alla moda per attirare il pubblico in un mondo che è un inganno. Anche il povero Howard Beale (Peter Finch, postumo vincitore dell’Oscar) è elevato a profeta della nuova era e allo stesso tempo vittima delle macchinazioni dei suoi superiori, che trasformano la sua rabbia in slogan pubblicitari. Un exploit senza eguali, pieno di piccoli omaggi, divertente, del grande regista Sidney Lumet.

Happiness (1998)

Il cinema di Todd Solondz non è mai stato per i deboli di cuore, e la dimostrazione più nota è sicuramente Happiness, un’opera corale che mette a nudo l’anima nera di vari personaggi e usa paradossalmente il concetto di felicità. Ancora molto forte al giorno d’oggi, è la storia dedicata al pedofilo Bill Maplewood, un ruolo così arduo, visto che anche il film mette in evidenza le qualità del personaggio, che molti attori hanno rifiutato il ruolo, temendo che avrebbe distrutto la loro carriera. Significativo anche il seguito Forgive and neglect, lanciato nel 2009 con un cast totalmente diverso.

Centinaia di film e documentari selezionati senza limiti

Nuovi film ogni settimana. Guarda su qualsiasi dispositivo, senza nessuna pubblicità. Annulla in qualsiasi momento.
error: Content is protected !!

Inizia ora a guardare centinaia di titoli disponibili gratis per 7 giorni

Resta in contatto

Iscriviti alla newsletter per ricevere nella tua casella di posta comunicazioni sui nuovi film in uscita, nuovi articoli, eventi, offerte e sconti.