I fratelli Coen

Guarda film indipendenti e cult selezionati

Vai oltre i film proposti dalle solite piattaforme commerciali. Guarda centinaia di film indipendenti e d'autore rari, cult e documentari introvabili selezionati da tutto il mondo.

Indice dei contenuti

Introduzione

Joel Daniel Coen (nato il 29 novembre 1954) ed Ethan Jesse Coen (nato il 21 settembre 1957), generalmente noti come i fratelli Coen, sono due famosi registi, sceneggiatori, produttori cinematografici e montatori statunitensi. I loro film sono caratterizzati da un umorismo nero, un’ambientazione spesso noir e una forte componente satirica.

Iscriviti

Infanzia e adolescenza

I fratelli Coen sono nati a St. Louis Park, nel Minnesota, da genitori ebrei. Joel è il maggiore dei due, mentre Ethan è il minore. I genitori erano entrambi professori universitari: il padre, Edward Coen, insegnava economia alla University of Minnesota, mentre la madre, Rena Coen, insegnava storia dell’arte.

I fratelli Coen hanno trascorso l’infanzia a Minneapolis, dove hanno frequentato la scuola pubblica. Fin da piccoli hanno mostrato un interesse per l’arte e il cinema. Joel ha iniziato a scrivere sceneggiature quando era ancora al liceo, mentre Ethan ha iniziato a realizzare cortometraggi.

Inizi nel cinema

Dopo il liceo, i fratelli Coen si sono iscritti all’Università di Princeton, dove hanno studiato cinema. Durante gli anni del college hanno continuato a scrivere sceneggiature e a realizzare cortometraggi.

Nel 1984, i fratelli Coen hanno scritto la sceneggiatura del loro primo lungometraggio, Blood Simple – Sangue facile. Il film, un thriller noir, è stato un successo di critica e ha lanciato la carriera dei due registi.

Primi film

Dopo Blood Simple – Sangue facile, i fratelli Coen hanno diretto una serie di altri film, tra cui Fargo (1996), Il grande Lebowski (1998), L’uomo che non c’era (2001) e No Country for Old Men (2007). Questi film hanno consolidato la loro fama di registi innovativi e hanno ricevuto numerosi premi, tra cui diversi Oscar.

Carriera

fratelli-coen

La carriera dei fratelli Coen è proseguita con successo negli anni successivi. Hanno diretto film come The Ladykillers (2004), A Serious Man (2009), True Grit (2010), Inside Llewyn Davis (2013) e Ballad of Buster Scruggs (2018). I loro film hanno esplorato una vasta gamma di temi, tra cui la violenza, la politica, la religione e la società americana.

Premi

I fratelli Coen hanno vinto numerosi premi per il loro lavoro, tra cui:

  • 11 Premi Oscar, tra cui 4 come miglior regista, 3 come miglior sceneggiatura originale e 2 come miglior sceneggiatura non originale
  • 4 Palme d’oro al Festival di Cannes
  • 4 Golden Globe
  • 4 BAFTA

Tematiche dei film

I film dei fratelli Coen sono spesso caratterizzati da una serie di temi ricorrenti, tra cui:

  • La violenza, spesso rappresentata in modo ironico o satirico.
  • La politica, spesso esplorata attraverso una lente ironica o satirica.
  • La religione, spesso rappresentata in modo ambiguo o ironico.
  • La società americana, spesso rappresentata in modo critico o satirico.

Stile cinematografico

I film dei fratelli Coen sono caratterizzati da uno stile cinematografico unico, che combina elementi di diversi generi, tra cui il noir, il western, la commedia e il dramma. I loro film sono spesso caratterizzati da un uso innovativo della fotografia, del montaggio e della colonna sonora.

Curiosità e aneddoti

  • I fratelli Coen sono noti per il loro uso di pseudonimi. Hanno firmato alcuni dei loro film con i nomi di Roderick Jaynes e Reginald Jaynes.
  • Il film Fargo è stato ispirato a una storia vera che i fratelli Coen hanno sentito raccontare da un amico.
  • Il film Il grande Lebowski è stato girato in soli 28 giorni.
  • Il film No Country for Old Men è stato basato su un romanzo di Cormac McCarthy.

Film

I fratelli Coen sono tra i registi più importanti e innovativi del cinema contemporaneo. I loro film sono caratterizzati da un umorismo nero, un’ambientazione spesso noir e una forte componente satirica. I loro film hanno esplorato una vasta gamma di temi, tra cui la violenza, la politica, la religione e la società americana. 

Blood Simple – Sangue facile (1984)

Trama: Ray e Abby Long sono una coppia infelice che vive in una piccola città del Texas. Ray è un barista violento e possessivo, mentre Abby è una donna insoddisfatta del suo matrimonio. Quando Ray scopre che Abby ha una relazione con un altro uomo, decide di assumere un sicario per ucciderlo. Tuttavia, il piano va storto e la situazione precipita in un bagno di sangue.

Accoglienza: Il film è stato un successo di critica e ha vinto il Grand Prix Speciale della Giuria al Festival di Cannes. È stato elogiato per il suo stile noir, il suo ritmo incalzante e la sua suspense.

Arizona Junior (1987)

Trama: Hi e Ed Crane sono due fratelli ladri che rapiscono un neonato per chiedere un riscatto al padre, un ricco industriale. Tuttavia, il piano va a monte e i due fratelli si ritrovano inseguiti dalla polizia.

Accoglienza: Il film è stato un altro successo di critica e ha vinto il premio per la migliore sceneggiatura originale al Festival di Cannes. È stato elogiato per il suo umorismo nero, il suo ritmo frenetico e le sue interpretazioni.

Crocevia della morte (1990)

Trama: Il film è ambientato nella Chicago degli anni ’20 e racconta la storia di tre uomini: Tom Reagan, un sicario al servizio di un gangster; Bernie Bernbaum, un giovane avvocato in cerca di fortuna; e Leo O’Bannon, un gangster in difficoltà.

Accoglienza: Il film è stato un successo di critica e ha vinto il premio per la migliore sceneggiatura non originale al Festival di Cannes. È stato elogiato per il suo stile noir, i suoi personaggi complessi e la sua atmosfera cupa.

Barton Fink – È successo a Hollywood (1991)

Trama: Barton Fink è un giovane drammaturgo che viene assunto da un produttore di Hollywood per scrivere un film horror. Tuttavia, Barton si trova a disagio nel mondo del cinema e inizia a perdere la testa.

Accoglienza: Il film è stato un successo di critica e ha vinto il premio per la migliore sceneggiatura originale al Festival di Cannes. È stato elogiato per il suo stile grottesco, la sua satira del mondo del cinema e la sua interpretazione di John Turturro.

Iscriviti

Mister Hula Hoop (1994)

Trama: Il film è ambientato nel 1937 e racconta la storia di Norville Barnes, un giovane sognatore che si trasferisce a New York per lavorare per la Hudsucker Corporation, una grande azienda produttrice di hula hoop. Tuttavia, Norville si ritrova coinvolto in una lotta di potere all’interno dell’azienda.

Accoglienza: Il film è stato un flop commerciale e di critica. È stato criticato per il suo stile eccessivamente kitsch e la sua trama poco originale.

Fargo (1996)

Trama: Il film è ambientato nel Minnesota e racconta la storia di Jerry Lundegaard, un uomo indebitato che assume due sicari per rapire la moglie del suo ricco suocero. Tuttavia, il piano va storto e la situazione precipita in un bagno di sangue.

Accoglienza: Il film è stato un successo di critica e ha vinto due premi Oscar, per la migliore sceneggiatura originale e per la migliore attrice non protagonista (Frances McDormand). È stato elogiato per il suo stile noir, il suo ritmo incalzante e la sua satira della società americana.

Il grande Lebowski (1998)

Trama: Il film racconta la storia di Jeffrey Lebowski, un uomo disoccupato e fannullone che viene scambiato per un omonimo miliardario. Quando il miliardario viene rapito, Lebowski viene incaricato di pagare il riscatto.

Accoglienza: Il film è stato un successo commerciale e di critica. È stato elogiato per il suo umorismo surreale, i suoi personaggi eccentrici e la sua colonna sonora.

Fratello, dove sei? (2000)

Trama: Il film è ambientato negli anni ’30 e racconta la storia di Ulysses Everett McGill, un truffatore che viene liberato di prigione dai suoi fratelli. I tre fratelli partono alla ricerca di un tesoro nascosto, ma si ritrovano inseguiti da una banda di criminali.

Accoglienza: Il film è stato un successo commerciale e di critica. È stato elogiato per il suo umorismo.

L’uomo che non c’era (2001)

Trama: Il film racconta la storia di Ed Crane, un barbiere che viene accusato di omicidio. Ed cerca di dimostrare la sua innocenza, ma si ritrova coinvolto in una serie di eventi che lo portano a dubitare di se stesso.

Accoglienza: Il film è stato un successo di critica e ha vinto il premio per la migliore sceneggiatura originale al Festival di Cannes. È stato elogiato per il suo stile minimalista, il suo ritmo lento e il suo ritratto di un uomo in crisi.

Prima ti sposo poi ti rovino (2003)

Trama: Il film racconta la storia di Howard Bloom, un avvocato divorzista che cerca di divorziare dalla sua ricca moglie. Tuttavia, Howard si ritrova in una serie di situazioni complicate che gli rendono difficile portare a termine il suo piano.

Accoglienza: Il film è stato un successo commerciale, ma ha ricevuto recensioni contrastanti da parte della critica. È stato elogiato per le sue interpretazioni e per il suo umorismo, ma è stato criticato per la sua trama eccessivamente complicata.

Ladykillers (2004)

Trama: Il film racconta la storia di un gruppo di ladri che si nascondono in una casa di riposo per anziani per pianificare un colpo. Tuttavia, i ladri si ritrovano coinvolti in una serie di eventi che mettono a rischio il loro piano.

Accoglienza: Il film è stato un successo commerciale, ma ha ricevuto recensioni contrastanti da parte della critica. È stato elogiato per le sue interpretazioni e per il suo umorismo, ma è stato criticato per la sua trama eccessivamente prevedibile.

Paris, je t’aime (2006) – episodio Tuileries

Trama: Il film è un’antologia di cortometraggi ambientati a Parigi. Il cortometraggio Tuileries racconta la storia di un uomo che incontra una donna in un parco di Parigi. I due si innamorano, ma la loro storia è destinata a durare solo una notte.

Accoglienza: Il film è stato un successo commerciale e di critica. È stato elogiato per la sua rappresentazione della città di Parigi e per le sue storie d’amore.

Chacun son cinéma – A ciascuno il suo cinema (2007) – episodio World Cinema

Trama: Il film è un’antologia di cortometraggi diretti da registi di tutto il mondo. Il cortometraggio World Cinema racconta la storia di un proiezionista che proietta un film in una sala cinematografica deserta. Il film è un omaggio al cinema e alla sua capacità di trasportare lo spettatore in altri mondi.

Non è un paese per vecchi (2007)

Trama: Il film è ambientato nel Texas degli anni ’80 e racconta la storia di Llewelyn Moss, un cacciatore di frodo che trova un sacco di soldi appartenente a un cartello della droga. Moss cerca di restituire i soldi, ma si ritrova inseguito da una banda di sicari.

Accoglienza: Il film è stato un successo di critica e ha vinto quattro premi Oscar, tra cui quello per il miglior film, il miglior regista e il miglior attore non protagonista (Josh Brolin). È stato elogiato per il suo stile violento e realistico, i suoi personaggi complessi e la sua rappresentazione della violenza in America.

Burn After Reading – A prova di spia (2008)

Trama: Il film racconta la storia di Osborne Cox, un ex agente della CIA che viene licenziato. Cox inizia a scrivere un libro di memorie, ma il suo computer viene rubato. Due dipendenti di un centro benessere, Chad e Linda, trovano il computer e iniziano a leggerne il contenuto. Chad e Linda credono che Cox sia una spia e decidono di vendere le sue memorie ai servizi segreti.

Accoglienza: Il film è stato un successo commerciale, ma ha ricevuto recensioni contrastanti da parte della critica. È stato elogiato per il suo umorismo nero e le sue interpretazioni, ma è stato criticato per la sua trama eccessivamente complicata.

A Serious Man (2009)

Trama: Il film racconta la storia di Larry Gopnik, un professore di fisica che sta attraversando un periodo difficile. Larry perde il suo lavoro, il suo matrimonio è in crisi e suo figlio è coinvolto in una serie di guai. Larry cerca di trovare una risposta alla sua situazione, ma si ritrova confuso. 

Il Grinta (2010)

Trama: Il film è un remake del film del 1969 con lo stesso titolo. Racconta la storia di Mattie Ross, una giovane donna che assume un cacciatore di taglie per vendicare l’omicidio di suo padre.

Accoglienza: Il film è stato un successo commerciale e di critica. È stato elogiato per le sue interpretazioni, la sua regia e la sua fedeltà al film originale.

A proposito di Davis (2013)

Trama: Il film racconta la storia di Llewyn Davis, un cantante folk che vive a New York negli anni ’60. Davis è un artista talentuoso, ma ha difficoltà a trovare successo.

Accoglienza: Il film è stato un successo di critica. È stato elogiato per le sue interpretazioni, la sua regia e la sua colonna sonora.

Ave, Cesare! (2016)

Trama: Il film è ambientato a Hollywood nel 1951 e racconta la storia di un gruppo di attori e registi che vengono coinvolti in una serie di eventi misteriosi.

Accoglienza: Il film è stato un successo commerciale e di critica. È stato elogiato per il suo umorismo, le sue interpretazioni e la sua rappresentazione di Hollywood.

La ballata di Buster Scruggs (2018)

Trama: Il film è un’antologia di sei storie ambientate nel vecchio West. Le storie sono collegate da un personaggio ricorrente, Buster Scruggs, un pistolero solitario.

Accoglienza: Il film è stato un successo commerciale e di critica. È stato elogiato per il suo stile unico, le sue interpretazioni e la sua riflessione sulla natura della violenza.

Indiecinema

Indiecinema

Centinaia di film e documentari selezionati senza limiti

Nuovi film ogni settimana. Guarda su qualsiasi dispositivo, senza nessuna pubblicità. Annulla in qualsiasi momento.