fbpx

Film horror cult da vedere assolutamente

Guarda film indipendenti e cult selezionati

Vai oltre i film proposti dalle solite piattaforme commerciali. Guarda centinaia di film indipendenti e d'autore rari, cult e documentari introvabili selezionati da tutto il mondo.

Indice dei contenuti

La sublimazione della paura

film-horror-da-vedere

Ecco uno dei generi fondamentali della cinematografia che ha prodotto centinaia di film da vedere assolutamente. Come mai i film horror, la letteratura dell’orrore sono così amate e non conoscono crisi? Perché danno una soluzione ad uno dei bisogni fondamentali dell’essere umano, quello di sublimare le paure più profonde ed irrazionali, le paure che sfuggono alla razionalità della coscienza. Perchè con la paura non si vive affatto bene e bisogna liberarsene. Anzi con la paura non si vive affatto. In che senso?

Molti pensano che il contrario dell’amore sia l’odio. In realtà amore e odio sono due facce della stessa medaglia. Il contrario dell’amore è la paura. Con la paura è impossibile amare ed essere felici. La paura è collegata a qualcosa che non esiste realmente nel momento presente: è un cattivo presentimento che si trova in un futuro ipotetico. 

Qualcosa che temiamo ci può accadere. Che potrebbe verificarsi oppure no. La paura vive nella maggior parte dei casi nella nostra immaginazione: è una minaccia che proviene dall’immaginazione del futuro. Attraverso un romanzo o un film del terrore ci troviamo faccia a faccia con le nostre paure. Esse si materializzano sullo schermo o sulla pagina scritta e le viviamo come qualcosa che sta accadendo realmente, nel presente. 

Vivere la paura più grande significa conoscerla meglio, ridimensionarla e infine sublimarla. Quando la paura non è più qualcosa di indefinito e prende forma possiamo tracciarne i confini, accettarla e superarla.

La nascita del genere horror

Il genere horror affonda le sue radici in tempi antichissimi, nella letteratura dell’antica Grecia e dell’antica Roma. Si tratta di racconti ispirati al folklore ed alla tradizione religiosa, ispirati dalle paure per ciò che è invisibile, sconosciuto o mostruoso. Storie popolate da esseri soprannaturali, spettri, fantasmi, vampiri, lupi mannari, assassini e da tutto ciò che è collegato al Male. 

Una delle prime tracce del genere horror La troviamo in Plutarco, Nella sua opera Vite parallele descrive lo spirito malvagio dell’assassino Damone, che viene ucciso in un bagno pubblico a Cheronea. Plinio il Giovane racconta la storia di Atenodoro che per scrivere il suo libro si isola in una casa infestata dai fantasmi. Il romanzo moderno di Frankenstein trova ispirazione nella letteratura classica greca con i personaggi di Prometeo e Ippolito

I migliori film horror alle origini del cinema

Il cinema Horror inizia quasi con L’invenzione stessa del Cinematografo. Il primo film horror viene attribuito a Georges Melies s’intitolava Le manoir du diable, seguito da un altro cortometraggio del regista-mago francese La caverna maledetta

Grandi film horror dell’epoca del muto hanno segnato la storia del cinema come Nosferatu il vampiro di Murnau, Vampyr di Dreyer, o Il gabinetto del dottor Caligari, il film che ha avviato il movimento dell’espressionismo del cinema. In quegli anni il cinema Horror avrebbe avuto una grande fioritura presso i registi tedeschi. 

Oltre al cinema di avanguardia anche Hollywood produce capolavori horror che sarebbero rimasti scolpiti nella memoria, come Frankenstein di James Whale e Dracula di Tod Browning. Negli anni 20 ci fu l’apparizione del primo mostro deforme della storia del cinema, Il gobbo di Notre Dame. Nel 1925 Hollywood produsse un altro film indimenticabile Il fantasma dell’opera, con l’attore Lon Chaney.

I migliori film horror da vedere negli anni ‘30 e ‘40

film-horror-da-vedere-frankstein

Negli anni 30 la Universal si specializzò in film horror dando vita ad una lunga galleria di mostri. Dopo Dracula e Frankenstein produssero film come La mummia, L’uomo invisibile. Gli altri studi come la Paramount e la Warner Brothers produssero meno film horror, ma con qualche buon risultato come La maschera di cera e il dottor Jekyll

Negli anni 40 l’Universal si concentra  sui lupi mannari con film come L’uomo lupo, e su una lunga serie di film su Frankenstein. La RKO produce invece L’uomo leopardo, Ho camminato con uno zombie, il bacio della pantera, con la regia di Jacques Tourneur

I migliori film horror da vedere anni ‘50 e ‘60

Negli anni 50, grazie alla tecnologia e agli effetti speciali il cinema horror incrocia la fantascienza per raccontare la cupa atmosfera della guerra fredda, con film come La cosa da un altro mondo di Howard Hawks e L’invasione degli Ultracorpi di Don Siegel

Tra la fine degli anni 50 e l’inizio degli anni 60 nasce la prima società di produzione specializzata esclusivamente in film horror, la Hammer film. Con il regista Terence Fisher produssero i prototipi di quelli che sarebbero diventati i moderni film horror. Alcuni titoli da ricordare sono La maschera di Frankenstein, Dracula il vampiro, il remake de La Mummia

Roger Corman produsse innumerevoli film horror, specializzandosi dei cosiddetti b movie, e portando sullo schermo diversi racconti di Edgar Allan Poe. Il suo primo film fu il divertente ed esoterico horror/fantasy La sopravvissuta. Negli anni 60 il cinema Horror diventa più esplicito e più violento. I film horror vengono utilizzati anche per descrivere le paure legate alla politica e allo sviluppo tecnologico e consumistico, ad esempio nel film Assalto alla Terra

Alla fine degli anni 60 i mostri classici passano in secondo piano e il cinema Horror diventa psicologico con film come Psycho di Alfred Hitchcock e l’occhio che uccide di Michael Powell. Vengono realizzati anche numerosi film indipendenti a basso costo come Blood Feast (1963) e Two Thousand Maniacs! (1964) che inaugurano il genere splatter più sanguinario. Nel 1968 George Romero porta alla ribalta il genere Zombie. Con budget bassissimo realizza uno dei più importanti horror dell’epoca La notte dei morti viventi

I migliori film horror da vedere anni ‘70

film-horror-soprannaturale-carrie

Negli anni 70 invece il tema predominante del genere horror sembra essere la possessione demoniaca di bambini e adolescenti. Alcuni titoli sono Rosemary Baby di Roman Polanski, L’esorcista di William Friedkin, Audrey Rose, Il presagio. Un sottogenere horror che continuerà nei decenni successivi. Anche la guerra in Vietnam influenza film come Non aprite quella porta e l’ultima casa a sinistra

Il fenomeno sempre più dilagante del consumismo e del cambiamento dello stile di vita ispirò numerosi horror, come il film di David Cronenberg Il demone sotto la pelle e il sequel de La notte dei morti viventi di George Romero intitolato Zombie, in cui i protagonisti rimangono intrappolati in un centro commerciale. 

In Italia il maestro del brivido è Dario Argento. Il regista italiano realizza molti film horror di grande impatto, esportati in tutto il mondo. Intanto si cimenta con il genere anche il giovane e geniale regista Brian De Palma che realizza uno dei più grandi capolavori horror della storia del cinema: Carrie lo sguardo di Satana. Anche John Carpenter tra la fine degli anni 70 ed i primi anni 80 realizzerà diversi horror. Uno di essi diventa il più grande successo del genere slasher, un sottogenere dell’horror che ha come protagonisti un gruppo di giovani perseguitati da un serial killer. Si tratta di Halloween – La notte delle streghe

Del 1979 il genere horror torna a fondersi con la fantascienza nel capolavoro di Ridley Scott Alien. Intanto in Europa nasce una nuova fertile produzione di film horror di serie B con registi italiani come Mario Bava, Lucio Fulci, Ruggero Deodato. Registi spagnoli come Paul Naschy, Amando de Ossorio e Jesús Franco. Anche il cinema di Hong Kong è molto prolifico nel genere horror. 

I migliori film horror da vedere anni ‘80

film-horror-nightmare

Negli anni 80 i film horror diventano successi commerciali con un linguaggio meno originale e con registi con meno personalità. Escono film horror come Poltergeist, Venerdì 13, Nightmare, Hellraiser e molti altri. Fa eccezione il capolavoro di Stanley Kubrick, Shining, film d’autore al 100% che riesce anche ad avere anche un grande successo. John Carpenter realizza un horror fantascientifico bellissimo, ambientato tra i ghiacci del polo, che però non riscuote grande successo. Si tratta de La cosa, del 1982. 

L’home video contribuì alla crescita di un florido mercato in VHS con film commerciali horror e b-movie di diversi genere. Molti registi realizzano film indipendenti horror con budget bassissimo destinato al mercato home video senza passare dalla distribuzione cinematografica. Film come Motel Hell, del 1980, e  Basket case, del 1982, riprendevano temi del cinema horror precedente ma con un tono più ironico e grottesco. Alcuni registi come Sam Raimi e Peter Jackson creano un nuovo tipo di film horror comici con titoli come La casa 2 e Fuori di testa, entrambe film indipendenti low-budget.

La produzione indipendente a basso costo del cinema horror degli anni 80 dà vita alla creazione di diversi generi per diverse nicchie di pubblico. Quello che riscontra il maggior successo è il genere splatter, che mostra nella maniera più esplicita e truculenta sangue e violenza. Nascono una serie di personaggi che non erano stati utilizzati prima del cinema horror, come i Gremlins, gli elfi cattivi e le bambole assassine.

I migliori film horror da vedere anni ‘90

film-horror-essi-vivono

Negli anni 90 il cinema Horror non produce grandi novità. Continuano i sottogeneri ed i prototipi sperimentati degli anni 80. Vengono girati molti sequel, tra cui quelli di Halloween e di Nightmare. Il regista John Carpenter continua la sua attività con film horror con implicazioni sociali e politiche molto interessanti, come Il seme della follia. Il film Scream propone di nuovo il sottogenere del film horror comico. 

Una delle poche produzioni originali, nel 1997, è il film canadese Il cubo che racconta le paure collegate a temi sociali come la burocrazia. Negli anni 90 il cinema horror passa in secondo piano rispetto ad altri generi. Troppi film mediocri prodotti per l’home video, splatter eccessivamente sanguinolenti, avevano saturato il mercato e avevano stufato il pubblico di adolescenti. I giovani cominciarono a preferire i film di fantascienza, sempre più spettacolari grazie anche all’impiego dei moderni effetti speciali digitali.

Fa eccezione il Dracula di Francis Ford Coppola che riporta l’horror alla tradizione classica della Hammer film. Nel 1999 il film indipendente The Blair Witch Project, girato con poche migliaia di euro da un gruppo di ragazzi americani, diventa un successo mondiale incassando più di 200 milioni di dollari in tutto il mondo. Si tratta in realtà di un film mediocre, ma lanciato attraverso innovative strategie di marketing attraverso internet ad un pubblico di adolescenti.

I migliori film horror da vedere anni 2000

Negli anni 2000 il genere horror peggiora ulteriormente e cerca di inseguire il successo al botteghino con un interminabile serie di remake e sequel. I videogiochi spingono le case di produzione a investire in nuovi film sugli zombie producendo solo risultati mediocri. Vengono prodotti una lunga serie di film horror commerciali senza personalità come Amityville horror, The Ring, L’esorcista – la genesi, Freddy versus Jason, Resident Evil, Final Destination, The Exorcism of Emily Rose, Saw, L’enigmista, Hostel, Rec. 

Un’eccezione all’omologazione crescente del cinema horror degli anni 2000 è il cinema di Rob Zombie, come il film La casa dei 1000 corpi. Rob Zombie è uno dei pochi registi a nutrire il suo cinema horror con interessanti riferimenti sociali e politici, come nel cinema di John Carpenter. Non ci sono distinzioni tra bene e male, tra buoni e cattivi. I mostri sono spesso delle vittime di un ingranaggio sociale mostruoso e violento.

I migliori film horror da vedere anni 2010

Negli anni 2010 c’è una rinascita del cinema horror d’autore con opere molto interessanti come Scappa – Get out di Jordan Peele ed i film del regista Ari Aster come Hereditary – le radici del male e Midsommar – il villaggio dei dannati.

Horror cult da vedere assolutamente

Ecco una lista selezionata dei film horror da vedere assolutamente almeno una volta nella vita. Alcuni sono film di culto che non hanno avuto successo all’epoca della loro uscita nei cinema, altri sono capolavori consacrati ed indiscutibili, altri ancora novità e gemme del cinema indipendente. Puoi cliccare sui link sotto ogni film, quando sono disponibili, per vedere i migliori film horror in streaming.

Nosferatu (1922)

È un film horror gotico espressionista tedesco del 1922 diretto da F. W. Murnau e interpretato da Max Schreck nei panni del conte Orlok, un vampiro che approfitta della compagna (Greta Schröder) del suo rappresentante immobiliare (Gustav von Wangenheim) e porta il tormento nella loro comunità. È considerato uno dei grandi film da vedere assolutamente ed ha attraversato un secolo mantenendo perfettamente intatto il suo fascino e la sua potenza espressiva.

Il Fantasma dell’Opera (1925)

È un adattamento cinematografico americano del 1925 del romanzo Le Fantôme de l’Opéra di Gaston Leroux del 1910, guidato da Rupert Julian e interpretato da Lon Chaney nel ruolo del protagonista del Fantasma che infesta il Teatro dell’Opera di Parigi, commettendo omicidi e guai nel tentativo di rendere la donna che ama una celebrità. Il film rimane famoso per il trucco spaventoso e auto-ideato di Chaney. Il film include inoltre Mary Philbin, Norman Kerry, Arthur Edmund Carewe, Gibson Gowland, John St. Polis e Snitz Edwards. Il film fu lanciato il 6 settembre 1925, in anteprima all’Astor Theatre di New York.

Vampyr (1932)

A tarda notte, Allan Gray viene in una locanda vicino alla comunità di Courtempierre e anche un’area per riposare. Gray viene subito disturbato da un vecchio, che si addentra nell’area e lascia anch’esso una pianta quadrata sul tavolo: sulla carta di copertura è composto “Aprirsi alla mia fatalità”. Gray prende il fagotto e si dirige verso un vecchio castello dove vede una vecchia e soddisfa un altro vecchio. Dando un’occhiata tra le finestre di casa, Gray vede il proprietario del castello, lo stesso maschio che gli ha offerto il piano. L’uomo viene improvvisamente eliminato da un colpo di arma da fuoco.

Vampyr di Carl Theodor Dreyer è uno dei più grandi capolavori nel prolifico sottogenere horror dei film sui vampiri, realizzato negli anni del passaggio tra il cinema sonoro e il cinema muto, utilizzando il linguaggio estetico del precedente per portare il genere horror proprio nella nuova era. In Vampyr c’è una costante sensazione di sofferenza ed elementi impercettibili che si aggirano in ogni angolo. La fotografia di Rudolph Maté documenta ogni sfumatura di luce e anche di oscurità in una danza straordinaria. Inquadrature famosissime, come quella di un uomo con una falce che suona un campanello e anche l’indicazione di una locanda che sporge contro un cielo oscuro. Scene di culto come quella in cui Dreyer utilizza una claustrofobica soggettiva che consente al pubblico di “entrare” nella bara dove viene messo Alan.

Guarda Vampyr in streaming

Haxan, la stregoneria attraverso i secoli

Capolavoro horror unico nella storia del cinema Haxan è un film sulle streghe e anche un film saggio, un falso documentario ed un film di denuncia. Fu realizzato dal geniale regista svedese Benjamin Christensen, che nel film interpreta il diavolo. Profanazione di tombe, torture, suore indemoniate e sabba di streghe: Haxan, La stregoneria attraverso i secoli è un film horror incredibilmente originale e fuori dagli schemi che nel tempo è diventato leggendario. Non solo un horror ma un film di incredibile spessore morale e spirituale.

Guarda Haxan in streaming

Il gabinetto del dottor Caligari

Opera capostipite del movimento espressionista è uno dei film che ha segnato la storia del cinema. Il dottor Caligari porta ad esibire come fenomeno da baraccone nelle feste di paese un sonnambulo. Il dottore racconta che è capace di intuire Il passato è di predire il futuro. Film sulle maschere invisibili che Indossiamo è sullo sdoppiamento della personalità, è un film cult che porta elementi registici e scenografici che non si erano mai visti prima, come le scenografie deformate per riprodurre le immagini oniriche e la recitazione stilizzata. 

Guarda il gabinetto del dottor Caligari in streaming

Una pagina di follia 

Uno dei film capostipite del cinema Horror giapponese, girato da Teinosuke Kinugasa nel 1926 e poi perso per 45 anni, è in realtà un film capolavoro di avanguardia estrema che mescola espressionismo e surrealismo. 

In un manicomio di campagna, sotto una pioggia torrenziale, il custode incontra i pazienti affetti da malattia mentale. Il giorno dopo arriva una giovane donna che è sorpresa di trovare suo padre lì che lavora come custode. La madre della donna è impazzita tempo primo a causa del marito, quando era un marinaio.

Guarda una pagina di follia in streaming

Frankenstein (1931)

È un film horror di fantascienza americano del 1931 diretto da James Whale, scritto da Carl Laemmle Jr., e adattato anche da un’opera teatrale del 1927 di Peggy Webling, che successivamente era basata sul romanzo Frankenstein di Mary Shelley del 1818. Colin Clive interpreta Henry Frankenstein, un ricercatore che raccoglie resti umani con il suo aiutante per creare un essere vivente. L’essere, Frankenstein, è interpretato da Boris Karloff. Il trucco per il mostro è stato realizzato da Jack Pierce. Oltre a Clive e Karloff, gli attori del film sono Mae Clarke, John Boles, Dwight Frye e Edward Van Sloan.

Il film è stato un successo al momento del lancio, ed è stato ben accolto sia dal pubblico che dai critici cinematografici. Ha generato una serie di spin-off e sequel, e ha anche avuto una notevole influenza sulla cultura pop: le immagini di un ricercatore “pazzo” con un aiutante gobbo sono diventate famose.

Dracula (1931)

È un film horror americano del 1931 diretto e coprodotto da Tod Browning da una sceneggiatura creata da Garrett Fort e interpretato anche da Bela Lugosi. È basato sulla commedia teatrale del 1924 Dracula di Hamilton Deane e John L. Balderston, adattata dal romanzo Dracula del 1897 di Bram Stoker. Lugosi interpreta il conte Dracula, un vampiro che emigra dalla Transilvania in Inghilterra e succhia il sangue dalle proprie vittime. Dracula è stato un successo e al momento del lancio, oltre a portare a una serie di follow-up e spin-off. Ha avuto un impatto enorme sulla cultura pop.

Dr. Jekyll e Mr. Hyde (1931)

E’ un film dell’orrore americano del 1931, diretto da Rouben Mamoulian e interpretato da Fredric March, che interpreta un medico esperto che scopre una nuova formula che può scatenare le forze sataniche nelle persone. Il film è un adattamento de Lo strano caso del dottor Jekyll e anche di Mr Hyde, la storia di Robert Louis Stevenson del 1886 di un uomo che prende una cura che lo trasforma da un mite uomo di scienza in un pazzo assetato di sangue. Il film è stato un successo al momento del suo lancio. Scelto per 3 premi Oscar, March ha vinto il premio come miglior attore.

Il dottor Henry Jekyll (Fredric March), un tranquillo medico inglese nella Londra vittoriana, sostiene che in ogni uomo si nascondono impulsi sia cattivi che buoni. È pazzo della sua futura moglie Muriel Carew (Rose Hobart) e desidera sposarla. Suo padre, il generale di brigata Sir Danvers Carew (Halliwell Hobbes), ordina loro di aspettare. Una sera, mentre passeggia a casa con il suo collega, il dottor John Lanyon (Holmes Herbert), Jekyll conosce una cantante da bar, Ivy Pierson (Miriam Hopkins), che viene colpita da un uomo fuori dalla sua casa. Jekyll allontana l’uomo e porta Ivy nella sua casa per prendersi cura di lei.

La mummia (1932)

È un film horror americano del 1932 diretto da Karl Freund. La sceneggiatura del film di John L. Balderston è stata adattata da una sceneggiatura scritta da Nina Wilcox Putnam e da Richard Schayer. Lanciato da Universal Studios come parte del franchise di Universal Classic Monsters, il film è interpretato da Boris Karloff, Zita Johann, David Manners, Edward Van Sloan e Arthur Byron.

Nel film, Karloff interpreta Imhotep, una antica mummia egiziana che è stata eliminata per aver cercato di rianimare la sua defunta amante, Ankh-esen-amun. Dopo essere stato scoperto da un gruppo di scavatori, si traveste da un moderno egiziano chiamato Ardeth Bey e cerca Ankh-esen-amun, che pensa si sia reincarnata nel mondo contemporaneo. Pur essendo molto meno incisivo dal punto di vista culturale rispetto ai suoi precursori Dracula e Frankenstein, il film è stato comunque un buon successo, generando numerosi follow-up, remake, e spin-off.

L’uomo invisibile (1933)

È un film horror di fantascienza americano del 1933 diretto da James Whale basato sul romanzo The Invisible Man di H. G. Wells del 1897, prodotto dalla Universal Pictures, e interpretato da Gloria Stuart, Claude Rains e William Harrigan. Il film vede protagonista il Dr. Jack Griffin (Rains) ricoperto di cerotti e con gli occhi coperti da occhiali scuri, frutto di un esperimento segreto che lo rende invisibile, che prende alloggio nella cittadina di Iping, fino a quando la sua padrona di casa non scopre il segreto. Lion torna al laboratorio di ricerca del dottor Cranley (Henry Travers), e rivela la sua invisibilità al dottor Kemp (William Harrigan) e alla moglie Flora Cranley (Gloria Stuart) che scoprono che Griffin è diventato pericoloso, fino a commettere omicidi. Il film è rimasto in promozione per la Universal già nel 1931, quando Richard L. Schayer e Robert Florey hanno raccomandato che il romanzo di Wells sarebbe stato un eccellente seguito del film dell’orrore Dracula. La Universal scelse piuttosto di realizzare Frankenstein nel 1931. Ciò ha causato una serie di aggiustamenti della sceneggiatura del film, nonché una varietà di potenziali registi

Al lancio del film nel 1933, fu un grande successo economico per la Universal e ottenne solide recensioni da numerose riviste. Il film ha generato numerosi follow-up che erano non associati al film iniziale negli anni ’40. È uno dei loro film preferiti dai registi John Carpenter, Joe Dante e Ray Harryhausen.

La maschera di cera (1933)

È un film horror di mistero americano del 1933 diretto da Michael Curtiz e interpretato da Lionel Atwill, Fay Wray, Glenda Farrell e Frank McHugh. È stato lanciato dalla Warner Bros. e registrato in Technicolor a due colori.

A Londra nel 1921, Ivan Igor è un intagliatore che gestisce una galleria di cere che è in difficoltà economica. Una sera piovosa, offre una visita a un caro amico, il dottor Rasmussen, e un critico di film d’arte, il signor Galatalin, mostrando loro le sue sculture di Giovanna d’Arco, Voltaire e la sua preferita, Maria Antonietta. Entusiasta, Galatalin si offre di inviare il lavoro di Igor alla Royal Academy dopo il suo ritorno da un viaggio in Egitto, e lui e Rasmussen se ne vanno. Il compagno di Igor, Joe Worth, non produrrà mostre macabre come quelle che attirano gruppi ai loro rivali, entra e suggerisce di sciogliere la loro galleria per raccogliere una copertura assicurativa di ₤ 10.000.

Assalto alla Terra (Them! 1954)

È un film americano di fantascienza horror del 1954 della Warner Bros. scritto da David Weisbart, diretto da Gordon Douglas, e interpretato da James Whitmore, Edmund Gwenn, Joan Weldon e James Arness. Il film è basato su un adattamento del racconto di George Worthing Yates, che in seguito è diventata la sceneggiatura di un film di Ted Sherdeman e adattata anche da Russell Hughes. Questo film è solo uno dei primi film sui mostri nucleari degli anni ’50, e anche il primo lungometraggio sul “grande insetto” a utilizzare i parassiti come mostri.

Un nido di enormi formiche irradiate viene scoperto nel deserto del New Mexico; diventano una minaccia nazionale quando si scopre che due giovani formiche regina sono scappati per costruire nuovi nidi. La ricerca a livello nazionale alla fine sfocia in una battaglia nel sistema di tubi di scarico di Los Angeles.

Onibaba – Le assassine (1964)

Il regista Kaneto Shindo è l’autore di Onibaba, film horror che racconta la storia di due donne abbandonate a sé stesse che vivono derubando e uccidendo Samurai sbandati. Ispirata ad un’antica fiaba buddista il film racconta la storia di due donne che vivono in estrema povertà, in una capanna sulla riva di un fiume. Sopravvivono uccidendo e derubando i samurai stremati dai combattimenti, con delle tecniche che hanno affinato nel tempo. 

Un giorno un vicino di casa, Hachi, comunica alle due donne che il il figlio di una di loro, andato in guerra, è morto. L’uomo si propone anche di aiutarle nei loro furti e nei loro omicidi. Ma le donne non si fidano e rifiutano. Ma con il tempo una delle due si innamorerà lentamente di Hachi. Una notte la donna uccide con una delle trappole collaudate un possente cavaliere con un inquietante maschera. Ma quando gli toglie la maschera scopre che dietro ci sono i tratti non umani di uno spaventoso demone.  

Kuroneko (1968)

Altro film horror di Kaneto Shindo particolarmente interessante è Kuroneko. Nell’epoca giapponese Jidai-geki, che parte dal XVII secolo, una terribile guerra civile dilania i villaggi del paese. Due donne che vivono in una casa di bambù vengono violentate e uccise da un gruppo di samurai senza scrupoli. Tempo dopo, nella stessa zona, alcuni samurai vengono ritrovati morti dissanguati. Il governatore invia un valoroso samurai allo scopo di indagare. 

Dementia

Un incubo visionario, senza dialoghi, durante una notte di una donna sola a Los Angeles. Tra horror, film noir e film espressionista, concepito inizialmente come un cortometraggio dal regista basandosi su un sogno raccontatogli dalla sua segretaria, Barrett, che è diventata anche l’interprete del film. Girato da John Parker nel 1955, è un incubo ad occhi aperti tra horror, film espressionista, noir e cinema sperimentale. 

Guarda Dementia in streaming

Carnival of Souls

Film indipendente a basso budget straordinariamente riuscito ed originale, fonte di ispirazione per registi come David Lynch. Un gruppo di amici in automobile attraversa un ponte e precipita nel fiume. Muoiono tutti tranne la protagonista Mary, che esce completamente illesa dalle acque melmose. 

Da quel momento Mary, sotto shock per l’incidente, vive in una specie di limbo psicologico e decide di trasferirsi in un’altra città per lavorare come suonatrice di organo in una chiesa. Un uomo dall’aspetto inquietante però incomincia a perseguitarla ovunque. L’uomo misterioso è interpretato dallo stesso regista Herk Harvey. 

Guarda Carnival of Souls in streaming

La sopravvissuta

Una donna viene messa in trance psichica e rimandata indietro nel tempo direttamente nel corpo di uno dei suoi antenati medievali, che è condannata a morire come strega. Fugge e una vera strega di nome Livia (Allison Hayes), che lavora con il diavolo. C’è anche un’altra strega, una canaglia che aiuta Livia, e uno dei sensitivi che fa un viaggio indietro nel tempo con lei.

Prodotto e diretto da Roger Corman, questo è un film di serie B insolito e divertente: violenza, reincarnazione, viaggi nel tempo, commedia e divertimento. Ci sono scene divertenti con la strega e il folletto che si trasformano in animali. Anche il becchino è divertente con le sue rime e discussioni spiritose. Satana è fantastico, con le sue continue risate e un enorme forcone. Di sabato, convoca un trio di ragazze morte per arrampicarsi dalla tomba e ballare.

Il film è particolarmente degno di nota per l’aspetto dell’attrice Hayes, il suo abito molto attillato. Hayes era probabilmente una starlet di film di serie B degli anni ’50, soprattutto per la sua apparizione in L’attacco della donna di 50 piedi. Il film è stato girato in sei giorni con un piano di budget di $ 70.000, in un vecchio supermercato.

Ha un culto tra i fan di film spaventosi, drive-in, film indipendenti con budget ridotto. Se ti piace qualcuno di quelli, dopo devi dare un’occhiata. Se apprezzi questo film, potresti anche apprezzare come The Mole People, Attack of the Crab Monsters, The Leach Woman, The Deadly Mantis e Premature Burial.

Guarda La sopravvissuta in streaming

La maschera del demonio (1960)

Una strega crudele e il suo diabolico servo tornano dalla tomba e avviano un sanguinoso piano per recuperare il corpo della bella discendente sosia della strega. Regia: Mario Bava. Protagonisti: Barbara Steele, John Richardson, Andrea Checchi, Ivo Garrani. I critici del cinema italiano moderno hanno criticato negativamentequesto film gotico italiano, anche se alcuni ne hanno notato la cinematografia. Il film ha splendidi movimenti della macchina da presa, e il design estetico di Bava produce poesia ed emozioni oltre che sensazionale. Bava è un autore di film pittorici e questo è uno dei suoi lavori migliori.

Psycho (1960)

Questo film horror basato su una storia vera di Ed Gein e dagli omicidi nel Wisconsin. Ci sono stati diversi seguiti di questo capolavoro della storia del cinema diretto da Alfred Hitchcock.

Gein si occupava delle faccende domestiche nel suo ranch. Ha sbarrato gli spazi utilizzati da sua madre, costituiti dal negozio al piano di sopra, dal negozio al piano di sotto e dallo spazio abitativo, lasciandoli puliti. Mentre il resto della casa è diventato progressivamente ripugnante, questi spazi hanno continuato a essere eccellenti. Gein visse in seguito in una piccola stanza accanto alla cucina. In quel momento divenne curioso di leggere le pubblicazioni pulp e i racconti di viaggio, specialmente quelli che coinvolgevano cannibali o crimini nazisti. Gein era un tuttofare e ottenne un aiuto per il ranch dal governo federale a partire dal 1951. Aiutava periodicamente la squadra stradale della comunità e anche il personale di trebbiatura dei raccolti nel luogo. 

L’ora del lupo (1968)

Una giovane coppia di artisti si ritira in una capanna sulla piccola isola di Baltrum in questo film horror psicologico svedese del maestro del cinema Ingmar Bergman che trasforma i disturbi del sonno e l’isolamento in terribili visioni. Il pittore Johan Borg e la sua giovane moglie incinta Alma vivono sulla piccola isola di Baltrum. Johan condivide con Alma quadri di visioni spaventose che ha avuto e inizia a dare loro nomi, inclusi Birdman, Insects, Meat-Eeaters, Schoolmaster e Lady With a Hat. Mentre la sua insonnia peggiora, Alma rimane sveglia al suo fianco.

Rosemary’s Baby (1968)

In quanto agnostico, Roman Polanski ha intenzionalmente tessuto un filo di incertezza nel suo adattamento del libro. Quell’incertezza aumenta l’elemento di horror psicologico di Rosemary’s Baby. Quando una giovane coppia, Rosemary (Mia Farrow) e Guy (John Cassavetes), si trasferiscono in una casa di New York e fanno amicizia con una coppia di anziani, le loro vite iniziano a prendere strade diverse.

La professione dell’uomo è in trasformazione, tuttavia Rosemary immagina strani scenari. La crescente paura di Rosemary potrebbe essere dovuta a un disturbo mentale o potrebbe essere dovuta a qualcosa di sinistro che sta accadendo all’interno dell’appartamento. Rosemary’s Baby è un capolavoro horror che ha finito per essere una delle pietre miliari del sottogenere.

Notte silenziosa, Notte di sangue (1972)

Capostipite del genere horror-slasher americano, ancora prima di Halloween – La notte delle streghe di John Carpenter, Notte silenziosa, Notte di sangue è stato girato nel 1972 da Theodore Gershuny. Un uomo pericoloso ricoverato in un manicomio eredita una grande casa. Dopo alcuni anni esce dal manicomio per vendere la casa perché ha bisogno di soldi. Una serie di omicidi efferati avvengono nella piccola città. 

Film indipendente con una regia molto particolare che spiazza e sorprende lo spettatore. Girato con colori spenti e plumbei in una cupa atmosfera invernale, girato con mezzi di fortuna, non è affatto un film di confezione, e questo lo rende un racconto autentico, che ti immerge direttamente nei luoghi dove si svolge la storia. 

Guarda notte silenziosa, Notte di sangue in streaming

L’esorcista (1973)

L’esorcista è il capostipite ed il miglior film del sottogenere horror sull’esorcismo, un film d’arte eccitante che ha sbalordito il pubblico di tutto il mondo. Alcuni spettatori ebbero addirittura malori durante le proiezioni. Diretto da William Friedkin, scritto da William Peter Blatty, fotografia di Owen Roizman, interpretato con maestria da Jason Miller, Ellen Burstyn, Max von Sydow e Linda Blair nei panni dell’indemoniata Regan, è uno dei grandi capolavori della storia dei film. Il film va oltre l’essere semplicemente spaventoso, finendo per essere un dramma profondo: è l’elemento umano che colpisce nel segno. 

Anche chi non l’ha visto lo associa al film più spaventoso mai realizzato. Altri non sono nemmeno film di esorcismo: sono semplicemente film che non sono “L’esorcista”. Qualunque altra cosa è un imitazione. La Regan MacNeil di Blair è posseduta dal diavolo Pazuzu, e Chris di Burstyn è disperata e deve aiutarla. Viaggio da brivido nell’orrore puro, inizia con risonanze magnetiche e diagnosi mediche con cui Chris cerca di capire le condizioni di sua figlia, fino ad arrivare a scene cult che hanno terrorizzato gli spettatori di tutto il mondo. Cosa che spaventa ancora di più, è un horror ispirato da una storia vera.

Halloween La notte delle streghe (1978)

Esiste ancora qualcuno che non ha visto Halloween – La notte delle streghe di John Carpenter? Forse. 31 ottobre 1963, in una piccola città della provincia americana, Haddonfield, Il piccolo Michael Myers uccide a coltellate la sorella Judith. Viene ricoverato in un istituto psichiatrico ma 15 anni dopo, riesce a scappare ed a tornare nella sua città. Il dottor Sam Loomis, lo psichiatra che ha seguito Michael nel corso degli anni, lo conosce molto bene e sa quali potranno essere le sue mosse. Michael uccide un meccanico, indossa i suoi vestiti e torna nella sua fatiscente casa natale, ora abbandonata. Film indipendente girato con un piccolissimo budget, ha incassato nel mondo oltre 80 milioni di dollari dell’epoca. E’ lo slasher movie di maggior successo, horror da guardare ad Halloween, e uno dei 5 film più redditizi della storia del cinema.

Guarda Halloween La notte delle streghe in streaming

Carrie, lo sguardo di Satana (1976)

La timida sedicenne Carrie White, vive con la sua mamma instabile mentalmente e fanatica religiosa Margaret, è in difficoltà al college ed è vittima di bullismo dai suoi coetanei. Quando Carrie vive la sua prima mestruazione nella doccia dell’istituto, si preoccupa, non essendo a conoscenza del fenomeno. I compagni di scuola di Carrie la umiliano. A seguito di conversazioni con la signorina Collins e il preside, Carrie viene espulsa dalla scuola per una giornata. Dopo essere arrivata a casa, Margaret informa Carrie che le sue mestruazioni sono causate dal peccato, e rinchiude Carrie in un “armadio di preghiera” simile a un altare per pregare per la misericordia. 

Carrie è un film horror soprannaturale basato sul primo libro uscito di Stephen King. Il regista Brian De Palma è stato affascinato dalla storia. È la prima di oltre 100 produzioni cinematografiche e televisive adattate o basate sulle opere pubblicate di King. Carrie è diventato un cult movie poco dopo la sua uscita ed è considerato uno dei migliori adattamenti da libro a film di tutti i tempi.

Il killer del trapano 

Il primo film del regista Abel Ferrara realizzato in maniera indipendente e a bassissimo budget. L’artista Reno Miller ( interpretato dallo stesso regista Abel Ferrara) e la sua ragazza Carol entrano in una chiesa dove si avvicina un vagabondo che vuole parlare con l’artista, ma Reno e Carol, spaventati, fuggono via. Reno torna a casa e trova una grossa bolletta dell’elettricità, la bolletta del telefono, e non può permettersi di pagare l’affitto. Lentamente Reno si trasforma in uno psicopatico assassino, in una discesa agli inferi senza ritorno. 

Guarda Il killer del trapano in streaming

Alien (1979)

Tra i film horror sugli alieni niente batte la suspense di “Alien” di Ridley Scott. A bordo dell’astronave Nostromo, l’ufficiale Ripley (Sigourney Weaver) e il resto della sua squadra ottengono un clandestino indesiderato. Il film del 1979 ha vinto l’Academy Award per i migliori effetti visivi ed è uno dei film più inquietanti del genere di fantascienza.

L’astronave Nostromo sta tornando sulla Terra con una squadra di sette membri: il capitano Dallas, l’ufficiale esecutivo Kane, l’ufficiale di mandato Ripley, il navigatore Lambert, l’ufficiale scientifico Ash e gli ingegneri Parker e Brett. Scoprendo una trasmissione da una luna vicina, il sistema informatico della nave, la Madre, risveglia la squadra dal sonno. Per politica aziendale che necessita di accettare qualsiasi possibile richiesta di aiuto, arrivano sulla luna nonostante le perplessità di Parker. Gli ingegneri rimangono a bordo per i lavori di riparazione mentre Dallas, Kane e Lambert esaminano la superficie. Scoprono che il segnale proviene da una nave aliena in rovina e vi entrano, perdendo il contatto con la Nostromo. Ripley analizza parte della trasmissione, identificandola come un avvertimento, tuttavia non può trasmettere i dettagli a chi si trova sulla nave in rovina.

Shining (1980)

Lanciato lo stesso mese esatto del primo venerdì 13 , Shining non è solo un film horror degli anni ’80. È un film che ha lasciato un segno indelebile, come quasi tutti i film del maestro Stanley Kubrick. Un film d’essai con una straordinaria fotografia, la bravura delle star Shelley Duvall e Jack Nicholson. E’ l’unico film horror girato da Kubrick nella sua carriera. The Shining rimane un film di culto inquietante e agghiacciante con un grande impatto sul cinema moderno.

Un lupo mannaro americano a Londra (1981)

Grazie a Un lupo mannaro americano a Londra, è iniziata la tradizione delle orribili scene di trasformazione e bar inospitali, duplicata in molti film successivi. Per un regista con un’abbondante eredità dai film commedia, “Un lupo mannaro americano a Londra” si adatta perfettamente a John Landis. È una commedia horror con un grande cuore comico nero, che supera i titoli degli stessi anni. La trasformazione al chiaro di luna di Rick Baker è stata una scoperta, una scena incredibile in cui le ossa si la pelle si è estendono fino a lacerarsi. È un film horror con una profondità genuina, fedele al costume dei lupi mannari, ma con un taglio all’avanguardia.

La cosa (1982)

Tra la varietà di film d’autore horror diretti da John Carpenter, The Thing non è stato apprezzato dai critici e dal pubblico durante il suo lancio iniziale. Quarant’anni dopo, è uno dei film horror di fantascienza più apprezzati nel panorama cinematografico di tutti i tempi. I registi stanno ancora ricercando gòi incredibili effetti speciali all’avanguardia di Rob Bottin.

Videodrome (1983)

“Videodrome” è un body horror del 1983 diretto da David Cronenberg. Si tratta di un thriller fantascientifico che esplora i pericoli della tecnologia e la distorsione della realtà attraverso i mass media. Il film è considerato un classico del cinema di fantascienza e viene spesso citato come esempio di un film “body horror” che esplora i temi della tecnologia e della manipolazione della realtà.

La trama di “Videodrome” segue il produttore televisivo Max Renn, che cerca programmi estremi per la sua rete. Quando incontra “Videodrome”, un programma che sembra mostrare torture e omicidi in diretta, Max è immediatamente affascinato e deciso a trasmetterlo. Tuttavia, presto scopre che “Videodrome” ha un effetto allucinogeno sulla sua mente e sta manipolando la sua percezione della realtà. Max si trova a lottare contro forze oscure che vogliono utilizzare “Videodrome” come arma per controllare la mente delle masse. La trama diventa sempre più surreale e disturbante, con Max che deve affrontare non solo la minaccia di “Videodrome”, ma anche la sua stessa identità e la natura della realtà.

Fuoco cammina con me (1992) 

Lanciato come prequel della serie tv Twin Peaks, Fire Walk with Me è un horror degli anni ’90 fa ripercorrere al pubblico la storia di Laura Palmer (Sheryl Lee), fino al punto in cui la serie precedente inizia. Fire Walk with Me usa la voce, la profondità e il contesto sociale in cui vive Laura per descrivere l’orrore che circonda le situazioni del suo omicidio. Il film fu accolto negativamente al festival di Cannes e dai critici. Anche il pubblico, che si aspettava maggiori chiarimenti sui misteri lasciati nella prima serie, non gradì particolarmente l’opera, giudicata generalmente troppo caotica. Negli anni successivi il “caos” è diventato la migliore qualità del film: lo stile visionario e onirico di David Lynch. Un film di avanguardia realizzato in formato seriale, vent’anni prima delle serie TV in streaming. Solo Lynch poteva essere così geniale.

Oldboy (2003)

Se stai cercando di trovare un’intramontabile horror coreano, guarda il thriller di vendetta del 2003 di Park Chan-wook “Oldboy”. Oh Dae-su (Choi Min-sik) è stato imprigionato nello stesso identico spazio per 15 anni. Non ha idea di chi lo abbia imprigionato o perché. Un giorno, viene rilasciato spontaneamente, il che avvia la ricerca di coloro che gli hanno rovinato la vita in modo che possa mettere in atto la sua vendetta. Lungo la strada, Dae-su si innamora di una giovane chef, il che complica la sua preparazione alla vendetta.

Questo è un film pieno di colpi di scena, svolte, cospirazioni e bugie; quando credi di aver capito dove sta andando il film, Park ribalta le tue aspettative. Park è un regista eccezionalmente dotato e registra la sottigliezza e la complessità della vendetta, uno stile che amplia nel resto della sua Trilogia della vendetta, che consiste in “Sympathy for Mr. Vengeance” e “Lady Vengeance”.

La casa del diavolo (The Devil’s Rejects, 2005)

E’ un film splatter del 2005 diretto da Rob Zombie. Si tratta di un film horror che segue la storia della famiglia Firefly, un gruppo di criminali che viene inseguito da uno sceriffo determinato a fermarli. Il film è noto per la sua rappresentazione intensa e cruda della violenza, oltre che per la sua regia audace e la sua trama avvincente. Il film ha avuto una ricezione mista da parte della critica e del pubblico. Molti hanno elogiato la regia di Zombie e la sua rappresentazione intensa e cruda della violenza, ma altri hanno criticato il film per la sua gratuita rappresentazione della violenza e per i suoi contenuti disturbanti. Si tratta di un film che ha diviso il pubblico e la critica per la sua rappresentazione intensa e cruda della violenza e per i suoi contenuti disturbanti. Tuttavia, molti fan del genere horror hanno elogiato la regia di Zombie e la sua trama avvincente.

Primo morso (2006)

Gus è un uomo affascinante che lavora come chef in un ristorante asiatico a Montreal. Il suo manager lo manda in una remota isola della Thailandia per conoscere un maestro del cibo zen e per migliorare l’alta qualità delle sue ricette. Lì trova una strana ragazza chiamata Lake che vivein una caverna e lo informa che il maestro di preparazione del cibo Zen è morto. È molto probabile che Gus rimanga nella caverna e inizi una relazione con Lake.

Bite è un film indipendente canadese che attraversa vari generi di film nella sua narrativa, passando improvvisamente dal romanticismo al thriller all’horror sui fantasmi. La direzione, montaggio e scrittura non sono mai banali, sostenuti da inquadrature con obiettivi grandangolari che aumentano la tensione e da attori in forma superba.

Guarda Primo morso

Shutter Island (2010)

Leonardo DiCaprio recita in questo thriller horror ambientato in un manicomio degli anni 2000. Shutter Island di Martin Scorsese è un film intrigante pieno di cospirazioni e paura che lascia in sospeso la verità. Come sempre quando Martin Scorsese e Leonardo DiCaprio fanno squadra, il film è un’opera d’arte del cinema americano. Nel 1954, il maresciallo vedovo degli Stati Uniti Edward “Teddy” Daniels e il suo nuovo partner, Chuck Aule, salgono su un traghetto per Shutter Island, dove sorge l’Ashecliffe Hospital per pazzi criminali, per indagare sulla scomparsa di una paziente, Rachel Solando, che è stata incarcerata per aver annegato i suoi tre figli. Nonostante sia tenuta in una cella chiusa a chiave sotto costante supervisione, è scappata dall’ospedale e dall’isola.

Questo è un film da vedere se stai cercando un noir intelligente che si impegni con intriganti preoccupazioni filosofiche sulla psichiatria offrendo immagini sensazionali. Nonostante tutti i suoi precedenti successi dagli anni ’70 in poi, Shutter Island finì per essere il film di Martin Scorsese con il maggior incasso fino a quando non fu superato da The Wolf of Wall Street. L’impatto del film sui sensi è devastante. 

The Skin I Live In (2011)

Un chirurgo estetico che vive in una splendida proprietà in affitto nasconde un trucco oscuro e una donna adorabile in questo film horror psicologico vincitore del premio Goya. The Skin I Live In inizia con un medico che tenta di stabilire un metodo per preservare le vittime di ustioni dopo che sua moglie è morta in un terribile incendio, scegliendo una ragazza inconsapevole come cavia per una pelle artificiale nuova, e alla fine la vicenda degenera in un’odissea che sviluppa qualcosa di abominevole.

Molto più della storia di un ricercatore pazzo e della sua bestia, questo film horror spagnolo del famoso regista Pedro Almodovar va oltre i luoghi comuni e racconta la perdita, il dolore e il significato della vita attraverso il suo marchio di fabbrica di ambiguità sessuale. Un film composto di melodramma, moralità, segreti e omicidi.

Suspiria (2018)

A più di quarant’anni dalla sua uscita, il classico dei film horror italiani di Dario Argento ha un remake, diretto da Luca Guadagnino. Ambientato in una scuola di danza, dove dove avvegono omicidi di ragazze, Suspiria usa per il suo ruolo principale Dakota Johnson, circondata da Chloë Grace Moretz, Mia Goth, e Tilda Swinton e Sylvie Testud come istruttrici oppressive e forse di più. Tra i film spaventosi più attesi del 2018 è un film che trasforma il film originale di Dario Argento in qualcosa di completamente diverso, con un linguaggio registico rigoroso che ne fa molto di più di un semplice horror soprannaturale: uno straordinario film d’autore.

Centinaia di film e documentari selezionati senza limiti

Nuovi film ogni settimana. Guarda su qualsiasi dispositivo, senza nessuna pubblicità. Annulla in qualsiasi momento.
error: Content is protected !!

Indiecinema Film Festival 2022

Indiecinema Film Festival 2022

Dal 5 Dicembre al 31 gennaio guarda in streaming la selezione dei film in concorso: cortometraggi, documentari e film indipendenti da tutto il mondo