Tarantola

Indice dei contenuti

“Tarantola” è un film horror e di fantascienza del 1955, diretto da Jack Arnold e prodotto dalla Universal Pictures. La trama del film ruota attorno ad un esperimento scientifico segreto in cui viene utilizzata una sostanza che accelera la crescita di animali e piante, ma che accidentalmente finisce per ingigantire una tarantola fino a dimensioni gigantesche.

La tarantola gigante comincia quindi a seminare il panico nella contea di Desert Rock, attaccando e uccidendo gli abitanti del luogo. Un giovane dottore, Matt Hastings (interpretato da John Agar), e una scienziata, Stephanie Clayton (interpretata da Mara Corday), cercano di fermare la creatura mostruosa prima che essa possa causare ulteriori danni.

Il film ha riscosso un discreto successo al botteghino e rappresenta uno dei classici del genere dei mostri giganti degli anni ’50. La tarantola gigante è stata realizzata utilizzando una combinazione di effetti speciali e trucchi, tra cui anche la sovrapposizione di immagini in post-produzione. La pellicola ha avuto anche un impatto culturale duraturo, diventando una delle icone del genere della fantascienza e dell’horror degli anni ’50.

SCEGLI UN FILM DA VEDERE

Trama

La trama di “Tarantola” ruota intorno ad un esperimento scientifico segreto condotto dal Professor Gerald Deemer (interpretato da Leo G. Carroll), che sta lavorando su una sostanza che accelera la crescita di animali e piante.

Tuttavia, un incidente provoca l’ingigantimento di una tarantola, che diventa rapidamente una creatura mostruosa dalle dimensioni gigantesche. La tarantola scappa dal laboratorio e si dirige verso il vicino villaggio di Desert Rock, attaccando e uccidendo gli abitanti del luogo.

Il giovane dottore Matt Hastings (interpretato da John Agar) e la scienziata Stephanie Clayton (interpretata da Mara Corday) cercano di fermare la creatura, ma si rendono conto che la soluzione definitiva sta nel fermare il professor Deemer, che sta cercando di riparare l’errore commesso con l’esperimento.

Con l’aiuto di un pilota dell’aeronautica, il gruppo si dirige verso il laboratorio del professor Deemer, dove scoprono che egli sta lavorando su una nuova sostanza che gli permetterebbe di diventare immortale.

Personaggi

Ecco i principali personaggi del film “Tarantola”:

Professor Gerald Deemer, interpretato da Leo G. Carroll: uno scienziato che lavora su una sostanza che accelera la crescita di animali e piante, che accidentalmente porta all’ingigantimento di una tarantola.

Matt Hastings, interpretato da John Agar: un giovane dottore che cerca di fermare la tarantola gigante insieme alla scienziata Stephanie Clayton.

Stephanie Clayton, interpretata da Mara Corday: una scienziata che aiuta Hastings a fermare la tarantola gigante.

Sheriff Jack Andrews, interpretato da Nestor Paiva: lo sceriffo del villaggio di Desert Rock, che cerca di proteggere i suoi abitanti dalla creatura mostruosa.

Joe Burch, interpretato da Ross Elliott: un abitante di Desert Rock che viene ucciso dalla tarantola gigante.

Townsend, interpretato da Edwin Rand: un assistente del professor Deemer.

Steve Archer, interpretato da Clint Eastwood: un pilota dell’aeronautica americana che aiuta Hastings e Clayton a distruggere la tarantola gigante.

SCEGLI UN FILM DA VEDERE

Produzione del film 

Tarantola

“Tarantola” è stato prodotto dalla Universal Pictures nel 1955, diretto da Jack Arnold e sceneggiato da Robert M. Fresco e Martin Berkeley.

Il film è stato girato in gran parte negli studi della Universal a Hollywood e nelle vicinanze del deserto di Mojave in California. Per creare la tarantola gigante, sono stati utilizzati diversi effetti speciali, tra cui un modello a grandezza naturale della tarantola, una versione meccanica della creatura per le scene in cui cammina e persino un trampolino elastico per far sembrare la tarantola molto più grande rispetto agli oggetti in primo piano.

Per alcune scene in cui la tarantola gigante cammina attraverso il villaggio, sono state utilizzate riprese in miniatura e sovrapposizioni di immagini in post-produzione. Inoltre, la colonna sonora del film è stata curata dal compositore Herman Stein, che ha utilizzato una combinazione di musica classica e di effetti sonori per creare l’atmosfera di tensione e di terrore del film.

Il budget per la produzione di “Tarantola” è stato di circa 250.000 dollari, una cifra abbastanza alta per un film di quel periodo. Tuttavia, il successo al botteghino ha ampiamente ripagato gli investimenti della Universal Pictures.

Distribuzione e accoglienza 

“Tarantola” è stato distribuito nelle sale cinematografiche nel 1955 dalla Universal Pictures e ha riscosso un discreto successo al botteghino. Il film ha avuto anche una distribuzione internazionale e ha contribuito a consolidare il genere dei mostri giganti degli anni ’50.

La critica ha accolto positivamente il film per la sua originalità e il suo impatto visivo, soprattutto per gli effetti speciali utilizzati per creare la tarantola gigante. Tuttavia, alcune recensioni hanno criticato la trama del film per essere troppo semplice e prevedibile.

Nonostante ciò, “Tarantola” è diventato un classico del genere della fantascienza e dell’horror degli anni ’50, influenzando molte pellicole successive. La tarantola gigante è diventata una delle icone del cinema di mostri e la pellicola è stata oggetto di numerose riedizioni in DVD e Blu-ray nel corso degli anni.

Stile del film

“Tarantola” è un film che si inserisce nel filone del cinema di fantascienza e dell’horror degli anni ’50, caratterizzato da una grande attenzione agli effetti speciali e all’atmosfera di tensione e di terrore.

La pellicola presenta uno stile visivo cupo e inquietante, grazie alla fotografia in bianco e nero e alla scelta di inquadrature serrate e angolazioni insolite per creare un senso di claustrofobia e di minaccia costante.

Inoltre, la regia di Jack Arnold sfrutta sapientemente il potenziale dell’effetto sorpresa, presentando la tarantola gigante in maniera graduale e progressiva, attraverso inquadrature parziali, ombre e segni del suo passaggio.

La colonna sonora del film, curata da Herman Stein, contribuisce a creare un’atmosfera di terrore grazie all’uso di suoni distorti e di effetti sonori di animali e di strumenti musicali.

Infine, la trama del film si basa su un tema classico del genere dell’horror e della fantascienza, ovvero l’effetto nefasto dell’ingerenza dell’uomo sulla natura, che porta alla creazione di mostri e di creature mostruose.

SCEGLI UN FILM DA VEDERE

Il regista

Jack-Arnold

Il regista di “Tarantola” è stato Jack Arnold, nato nel 1916 a New Haven, nel Connecticut, e deceduto nel 1992 a Woodland Hills, in California. Arnold è stato uno dei registi più prolifici del cinema americano degli anni ’50 e ’60, noto soprattutto per le sue pellicole di fantascienza e horror.

Tra i suoi film più famosi si possono citare “La mosca della testa bianca” (1958), “Viaggio al centro della Terra” (1959), “Creature del mare” (1954) e “L’uomo che visse nel futuro” (1959). Arnold si è distinto per la sua abilità nel creare atmosfere inquietanti e di tensione, nonché per la cura dei dettagli visivi e sonori dei suoi film.

Prima di diventare regista, Arnold ha lavorato come attore, regista teatrale e documentarista. Nel corso della sua carriera, ha ricevuto numerosi riconoscimenti per il suo lavoro, tra cui il premio come miglior regista al Festival di Cannes nel 1953 per il film “From Here to Eternity”. Anche se i suoi film di fantascienza e di horror erano considerati dalla critica dell’epoca come prodotti di serie B, oggi sono considerati dei classici del genere e apprezzati per la loro originalità e la loro atmosfera inquietante.

Picture of Indiecinema

Indiecinema