35 film di vendetta da vedere

Indice dei contenuti

Il genere di film di vendetta si concentra sulla trama di un personaggio che cerca di ottenere giustizia per un torto subito, spesso ricorrendo alla violenza. Questi film mostrano il protagonista che intraprende un viaggio personale per scovare e punire i responsabili delle loro sofferenze, e il tema centrale è la lotta per la giustizia e l’empowerment. Questo genere è stato popolare per decenni e continua ad essere un soggetto ricorrente nella cultura popolare.

Il genere di film di vendetta ha radici nella tradizione del cinema d’azione e spesso si sovrappone ai generi di thriller, dramma e noir. Questi film sono spesso caratterizzati da un tono cupo e serio e da una forte componente di violenza, ma possono anche avere elementi di ironia o satira.

I film di vendetta spesso ritraggono il protagonista come un eroe che si batte contro un sistema ingiusto o contro individui che hanno commesso crimini impuniti. Il personaggio intraprende una missione personale per ottenere giustizia per se stesso o per qualcun altro, e la sua determinazione e la sua abilità nell’affrontare la violenza sono spesso al centro della trama.

film-di-vendetta

Questo genere di film è spesso associato a storie di redenzione e crescita personale, poiché il protagonista affronta i suoi demoni interiori e supera le sue paure mentre lotta per la giustizia. Il genere di film di vendetta continua ad essere popolare perché rappresenta un’esplorazione delle emozioni umane come la rabbia, la vendetta e la giustizia, e offre spesso una via d’uscita per l’audience per sfogare le proprie frustrazioni.

Il genere di film di vendetta ha avuto molte varianti e sottogeneri nel corso degli anni, che vanno dai film di arti marziali ai film di supereroi, da film di spionaggio a film di fantascienza. Ogni variante offre una prospettiva unica sul tema della vendetta e su come questa si esplica nell’azione e nella trama.

I film di vendetta hanno anche influenzato molte altre forme di media, come i fumetti, i romanzi e i videogiochi. Questo genere ha anche avuto un impatto significativo sulla cultura popolare e sulla società, poiché esplora questioni come la giustizia, la responsabilità sociale e il potere individuale. I film di vendetta rappresentano un’esplorazione profonda delle emozioni umane e dei desideri più profondi. 

La Fontana della Vergine (The Virgin Spring, 1960)

E’ un film drammatico sulla vendetta del 1960 diretto da Ingmar Bergman. Il film segue la vita di una giovane donna di nome Karin, che lotta con la malattia mentre cerca di trovare un significato nella sua vita. La trama esplora temi come la fede, la sofferenza e la ricerca di identità. Il film è stato molto acclamato per la sua regia intensa e per la sua rappresentazione introspettiva dei personaggi. La recitazione di Bibi Andersson nel ruolo di Karin è stata particolarmente lodata. Il film è considerato un classico della cinematografia svedese e uno dei film più importanti di Bergman. Ha vinto il premio per la migliore regia alla 13a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia nel 1960. Il film è stato anche selezionato per rappresentare la Svezia all’Academy Awards come miglior film straniero nel 1961. 

La trama del film si sviluppa in una remota fattoria svedese del Medioevo e segue la storia di Karin, la figlia di un pastore, che viene stuprata e uccisa da banditi mentre va a portare una candela alla chiesa. Il padre di Karin, angosciato dalla perdita della figlia, cerca vendetta contro i banditi che hanno commesso il crimine.

Il film esplora il tema della vendetta e il suo impatto sulla vita delle persone. Il padre di Karin, inizialmente spinto dalla sete di vendetta, alla fine scopre che la vendetta non è una soluzione soddisfacente per la sua perdita. Invece, trova la pace solo quando perdona i banditi e fa in modo che una fonte d’acqua sorgiva venga costruita sul luogo della morte della figlia, come segno di perdono e redenzione.

Point Blank (1967)

È un film di vendetta del 1967 diretto da John Boorman, un thriller psicologico che vede protagonista Lee Marvin come il malavitoso Walker. Durante una rapina all’interno del dipartimento della pesca della California, Walker viene crivellato di colpi da uno dei suoi compagni e abbandonato a morire nel fiume. Dopo l’intervento di un misterioso personaggio, Walker resuscita e parte alla ricerca della propria vendetta.

La trama ruota intorno alla ricerca di Walker dei due milioni di dollari che gli sono stati rubati. Egli visita una serie di personaggi, tra cui un fratello malavitoso, un gangster, una prostituta, un prete, e una moglie tormentata, sempre più avvicinandosi alla sua ricompensa. Lungo il suo viaggio, Walker incontra una serie di ostacoli che ostacolano la sua missione di vendetta, e alla fine, viene costretto a sacrificare uno dei suoi cari per avere la ricompensa.

Cane di paglia (Straw Dogs, 1971)

E’ un film di vendetta del 1971 diretto da Sam Peckinpah e interpretato da Dustin Hoffman e Susan George. Il film è un dramma violento e controverso che esplora temi come la sessualità, la violenza e la sopravvivenza.

La trama di segue la vita di un matematico americano di nome David Sumner (interpretato da Dustin Hoffman) che si trasferisce con sua moglie, Amy (interpretata da Susan George), in un villaggio rurale del Cornovaglia, in Inghilterra. David ha deciso di trasferirsi lì per lavorare in pace a un libro, ma presto scopre che la comunità locale è ostile e che gli abitanti del villaggio vedono sua moglie come un oggetto sessuale.

Mentre Amy inizia a essere molestata da un gruppo di braccianti locali, David si ritira sempre di più nella sua casa e nella sua mente. Tuttavia, quando Amy viene rapita da questi stessi braccianti, David è costretto a confrontarsi con la sua paura e a difendere la sua casa e sua moglie.

La tensione continua a crescere fino a quando non scoppia una violenta battaglia all’interno della casa di David, dove lui e Amy sono costretti a difendersi da soli contro i braccianti. La violenza e la brutalità della scena finale sono state molto criticate al momento del rilascio del film, ma sono anche state viste come un’analisi potente della natura umana e della natura violenta dell’uomo.

Il film è stato accolto con recensioni miste al momento del suo rilascio, con molti critici che lo hanno accusato di essere gratuitamente violento e sessista. Tuttavia, il film è anche stato visto come un’analisi potente della natura umana.

E’ considerato un film importante nella storia del cinema e continua a essere discusso e analizzato dai critici e dagli appassionati di tutto il mondo. Sebbene possa essere difficile da guardare a causa della sua violenza e sessualità esplicite, è anche un’opera che sfida lo spettatore a pensare e a considerare questioni difficili.

L’ultima casa a sinistra (The Last House on the Left, 1972)

E’ un film di vendetta del 1972 diretto da Wes Craven. Il film è stato scritto da Craven e la trama segue la storia di due adolescenti, Mari e Phyllis, che vengono rapite da un gruppo di criminali fuggitivi. Durante il loro sequestro, le ragazze sono sottoposte a gravi violenze fisiche e psicologiche, compresa la tortura e la violenza sessuale.

I criminali, alla fine, si nascondono nella casa di una coppia di genitori delle ragazze, ignari della loro presenza. Quando scoprono la verità sui loro ospiti, i genitori decidono di vendicarsi per la morte delle loro figlie.

La trama è piena di colpi di scena e di momenti intensi e disturbanti, e il film è stato considerato una critica sociale sulla violenza e l’impunità. Tuttavia, la rappresentazione della violenza ha suscitato molte critiche e ha portato a numerose controversie. Il film è stato acclamato come uno dei primi slasher movie e ha ispirato molti altri film nella stessa categoria.

Il giustiziere della notte (Death Wish, 1974)

È un film di vendetta, un thriller d’azione americano del 1974 diretto da Michael Winner e interpretato da Charles Bronson nei panni di un uomo che decide di farsi giustizia da solo dopo che sua moglie e sua figlia sono state brutalmente attaccate da teppisti di strada. È basato sull’omonimo romanzo del 1972 di Brian Garfield.

Il film segue Paul Kersey, un architetto e un pacifista che viene spinto al limite dopo che sua moglie è stata uccisa e sua figlia è stata violentata durante un’invasione domestica a New York City.  Inizia una guerra individuale contro il crimine, eliminando rapinatori e criminali per le strade di New York.  La sua missione cattura l’attenzione dei media e mette in subbuglio la città.

Il film è stato un successo al botteghino ed è stato elogiato per le sue sequenze d’azione. Ha anche ricevuto critiche per la sua glorificazione della violenza ed è stato controverso per la sua rappresentazione del vigilantismo. Nonostante le critiche, il film è diventato un classico di culto.

The Fury (1978)

“The Fury” è un film di vendetta del 1978 diretto da Brian De Palma e interpretato da Kirk Douglas, John Cassavetes, Amy Irving e Carrie Snodgress.

La trama del film segue Gillian, una giovane dotata di poteri paranormali, che viene rapita da un’organizzazione governativa segreta che vuole sfruttare i suoi poteri. Suo padre, Peter Sandza (interpretato da Douglas), un agente della CIA, intraprende una lotta contro il tempo per salvarla.

Il film è stato accolto positivamente dalla critica per la sua regia visivamente impressionante e per le interpretazioni degli attori, ma è stato anche criticato per la sua trama poco coerente. È considerato un classico del cinema horror fantascienza degli anni ’70.

The Driver (1978)

È un film di vendetta del 1978 diretto da Walter Hill. Il film è un thriller d’azione che segue le vicende di un pilota di fuga anonimo (interpretato da Ryan O’Neal) che viene ingaggiato da vari criminali per effettuare rapine in automobile. La polizia, rappresentata da un detective testardo (interpretato da Bruce Dern), è determinata a catturare il pilota e mettere fine alla sua attività criminale.

Il film ha ricevuto recensioni positive per la sua regia solida, l’interpretazione intensa dei suoi attori principali e la sua suspense ricca di azione. È stato elogiato per la sua rappresentazione realistica e senza fronzoli del mondo del crimine e per la sua atmosfera cupa. Il film ha anche influenzato molti film successivi nel genere.

Non violentate Jennifer (I Spit on Your Grave, 1978)

È un film horror e classico splatter diretto da Meir Zarchi. Il film segue la vendetta Jennifer Hills (Camille Keaton) mentre, dopo essere stata stuprata e torturata da quattro locali, diventa una macchina da vendetta, cercando spietatamente la propria giustizia. 

Jennifer Hills è una giovane scrittrice che viaggia in una cittadina rurale, cercando di trovare l’ispirazione per il suo ultimo lavoro. Mentre trascorre del tempo nella zona, viene stuprata da quattro uomini locali e torturata. Dopo essere riuscita a fuggire, decide di ritornare nella città e cercare la sua giustizia in prima persona, torturando e uccidendo i suoi stupratori uno per uno.

La casa sperduta nel parco (1980)

https://youtu.be/PC0QgAmE0lM

E’ un film horror-splatter del 1980 diretto da Ruggero Deodato. La storia segue due delinquenti, David e Ricky, che sono invitati a una festa in una villa fuori città. Una volta lì, incontrano un gruppo di persone benestanti che li trattano con disprezzo. Questo porta a una serie di violenze da parte di David e Ricky, che si divertono a torturare e abusare sessualmente dei loro ospiti.

La situazione diventa sempre più fuori controllo man mano che i due protagonisti diventano sempre più violenti e sadici, e il gruppo di ospiti cerca disperatamente di sfuggire alla loro furia distruttiva. Nel corso della notte, la festa si trasforma in un incubo, e i personaggi sono costretti a lottare per la loro sopravvivenza.

La trama è piena di suspense e violenza, e non mancano le scene shock che hanno reso questo film un classico del genere. Il film è stato criticato per la sua rappresentazione violenta e disturbante e per il suo messaggio sociale ambiguo. Nonostante ciò, è diventato un cult-movie nel tempo, in particolare tra gli appassionati di horror e splatter.

L’angelo della vendetta (1981)

E’ un film del 1981 diretto da Abel Ferrara. La pellicola è un film di genere vendetta. La trama segue la vita di Thana, una giovane sarta che lavora a New York. Dopo essere stata rapita e violentata due volte in un solo giorno, Thana diventa un’assassina implacabile che uccide tutti gli uomini che incontra per strada. A causa del suo mutismo, nessuno sa che Thana è responsabile delle morti, il che le permette di continuare a uccidere indisturbata.

Thana utilizza la sua abilità come sarta per creare travestimenti che le permettano di mascherare la sua identità, il che la rende sempre più audace nei suoi omicidi. Man mano che il numero di vittime aumenta, Thana comincia a sentirsi sempre più potente e al di sopra delle leggi.

Nel finale, Thana viene messa di fronte alla propria follia quando scopre che la sua ultima vittima è un uomo che aveva cercato di aiutarla. Questa scoperta la fa uscire dal suo mondo di illusioni e la costringe a confrontarsi con la realtà delle sue azioni.

Il film ha ricevuto una certa attenzione per la sua rappresentazione della violenza contro le donne e per la sua critica alla cultura maschilista della società americana degli anni ’80. Tuttavia, è stato anche criticato per la sua rappresentazione stereotipata delle donne e per la sua promozione di una visione delle donne come vittime passive che devono ricorrere alla violenza per ottenere giustizia.

Le Iene (1992) 

Diretto da Quentin Tarantino nel 1992, è un film di vendetta che segue la storia di un gruppo di criminali che organizza un colpo in una gioielleria che va terribilmente male. Il film ha ricevuto recensioni eccezionali per la trama, le performance degli attori e l’inventiva della sceneggiatura. 

La storia inizia con l’incontro tra Mr. White (Harvey Keitel), Mr. Blonde (Michael Madsen), Mr. Pink (Steve Buscemi), Mr. Orange (Tim Roth) e Mr. Brown (Quentin Tarantino) nella sala riunioni di un ufficio. I cinque criminali sono stati reclutati da Joe Cabot (Lawrence Tierney) per partecipare al colpo in una gioielleria. Si scopre che Mr. White e Mr. Orange lavorano insieme ed erano stati precedentemente coinvolti in una rapina fallita. Durante il colpo, Mr. Orange viene gravemente ferito da un poliziotto. I criminali fuggono e si rifugiano in una fabbrica abbandonata. La tensione aumenta quando si scopre che uno di loro è una spia. I criminali iniziano così a sospettare uno dei loro. Alla fine si scopre che è stato Mr. Blonde a tradirli e Mr. White lo uccide prima che possa rivelare altro. Mr. White decide che la rapina è fallita e che è meglio che tutti se ne vadano. 

Unforgiven (1992)

È un film di vendetta di genere western del 1992 diretto da Clint Eastwood, che ha anche interpretato uno dei personaggi principali. Il film è stato girato nello stato americano del Wyoming, e racconta la storia di William Munny, un ex fuorilegge vecchio e stanco che cerca di riscattare una parte del suo passato criminale. Munny si allea con due suoi compagni di viaggio per cercare di trovare e punire un giocatore che ha maltrattato una prostituta. Questo è un tema principale del film, che offre anche una riflessione sulla natura della legge, della giustizia, della violenza e della moralità.

Il film è stato accolto molto positivamente dalla critica, e si è aggiudicato l’Oscar come miglior film nel 1993. La sceneggiatura è stata scritta da David Webb Peoples, ed è stata una delle prime sceneggiature a ricevere una nomination per un Oscar. Le principali interpretazioni di Unforgiven sono state di Clint Eastwood come William Munny, Gene Hackman come Little Bill Daggett, Morgan Freeman come Ned Logan e Richard Harris come English Bob. Il film è stato diretto da Clint Eastwood ed è stato prodotto da Bob Daley e David Valdez.

The Crow (1994)

È un film di vendetta horror diretto da Alex Proyas con Brandon Lee, Ernie Hudson e Michael Wincott. Il film è basato sulla storia di un uomo morto in modo tragico che viene risvegliato da un corvo misterioso per vendicare la sua morte e il massacro della sua amata fidanzata.

Eric Draven (Brandon Lee) e Shelly Webster (Sofia Shinas) sono una coppia di fidanzati che vivono a Detroit. Una notte, la coppia viene aggredita da un gruppo di criminali che li uccide. Un anno dopo, un corvo misterioso risveglia Eric dalla morte come una sorta di angelo vendicatore per vendicare la sua morte e quella della sua amata fidanzata. Eric usa la sua forza soprannaturale per cercare di sconfiggere i criminali e riportare giustizia.

Il film ha ricevuto recensioni miste da parte della critica ma è stato un successo commerciale, incassando quasi 150 milioni di dollari a livello globale. Il film è diventato un film cult degli anni ’90 ed è diventato il film horror più redditizio del 1994. La performance di Brandon Lee come Eric Draven è stata elogiata e ha ricevuto una nomination ai Saturn Award come miglior attore protagonista.

La morte e la fanciulla (1994)

E’ un film drammatico del 1994 diretto da Roman Polanski. Il film è basato sulla pièce teatrale omonima scritta da Ariel Dorfman.

La trama del film ruota attorno a Paulina Escobar (interpretata da Sigourney Weaver), una donna che ha subito molestie da parte del regime militare cileno e che, anni dopo, riconosce la voce di un uomo che incontra per caso come quella di uno dei suoi aguzzini. Paulina rapisce l’uomo (interpretato da Ben Kingsley) e, con l’aiuto del marito (interpretato da Stuart Wilson), lo sottopone a un processo farsa per farlo confessare i suoi crimini.

Il film esplora temi come la vendetta, la giustizia, la verità e la memoria, e mette in discussione il concetto di verità e giustizia in una situazione di violenza e oppressione. Sigourney Weaver, Ben Kingsley e Stuart Wilson forniscono tutti delle performance eccezionali, rendendo il film un’esperienza intensa e coinvolgente.

The Professional (1994)

“The Professional” è un film di vendetta del 1994 diretto da Luc Besson, con Jean Reno e Natalie Portman. La trama segue un sicario solitario di nome Leon che vive a New York, che viene incaricato di uccidere la figlia di una donna in pericolo. Tuttavia, la relazione tra Leon e la giovane ragazza cresce in un legame di protezione e formazione.

Il film è stato acclamato dalla critica per la sua cinematografia e la recitazione di Reno, ma anche per la sua rappresentazione brutale e intensa della vita criminale. È stato anche un successo commerciale al botteghino.

The Winner (1996)

È un film di vendetta del 1996 diretto da Alex Cox e interpretato da Ione Skye, Vincent D’Onofrio e Keanu Reeves. La trama segue la vita di Dinky Bossetti (interpretato da Ione Skye), una giovane donna che vive in una piccola città e che sogna di diventare scrittrice. Quando incontra un misterioso sconosciuto di nome The Kid (interpretato da Keanu Reeves), la sua vita cambia per sempre. The Kid è un giocatore d’azzardo che cerca di aiutare Dinky a realizzare i suoi sogni, ma allo stesso tempo la mette in pericolo con le sue attività illegali.

L’accoglienza del film è stata generalmente negativa, con critici che hanno criticato la sceneggiatura confusa e la recitazione debole. Nonostante ciò, il film ha attirato l’attenzione per la presenza di Keanu Reeves e Vincent D’Onofrio.

Il coraggioso (1997)

E’ un film drammatico americano del 1997 diretto da Johnny Depp. Segue la storia di un nativo americano di nome Raphael (Depp) che, dopo essere stato rilasciato dalla prigione, è determinato a fare il bene con la sua famiglia e riparare le sue relazioni danneggiate. Il film ha ricevuto recensioni contrastanti, ma è stato elogiato per la sua prospettiva unica sulle lotte degli indigeni negli Stati Uniti e per il suo ritratto onesto e senza esclusione di colpi della cultura dei nativi americani.

Il film segue Raphael mentre tenta di riconnettersi con la sua famiglia e i suoi amici, affrontando anche il senso di colpa che prova per il crimine che ha commesso. Lungo la strada, scopre anche la sua vera identità, come nativo americano, e si rende conto dell’importanza della sua eredità e cultura. Il film ha ricevuto recensioni contrastanti da parte della critica, con alcuni che hanno elogiato il film per la sua prospettiva unica sulla vita dei nativi americani, mentre altri ne hanno criticato il ritmo irregolare e gli elementi melodrammatici. E’ un film sulla famiglia, la cultura e l’identità. 

Payback (1999)

È un film di vendetta del 1999 diretto da Brian Helgeland. La storia è incentrata su Porter (interpretato da Mel Gibson), un criminale che si sveglia in ospedale dopo essere stato picchiato a morte per aver rubato $70,000 ad uno dei suoi soci di gang. Determinato a recuperare la sua parte, Porter inizia una missione per far pagare tutti quelli che lo hanno tradito.

Il film è stato generalmente ben accolto dalla critica. Il regista Brian Helgeland è stato lodato per aver diretto un film di azione divertente e ben congegnato. L’interpretazione di Mel Gibson e le scenografie sono state particolarmente apprezzate. Inoltre ha guadagnato più di 100 milioni di dollari a livello globale.

The Gift (2000)

The Gift è un film del 2000 diretto da Sam Raimi e interpretato da Cate Blanchett, Keanu Reeves e Giovanni Ribisi.

La trama segue la vita di Annie Wilson (interpretata da Blanchett), una sensitiva che vive in una piccola città e che aiuta le persone a risolvere i loro problemi attraverso la sua capacità di vedere il futuro. Quando un suo vecchio amico scomparso (interpretato da Ribisi) riappare nella sua vita, Annie inizia a sospettare che ci sia qualcosa di oscuro dietro la sua scomparsa e si mette alla ricerca della verità.

Il film ha ricevuto un’accoglienza generalmente positiva da parte della critica, che ha elogiato la regia di Raimi, le prestazioni degli attori e l’atmosfera misteriosa che viene creata. Inoltre, è stato anche acclamato per il modo in cui affronta temi come la vita dopo la morte, l’amore e la vendetta.

Mr. Vendetta (2002)

E’ un film di vendetta del 2002 diretto da Park Chan-wook. È il primo film della cosiddetta “Trilogy of Vengeance” di Park, che include anche “Oldboy” e “Lady Vengeance”.

La trama di “Sympathy for Mr. Vengeance” è abbastanza intricata e si sviluppa attorno a due personaggi principali: Ryu, il giovane sordo, e Park Dong-jin, un uomo d’affari che viene rapito per ottenere i soldi necessari per il trapianto di rene della sorella di Ryu.

All’inizio del film, Ryu viene licenziato dal suo lavoro e, non avendo altre opzioni, decide di rapinare una fabbrica per ottenere i soldi necessari per il trapianto. Tuttavia, la rapina fallisce e Ryu viene arrestato. In seguito, Ryu si rivolge a un gruppo di anarchici che promettono di aiutarlo a ottenere i soldi in cambio di un favore.

Intanto, Park Dong-jin viene rapito da un gruppo di anarchici che chiedono un riscatto per la sua liberazione. La vedova di Park, cha Yeong-mi, decide di pagare il riscatto, ma quando Ryu scopre che i soldi serviranno per il trapianto di rene della sorella, decide di uccidere il rapitore per avere i soldi per la sorella.

Questo porta a una serie di eventi complessi e violenti che coinvolgono i due personaggi principali e le loro famiglie. Il film esplora temi come la moralità, la giustizia e la vendetta, e alla fine pone la domanda se sia possibile perdonare o se la vendetta sia un circolo senza fine.

Il film è stato acclamato dalla critica per la sua regia audace e l’interpretazione intensa degli attori. Ha anche ricevuto molte critiche per la sua rappresentazione violenta e disturbante della vendetta e della moralità. In generale, “Sympathy for Mr. Vengeance” è considerato un esempio di film cinematografico coreano di alta qualità e uno dei lavori più importanti di Park Chan-wook.

Il conte di Monte Cristo (2002)

È un film di vendetta del 2002 diretto da Kevin Reynolds. Il film è basato sul romanzo di Alexander Dumas del 1844, “Il Conte di Montecristo”. Segue l’avventura di un marinaio innocente, Edmond Dantes, che viene ingiustamente imprigionato e cerca vendetta contro coloro che l’hanno tradito. La storia è incentrata su una ricerca di fortuna, giustizia e amore, e una confezione da film epico.

Il film inizia con un flashback all’infanzia di Edmond, quando ancora viveva con il suo padre e la sua matrigna. Quando suo padre muore, Edmond viene accolto da uno dei suoi amici, un armatore di nome Morrel. Edmond, che ha una grande abilità come marinaio, passa i successivi anni a lavorare sulle navi di Morrel, guadagnandosi l’affetto di tutti i suoi colleghi.

Edmond torna a Marsiglia per sposare la sua fidanzata, Mercedes. Ma quando sta per arrivare alla cattedrale, viene arrestato dagli uomini del suo vecchio mentore Mondego, che ha tradito Edmond per farsi una nuova carriera. Mondego e i suoi complici hanno detto ai funzionari che Edmond era coinvolto in un complotto politico, e così è stato condannato a vivere per sempre in una prigione impenetrabile.

Oldboy (2003)

Oldboy (2003) è un film di vendetta thriller coreano diretto da Park Chan-wook. Il film è basato su una storia di vendetta, con una trama complessa ed emozionante. Il protagonista è Oh Dae-su, un uomo che viene rapito e rinchiuso per 15 anni senza sapere perché. Il film è stato un grande successo internazionale, guadagnando elogi per la sua storia appassionante, la regia visionaria e gli attori che lo interpretano. Oldboy è diventato un classico della cinematografia coreana ed ha vinto numerosi premi, tra cui il Leone d’oro alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia nel 2004.

Old Boy è un film drammatico coreano del 2003 diretto da Park Chan-wook. La storia ruota intorno a Oh Dae-su, un uomo rapito da un misterioso carceriere e tenuto in custodia per 15 anni senza motivo apparente. Durante la sua detenzione, si imbarca in un viaggio per scoprire la verità dietro la sua reclusione. Quando finalmente riesce a fuggire, inizia un’indagine per scoprire l’identità del suo rapitore e trovare un modo per ottenere vendetta. Mentre si avvicina alla verità, scopre una verità più grande e più dolorosa di quella che si aspettava. Alla fine, lui e il suo rapitore devono affrontare le conseguenze dei loro crimini e imparare ad accettare il proprio destino.

Man on Fire (2004)

Man on Fire è un film di vendetta del 2004 diretto da Tony Scott e interpretato da Denzel Washington, Christopher Walken e Dakota Fanning. Si basa sull’omonimo romanzo scritto da A.J. Quinnell. La storia segue un ex agente della CIA, John Creasy, che viene assunto per proteggere la figlia di un ricco industriale messicano. Man on Fire è un thriller d’azione intenso e coinvolgente. Il film ha ricevuto recensioni positive da parte della critica e ha incassato oltre 130 milioni di dollari a livello internazionale.

La storia segue un ex agente della CIA, John Creasy, che viene assunto per proteggere la figlia di un ricco industriale messicano. Quando la ragazza viene rapita, Creasy si lancia in una missione di vendetta e si scontra con i criminali che hanno commesso il crimine. Mentre Creasy cerca di salvare la ragazza, deve anche affrontare le proprie paure e i propri demoni. Man on Fire è un intenso thriller d’azione che offre uno sguardo sulla violenza e l’ingiustizia che pervadono la società di Città del Messico.

Lady Vengeance (2005)

Lady Vengeance (2005) è un film di vendetta coreano diretto da Park Chan-wook, una diabolica vendetta movimentata con una trama coinvolgente. Il film racconta la storia di una donna, Lee Geum-ja, che è stata imprigionata ingiustamente per un omicidio che non ha commesso. Dopo la sua liberazione, lei pianifica una vendetta letale contro il vero colpevole. La protagonista, Geum-ja, è un personaggio forte e indipendente. Attraverso la vendetta, lei cerca giustizia per se stessa e per le altre vittime. La vendetta non è una semplice rivalsa, ma un modo per superare la sua passata sofferenza. 

L’accoglienza del film Lady Vengeance è stata estremamente positiva. I critici hanno lodato l’avvincente trama, i personaggi ben caratterizzati e le intense interpretazioni. La scenografia è stata anche elogiata come una perfetta rappresentazione delle strade di Seul.

Sin City (2005)

Sin City è un film di vendetta del 2005 diretto da Frank Miller, Robert Rodriguez e Quentin Tarantino. La pellicola è basata sulle graphic novel di Frank Miller e presenta una trama intricata che si sviluppa in una città immaginaria, Basin City, popolata da personaggi inquietanti e affascinanti.

La trama principale segue la storia di un detective duro e solitario, Hartigan, che cerca di salvare una giovane ragazza, Nancy, dalle grinfie di un potente criminale. Nel frattempo, un killer muto di nome Marv cerca vendetta per la morte della sua amata Goldie. Infine, un giocatore d’azzardo di nome Dwight deve affrontare una banda di criminali che vuole prendere il controllo della città.

Il film è stato acclamato dalla critica per la sua estetica unica, che combina effetti visivi digitali con l’estetica del fumetto. La recitazione, tra cui attori del calibro di Bruce Willis, Jessica Alba, Mickey Rourke e Clive Owen, è stata descritta come eccellente. Sin City ha ricevuto recensioni positive anche per la sua trama avvincente e la sua rappresentazione visiva del noir classico. Sin City è stato acclamato come un’opera innovativa e visionaria, che ha cambiato il modo in cui le storie di fumetti sono state trasposte sul grande schermo.

Death Sentence (2007)

È un film di vendetta del 2007 diretto da James Wan e interpretato da Kevin Bacon, Garrett Hedlund e Kelly Preston. La trama si concentra su Nick Hume (Bacon), un uomo d’affari di successo e padre di famiglia che è costretto a vendicare la morte del figlio adolescente ucciso da una gang dopo una rapina. Per ottenere giustizia, Nick entra in un pericoloso gioco di gatto con un topo con la gang e segue un percorso oscuro e violento che lo porta ad affrontare i più profondi conflitti morali.

Il film è stato accolto con recensioni generalmente positive. La critica ha lodato la performance di Bacon, così come la sceneggiatura di Ian Jeffers basata sul romanzo di Brian Garfields del 1979. Il film ha ricevuto anche numerosi riconoscimenti.

The Brave One (2007)

È un film di vendetta del 2007 e un thriller psicologico diretto da Neil Jordan e interpretato da Jodie Foster. Il film segue la storia di Erica, una donna di New York che, dopo essere stata vittima di un’aggressione violenta, si sente impotente e costretta a prendere la legge nelle sue mani.

Il film inizia con Erica su un autobus, in viaggio verso la sua casa nella Grande Mela. Mentre è lì, vede una coppia discutere. Erica abbandona l’autobus, ma una volta a casa, scopre che la discussione è stata il preludio a un massacro. La moglie della coppia è stata uccisa e l’uomo è stato gravemente ferito. La tragedia lascia Erica scioccata e sconvolta. Dopo questo incidente, Erica decide di prendere la legge nelle sue mani. Si procura una pistola e inizia a percorrere la città di notte, reagendo alla brutalità con una violenza ancora maggiore. La polizia non riesce a catturarla e lei diventa una specie di eroe per la gente delle strade.

Il film è stato acclamato dalla critica per la sua ottima recitazione e la sua trama stimolante. Jodie Foster ha ricevuto molti riconoscimenti per la sua interpretazione di Erica, e il film ha vinto un premio Oscar per la migliore sceneggiatura originale. Inoltre, il film ha ottenuto un buon successo commerciale al botteghino.

Taken (2008)

È un thriller d’azione e film di vendetta del 2008 diretto da Pierre Morel. La trama è incentrata su Bryan Mills (Liam Neeson), un ex-agente della CIA che si trova a fare i conti con una serie di difficoltà dopo la rapita della figlia di otto anni, Kim (Maggie Grace). Bryan è costretto a ricorrere a tutte le sue abilità di agente segreto per salvare Kim e fermare i suoi rapitori, una banda di criminali francesi connessi ad una rete internazionale di trafficanti di esseri umani. 

Il film fu accolto positivamente dalla critica, che ha elogiato la performance di Neeson, il ritmo e l’adrenalina. È stato un successo commerciale al botteghino, portando a casa un incasso di 226 milioni di dollari in tutto il mondo. Il film ha anche generato due sequel. 

Machete (2010)

“Machete” è un film del 2010 diretto da Robert Rodriguez e Ethan Maniquis. La pellicola è un film d’azione e di commedia con un tocco di dramma che segue la storia di Machete Cortez, un ex agente federale messicano che viene ingaggiato per uccidere un senatore americano. Tuttavia, quando il suo incarico viene svelato come una trappola, Machete si trova a combattere per la sua vita contro i potenti nemici che lo hanno ingannato.

Il film è stato acclamato dalla critica per la sua sceneggiatura divertente e l’interpretazione intensa di Danny Trejo nel ruolo di Machete. Inoltre, il film è stato anche apprezzato per la sua satira sulla cultura popolare e sui temi sociali come l’immigrazione e la politica. Nel complesso, “Machete” è stato un successo commerciale e ha guadagnato una base di fan fedele. È stato seguito da due sequel, “Machete Kills” del 2013 e “Machete Kills Again… in Space” del 2018.

True Grit (2010)

È un film western americano del 2010 con una trama che riguarda la vendetta diretto da Joel ed Ethan Coen. È un remake dell’omonimo film del 1969, basato sull’omonimo romanzo del 1968 di Charles Portis. Il film è interpretato da Jeff Bridges nei panni del maresciallo americano Rooster Cogburn, Hailee Steinfeld nei panni di Mattie Ross e Matt Damon nei panni del Texas Ranger LaBoeuf.

Mattie Ross (Hailee Steinfeld) è una ragazza di quattordici anni che sta cercando l’assassino di suo padre.  Assume l’ubriaco e irascibile maresciallo americano Rooster Cogburn ( Jeff Bridges ) per aiutarla a trovare l’assassino, che è un fuggitivo.  Quando Cogburn e Mattie incontrano il Texas Ranger LaBoeuf (Matt Damon), anche lui sulle tracce dello stesso uomo, decidono di unire le forze.  Insieme, il trio si imbarca in una ricerca per rintracciare l’assassino, ma si trova rapidamente in più guai di quanto si aspettasse.

Il film è stato acclamato sia dalla critica che dal pubblico. È stato nominato per dieci Academy Awards, tra cui Miglior film, Miglior regia e Miglior sceneggiatura adattata, e ne ha vinti quattro, tra cui Miglior attrice non protagonista per Hailee Steinfeld.  Il film è stato anche un successo al botteghino, guadagnando oltre 250 milioni di dollari in tutto il mondo.

The Mechanic (2011)

È un film di vendetta del 2011 diretto da Simon West e interpretato da Jason Statham e Ben Foster. È un remake del film del 1972 “Il Mecanico”.

Arthur Bishop (Jason Statham) è un assassino a contratto con un’abilità unica per eliminare i suoi bersagli in modo discreto e infallibile. Dopo aver fallito un incarico, Bishop viene contattato dal figlio del suo mentore e amico, Harry McKenna (Donald Sutherland), che vuole vendicare la morte del padre. Bishop accetta di addestrare il giovane Steve McKenna (Ben Foster) come suo assistente, ma presto si rende conto che Steve ha motivi oscuri per voler diventare un assassino.

Il film ha ricevuto recensioni miste dalla critica, che ha lodato l’azione e la chimica tra i due attori principali, ma ha criticato la trama prevedibile e la mancanza di originalità. Tuttavia, ha incassato molto bene al botteghino e ha soddisfatto il pubblico di fan di Jason Statham.

The Equalizer (2014)

https://youtu.be/OBD5ZqCpyPA

The Equalizer è un film di vendetta del 2014 diretto da Antoine Fuqua e basato sul personaggio televisivo omonimo. Il film presenta Denzel Washington nei panni di Robert McCall, un ex-agente della CIA che conduce una vita tranquilla come commesso di un negozio di ferramenta. Tuttavia, quando una giovane prostituta viene maltrattata da un gangster russo, McCall riemerge dal suo passato per vendicarsi e proteggere la giovane.

La trama segue McCall che usa le sue abilità di combattimento e le sue conoscenze sulle tecniche di intelligence per sfidare la potente criminalità russa. Nel frattempo, si avvicina sempre di più alla giovane vittima, che gli ricorda sua figlia. McCall deve fare i conti con i suoi demoni interiori e affrontare il suo passato per portare a termine la sua missione di giustizia.

The Equalizer ha ricevuto una accoglienza positiva dal pubblico e dalla critica. Denzel Washington è stato elogiato per la sua performance come McCall, e il film è stato definito come un film d’azione avvincente con una trama solida e una caratterizzazione efficace. Inoltre, è stato apprezzato per il suo uso della violenza come mezzo per sottolineare i temi di giustizia e vendetta.

The Northman (2022)

“The Northman” è un film del 2022 diretto da Robert Eggers e interpretato da Anya Taylor-Joy, Willem Dafoe, Alexander Skarsgård e Nicole Kidman.

“The Northman” è una storia epica che segue la vita del principe vichingo Amina, interpretato da Alexander Skarsgård. Amina è un uomo forte e coraggioso che ha trascorso la sua vita navigando i mari e combattendo le battaglie della sua gente. Tuttavia, la sua vita cambia quando suo padre viene ucciso brutalmente da un potente re sassone.

Amina decide di intraprendere un viaggio verso la terra del re per vendicare la morte del padre. Durante il suo viaggio, incontra una strega, interpretata da Anya Taylor-Joy, che gli offre il suo aiuto in cambio di un favore futuro. Con il suo aiuto, Amina è in grado di scoprire una trama di tradimento e di intrighi all’interno della corte del re.

“The Northman” è stato acclamato dalla critica per la sua regia visionaria e per le sue intense performance degli attori. La pellicola ha anche attirato l’attenzione per il suo uso originale delle tradizioni e del folklore nordici, creando una storia unica e affascinante. Se sei un appassionato di film di avventure e di epoche storiche, o semplicemente sei curioso di vedere un film che combina elementi di mistero e di fantascienza, “The Northman” potrebbe essere una scelta interessante per te.

Picture of Indiecinema

Indiecinema