Guarda film indipendenti e cult selezionati

Vai oltre i film proposti dalle solite piattaforme commerciali. Guarda centinaia di film indipendenti e d'autore rari, cult e documentari introvabili selezionati da tutto il mondo.

Il Padrino Parte II

Indice dei contenuti

Il Padrino Parte II è un film thriller del 1974 diretto da Francis Ford Coppola. È il secondo capitolo della trilogia de “Il Padrino” e viene considerato uno dei più grandi film della storia del cinema. La pellicola è una combinazione di sequel e prequel, raccontando due storie parallele che si svolgono sia prima che dopo gli eventi del primo film.

La trama si sviluppa su due linee temporali. La prima è una continuazione della storia di Michael Corleone (interpretato da Al Pacino), il nuovo capo della famiglia criminale Corleone. Il film inizia con Michael che cerca di espandere l’impero familiare nella città di Las Vegas, ma affronta problemi sia con i rivali che con il tradimento dei suoi stessi alleati. Nel frattempo, deve affrontare i problemi familiari e le tensioni con sua moglie Kay (interpretata da Diane Keaton).

La seconda trama segue il giovane Vito Corleone (interpretato da Robert De Niro) negli anni ’20 a New York. Questa parte del film funge da prequel, mostrando le origini di Vito come capo mafioso e le sue prime connessioni nel mondo criminale. La storia si sviluppa attraverso flashback e mostra come Vito sia diventato il potente padrino che abbiamo conosciuto nel primo film.

Il film esplora temi come la famiglia, l’avidità, il potere e la corruzione. La sua narrazione articolata e complessa, unita alle interpretazioni superlative del cast, ha reso Il Padrino Parte II un grande successo di critica e di pubblico. È stato nominato per undici Premi Oscar, vincendone sei, tra cui Miglior Film, Miglior Regia per Coppola e Miglior Attore Non Protagonista per De Niro.

Il Padrino Parte II è ampiamente riconosciuto come un capolavoro del cinema, un film che ha ridefinito il genere dei gangster e ha stabilito nuovi standard di narrazione cinematografica. La sua combinazione di dramma, violenza e personaggi complessi lo rende ancora oggi una pietra miliare del cinema e un punto di riferimento per molte generazioni di spettatori.

VAI AI FILM DA VEDERE

Trama

Il-Padrino-ParteII

La trama de “Il Padrino Parte II” si sviluppa su due linee temporali, che si intrecciano durante il film.

La prima linea temporale si svolge negli anni ’50 e si concentra su Michael Corleone (interpretato da Al Pacino), che è diventato il nuovo capo della famiglia Corleone dopo l’assassinio di suo padre Vito. Michael cerca di ampliare il potere e l’influenza della famiglia nel mondo del gioco d’azzardo a Las Vegas. Tuttavia, si scontra con rivali che cercano di ostacolarlo, tra cui il boss mafioso Hyman Roth (interpretato da Lee Strasberg). Michael deve affrontare anche la disintegrazione del suo matrimonio con Kay e i problemi con suo fratello Fredo (interpretato da John Cazale), che sembra tradire la famiglia.

La seconda linea temporale si svolge negli anni ’20 ed è un prequel che racconta la giovinezza di Vito Corleone (interpretato da Robert De Niro). Viene mostrato come Vito, un immigrato siciliano, sia entrato nel mondo della criminalità organizzata a New York. Dopo l’omicidio della sua famiglia per mano del boss mafioso locale, Vito inizia a lavorare nel crimine per vendicarsi. Con astuzia e violenza, Vito si guadagna la fiducia e il rispetto dei suoi compagni mafiosi, diventando un potente capo criminale e guadagnandosi il soprannome di “Il Padrino”.

Le due storie si intrecciano quando Michael viene coinvolto in una serie di intrighi e tradimenti, mentre Vito cerca di consolidare la sua posizione nel mondo del crimine. Il film esplora i temi dell’avidità, del potere, della corruzione e delle dinamiche familiari complesse. Mostra anche come le azioni di Michael nel presente abbiano delle ripercussioni nel futuro e come i peccati del passato possano influenzare le generazioni successive.

La trama di “Il Padrino Parte II” è intricata e ricca di personaggi complessi e colpi di scena. Il film offre uno sguardo approfondito sulla vita criminale della famiglia Corleone e sulle conseguenze delle loro azioni, creando un’opera cinematografica di grande profondità e impatto emotivo.

Iscriviti

Personaggi del film

Il-Padrino-ParteII

“Il Padrino Parte II” presenta una ricca galleria di personaggi memorabili. Ecco alcuni dei principali:

Michael Corleone (interpretato da Al Pacino): È il protagonista del film e il nuovo capo della famiglia Corleone. Dopo aver preso il controllo dalla mano di suo padre, cerca di espandere l’influenza della famiglia, ma affronta sfide personali e professionali.

Vito Corleone (interpretato da Robert De Niro): Appare nella trama come giovane, interpretando il ruolo di capo della famiglia Corleone negli anni ’20. La sua storia mostra come sia diventato il potente padrino che abbiamo conosciuto nel primo film.

Fredo Corleone (interpretato da John Cazale): È il fratello di Michael, ma la sua lealtà alla famiglia viene messa in discussione quando sembra tradire gli interessi dei Corleone. La sua relazione con Michael è complessa e tesa.

Kay Adams-Corleone (interpretata da Diane Keaton): È la moglie di Michael. Nel film, affronta problemi conyugali e scopre la natura criminale della famiglia Corleone.

Hyman Roth (interpretato da Lee Strasberg): È un boss mafioso e rivale di Michael. Cerca di ostacolare i piani di espansione della famiglia Corleone.

Tom Hagen (interpretato da Robert Duvall): È l’avvocato di fiducia della famiglia Corleone e l’adottato figlio del padrino. Nel film, gestisce gli affari legali della famiglia e supporta Michael nelle sue decisioni.

Frank Pentangeli (interpretato da Michael V. Gazzo): È un affiliato di Michael che diventa un importante personaggio nel film. Ha un ruolo chiave nel conflitto tra Michael e i suoi rivali.

Johnny Ola (interpretato da Dominic Chianese): È un confidente di Michael che lavora per Hyman Roth. Svolge un ruolo ambiguo nel film.

Questi sono solo alcuni dei personaggi presenti nel film. “Il Padrino Parte II” è noto per la sua ricca caratterizzazione e per un ampio cast di personaggi che contribuiscono alla complessa trama della storia.

VAI AI FILM DA VEDERE

Produzione

Il-Padrino-ParteII

La produzione di “Il Padrino Parte II” è stata un processo complesso e ambizioso. Ecco alcuni punti salienti della produzione del film:

Regia e sceneggiatura: Il regista Francis Ford Coppola è tornato a dirigere il sequel, dopo il grande successo del primo film. Coppola ha anche co-sceneggiato il film insieme a Mario Puzo, l’autore del romanzo “Il Padrino”.

Casting: Il casting del film è stato fondamentale per il suo successo. Al Pacino è tornato nel ruolo di Michael Corleone, mentre Robert De Niro è stato scelto per interpretare la giovane versione di Vito Corleone. Il cast includeva anche attori come Diane Keaton, Robert Duvall, John Cazale, Lee Strasberg e molti altri.

Riprese: Le riprese del film hanno avuto luogo in diverse location, inclusi gli studi della Paramount Pictures a Hollywood e diverse città negli Stati Uniti. Alcune scene sono state girate anche in Sicilia, Italia. Le riprese sono state impegnative, considerando la complessità delle due linee temporali e la varietà di set richiesti.

Ambientazione e ricostruzione storica: “Il Padrino Parte II” si immerge nella cultura italo-americana degli anni ’20 e ’50. L’accuratezza storica e l’ambientazione realistica sono stati particolarmente curati, con un’attenzione ai dettagli delle ambientazioni, dei costumi e degli oggetti di scena.

Colonna sonora: La colonna sonora del film è stata composta da Nino Rota, che aveva già lavorato al primo film. La sua musica contribuisce a creare l’atmosfera drammatica e intensa del film.

Successo e riconoscimenti: “Il Padrino Parte II” è stato un grande successo sia di critica che di pubblico. Ha vinto numerosi premi, inclusi sei Premi Oscar, tra cui Miglior Film, Miglior Regia per Coppola e Miglior Attore Non Protagonista per De Niro.

La produzione di “Il Padrino Parte II” è stata un impegno monumentale che ha richiesto una grande maestria artistica e tecnica da parte del regista, del cast e della troupe. Il risultato finale è un film che continua a essere celebrato come uno dei capolavori del cinema.

Distribuzione e accoglienza 

La distribuzione e l’accoglienza di “Il Padrino Parte II” sono state di grande rilevanza per il film. Ecco alcuni punti chiave riguardo alla distribuzione e all’accoglienza del film:

Data di uscita: “Il Padrino Parte II” è stato distribuito negli Stati Uniti il 20 dicembre 1974.

Risposta critica: Il film è stato accolto con entusiasmo dalla critica. È stato elogiato per la sua trama complessa, la regia magistrale di Francis Ford Coppola, le interpretazioni superlative del cast e la sua profondità emotiva. Molti critici hanno considerato il film un capolavoro e un degno seguito del primo “Il Padrino”.

Successo al botteghino: Nonostante la sua durata lunga e il tono più cupo rispetto al primo film, “Il Padrino Parte II” è stato un successo commerciale. Ha incassato oltre 47 milioni di dollari al botteghino statunitense.

Premi e riconoscimenti: “Il Padrino Parte II” è stato ampiamente premiato. Ha vinto sei Premi Oscar, tra cui Miglior Film, Miglior Regia, Migliore Attore Non Protagonista per Robert De Niro e Migliore Sceneggiatura Non Originale. È stato anche candidato in altre categorie, come Miglior Attore per Al Pacino.

Significato duraturo: Nel corso degli anni, “Il Padrino Parte II” è diventato uno dei film più celebrati e influenti nella storia del cinema. È spesso citato come uno dei migliori sequel mai realizzati e uno dei migliori film di tutti i tempi.

Conservazione nel tempo: Nel 1993, “Il Padrino Parte II” è stato selezionato per la conservazione nel National Film Registry degli Stati Uniti dalla Biblioteca del Congresso, riconoscendo la sua importanza culturale, storica ed estetica.

La distribuzione di “Il Padrino Parte II” ha consolidato la sua reputazione come uno dei più grandi film mai realizzati. L’accoglienza critica e il successo al botteghino hanno contribuito a renderlo un punto di riferimento nel cinema, lodato per la sua complessità narrativa, la sua maestria tecnica e la sua rappresentazione di personaggi indimenticabili.

Stile

Lo stile di “Il Padrino Parte II” è raffinato e ricco di dettagli, contribuendo a rendere il film un capolavoro cinematografico. Ecco alcuni elementi chiave dello stile del film:

Narrazione non lineare: Una caratteristica distintiva del film è la sua struttura narrativa non lineare, che si alterna tra le due linee temporali degli anni ’50 e degli anni ’20. Questa tecnica narrativa crea un effetto di intreccio e permette al pubblico di scoprire progressivamente le connessioni tra i personaggi e le situazioni nel corso del film.

Fotografia e cinematografia: La fotografia del film, curata da Gordon Willis, è oscura e ricca di contrasti. L’uso di luci e ombre enfatizza l’atmosfera di tensione e drammaticità. Le inquadrature sono studiate con precisione, creando composizioni visivamente potenti e simboliche.

Colore e tonalità: “Il Padrino Parte II” utilizza una palette di colori desaturati e tonalità fredde per sottolineare l’aspetto cupo e malinconico della storia. Questo conferisce al film un’atmosfera distintiva e contribuisce a creare un senso di epoca e autenticità.

Dialoghi e linguaggio: I dialoghi del film sono noti per la loro profondità e intensità emotiva. Le parole vengono scelte con cura per esprimere il significato sottinteso e le sfumature dei personaggi, contribuendo a delineare le loro personalità complesse e le dinamiche familiari complicate.

Musica: La colonna sonora di Nino Rota, con la partecipazione di Carmine Coppola, sottolinea i momenti chiave del film. La musica è spesso evocativa e drammatica, accentuando le emozioni e creando una tensione crescente.

Realismo e autenticità: Il film si sforza di rappresentare con precisione la vita della mafia e la cultura italo-americana dell’epoca. Gli ambienti, i costumi e gli oggetti di scena sono studiati nel dettaglio per creare un’atmosfera realistica e autentica.

Complessivamente, lo stile di “Il Padrino Parte II” si basa sulla maestria tecnica e artistica, creando un’esperienza cinematografica coinvolgente. L’uso di una narrazione non lineare, la fotografia distintiva, i dialoghi potenti e la musica memorabile si fondono per creare un film iconico che continua ad affascinare il pubblico ancora oggi.

Temi

“Il Padrino Parte II” affronta una serie di temi complessi e profondi che contribuiscono alla sua rilevanza e durata nel tempo. Ecco alcuni dei principali temi trattati nel film:

Famiglia: Il tema della famiglia è centrale nella trama del film. Esplora i legami familiari, le dinamiche interne e le tensioni che sorgono all’interno della famiglia Corleone. Si concentra anche sul ruolo del patriarcato e delle tradizioni familiari nel contesto della malavita.

Potere e corruzione: Il film esplora la natura del potere e le conseguenze della sua ricerca. Presenta la corruzione morale che può derivare dal raggiungimento del potere e l’inevitabile compromesso che spesso accompagna il perseguimento di interessi personali.

Eredità e destino: Il tema dell’eredità è importante nel film. Sia Michael che Vito Corleone sono chiamati a confrontarsi con le scelte fatte dalle generazioni precedenti e le conseguenze che ne derivano. Il film suggerisce che il destino e l’eredità familiare siano inevitabili e che le azioni del passato influenzano profondamente il presente e il futuro.

Identità e moralità: “Il Padrino Parte II” esplora le sfide morali affrontate dai personaggi. Michael Corleone, in particolare, deve bilanciare la sua identità come capo della mafia con la sua coscienza e i suoi valori personali. Il film mette in discussione la distinzione tra il bene e il male e mostra come le circostanze e le scelte possano influenzare la moralità delle persone.

VAI AI FILM DA VEDERE

Il regista

francisfordcoppola

Il regista de “Il Padrino – Parte II” è Francis Ford Coppola, uno dei registi più rinomati e influenti nella storia del cinema. Coppola è nato il 7 aprile 1939 a Detroit, nel Michigan, ed è di origine italiana. Ha iniziato la sua carriera cinematografica negli anni ’60, lavorando inizialmente come sceneggiatore e produttore.

Coppola ha raggiunto la fama internazionale nel 1972 con la regia de “Il Padrino”, il primo capitolo della trilogia basata sul romanzo di Mario Puzo. Il film è diventato un enorme successo critico e commerciale, vincendo tre Premi Oscar, incluso quello per la Miglior Regia.

Con il successo de “Il Padrino”, Coppola ha avuto l’opportunità di dirigere il sequel, “Il Padrino – Parte II”, che è stato un enorme successo sia di critica che di pubblico, vincendo sei Premi Oscar, incluso quello per la Miglior Regia. Coppola ha dimostrato la sua abilità nel creare un film che si sviluppa su due periodi storici diversi, mantenendo al contempo la coerenza e l’emozione della storia.

La trilogia de “Il Padrino” ha solidificato il ruolo di Coppola come uno dei più grandi registi della sua generazione. Ha continuato a dirigere e produrre diversi altri film di successo, tra cui “Apocalypse Now” nel 1979, che gli ha fruttato un altro Premio Oscar per la Miglior Regia.

Francis Ford Coppola è considerato un maestro della regia per la sua capacità di raccontare storie complesse, guidare gli attori e creare atmosfere uniche attraverso la sua visione artistica. Il suo contributo al cinema è stato di grande rilievo e il suo lavoro continuerà a essere celebrato e studiato per molte generazioni a venire.

Picture of Indiecinema

Indiecinema