fbpx

I film adolescenziali da vedere

Guarda film indipendenti e cult selezionati

Vai oltre i film proposti dalle solite piattaforme commerciali. Guarda centinaia di film indipendenti e d'autore rari, cult e documentari introvabili selezionati da tutto il mondo.

Indice dei contenuti

I film adolescenziali sono un genere di film rivolto ai più giovani e agli adolescenti. Le storie sono basate sulle loro passioni, la crescita, il tentativo di adattarsi, i problemi tipici dell’età, il conflitto con i coetanei e con i più grandi, la disobbedienza tipica degli adolescenti, il conflitto con i genitori, la sofferenza o l’alienazione adolescenziale. Di solito questi argomenti generalmente importanti vengono raccontati in modo brillante e leggero. I film in questa categoria sono spesso ambientati nelle scuole superiori e nelle università, o includono personaggi in età liceale o universitaria.

I temi dei film adolescenziali

film-adolescenziali

I codici e le convenzioni dei film adolescenziali differiscono a seconda del contesto sociale del film, ma possono includere l’età della pubertà, i balli di fine anno, l’alcol, reati, il liceo, gli eventi, la verginità, la maternità adolescenziale, il conflitto sociale con i coetanei e le generazioni più anziane, l’adattamento, e la cultura pop. I codici e le convenzioni dei film adolescenziali hanno avuto origine dai film americani. Uno degli usi più diffusi delle convenzioni è l’attenzione agli stereotipi sociali. Gli stereotipi più utilizzati consistono in: l’atleta/cheerleader, il nerd, il ribelle, il Disadattato/Emarginato, il ragazzo/la ragazza della porta accanto, il ragazzo nuovo, il solitario, il fanatico della banda, il buffone della classe.

Oltre ai personaggi, ci sono molti altri codici e convenzioni del film adolescenziali. Questi film sono spesso ambientati all’interno o nei dintorni delle scuole secondarie e anche in luoghi spesso frequentati da adolescenti.  Un esempio di utilizzo di archetipi nel film adolescenziali è stato mostrato nel film del 1985, The Breakfast Club. Questi archetipi sono effettivamente diventati la maggioranza della società. L’atleta e il derelitto sociale, solo per citarne alcuni, finiscono per essere un attributo divertente e familiare per il pubblico di giovani.

VAI AI FILM DA GUARDARE

The Blob (1958)

È un film adolescenziale horror di fantascienza americano del 1958 diretto da Irvin Yeaworth e scritto da Kay Linaker e Theodore Simonson. È interpretato da Steve McQueen, nel suo primo ruolo da protagonista in un lungometraggio, e da Aneta Corsaut e ha anche come co-protagonisti Earl Rowe e Olin Howland. Il film riguarda un alieno ameboide carnivoro che precipita sulla Terra dallo spazio profondo all’interno di un meteorite, atterrando vicino alle piccole città di Phoenixville e Downingtown, in Pennsylvania. Avvolge gli esseri viventi, ingrandendo, finendo per essere più grande di un palazzo.

È il film iniziale della raccolta di film di The Blob. Quando The Blob è stato presentato per la prima volta come film di serie B in un doppio lungometraggio con I Married a Monster from Outer Space, è diventato rapidamente il momento clou. Ai mercati target è piaciuto, ma i critici cinematografici non sono stati così gentili.   Gli effetti speciali sembrano piuttosto finti e la recitazione è piuttosto terribile. 

L’assalto dei granchi giganti (1957)

È un film adolescenziale horror di fantascienza in bianco e nero americano del 1957, prodotto e diretto da Roger Corman, con Richard Garland, Pamela Duncan e Russell Johnson. Il film riguarda un gruppo di esplorazione che viene inviata in una remota isola del Pacifico per scoprire cosa è successo ai ricercatori scomparsi. L’isola è popolata da una serie di giganteschi granchi mutati dalle radiazioni che non solo hanno mangiato i partecipanti all’esplorazione iniziale, ma ne hanno assorbito le menti, e ora intendono anche ricreare la loro specie in numero più grande.  

Il film faceva parte di un’ondata di “film economici per adolescenti” lanciati per il mercato drive-in. Contenevano una storia ed uno stile creato appositamente per gli adolescenti. Le scene apocalittiche più costose e l’inondazione dell’ isola  si svolgono sempre fuori dallo schermo. Il film ha in realtà diversi concetti affascinanti, ma azioni e dialoghi abbozzati, e i mostri sono esteticamente poco attraenti.

La ragazza del gruppo (1957)

È un film di exploitation di genere noir del 1957 diretto da Roger Corman. Nel cast Susan Cabot nei panni di Sabra, una pazza che svolge un ruolo turbolento in una confraternita, con Barboura Morris nei panni di Rita, Dick Miller e June Kenney.  

Una donna ricca chiamata Sabra Tanner che si sente trascurata dalla madre, prende in giro e infastidisce i suoi compagni di scuola nonostante non capisca perché intende ferire tutte le persone intorno a lei. Quando le sue azioni portano uno dei suoi compagni di scuola al suicidio, i suoi imbrogli sociopatici hanno ripercussioni negative su di lei.  Riconoscendo di essere respinta dagli altri, Sabra si tuffa in mare per affogarsi.

VAI AI FILM DA GUARDARE

Un secchio di sangue (1959)

È un film horror commedia americano del 1959 diretto da Roger Corman. Nel cast c’è Dick Miller, protagonista nella società beatnik della West Coast della fine degli anni ’50. Il film, creato con un piano di budget di $ 50.000, è stato girato in 5 giorni e condivide anche molti criteri estetici del cinema a basso budget spesso collegati al lavoro di Corman. Il film è una commedia nera riguardante un giovane cameriere stupido in un bar bohémien che è noto come un artista quando uccide inavvertitamente il gatto della sua padrona di casa e copre il suo corpo di argilla per nascondere il cadavere. Diventa un serial killer quando è costretto a svolgere un lavoro simile con gli esseri umani.  

Il film è stato il primo di una triade di collaborazioni tra Corman e Griffith nello stile divertente, tra cui The Little Shop of Horrors e Creature from the Haunted Sea.  Corman in realtà non aveva fatto alcuno sforzo precedente nel genere commedia, sebbene le sue precedenti produzioni integrassero elementi divertenti. Il film è una satira del mondo dell’arte astratta e dei film per adolescenti degli anni Cinquanta a basso budget. Il film è stato elogiato in molti circoli come una rappresentazione veritiera dei molti aspetti della società beatnik, tra cui poesie, balli e stile di vita. La storia ha somiglianze con Mystery of the Wax Museum (1933).  Ambientando la storia nella scena Beat della California meridionale degli anni ’50, Corman produce uno stato d’animo completamente diverso dal film precedente.

GUARDA IL FILM

La donna vespa (1959)

È un film adolescenziale horror di fantascienza americano del 1959 scritto e prodotto da Roger Corman. Girato in bianco e nero, è interpretato da Susan Cabot, Anthony Eisley, Michael Mark e anche da Barboura Morris. Per aumentare la durata del film quando è stato lanciato in televisione 2 anni dopo, il regista Jack Hill ha aggiunto un nuovo inizio. La sceneggiatura di Leo Gordon ha un’interessante ambientazione urbana con tocchi di arguzia sorprendenti. La snella, rossa Susan Cabot, svolge un lavoro straordinariamente ambiguo nei panni di una donna psicologicamente instabile.  

Splendore nell’erba (1961)

È un film adolescenziale drammatico americano del 1961 prodotto e diretto da Elia Kazan, da una sceneggiatura cinematografica creata da William Inge.  Ha come protagonisti Natalie Wood e Warren Beatty, al suo esordio da attore, nei panni di due amanti della scuola secondaria, che esplorano il sesso, l’amore e la delusione amorosa.  Rub Hingle, Audrey Christie, Barbara Loden, Zohra Lampert e Joanna Roos sono inclusi nei ruoli di sostegno. Il film ha avuto successo, guadagnando $ 4 milioni, e ha ottenuto anche 2 candidature ai 34 ° Academy Awards come migliore attrice (per Wood) e come miglior sceneggiatura originale, vincendo quest’ultima. Si tratta di un dramma sociale feroce e onesto, con Warren Beatty nel ruolo di un ragazzo la cui stanchezza psicologica e la perdita sono il profondo pathos del film. Natalie Wood ha una personalità che la porta a grandi entusiasmi e improvvise depressioni, e i suoi occhi, nell’ultima scena, rivelano l’importanza etica e psicologica di questo film. 

Vacanze sulla spiaggia (1963)

È un film adolescenziale americano del 1963 e anche il primo di 7 film sulla celebrazione della spiaggia destinati a un pubblico di adolescenti. Frankie e Dolores sono 2 giovani fidanzati che si dirigono verso la costa, e Frankie pensa che sia una fuga affascinante. Insoddisfatta e riluttante a stare da sola con Frankie, Dolores accoglie molti degli amici della coppia a rimanere nella casa costiera con loro. Frankie è estremamente turbato nel trovare altre persone nella casa sulla spiaggia e si sente anche tradito dal fatto che Dolores lo abbia informato male. Un antropologo, il professor Robert Orville Sutwell, rimane nella casa sulla spiaggia, esaminando di nascosto le giornate selvagge degli adolescenti della California meridionale che frequentano la costa e parlano in uno strano gergo.

Il laureato (1967)

È una commedia drammatica americana del 1967 diretta da Mike Nichols e scritta da Buck Henry e Calder Willingham, basata sull’omonima storia del 1963 di Charles Webb, che la creò poco dopo aver finito il college. Il film racconta la storia del 21enne Benjamin Braddock (Dustin Hoffman), un laureato senza alcun obiettivo nella vita, che è attratto da una donna più anziana, la signora Robinson (Anne Bancroft), ma poi soccombe a  sua figlia Elaine (Katharine Ross). 

Il film è stato un successo commerciale e di critica, guadagnando $ 104,9 milioni in tutto il mondo, diventando così il film con il maggior incasso del 1967. Ha ottenuto 7 candidature ai 40esimi Academy Awards tra cui Miglior film e ha vinto anche come Miglior regista. Attualmente è classificato tra i migliori film americani di sempre. 

La collezionista (1967) 

È un film adolescenziale e commedia drammatica francese del 1967 diretta da Éric Rohmer. Terza parte nella sua raccolta Six Moral Tales, è il suo primo film a colori. Ambientato sulla costa meridionale della Francia ad agosto, descrive le mutevoli relazioni tra 4 personaggi molto diversi che, come nei fumetti di Marivaux, giocano con l”amore e  con le sue possibilità. La ragazza, che attrae 2 degli uomini e resiste al 3°, viene chiamata collezionista. Il film ha vinto l’Orso d’argento straordinario premio della giuria al 17° Festival internazionale del cinema di Berlino. Di solito è considerato tra i migliori film di Rohmer ed è tra i film più importanti del 20° secolo. 

Easy Rider (1969)

È un film drammatico on the road indipendente americano del 1969 scritto da Peter Fonda, Dennis Hopper e Terry Southern, prodotto da Fonda e diretto da Hopper. Fonda e Hopper interpretano due motociclisti che fanno un viaggio nel sud-ovest americano e nel sud, trascinandosi dietro i profitti di un affare di droga. Il successo di Easy Rider ha contribuito a innescare il periodo del cinema della New Hollywood nei primi anni ’70. Un film di controcultura, nonché un film di culto per una generazione che ha formato l’immaginario di milioni di persone, Easy Rider scopre il panorama sociale, i problemi e la tensione degli adolescenti negli Stati Uniti negli anni ’60,  con l’ondata del movimento hippie, l’abuso di droghe e il modo di vivere fuori dagli schemi. Veri stupefacenti sono stati usati due te le riprese, cannabis e altro.

Easy Rider ha guadagnato 60 milioni di dollari a livello globale da un piano di budget non superiore a 400.000 dollari. I critici cinematografici hanno elogiato le prestazioni, il montaggio, la colonna sonora e le immagini. Ha ottenuto 2 Oscar per la migliore sceneggiatura originale e anche per il miglior attore non protagonista (Jack Nicholson).

Il ginocchio di Claire (1970)

È un film adolescenziale drammatico francese del 1970 diretto da Éric Rohmer.  È il quinto film della raccolta dei Sei racconti morali. Il film ha ottenuto il premio Louis Delluc per il miglior film francese dell’anno, il Prix Méliès del 1971 e il Grand Prix al San Sebastián International Film Festival. È stato nominato miglior film dalla National Society of Film Critics e anche miglior film straniero dal National Board of Review.  È stato scelto per il miglior film in lingua straniera ai Golden Globe Awards. È stato un grande successo internazionale. Il film è uno studio di ricerca unico sul desiderio ed i sentimenti amorosi, un vero gioiello.

Quell’estate del ’42 (1971)

È un film adolescenziale americano del 1971 basato sulle memorie dello sceneggiatore Herman “Hermie” Raucher.  Racconta la storia di come Raucher, nella sua adolescenza durante il suo viaggio della stagione estiva del 1942 a Nantucket Island, al largo della costa di Cape Cod, vive un amore con una ragazza, Dorothy, il cui compagno è andato a combattere nella seconda guerra mondiale.

Il film è stato diretto da Robert Mulligan, con Gary Grimes nei panni di Hermie, Jerry Houser nei panni del suo amico Oscy, Oliver Conant nei panni del loro giovane amico Benjie, e Jennifer O’Neill.  Nel sostenere i doveri, Katherine Allentuck e Christopher Norris sono un gruppo di donne che Hermie Oscy cerca di sedurre. 

Il romanzo di Raucher tratto dalla sua sceneggiatura del film con lo stesso nome è stato pubblicato prima del lancio del film ed è diventato un bestseller travolgente, al punto che il pubblico ha dimenticato il fatto che il libro era basato sul film e non viceversa. Una descrizione della società pop degli anni ’70, il romanzo è andato fuori stampa ed è scivolato nell’oscurità nei due anni successivi fino a quando un adattamento di Broadway nel 2001 lo ha riportato alla luce. Il film è stato seguito da un seguito, Class of ’44, anch’esso creato da Raucher, con le protagoniste Grimes, Houser e Conant che hanno ripetuto i loro ruoli.

Class of ’44 (1973)

È un film adolescenziale e commedia americano del 1973 basato sulle memorie dello sceneggiatore Herman Raucher.  Diretto da Paul Bogart, è strutturato come un seguito del film del 1971 Summer of ’42 che ha raccontato gli eventi nella prima parte delle memorie di Raucher.

Il film è uno spaccato di vita che ritrae il primo anno di università di Herman Raucher (Gary Grimes), dove ama Julie (Deborah Winters) sotto l’oscurità del rischio crescente della seconda guerra mondiale. Jerry Houser e Oliver Conant ripetono i loro ruoli come Oscar “Oscy” Seltzer e anche Benjy, entrambi membri della cerchia di amici di Raucher, “The Terrible Trio”.

VAI AI FILM DA GUARDARE

American Graffiti (1973)

È un film adolescenziale e commedia di formazione del 1973 diretto da George Lucas, prodotta da Francis Ford Coppola e interpretata anche da Richard Dreyfuss, Ron Howard,  Paul Le Mat, Harrison Ford, Charles Martin Smith, Cindy Williams, Candy Clark, Mackenzie Phillips, Bo Hopkins, e Wolfman Jack. Nel film compaiono anche Suzanne Somers, Kathleen Quinlan, Debralee Scott e Joe Spano. Il film è il primo vero film creato dalla Lucasfilm, azienda di George Lucas.

Ambientato a Modesto, in California, nel 1962, il film è un racconto della società di quegli anni e del primissimo rock ‘n’ roll.  Attraverso una raccolta di situazioni, racconta la storia di un gruppo di giovani e anche le loro avventure durante una serata. Mentre Lucas lavorava al suo primo film, THX 1138, Coppola gli ha chiesto di scrivere un film di formazione.  La genesi di American Graffiti è avvenuta a Modesto nei primissimi anni ’60, durante l’adolescenza di Lucas. Non è riuscito a presentare l’idea ai produttori, ma ha trovato supporto presso la Universal Pictures dopo che ogni altro importante studio cinematografico lo ha rifiutato.  Inizialmente era previsto che le riprese si svolgessero a San Rafael, in California, ma al team di produzione è stata rifiutata l’autorizzazione a girare oltre il secondo giorno. Pertanto, la produzione è stata trasferita a Petaluma.

Il film ha ottenuto elogi dalla critica ed è stato anche selezionato per l’Oscar per il miglior film. Creato con un piano di budget di $ 777.000, si è trasformato in uno dei film più redditizi di sempre. Dal suo lancio preliminare, American Graffiti ha effettivamente guadagnato un profitto approssimativo di oltre $ 200 milioni in vendite al botteghino e home video.

Non aprite quella porta (1974)

È un film adolescenziale horror americano del 1974 scritto e diretto da Tobe Hooper da un racconto e da una sceneggiatura di Hooper e Kim Henkel. È interpretato da Marilyn Burns, Paul A. Partain, Edwin Neal, Jim Siedow e Gunnar Hansen. Il film segue un gruppo di amici che si imbattono in una famiglia di cannibali mentre si recano in una vecchia fattoria. Il film è stato commercializzato come basato su occasioni reali per attirare un pubblico più ampio e per funzionare come una metafora sulla politica del periodo. Il personaggio di Leatherface e le informazioni della storia sono state ispirate dai crimini dell’assassino Ed Gein. È il film iniziale del franchising Texas Chainsaw Massacre. Hooper ha realizzato il film con meno di $ 140.000 e ha anche utilizzato attori sconosciuti del Texas, dove il film è stato girato. Il piano di budget minimo ha costretto Hooper a filmare per molte ore 7 giorni alla settimana, per assicurarsi che potesse finire il più rapidamente possibile e anche per ridurre al minimo le spese di noleggio delle attrezzature. A causa del materiale violento del film, Hooper ha avuto difficoltà a trovare un distributore.  

Il film è stato bandito in numerosi paesi e innumerevoli cinema hanno smesso di programmare il film per la sua violenza.  Anche se inizialmente ha avuto recensioni negative dai critici cinematografici, ha avuto un enorme successo, guadagnando oltre $ 30 milioni, paragonabile a circa $ 150,8 milioni dal 2019, vendendo oltre 16,5 milioni di biglietti nel 1974. Ha ottenuto considerazione come uno dei film horror migliori. Il risultato è stato un franchising che ha portato avanti la storia di Leatherface e della sua famiglia con sequel, un remake, fumetti e giochi per computer.

Black Christmas (1974)

È un film slasher canadese del 1974 scritto e diretto anche da Bob Clark.  Nel cast Olivia Hussey, Keir Dullea, Margot Kidder, Andrea Martin, Lynne Griffin e John Saxon. La storia segue un gruppo di fratelli che ricevono una chiamata pericolosa e vengono rintracciati e uccisi da un serial killer durante il periodo natalizio. Ispirato da una serie di omicidi avvenuti nella zona di Westmount a Montreal, in Quebec, Moore ha scritto la sceneggiatura del film dal titolo Stop Me. I produttori hanno apportato varie modifiche alla sceneggiatura, in gran parte il passaggio a una struttura universitaria con personaggi giovani. È stato girato a Toronto nel 1974 con un budget di $ 686.000.

Al suo lancio, Black Christmas ha ricevuto recensioni contrastanti, ma ha ricevuto un’importante rivalutazione, con i cronisti del cinema che lo hanno notato per essere uno dei primi film slasher. È anche citato per il suo impatto su Halloween (1978) di John Carpenter. Oltre a diventare un cult, un romanzo composto da Lee Hays è stato pubblicato nel 1976. È il primo film della serie Black Christmas, seguito da 2 remake nel 2006 e da  2019. Il film ha ottenuto un riconoscimento retroattivo ed è stato anche considerato uno dei migliori film horror mai realizzati.

Carrie (1976) 

È un film adolescenziale horror soprannaturale americano del 1976 diretto da Brian De Palma da una sceneggiatura cinematografica creata da Lawrence D. Cohen, adattata dall’omonima storia epistolare di Stephen King del 1974. Il film è interpretato da Sissy Spacek nei panni di Carrie White, una timida sedicenne che viene continuamente bullizzata e molestata al college. Il film include anche Piper Laurie, Amy Irving, Nancy Allen, William Katt, P. J. Soles, Betty Buckley e John Travolta nei ruoli di supporto. De Palma è rimasto affascinato dalla storia ed ha realizzato un film di genere con molti elementi commerciali che ha il linguaggio sofisticato del cinema d’essai. 

De Palma realizza un film di rara sensibilità, dimostrando ancora una volta che si può unire appeal commerciale e linguaggio sofisticato. Rallenty stupendi e una capacità di descrivere atmosfere e sentimenti interiori con le immagini fuori dal comune. Uno dei film in cui il genere adolescenziale si incontra con l’opera d’arte. Lanciato nelle sale il 3 novembre 1976 Carrie ha guadagnato oltre $ 33,8 milioni rispetto al suo piano di spesa di $ 1,8 milioni. Ha ottenuto 2 elezioni ai 49esimi Academy Awards: Miglior Attrice (per Spacek) e Miglior Attrice Non Protagonista (per Laurie). I critici cinematografici e gli spettatori lo menzionano tra i migliori film basati sui romanzi di King.

Halloween (1978)

È un film adolescenziale horror slasher indipendente americano del 1978 diretto da John Carpenter, scritto in collaborazione con il produttore Debra Hill, con Jamie Lee Curtis e Donald Pleasence, P. J. Soles e Nancy Loomis. La storia racconta di un malato di mente assassino, Michael Myers, che è stato chiuso in un sanatorio per aver ucciso la sua sorellina adolescente la sera di Halloween quando aveva 6 anni. Quindici anni dopo, scappa e torna nella sua città natale, dove rintraccia una ragazza e le sue amiche mentre è ricercato dal suo psicoanalista.  Le riprese aono avvenuta nel sud della California nel maggio 1978. Il film è stato presentato in anteprima in ottobre, e ha incassato 70 milioni di dollari, trasformandosi in uno dei film indipendenti più redditizi della storia del cinema.  Ampiamente applaudito per la regia e la musica di Carpenter, molti critici citano il film come l’inizio di una lunga serie di film slasher ispirati ​​da Psycho (1960) di Alfred Hitchcock e Black Christmas (1974) di Bob Clark.  È considerato tra i film horror migliori e più importanti mai realizzati.  

GUARDA IL FILM

Un mercoledì da Leoni (1978)

È un film di formazione americano del 1978 diretto da John Milius. Scritto da Milius e Dennis Aaberg, è liberamente basato sulle loro esperienze personali a Malibu, in California. Il film è interpretato da Jan-Michael Vincent, William Katt e Gary Busey nei panni di ragazzi californiani che incontrano la vita e la guerra del Vietnam mentre crescono. Cresciuto nel sud della California, Milius ha realizzato il film come tributo al momento in cui ha vissuto a Malibu durante i suoi anni giovanili. Spielberg disse che il film sarebbe stato molto probabilmente un successo, e che somigliava a “American Graffiti incontra Lo squalo”, due dei film più visti di quegli anni.

Animal House (1978)

È un film adolescenziale divertente americano del 1978 diretto da John Landis e scritto da Harold Ramis, Douglas Kenney e Chris Miller. Nel cast John Belushi, Peter Riegert, Tim Matheson, John Vernon, Verna Bloom, Thomas Hulce, Stephen Furst e Donald Sutherland. Il film ha a che fare con un gruppo di adolescenti che crea problemi e mettono alla prova l’autorità del preside dell’immaginario Faber College. Il film è stato influenzato dai racconti scritti da Miller, basati sull’esperienza di Ramis alla Washington University di St. Louis, sulle esperienze di Miller al Dartmouth College nel New Hampshire e del produttore del film Reitman alla McMaster University di Hamilton, Ontario.

Tra gli attori principali, solo il 28enne Belushi era una celebrità ben consolidata, ma anche lui non si era ancora presentato in un film, avendo effettivamente acquisito popolarità come primo attore partecipante al Saturday Night Live. Molte delle star che sono state scelte come studenti universitari, tra cui Hulce, Karen Allen e Kevin Bacon, stavano iniziando le loro carriere cinematografiche. Matheson, anch’egli scelto come allievo, era un attore professionista, essendo apparso in film e in televisione all’età di 13 anni.

I guerrieri della notte (1979)

È un film thriller di azione americano del 1979 diretto da Walter Hill. Basato sull’omonimo libro di Sol Yurick del 1965, è stato lanciato negli Stati Uniti nel febbraio 1979. Il film racconta di una banda di strada di New York City che deve fare un viaggio di 48 chilometri, dall’estremità nord  del Bronx nel loro territorio a Coney Island, nel sud di Brooklyn, dopo essere stati accusati dell’omicidio di un capobanda.  

Dopo i crimini e la violenza, la Paramount ha interrotto la sua campagna di marketing e ha scoraggiato i proprietari di sale cinematografiche a mostrare il film.  Nonostante il suo primo effetto negativo, il film è diventato un film di culto ed è stato rivalutato dai critici del cinema. Il film ha ispirato giochi per computer e una raccolta di fumetti.

The Slumber Party Massacre (1982)

È un film adolescenziale slasher americano del 1982 diretto da Amy Holden Jones e scritto da Rita Mae Brown. È la parte iniziale nella trilogia di Slumber Party Massacre, con gli attori Michelle Michaels, Robin Stille e Michael Villella. Il film segue un ragazzo della scuola secondaria che raccoglie i suoi amici per un pigiama party, ignaro del fatto che un serial killer col trapano elettrico si aggira nella zona. Il film è stato originariamente scritto da Brown come apologia della categoria slasher, ma è stato promosso piuttosto come un semplice film spaventoso.

Il film ha guadagnato 3,6 milioni di dollari al botteghino con un piano di spesa di 220.000 dollari e ha ricevuto valutazioni differenti dai critici. Dopo il lancio è diventato un famoso film di culto.  Seguono due serie consecutive, Slumber Party Massacre II e Slumber Party Massacre III, nel 1987 e nel 1990, con un quarto film che seguirà nel 2021.  

Pauline alla spiaggia (1983)

È un film adolescenziale romantico francese del 1983 diretto da Éric Rohmer.  Il film è interpretato da Amanda Langlet, Arielle Dombasle, Pascal Greggory e Féodor Atkine. Quando è stato lanciato per la prima volta, il film ha avuto buone recensioni. Il film è divertente e frizzante e conquistò nuovi ammiratori del cinema di Rohmer, un pubblico di film d’essai più sofisticati. Il film integra immagini, linguaggio, azioni, leggerezza e fluidità narrativa per produrre un tipo di cinema che nessun altro aveva mai visto prima. 

The Breakfast Club (1985) 

È un film adolescenziale e commedia americana del 1985 scritta, prodotta e diretta da John Hughes. Nel cast Emilio Estevez, Paul Gleason, Anthony Michael Hall, Judd Nelson, Molly Ringwald e Ally Sheedy. Il film racconta la storia di 5 adolescenti provenienti da varie classi delle scuole superiori contrastati del loro tirannico vicepreside. Film ben interpretato ma con una storia piuttosto prevedibile, riguarda il mondo giovani e il loro modo di comunicare. Hughes ha una straordinaria propensione a collegare le sensazioni dei giovani con i suoi attori fenomenali, che trascorrono molto del loro tempo a parlare piuttosto che a ballare o agire, con una sincerità che è inaspettata in un mare di film a tema adolescenziale troppo spesso comuni.

VAI AI FILM DA GUARDARE

WarGames (1983)

È un film adolescenziale e thriller di fantascienza americano del 1983 diretto da John Badham. Il film, interpretato da Matthew Broderick, Dabney Coleman, John Wood e Ally Sheedy, segue David Lightman (Broderick), un giovane cyberpunk che accede inconsapevolmente a un supercomputer dell’esercito degli Stati Uniti impostato per replicare, prevedere e implementare una guerra nucleare contro  l’Unione Sovietica.  WarGames è stato un successo commerciale, guadagnando $ 125 milioni a livello globale contro un piano di budget di $ 12 milioni. Il film è stato scelto per 3 Academy Awards. Si tratta di un thriller divertente con un finale sorprendente.

Sixteen Candles (1984) 

È un film divertente adolescenziale di formazione del 1984 con Molly Ringwald, Michael Schoeffling e Anthony Michael Hall. Creato e diretto da John Hughes nel suo lancio alla regia, è stato il primo di una serie di film che Hughes avrebbe diretto sulla vita adolescenziale. Il film è stato un successo in biglietteria, guadagnando $ 23,6 milioni contro un piano di budget di $ 6,5 milioni, oltre a far guadagnare popolarità a Ringwald. Il centro del film si concentra su incidenti automobilistici e distruzione rivelando tutte quelle sfaccettature degli adolescenti americani della classe media che qualcuno potrebbe non voler ricordare. 

La storia infinita (1984)

È un film adolescenziale fantasy del 1984 co-scritto e diretto da Wolfgang Petersen, e basato sul romanzo The Neverending Story del 1979 di Michael Ende. È interpretato da Noah Hathaway, Barret Oliver, Tami Stronach, Patricia Hayes, Sydney Bromley, Gerald McRaney e Moses Gunn, con Alan Oppenheimer che ha dato la voce a Falkor e Gmork. Racconta di un bambino che trova un’affascinante libro che racconta di un giovane guerriero a cui viene offerto il compito di sconfiggere il Nulla, un’oscura entità, che vuole inghiottire il mondo paradisiaco di Fantasia. Al momento del suo lancio, era uno dei film più costosi prodotti al di fuori degli Stati Uniti o dell’Unione Sovietica. Era il film iniziale della serie di film La storia infinita. 

Nightmare (1984)

È un film adolescenziale slasher americano del 1984 scritto e diretto da Wes Craven e prodotto da Robert Shaye.  È il film iniziale nel business del franchise di A Nightmare on Elm Street, con gli attori Heather Langenkamp, ​​John Saxon, Ronee Blakley, Robert Englund nei panni di Freddy Krueger, e Johnny Depp nel suo lancio nel mondo del cinema.  Craven ha realizzato A Nightmare on Elm Street con un budget di 1,1 milioni di dollari. Il film è stato lanciato il 9 novembre 1984 e ha incassato 57 milioni di dollari in tutto il mondo. A Nightmare on Elm Street è stato accolto da critiche positive ed è considerato uno dei migliori film horror mai realizzati, generando un business in franchising che include 6 seguiti, una serie televisiva, diversi altri prodotti e un remake con lo stesso identico nome. 

Ritorno al futuro (1985)

È un film adolescenziale di fantascienza americano del 1985 diretto da Robert Zemeckis e scritto da Zemeckis e Bob Gale. Nel cast Michael J. Fox, Christopher Lloyd, Lea Thompson, Crispin Glover e Thomas F. Wilson. Ambientato nel 1985, il racconto si concentra su Marty McFly (Fox), un adolescente tornato inavvertitamente nel 1955 in un’auto DeLorean che viaggia nel tempo inventata dal suo eccentrico amico scienziato Emmett “Doc” Brown (Lloyd). Nel passato, Marty evita involontariamente che i suoi futuri genitori si innamorino, mettendo in pericolo la sua esistenza, ed è costretto a riparare i suoi danni e farli incontrare e a tornare al futuro.

Wind e Zemeckis hanno sviluppato l’idea di Ritorno al futuro nel 1980. Erano senza speranza dopo vari fallimenti commerciali, ed il lavoro è stato rifiutato più di 40 volte da numerosi studi e case di produzione. Un accordo è arrivato dalla Universal Pictures e Fox era il primo classificato a rappresentare Marty, ma era inaccessibile;  Eric Stoltz è stato scelto al suo posto. Subito dopo l’inizio delle riprese sul set nel novembre 1984, Zemeckis ha capito che Stoltz era sbagliato per il ruolo e ha fatto i modifiche necessarie per lavorare con Fox, spendendo 4 milioni di dollari in più.

Ritorno al futuro è stato un successo commerciale enorme, guadagnando 381,1 milioni di dollari per diventare il film di maggior incasso del 1985 in tutto il mondo.  I critici hanno applaudito la storia, le scene divertenti e anche gli attori, in particolare Fox, Lloyd, Thompson e Glover. Il film ha ottenuto numerosi premi e ha anche vinto un Academy Award, 3 Saturn Awards e un Hugo Award.  Anche la sua canzone originale, “The Power of Love” di Huey Lewis e The News, è stata un successo.

Una pazza giornata di vacanza (1986)

È un film adolescenziale commedia americano del 1986 scritto, coprodotto e diretto da John Hughes.  Il film è interpretato da Matthew Broderick, Mia Sara e Alan Ruck con ruoli di sostegno di Jennifer Grey, Jeffrey Jones, Cindy Pickett, Edie McClurg e Lyman Ward.  Racconta la storia di un ragazzo del liceo che evita il college con il suo amico e anche la sua compagna per un giorno a Chicago e descrivere i suoi metodi e le sue idee interiori. Hughes ha scritto la sceneggiatura del film in meno di una settimana. Il film era la lettera d’amore di Hughes a Chicago: “Volevo davvero filmare quanto più possibile di Chicago. Non solo nel design e anche nel paesaggio, ma nello spirito”.

Il film è diventato il decimo film con il maggior incasso del 1986 negli Stati Uniti, guadagnando 70 milioni di dollari su un piano di budget di 5 milioni di dollari.  Il film ha ottenuto riconoscimenti dai mercati di riferimento e dai critici cinematografici che hanno elogiato l’interpretazione di Broderick.

L’amico della mia amica (1987) 

È un film adolescenziale e commedia drammatica francese del 1987 scritto e diretto da Éric Rohmer.  Il film è interpretato da Emmanuelle Chaulet, Sophie Renoir, Anne-Laure Meury, François-Éric Gendron e Éric Viellard. Il titolo suggerisce l’amico (uomo) della mia amica (donna), o forse l’amante del mio partner: rispecchia il detto popolare “L’amico del mio amico è mio amico”. Il film ha ottenuto recensioni favorevoli. Il film è pieno di emozioni inaspettate e Rohmer sa esattamente quello che sta facendo qui: desidera osservare le azioni quotidiane di un nuovo tipo di individui francese, i giovani professionisti. È un film leggero, superficiale, e per questo anche assolutamente incantevole.

Totally Fucked ed Up (1993) 

È un film adolescenziale drammatico americano del 1993 scritto e diretto da Gregg Araki. È la prima parte della trilogia Teenage Apocalypse di Araki, una serie di film influente nella categoria New Queer Cinema. Il film racconta le vite inutili di 6 adolescenti gay che sono diventati come una famiglia e combattono per essere d’accordo tra loro e con la vita di fronte ad ostacoli significativi. Araki lo ha classificato come “un racconto disordinato dell’underground adolescente frocio e lesbica, una specie di incrocio tra un cinema sperimentale e un film queer di John Hughes”.  È stato presentato in anteprima al Sundance Film Festival del 1993. 

The Doom Generation (1995)

È un film adolescenziale, thriller con elementi caratteristici della commedia nera del 1995 scritto e diretto da Gregg Araki. Il film segue 2 amanti adolescenti in difficoltà, Amy Blue (Rose McGowan) e Jordan White (James Duval), che incontrano un giovane vagabondo di bell’aspetto chiamato Xavier Red (Johnathon Schaech). Dopo che Xavier ha ucciso per errore un commesso di un negozio, la triade inizia un viaggio pieno di sesso, violenza e individui del passato di Amy. Presentato come “Un film eterosessuale di Gregg Araki”, The Doom Generation è il secondo film della trilogia del regista chiamata Teenage Apocalypse, il primo è stato Totally Fucked Up (1993) e l’ultimo Nowhere (1997). I personaggi di Amy Blue e Jordan White sono basate sul cartone animato di Mark Beyer “Amy and also Jordan”.

The Doom Generation è stato il lancio alla regia di Araki. È stato girato durante la notte per tutto il gennaio 1994 a Los Angeles con un budget di $ 800.000. Il piano di budget ha permesso ad Araki di lavorare con personale specializzato, rendendolo il primo dei suoi film non girato da solo. Il film è stato presentato in anteprima al Sundance Film Festival il 26 gennaio 1995.  Ha ottenuto recensioni contrastanti dai critici cinematografici. Al San Francisco International Film Festival, il film ha ottenuto molti apprezzamenti per essere un film innovativo. Il film è stato un fallimento economico.  McGowan è stato scelto per la migliore interpretazione d’esordio all’11° Independent Spirit Awards.

Un ragazzo, tre ragazze (1996)

È un film adolescenziale e commedia drammatica francese del 1996 scritta e diretta anche da Éric Rohmer. È il terzo film della sua serie Contes des quatre saisons. Gli attori di sono Amanda Langlet, Melvil Poupaud, Aurélia Nolin e Gwenaëlle Simon. La storia è liberamente basata sulle esperienze di Rohmer come studente di cinema quando era giovane e sulle sue diverse relazioni. Il film è stato mostrato nella sezione Un Certain Regard al Festival di Cannes del 1996.

Ecstasy Generation (1997)

È un film adolescenziale drammatico americano del 1997 scritto e diretto anche da Gregg Araki. Il film segue una giornata nella vita di un gruppo di studenti universitari di Los Angeles e le vite insolite che conducono. È interpretato da un cast guidato da James Duval e Rachel True.

Il film è il sesto totale e anche il terzo di Araki nella sua trilogia di film Teenage Apocalypse, preceduto da Totally Fucked Up (1993) e The Doom Generation (1995).  Come i vari altri film della trilogia, ha scene di violenza fisica e di sesso. Il film è interpretato da numerosi attori che sarebbero diventati famosi successivamente, tra cui Ryan Phillippe, Mena Suvari, Kathleen Robertson e Denise Richards. Poco apprezzato all’uscita, Il film, negli anni successivi, ha avuto uno status di culto e la sua reputazione tra i critici è effettivamente migliorata.

VAI AI FILM DA GUARDARE

Donnie Darko (2001)

È un film adolescenziale di fantascienza americano del 2001 scritto e diretto da Richard Kelly e prodotto da Flower Films.  Nel cast Jake Gyllenhaal, Jena Malone, Maggie Gyllenhaal, Drew Barrymore, Mary McDonnell, Katharine Ross, Patrick Swayze, Noah Wyle, Stu Stone, Daveigh Chase, James Duval e Seth Rogen.  Ambientato nell’ottobre 1988, il film segue Donnie Darko, un giovane psicologicamente in difficoltà che riesce accidentalmente a superare uno strano incidente a causa del sonnambulismo. Ha visioni di Frank, un essere vestito da coniglio che lo informa che il mondo finirà in poco più di 28 giorni. 

Quando Kelly finì la scuola di cinema e iniziò anche a scrivere sceneggiature, lo sviluppo iniziò alla fine del 1997. Prese un’idea di un motore a reazione che era caduto su una casa e costruì la storia attorno ad esso. Kelly ha chiesto lui stesso di dirigere il film e ha lottato per realizzare il progetto fino al 2000, quando la Flower Films di Barrymore ha accettato di produrlo con un piano di spesa di 4,5 milioni di dollari. Le riprese sono durate 28 giorni nell’estate del 2000, principalmente in California.  La colonna sonora include una cover di “Mad World” dei Tears for Fears degli artisti americani Gary Jules e Michael Andrews. 

WALL-E (2008)

È un film adolescenziale di fantascienza animato al computer americano del 2008 prodotto generato da Pixar Animation Studios e lanciato da Walt Disney Pictures.  È stato diretto e co-scritto da Andrew Stanton.  Nel cast le voci di Ben Burtt, Elissa Knight, Jeff Garlin, John Ratzenberger, Kathy Najimy, con Sigourney Weaver e Fred Willard.  WALL-E racconta di uno strano robot su una Terra futura, invivibile, deserta nel 2805, incaricato di riordinare la spazzatura. Viene raggiunto da una sonda inviata dall’astronave Axiom, un robot chiamato EVE, di cui si innamora.

Dopo aver diretto Alla ricerca di Nemo, Stanton sentiva davvero che la Pixar aveva sviluppato simulazioni credibili della fisica sottomarina e aveva accettato di tracciare un set cinematografico molto prima. WALL-E ha pochissimi dialoghi nelle sue prime scene; gran parte dei personaggi non ha voce, tuttavia interagisce con il movimento del corpo e anche con gli effetti sonori del robot sviluppato da Burtt. Il film integra numerosi argomenti; consumismo, ricordi, amministrazione dei rifiuti, influenza ecologica umana e paure correlate, obesità e stile di vita sedentario. È anche il primo film d’animazione al computer della Pixar con scene che includono personaggi live-action.

Frankenweenie (2012)

È un film adolescenziale e commedia horror di fantascienza animata al computer in 3D americana del 2012 diretta da Tim Burton, e interpretata da Catherine O’Hara, Martin Short, Martin Landau, Charlie Tahan, Atticus Shaffer, oltre a  Winona Ryder. Prodotto dalla Walt Disney Pictures, è un lungometraggio remake dell’omonimo cortometraggio di Burton del 1984, ed è anche un’apologia e un tributo al film del 1931 Frankenstein.  

Nel film, un bambino di nome Victor Frankenstein usa il potere per rianimare il suo Bull Terrier morto, Sparky, ma i suoi coetanei scoprono cosa ha fatto e rianimano i loro animali e cani defunti causando problemi. Il film include molti riferimenti e citazioni a Frankenstein ed a precedenti versioni cinematografiche del romanzo, vari generi letterari, numerosi horror e film di fantascienza, e altri film che Burton ha realizzato.

Centinaia di film e documentari selezionati senza limiti

Nuovi film ogni settimana. Guarda su qualsiasi dispositivo, senza nessuna pubblicità. Annulla in qualsiasi momento.
error: Content is protected !!

Indiecinema Film Festival 2022

Indiecinema Film Festival 2022

Dal 5 Dicembre al 31 gennaio guarda in streaming la selezione dei film in concorso: cortometraggi, documentari e film indipendenti da tutto il mondo