fbpx

I film erotici da vedere

Guarda film indipendenti e cult selezionati

Vai oltre i film proposti dalle solite piattaforme commerciali. Guarda centinaia di film indipendenti e d'autore rari, cult e documentari introvabili selezionati da tutto il mondo.

Indice dei contenuti

I film erotici che mostrano azioni legate al sesso sono stati criticati da gruppi spirituali o sono stati proibiti o censurati dai governi, anche se le prospettive sono cambiate molto nel corso degli anni e in particolare si è creato un ambiente sociale più liberale in molte parti del mondo, soprattutto in Europa, Nord America, Australia e in Nuova Zelanda. Nelle nazioni con un sistema di classificazione dei film, i film erotici normalmente ottengono una circolazione limitata.

Un film erotico è in genere un film che ha la trama e diverse scene legate al sesso, desiderio, sensualità e seduzione. I film erotici, sensuali o meno, sono esistite nei film dall’epoca del cinema muto. I film erotici hanno una vasta gamma di sottogeneri e temi: dramma erotico, thriller erotici, commedie erotiche, film di formazione, film romantici erotici, oltre ad altri. Un film pornografico, d’altra parte, è un film di sesso che in genere non dichiara alcun tipo di valore creativo, si propone solo la stimolazione legata al sesso, e sono definiti film per adulti. 

film-erotici

Film erotici e attori

Alcune famose attrici nei paesi occidentali hanno eseguito scene di nudo e hanno recitato in modi sessualmente intriganti in qualche momento del loro lavoro. Un esempio ben noto è stata l’attrice americana Marilyn Monroe, che all’inizio della sua occupazione nel mercato del cinema si è esibita in brevi film volgari, mai diffusi al pubblico, prima di assumere incarichi in film che non richiedevano che lei facesse scene di sesso, ma solo che potesse impersonare una donna sessualmente attraente. Le scene di sesso sono il momento clou dei film pornografici. Nei film erotici, la sessualità è molto meno importante. I film erotici suggeriscono la sessualità, ma non devono necessariamente includere la nudità o scene di sesso. .

Un’attrice può davvero sentirsi a rischio nel girare un film erotico, ed i contratti vengono regolamentati prima della registrazione. In esso, vengono elaborati gli aspetti di ciascuna scena di sesso, costituiti da informazioni sulle scene di sesso e sugli ambienti in cui le scene di sesso verranno girate. Questi contratti possono consistere in riassunti estremamente completi come quanto gli attori devono essere nude e anche dettagli sui loro vestiti. Un contratto potrebbe stabilire che mentre una scena intima viene girata, solo le persone legate alla scena o al set possono continuare ad essere presenti. Dagli anni 2010, le produzioni cinematografiche e televisive utilizzano organizzatori per garantire la salute e il benessere degli attori che partecipano a film erotici. 

VAI AI FILM DA GUARDARE

Breve storia del film erotico 

film-erotici-storia

Lorna (1964) è stato l’inizio dei film di Russ Meyer in cui il personaggio principale, interpretato in questo film da Lorna Maitland, è stata scelta sulla base delle dimensioni del suo grande seno. Il bacio nei film è stato inizialmente considerato oltraggioso da alcuni. The Kiss (1896) includeva un bacio, che era considerato una scena di sesso e attirava l’indignazione di base da parte di frequentatori di film, leader pubblici e leader spirituali, come assolutamente sorprendente e totalmente immorale. A causa del fatto che baciarsi in pubblico all’epoca poteva portare a procedimenti giudiziari, la Chiesa cattolica ha chiesto la censura e una riforma etica. Nonostante l’indignazione il film è stato seguito da diversi altri film simili, tra cui Il bacio nel tunnel (1899) e Il bacio (1900). 

Il produttore Howard Hughes ha presentato il seno di Jane Russell in The Outlaw (1943) e anche in The French Line (1953), che è stato ritenuto immorale ai sensi del codice Hays a causa delle riprese al busto di Russell al busto, al seno e alla nudità nella vasca da bagno. Entrambi i film sono stati condannati dalla National Legion of Decency e sono stati lanciati solo in versioni tagliate. La scelta delle attrici per una funzione in base alla dimensione del loro seno ha creato problemi ma si è rivelata una carta vincente. Produttori come Russ Meyer hanno realizzato film che includevano attrici con grandi seni. Lorna (1964) è stato il primo dei suoi film, interpretato da Lorna Maitland, è stata scelta in base alla dimensione del seno. I produttori e anche i distributori del film sono stati perseguiti per volgarità in numerosi stati degli Stati Uniti. Varie altre attrici dal seno grande utilizzate da Meyer includono Kitten Natividad, Erica Gavin, Tura Satana e Uschi Digard. La maggior parte di loro aveva un seno grande e periodicamente Meyer faceva recitare le donne nei loro primi trimestri di maternità per migliorare le dimensioni del seno. 

Blue Movie (1969), diretto da Andy Warhol, è stato il primo film erotico per adulti ad essere lanciato negli Stati Uniti. Blue Movie è un film influente nell’età d’oro del porno e anche, secondo Warhol, ha influenzato il film di Bertolucci Last Tango in Paris (1972), un film erotico drammatico che ha avuto successo in tutto il mondo. Un altro film per adulti significativo di quella epoca era Mona the Virgin Nymph (1970), che conteneva una varietà di scene di sesso non simulate senza penetrazione. A differenza di Blue Movie, tuttavia, Mona aveva una storia. Il produttore di Mona, Bill Osco, ha avuto successo con altri film per adulti, come Flesh Gordon (1974), Harlot (1971) e Alice in Wonderland (1976). Young boys in the Sand (1971) era un film pornografico gay americano, il primo film per adulti gay ad ottenere un successo, tra i primi film per adulti, dopo Blue Movie ad ottenere una recensioni e popolarità, seguito da Gola profonda (1972).

VAI AI FILM DA GUARDARE

Film erotici e horror

film-erotici-horror

Nei film dell’orrore, il sesso viene solitamente utilizzato per mostrare personaggi destinate a morire. I personaggi che partecipano ad atti sessuali sono in genere i primi ad essere perseguitato dai cattivi, e muoiono quasi sempre dopo la loro scena di sesso o nel mezzo di essa. Questa convenzione è evidente nella raccolta di film di venerdì 13, in cui il cattivo Jason Voorhees prova una disapprovazione totale per i giovani che fanno l’amore a causa del fatto che , da bambino, affondò in un lago mentre i terapisti del campo che avrebbero dovuto monitorarlo facevano l’amore.

In alcune analisi di questa “regola”, gli atti sessuali stessi creano la morte del personaggio. In Cabin Fever, un uomo si ammala gravemente poiché una donna che era malata, ma non ancora sintomatica, lo seduce e fa sesso con lui. Species (1995) e anche i suoi follow-up includono anche numerose morti legate al sesso ogni essere umano che fa amicizia con un alieno alla fine muore: le donne aliene eliminano i corteggiatori umani. Le donne umane che si accoppiano con uomini alieni muoiono subito dopo il sesso oppure la loro pancia si distrugge durante la maternità. Molte volte nei film spaventosi la sopravvissuta è una ragazza ancora vergine. Nel film Scream, che è una parodia dei film horror, il personaggio di Randy Meeks afferma che una delle regole fondamentali per sopravvivere è di non fare l’amore.

Film erotici nel mondo 

Pedro Almodóvar in Spagna è un regista celebre che ha incluso l’erotismo in gran parte dei suoi film. Tinto Brass in Italia ha portato i film erotici direttamente nel cinema tradizionale e d’essai. La regista francese Catherine Breillat ha creato film erotici carichi di conflitto come Romance (1999) e Anatomy of Hell (2004). In Italia, il film erotico compare inizialmente nel periodo del muto con film come Gli ultimi giorni di Pompei (1926). Lars von Trier in Danimarca ha incluso scene di sesso esplicite e non simulate in molti dei suoi film, come Breaking the Waves (1996), The Idiots (1998), Manderlay (2005), Antichrist (2009), e Nymphomaniac ( 2013). È anche uno dei fondatori dell’azienda cinematografica Puzzy Power, una filiale della sua Zentropa, con l’obiettivo di produrre film pornografici hardcore per donne. Blue is the Warmest Color (2013) ha scatenato una mondiale mondiale per la sua schietta rappresentazione della sessualità tra due ragazze, ed ha vinto la Palma d’Oro, il più grande riconoscimento assegnato all’importante Festival di Cannes nel maggio 2013. Love (2015) include diverse scene di sesso non simulate. La commedia nera finlandese Dogs Don’t Wear Pants (2019) offre al pubblico uno studio del mondo del BDSM.

In sud America, molti film commedia sono basati sul sesso, e mostrano uomini simili ad animali inarrestabili in cerca di sesso e le donne come bersagli pronti. Domestiche, baristi, vicini di casa e mogli traditrice continuano a essere mostrati come possibili parner sessuali disponibili ai rapporti occasionali. In India i film erotici non hanno avuto alcun tipo di rappresentazione veritiera del sesso. Anche le scene di baci, ad esempio, sono state bandite dalla censura cinematografica indiana fino alla fine degli anni ’90. 

Da allora, il mondo dello spettacolo si è liberalizzato e alcuni film di Bollywood negli anni 2000 includevano scene di baci, tuttavia le restrizioni del Central Board of Film Certification contro la nudità continuano ancora, con molte celebrità di Bollywood che si rifiutano di fare scene di sesso. La distribuzione dei film erotici è limitata a gruppi più liberali. 

In Cina Desire, Caution, un film erotico del 2007 del regista Ang Lee, aveva numerose scene di sesso. Le scene sono state modificate per il lancio e per Singapore, mentre sono state mostrate integre a Taiwan, Hong Kong e Malesia, e in altri luoghi.

VAI AI FILM DA GUARDARE

Film erotici omosessuali 

film-erotici-omosessuali

Dal 2010, molti film erotici hanno mostrato scene di sesso tra donne. In realtà sono stati realizzati prima altri film che si concentrano sulla relazione sessuale tra donne. Gli scienziati non sono stati in grado di studiare le opinioni delle persone sulle scene intime tra donne che includevano scene di sesso prima del 2010. Gli individui eterosessuali hanno riferito che le scene hanno avuto risultati sulla loro stimolazione sessuale. I fattori erano diversi per tutti coloro che si definivano omosessuali o eterosessuali, uomini o donne. Le donne lesbiche affermavano che ripristinava i ricordi della propria esperienza e produceva anche esperienze piacevoli. Le donne eterosessuali hanno affermato di aver ottenuto le stesse identiche esperienze piacevoli della visione di scene di sesso eterosessuale.

In passato, le scene di sesso tra persone dello stesso sesso non solo rendevano imbarazzati gli attori, ma erano anche stigmatizzate, ritenute stupefacenti e immorali. Questo si è trasformato in modo significativo e sono stati realizzati anche diversi film sui rapporti sessuali tra persone dello stesso sesso. C’è anche una crescente attenzione alle relazioni maschili gay nei cinema. Un film italiano Chiamami col tuo nome, diretto da Luca Guadagnino, è stato lanciato nel gennaio 2017. Ambientato nella stagione estiva del 1983, il film ha a che fare con un uomo ebreo americano di 17 anni, chiamato Elio, interpretato da Timothee Chalamet, che ha una relazione amorosa con uno studente universitario di 24 anni, Oliver.

Prima colpa (1950)

È un film noir erotico americano del 1950 diretto da John Cromwell e interpretato da Eleanor Parker, Agnes Moorehead, Betty Garde, Hope Emerson e Ellen Corby.  È stato scelto per 3 Academy Awards. Il film racconta la storia di un giovane sposa condannata per rapina. Le sue spietate esperienze mentre finisce dietro le sbarre, tra cui l’omicidio del marito, la trasformano da donna mite in una belva. La sottotrama del film consiste in una storia di corruzione carceraria.

Il film è stato adattato da Virginia Kellogg dal racconto “Women Without Men” di Kellogg e Bernard C. Schoenfeld.  La produzione aveva inizialmente pianificato che il film fosse scritto per Bette Davis e anche Joan Crawford, ma presumibilmente la Davis aveva affermato di non voler fare un un film con materiale lesbico e lo aveva rifiutato. 

La stagione del sole (1956)

È un film giapponese erotico Sun Tribe del 1956 diretto da Kō Nakahira. È un adattamento della storia con lo stesso nome di Shintaro Ishihara, il fratello maggiore degli attori partecipanti Yujiro Ishihara, e ha anche a che fare con 2 fratelli che si innamorano della stessa ragazza e della loro rivalità. A causa della sua rappresentazione dei giovani giapponesi, il film fece scalpore al momento del lancio. In seguito fu definito un lavoro fondamentale della categoria Sun Tribe. 

GUARDA IL FILM

Lolita (1962)

È un film erotico drammatico del 1962 diretto da Stanley Kubrick e basato sul libro del 1955 con lo stesso titolo di Vladimir Nabokov, a cui è anche attribuita la scrittura della sceneggiatura del film. Il film racconta di Humbert Humbert, uno scrittore di mezza età che finisce per essere sessualmente soggiogato da Dolores Haze, soprannominata “Lolita, una ragazza adolescente. Nel cast James Mason, Shelley Winters, Peter Sellers e Sue Lyon.

A causa dei vincoli imposti dal Motion Picture Production Code, il film ha ammorbidito uno degli aspetti più intriganti del libro, lasciando molto all’immaginazione degli spettatori. L’attrice che interpretava Lolita, Sue Lyon, aveva 14 anni al momento delle riprese. Lolita ha polarizzato i criticii per le sue rappresentazioni del sesso di un’adolescente. Anni dopo il suo lancio, Kubrick ha rivelato l’incertezza che ebbe a realizzare il film a causa dei vincoli di censura. Il film è stato successivamente selezionato per la migliore sceneggiatura adattata ai 35 ° Academy Awards.

Daydream (1964)

È un film erotico giapponese del 1964. È stato il primo film erotico ad avere un grande budget e anche un lancio mainstream in Giappone, ed è stato anche mostrato al Festival del cinema di Venezia.  Il regista Tetsuji Takechi ha ripreso il film in variazioni hardcore nel 1981 e anche nel 1987. Entrambi questi remake hanno avuto come protagonista la starlet Kyōko Aizome.

Il film è liberamente basato su un racconto del 1926 di Jun’ichirō Tanizaki, pubblicato a Chūōkōron nel settembre 1926. Il film si apre con un artista e una ragazza che rimangono nella sala di attesa di un dentista. È attratto dalla donna. Quando all’artista viene somministrato un anestetico, inizia a pensare a una raccolta di scene in cui la donna subisce numerosi tipi di violenza sessuale da parte del dentista, consistenti in stupri e abusi.  Quando il musicista si riprende dall’anestetico, scopre segni di morsi sul seno della donna, dimostrando che potrebbe non aver sognato. 

Embrione (1966)

È il primo film realizzato dal regista giapponese Kōji Wakamatsu in modo indipendente da qualsiasi tipo di studio cinematografico. È stato lanciato pochi mesi dopo che aveva lasciato Nikkatsu e aveva anche creato la sua attività, la Wakamatsu Productions. Un uomo tiene rinchiusa sua moglie nel suo monolocale e abusa anche di lei. È nuda, imprigionata con diversi tipi di catene, frustata e anche ferita con una lama di rasoio. Allo stesso modo le spazzola i capelli, usa cosmetici su di lei, crolla psicologicamente e piange in posizione fetale. Alla fine la donna si assicura la libertà e ha anche la sua vendetta.

VAI AI FILM DA GUARDARE

Trans-Europ-Express (1966)

È un film erotico del 1966 scritto e diretto da Alain Robbe-Grillet e interpretato da Jean-Louis Trintignant e anche da Marie-France Pisier. Il titolo descrive il Trans Europ Express, all’epoca una rete ferroviaria mondiale in Europa.  Un gruppo di scrittori crea una storia cinematografica durante un viaggio in treno ad Anversa, intervallato da un film nel film su un trafficante di droga e una prostituta. Il film nel film include un francese di nome Elias che porta la sua prima spedizione di droga da Parigi ad Anversa sul Trans Europ Express.  Lì passa da un intermediario a un altro e, con il passare del tempo, fa un sogno di stupro con una prostituta di nome Eva. 

I Am Curious (1967)

È un film erotico svedese del 1967 scritto e diretto anche da Vilgot Sjöman, con Sjöman e Lena Nyman. È un film collegato ad I Wonder del 1968 e doveva essere un unico film di 4 ore. Il regista Vilgot Sjömanvuole realizzare un film sociale con protagonista la sua amante Lena Nyman, una giovane studentessa teatrale che ha interesse per i problemi sociali.

Il personaggio di Nyman, chiamata anche Lena, vive con suo padre in un monolocale a Stoccolma ed è guidata da un ardente interesse per la giustizia sociale e dal bisogno di conoscere il mondo, le relazioni e le persone. Il suo piccolo spazio è pieno di pubblicazioni, scatole e documenti pieni di ritagli su argomenti come “credenze religiose” e anche “ragazzi”, oltre a dati su ciascuno dei 23 ragazzi con cui ha fatto l’amore.

Il laureato (1967)

È un film commedia drammatico erotico americano del 1967 diretto da Mike Nichols e creato da Buck Henry e Calder Willingham, basato sull’omonima storia del 1963 di Charles Webb, che lo scrisse dopo aver terminato al Williams College. Il film racconta la storia del 21enne Benjamin Braddock (Dustin Hoffman), un laureato senza uno scopo preciso nella vita, che è attratto da una donna più grande di età, la signora Robinson (Anne Bancroft), ma poi si innamora di sua figlia Elaine (Katharine Ross).

Il film è stato lanciato il 21 dicembre 1967, riscuotendo un successo commerciale e di critica, guadagnando 104,9 milioni di dollari a livello mondiale, diventando così il film con il maggior incasso del 1967. Ha ottenuto 7 elezioni ai 40esimi Academy Awards tra cui Miglior film e ha vinto anche come Miglior regista. Attualmente è considerato tra i più grande film americani di sempre. 

Angeli violati (1967)

È un film erotico realizzato dal regista giapponese Kōji Wakamatsu nel 1967. Il film più popolare di Wakamatsu, è basato sull’omicidio di massa di Richard Speck nel 1966. Un ragazzo entra in una  residenza per infermiere e stermina uno per uno le infermiere presenti. Nell’usanza dei vari altri Pinku eiga di Wakamatsu, c’è molta sessualità e anche nudità. Molti degli omicidi si svolgono fuori dallo schermo. Come vari altri casi nel lavoro di Wakamatsu, la semplicità della storia gli dona la forma di un “haiku erotico”.

VAI AI FILM DA GUARDARE

Vedo nudo (1969) 

È un film erotico e commedia all’italiana del 1969 diretto da Dino Risi. Nino Manfredi, che interpreta 7 personaggi diversi. Il film rappresenta l’ultimo sodalizio tra Manfredi e Risi, dopo Operazione San Gennaro e Straziami ma di baci saziami.  Per questo film Manfredi è stato premiato con un David di Donatello come miglior attore protagonista. Vedo nudo ha ottenuto un notevole successo industriale, ed è stato seguito anche da 2 sequel, Sessomatto e anche Sesso e volentieri, entrambi diretti da Risi.

Inga – Io ho voglia… (1968)

È un film erotico di sexploitation svedese del 1968 diretto da Joseph W. Sarno. Tre anni dopo, Sarno ha diretto il seguito The Seduction of Inga. Dopo la morte di sua madre, Inga viene mandata a vivere con la sua diaboluca zia Greta, che cerca di farla diventare la fidanzata di un ricco uomo anziano per saldare i debiti finanziari. La strategia si ritorce contro quando Karl, il giovane amante di Greta, si innamora di Inga e fugge con lei.

Su su per la seconda volta vergine (1969)

È un film giapponese del 1969 di Kōji Wakamatsu. Poppo, un’adolescente, viene stuprata da 4 ragazzini sul tetto di un appartamento di sette piani. Lei, disperata, chiede loro di ammazzarla, ma i ragazzi la deridono e se ne vanno. Tsukio, un ragazzo adolescente, ha assistito allo stupro passivamente. Per una notte e un giorno, Poppo e Tsukio iniziano una collaborazione, informandosi a vicenda del loro passato difficile e riflettendo sul loro destino. Poppo ricorda uno stupro precedente. In un ricordo sfumato, Tsukio racconta della sua violenza sessuale con 4 amici, in cui hanno pugnalato e ucciso la ragazza.  Poppo chiede costantemente a Tsukio di uccidere la ragazza, ma lui rifiuta.

La monaca di Monza (1969)

È un film erotico storico italiano del 1969 diretto da Eriprando Visconti. Si basa liberamente sui fatti reali di Marianna de Leyva, meglio conosciuta come “La monaca di Monza”, la cui storia è stata resa famosa dall’originale I promessi sposi di Alessandro Manzoni. Virginia, una ragazza obbligata a diventare monaca dai genitori, diventa madre superiore del convento in cui si trova nel nord Italia. Quando il direttore del Convento decide di ospitare un criminale ricercato per nasconderlo lei si innamora di lui ed iniziano ad avere rapporti sessuali. 

Venere in pelliccia (1969)

È un film di erotico italiano del 1969 diretto da Massimo Dallamano. Basato sul romanzo Venus in Furs di Leopold von Sacher-Masoch, il film è stato lanciato per la prima volta nel 1969 in Germania con il titolo Venus im Pelz. In Italia il film non superò l’esame di censura a causa delle scene di sesso ritenute troppo estreme e tutti gli sforzi per eliminare le restrizioni della censura, con numerose variazioni di taglio, non ebbero successo.

Il film fu finalmente lanciato nel 1973 con il titolo Venere nuda, ma anche questa versione ridotta fu presti bloccata pochi giorni dopo l’uscita. Nel 1975, il film fu finalmente lanciato nelle sale cinematografiche italiane con il titolo Le malizie di Venere, in una versione fortemente censurata e tagliata al montaggio. Con nuove scene girate da Paolo Heusch, il film fu trasformato in un film giallo. Il titolo nuovo è stato un riferimento per guidare il successo al botteghino della starlet Laura Antonelli in Malizia (1973).

VAI AI FILM DA GUARDARE

Il Decameron (1971)

E’ un film a episodi del 1971 scritto e diretto da Pier Paolo Pasolini, basato sui racconti del XIV secolo di Giovanni Boccaccio. È il primo film della Trilogia della vita di Pasolini, gli altri sono I racconti di Canterbury e Mille e una notte. Ogni film è un adattamento di una varietà di opere letterarie senza tempo. Le storie hanno un’abbondante nudità, sesso, farsa e anche umorismo scatologico. Lo scopo di Pasolini non era quello di ricreare in modo coerente i personaggi di Boccaccio, ma di criticare il mondo moderno attraverso l’uso simbolico dei temi esistenti nei racconti. Le storie sono spesso ambientate nell’Italia meridionale e l’uso massiccio della lingua napoletana viene utilizzato per rappresentare la persecuzione e lo sfruttamento finanziario dell’area più povera da parte delle zone più ricche del nord Italia.

Il film è entrato a far parte del 21° Festival Internazionale del Cinema di Berlino, dove ha vinto l’Orso d’Argento. Nonostante il successo e gli elogi di questo film, Pasolini è rimasto turbato dai numerosi tagli della censura al film. Ha considerato questi un affronto al messaggio anticapitalista. 2 interi racconti sono stati rimossi dal film: la favola di Girolamo e Salvestra e la favola di Rustico e Alibech. Pasolini ha eliminato Girolamo poiché riteneva che fosse un racconto debole e ha tagliato la sequenza di Alibech perché intendeva conservare i paesaggi dello Yemen per il suo film successivo Arabian Nights, il terzo film della sua Trilogia della vita. Il film è stato il terzo più importante incasso in Italia nel 1971 con 11.167.557 spettatori dietro Il Padrino e … continuavano a chiamarlo Trinità. È stato il 21esimo film più importante in Italia di tutti i tempi ed è anche attualmente valutato 25esimo.

…E dopo le uccido (1971)

E’ un film erotico di sexploitation americano del 1971 che è in parte una commedia nera, in parte film di mistero. Interpretato da Rock Hudson, Angie Dickinson e Telly Savalas, è stato lanciato il 28 aprile 1971. Roger Vadim ha diretto il film e Gene Roddenberry ha composto la sceneggiatura del film e si è basato su una storia del 1968 di Francis Pollini.

Nella Oceanfront High School, una scuola superiore americana, all’apice della rivoluzione sessuale, le giovani studentesse vengono prese di mira da un serial killer. Uno studente di nome Ponce sta vivendo un turbamento erotico, a causa di compagne di scuola sessualmente intriganti e seducenti. Il film è stato accolto male da molti critici cinematografici, ma Quentin Tarantino ha scelto questo film come una delle sue selezioni per una lista dei migliori film di tutti i tempi.

I diavoli (1971)

E’ un film storico del 1971 scritto e diretto da Ken Russell e interpretato da Oliver Reed e Vanessa Redgrave. Un resoconto storico dell’autunno di Urbain Grandier, un ecclesiastico cattolico romano del XVII secolo accusato di stregoneria a Loudun, in Francia, la storia si concentra anche su suor Jeanne des Anges, una religiosa sessualmente repressa che lo incolpa.

Una coproduzione tra il Regno Unito e anche gli Stati Uniti, The Devils è in parte adattato dalla pubblicazione di saggistica del 1952 The Devils of Loudun di Aldous Huxley, oltre alla successiva opera teatrale di John Whiting del 1960 The Devils. La United Artists ha originariamente presentato il progetto a Russell, ma si è tirata indietro dopo aver esaminato la sceneggiatura del film, poiché ritenevano che fosse troppo estrema. Warner Bros. accettò di produrre il film e la registrazione avvenne ai Pinewood Studios alla fine del 1970.

La rappresentazione visiva della violenza, della fede e della sessualità ha suscitato una risposta violenta da parte della censura, e inizialmente ha anche ottenuto una classifica X sia nel Regno Unito che negli Stati Uniti. Fu bandito in un certo numero di nazioni e anche molto modificato per essere distribuito in altre nazioni. I critici cinematografici hanno respinto il film per il suo contenuto. Russel ha vinto il premio come miglior regista alla 33a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Una correzione del taglio del regista di è stata presentata per la prima volta nel Regno Unito nel 2002.

La storia si concentra sui temi di repressione legata al sesso e sulla corruzione politica. Il film è stato riconosciuto come uno dei più controversi da varie riviste e critici, ed è rimasto vietato in Finlandia fino al 2001. Il film fu apertamente condannato dal Vaticano, che, pur riconoscendogli qualche qualità creativa, chiese che venissero sospese le sue proiezioni alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. E’ stato definito una “grande festa per deviati sessuali e sadici”.

Women Convict Scorpion: Beast Stable (1973)

E’ un film realizzato dalla Toei Company nel 1973. È il terzo della serie Female Convict Scorpion. L’attrice Meiko Kaji e il regista Shunya Itō sono presenti in tutti e 3 i film. Matsushima è fuori dal carcere e in fuga dalle autorità, ricercata per evasione e omicidio. Sul suo cammino c’è l’investigatore Kondo (Mikio Narita). Cerca rifugio presso una signora che ha un fratello con un handicap psicologico. Dopo che il fratello ha cercato di stuprare Matsushima, lei lo colpisce con una lama come avvertimento. La donna alla fine rivela che suo fratello abusa regolarmente di lei. La cercano sia un ex detenuto che la polizia.

Ichijo’s Wet Lust (1972)

E’ un film giapponese del 1972 della collezione Nikkatsu, diretto da Tatsumi Kumashiro e interpretato dalla famosa ballerina di pole dance Sayuri Ichijō nei panni di se stessa, che recita insieme a Kazuko Shirakawa e Hiroko Isayama. Considerato tra i film più efficaci della serie, nel 1999 i critici giapponesi lo hanno eletto tra i 100 film giapponesi ideali del XX secolo.

La famosa pole dancer nella vita reale Sayuri Ichijō interpreta a se stessa in questo racconto immaginario della sua vita quotidiana. La storia racconta le relazioni di Ichijō con 2 uomini: il suo amante e il proprietario dello strip club. Ichijō considera il suo lavoro nella danza erotica una forma d’arte e si spinge ai limiti di quello che è consentito fare. Harumi, una ballerina più giovane, vuole superare Ichijō, e nella competizione si crea un’estremizzazione degli spettacoli di spogliarello, che portano a continui problemi con la polizia. 

L’attrice principale Sayuri Ichijō è stata apprezzata per la sua interpretazione in questo film per la sua grinta, passione e ironia che elevano il film in un dramma divertente che trascende il suo genere. Sayuri interpreta numeri di spogliarello molto erotici che includono perversioni, sadomasochismo, torture con cera di candela e catene.

Ultimo tango a Parigi (1972)

È un film erotico del 1972 diretto da Bernardo Bertolucci. Il film è interpretato da Marlon Brando, Maria Schneider e Jean-Pierre Léaud, e ritrae un americano vedovo che inizia una relazione sessuale con una giovane donna parigina. Il film è stato presentato in anteprima al New York Film Festival il 14 ottobre 1972 e ha anche guadagnato $ 36 milioni nel suo lancio nelle sale statunitensi, diventando così il settimo film di maggior incasso del 1973. 

La rappresentazione cruda del film del sesso e anche il caos psicologico dei personaggi ha portato a controversie globali e ha attirato diversi gradi di censura dei governi in vari territori. Al momento del lancio negli Stati Uniti, la MPAA ha dato al film un punteggio X. United Artists Classics ha lanciato un taglio R-rated nel 1981. Nel 1997, dopo che il film è entrato nella collezione Metro-Goldwyn-Mayer, il film è stato riclassificato come NC-17. In Italia, il film è stato lanciato il 15 dicembre 1972, guadagnando $ 100.000 in 6 giorni. Una settimana dopo, tuttavia, i poliziotti hanno confiscato tutte le copie poiché un procuratore distrettuale, che ha definito il film un porno, e il suo regista è stato perseguito per “volgarità”. La sorte del film fu sancita dalla Corte di Cassazione italiana, che sanzionò la distruzione di tutti i duplicati. A Bertolucci è stata data una pena di quattro mesi dietro le sbarre e i suoi diritti civili sono state bloccati per 5 anni.

VAI AI FILM DA GUARDARE

Malizia (1973)

È un film erotico italiano del 1973 scritto e diretto da Salvatore Samperi. Nel cast Laura Antonelli, Turi Ferro e Alessandro Momo. Il film ha a che fare con la libido di un vedovo e anche dei suoi 3 figli per la loro nuova badante. Ai Nastri d’Argento, Antonelli e anche Ferro vinsero la Miglior Attrice oltre che il Miglior Attore non Protagonista. Il film è entrato a far parte del 23° Festival Internazionale del Cinema di Berlino.

A seguito della morte della moglie, un padre di 3 bambini (di 18, 14 e anche 6 anni) lavora con un’affascinante giovane cameriera di nome Angela, e presto inizia una relazione erotica con lei. Anche i suoi figli sono fissati con Angela, e ognuno di loro usa i propri mezzi per strategia e sedurre la apparentemente ingenua, e per vedere di più del suo corpo. L’adolescente Nino ad un certo punto la ricatta, imponendole le sue perversioni. 

Emmanuelle (1974) 

È un film di erotico francese del 1974 diretto da Just Jaeckin. È la prima parte di una serie di film francesi basati sul personaggio di Emmanuelle. Il film è interpretato da Sylvia Kristel nel ruolo principale di una donna che si reca a Bangkok per migliorare la sua esperienza sessuale. Il film è stato il lungometraggio di lancio del fotografo professionista Just Jaeckin ed è stato girato in Thailandia e Francia tra il 1973 e il 1974.

Emmanuelle è stato criticato al suo primo lancio, ma in Francia è stato tra i film francesi di maggior incasso. Il film è stato un successo in Europa, negli Stati Uniti e in Asia ed è stato seguito nel 1975 da Emmanuelle, The Joys of a Woman. Sono stati lanciati numerosi altri film influenzati da Emmanuelle, tra cui la serie italiana Black Emanuelle. Il film ha ricevuto di solito testimonianze avverse da critici cinematografici al suo primo lancio, e la regia di Jaeckin è stata definita pomposa. Alcuni hanno lo hanno definito un film estremamente ben fatto: fotografato in modo impeccabile in un’area in Thailandia, carico di personaggi affascinanti e canzoni emozionanti.

School of the Holy Beast (1974)

È un film erotico del sottogenere nunsploitation realizzato dalla Toei Company nel 1974. Una ragazza (Yumi Takigawa) diventa una religiosa al Convento del Sacro Cuore per scoprire cosa è successo a sua madre anni prima. Sperimenta una madre superiora lesbica, arcivescovi lascivi e rivela anche diversi lati oscuri. Allo stesso modo, il convento esercita un duro autocontrollo e sollecita anche routine masochiste come l’autoflagellazione. In una scena, 2 donne religiose devono spogliarsi e frustarsi a vicenda. Successivamente, Takigawa viene ferita e frustata da un gruppo di religiose munite di spine di rosa. Questo film erotico giapponese riesce a sensazionale e sbalorditivo, per quanto possa sembrare troppo violento e squallido, è decisamente bello da guardare.

Le ragazze pon pon (1974)

È un film erotico commedia del 1974 scritto e diretto da Jack Hill. È il seguito del film del 1973 The Cheerleaders, diretto da Paul Glickler; ed è stato a sua volta seguito da Revenge of the Cheerleaders (1976), diretto da Richard Lerner; e anche The Great American Girl Robbery (1979) diretto da Jeff Werner.

Per creare un articolo per il giornale universitario della Mesa University su come le cheerleader umiliano le donne, Kate (Jo Johnston) si infiltra nella squadra di cheerleader. Le altre ragazze hanno vari problemi: Mary Ann (Colleen Camp) ha difficoltà a convincere il suo promiscuo giocatore di football, Buck (Ron Hajek) ed avere una relazione seria con lei; Lisa (Rosanne Katon) ha una relazione segreta con Professor Thorpe (Jason Sommers); e Andrea (Rainbeaux Smith) non sa se rimanere vergine oppure no. Kate scopre affari non etiche: l’allenatore di calcio (Jack Denton) e il preside dell’università (George D. Wallace) sono in combutta per le scommessa che il professor Thorpe, che è anche il bookmaker, organizza.

Emanuelle nera (1975)

È un film di erotico del 1975 diretto da Bitto Albertini. Questo film della serie Africa è stato girato principalmente in Kenya. Le canzoni sono state composte da Nico Fidenco. Black Emanuelle è stato seguito da una serie di sequel, tutti incentrati sui viaggi sessuali di Mae Jordan (interpretata da Laura Gemser), una reporter investigativa voluttuosa e giramondo nonché fotografa conosciuta come “Emanuelle”, una donna indipendente, sessualmente aggressiva, sempre alla ricerca di ricchi giovani e anziani bianchi di potere, nonché interessata a qualsiasi tipo di preda di base e scenario. 

La giornalista e fotografa Mae Jordan (Laura Gemser) pubblica il suo lavoro sotto il nome di Emanuelle. Incontra una coppia cresciuta a Nairobi e inizia una relazione sessuale con entrambi. Insieme le insegnano le usanza della nazione e l’amore.

Cooley High (1975) 

È una commedia erotica del 1975 che segue la storia di un gruppo di amici delle scuole secondarie, Leroy “Preach” Jackson (Glynn Turman) e Richard “Cochise” Morris (Lawrence Hilton-Jacobs). Scritto da Eric Monte, diretto da Michael Schultz, il film, in gran parte girato a Chicago, è stato un successo significativo al botteghino, guadagnando oltre $ 13 milioni. La storia spensierata trasformata in tragedia è stata accompagnata da una colonna sonora che include molti successi della Motown. Cooley High è stata definito un classico del cinema nero e un’ispirazione per registi come John Singleton e Spike Lee. Dopo un inizio banale la magia del film inizia a funzionare, e ‘Cooley High’ si trasforma in una storia seducente che vale la pena vedere anche più di prima. 

Ilsa la belva delle SS (1975)

È un film erotico canadese del 1975 su Ilsa, una comandante di un campo di prigionia nazista sessualmente famelica e feroce. Il film è diretto dal regista americano Don Edmonds e scritto da David F. Friedman per Cinépix Film Properties a Montreal. Il film è interpretato da Dyanne Thorne nel ruolo del titolo, che è liberamente basato su Ilse Koch, una criminale reale e anche regista cinematografico nel campo di prigionia di Buchenwald. Al suo lancio all’inizio del 1975, il film fu rapidamente oggetto di scandali e anche di derisione, definito uno dei film più degenerati mai realizzati. La violenza fisica del film include rappresentazioni di castrazione, fustigazione, e molti altri tipi di tortura. Il passaparola si è diffuso e il film è stato un notevole successo finanziario, diventando un punto fermo dei teatri grindhouse e drive-in.

L’interesse per il film ha portato alla produzione di 3 sequel, ognuno dei quali ha visto Thorne ripetere la sua funzione. Il film a un certo punto si trasformò in un vero e proprio cult movie, con il personaggio di Ilsa che divenne un simbolo sociale pop. Il film fa parte del sottogenere Nazisploitation e sexploitation, ed è uno dei film più cruenti e visivamente scioccanti mai realizzati. 

VAI AI FILM DA GUARDARE

Le Monache di Sant’Arcangelo (1973)

È un film erotico italiano del 1973 diretto da Domenico Paolella. L’azione è ambientata nel XVI secolo presso il convento di Sant’Arcangelo, presso Napoli, poi sotto dominio spagnolo. Il successo del film ha portato a un altro lungometraggio di Paolella lanciato esattamente lo stesso anno, Storia di una suora di clausura, una coproduzione italo-francese-tedesca con Eleonora Giorgi. I titoli di apertura menzionano che il film è “basato su documenti autentici del XVI secolo e su un racconto di Stendhal”, L’Abbesse de Castro (1832) di Stendhal.

La storia racconta il potere e gli intrighi legati al sesso di un gruppo di belle donne religiose al Convento di Sant Arcangelo, nonché in particolare le macchinazioni di Suor Julia mentre lei cerca, per quanto possibile, di succedere al posto della Madre Superiora defunta. Le religiose combattono con i loro giuramenti di celibato, alcune inclini al lesbismo mentre altre accolgono segretamente uomini nelle loro celle. Una chiesa corrotta desidera trarre profitto da un contributo al Convento, prima di iniziare un’inquisizione.

Cloistered Nun: Runa’s Confession (1976)

È un film erotico giapponese in stile nunsploitation con protagonista la cantante pop Luna Takamura, diretto da Masaru Konuma e scritto da Nikkatsu. Konuma non è uno realizza sciocchezze erotiche leggere, il film è ancora più politico di molti film europei di peccaminose donne religiose a cui apparentemente assomiglia.  La giovane Runa/Luna è entrata in un convento dopo aver perso il suo amante per colpa di sua sorella Kumi. Quando viene violentata dall’abate e sottoposta ad abusi e soprusi, il suo desiderio di una vita serena in convento viene rovinato. Lasciando il convento, torna dalla sorella e dall’ex fidanzato per una precisa vendetta con un falso progetto per pubblicizzare il cristianesimo in Giappone.

Saloon Kitty (1976)

È un film erotico del 1976 diretto da Tinto Brass. Il film è stato coprodotto da Italia, Francia e Germania Ovest. È basato sull’omonima storia di Peter Norden, che racconta gli eventi reali di Salon Kitty, in base alla quale il Sicherheitsdienst ha preso il controllo di un costoso bordello a Berlino, cambiando tutte le prostitute con abili spie, al fine di raccogliere informazioni sui diversi partecipanti alla celebrazione nazista e su personaggi internazionali molto importanti. Viene considerato tra i progenitori dello stile Nazisploitation. La sceneggiatura non fa altro che accumulare le perversioni il più rapidamente possibile, e la caratterizzazione dei personaggi è abbastanza ridicola.

Peccati, jeans e… (1976)

È un film erotico americano del 1976 diretto da Joseph Ruben. La sceneggiatura del film è stata scritta da Ruben e basata su un suo racconto e di Robert J. Rosenthal. Il film è stato girato nell’area della Chaminade High School di Los Angeles. The Pom Girls è un film adolescenziale, con adolescenti disobbedienti alle prese con la scoperta di amore e sesso, molte scene esterne e acrobazie. Un giocatore di football s’innamora di una ragazza che esce con un’altro ragazzo, mentre un’altro adolescente non riesce a capire quale donna gli piace.

Il precedente film di sfruttamento degli adolescenti The Cheerleaders (1975) ha influenzato gli autori di The Pom Girls. Easy Rider ha avuto un impatto sul film, il notevole successo di quel film ha fatto sì che produttori cinematografici e gli sceneggiatori Robert Rosenthal e Joseph Ruben, si focalizzassero sul valore della libertà.

Greta, la donna bestia (1977)

È un film erotico horror del 1977 diretto da Jesús Franco e interpretato da Dyanne Thorne. È la terza parte nella serie di film di Ilsa. La storia del film riguarda Greta, una direttrice di un ospedale psichiatrico per ragazze, nonché una donna che inventa la malattia per assicurarsi di poter esaminare ciò che è accaduto a sua sorella che è rimasta al centro sanitario. Il film ha scene di violenza più estreme del film precedente. Meyer ha girato questo film contemporaneamente a Barbed Wire Dolls con attori comuni e scenografie di entrambi i film.

Greta (Dyanne Thorne) lavora come direttrice in un ospedale psichiatrico per ragazze. A sua insaputa, la sua cliente Abby è in realtà la sorella di Rosa. Abby vuole scoprire cosa ne è stato di suo sorella e per salvarla. Non è a conoscenza del fatto che Greta utilizzi i prigionieri del centro sanitario per produrre porno, spesso contro la loro volontà. 

Suor Emanuelle (1977) 

È un film erotico del 1977 della serie di film Black Emanuelle con Laura Gemser. Abbandonando il suo passato malvagio, Emanuelle (Laura Gemser) si trasferisce in un convento e diventa una donna religiosa, dedicando la sua vita alla fede e rifiutando il male. Monika (Mónica Zanchi), una bambina dallo spirito libero di un ricco barone, si iscrive al convento. Informa una suora di come è stata aggredita sessualmente da un gruppo di ragazzi. Monika fa l’amore con diversi uomini in giro per il convento. 

The Chicken Chronicles (1977)

È un film adolescenziale del 1977 ambientato nel 1969 e interpretato da Steve Guttenberg. David Kessler è un allievo della scuola secondaria che vuole perdere la sua verginità, mentre si occupa del suo lavoro in un pollaio e cerca di non farsi buttare fuori da Beverly Hills High, cosa che può farlo spedire in Vietnam. Il film era basato su un racconto di Paul Diamond. È stato il primo vero ruolo da protagonista per Steve Guttenberg. “Alcune star vengono umiliate per il loro primo lavoro”, ha detto Guttenberg, “ma la maggior parte di noi non inizia come ‘artista’. Nessuno probabilmente confonderà “Chicken” con “Citizen Kane”, ma ho imparato molto. Hanno scommesso su di me. Non sono diventato ricco, ma è stato un inizio “.

Lemon Popsicle (1978)

È un film erotico adolescenziale del 1978 co-scritta e diretto da Boaz Davidson. Il successo del film ha causato una serie di sequel. Il film racconta di un gruppo di 3 adolescenti nella Tel Aviv della fine degli anni ’50. Nell’Israele degli anni ’50, Nili è la nuova ragazza del college. Incontra tre amici: Benzi, Momo e anche Yudale. Benzi, l’abituale “bravo ragazzo” del gruppo, ama subito Nili. A Nili piace Momo, molto più abile e aggressivo. Sapendo che Nili è vergine, Momo si vanta con i suoi amici che sicuramente farà sesso con lei, con grande sconforto di Benzi. Benzi fa anche affidamento sui suoi amici e non è disposto a rovinare la loro relazione per avvisare Nili delle intenzioni di Momo, e vede Momo e Nili iniziare a frequentarsi.

Animal House (1978)

È un film commedia americano del 1978 diretto da John Landis e scritto da Harold Ramis, Douglas Kenney e Chris Miller. Nel cast John Belushi, Peter Riegert, Tim Matheson, John Vernon, Verna Bloom, Thomas Hulce, Stephen Furst e Donald Sutherland. Il film ha a che fare con un gruppo di ragazzi che mettono alla prova l’autorità del preside dell’immaginario Faber College. Il film è stato scritto da Matty Simmons e da Ivan Reitman. È stato influenzato dai racconti creati da Miller e pubblicati su National Lampoon.

Tra i protagonisti più giovani, solo il 28enne Belushi era una celebrità ben nota, ma anche lui non era ancora apparso in un film, avendo acquisito popolarità come attore al Saturday Night Live. Molte delle star che sono state scelte come studenti universitari, tra cui Hulce, Karen Allen e Kevin Bacon, stavano iniziando la loro carriera cinematografica. Matheson, scelto anche come allievo, era un attore professionista. Dopo il suo lancio Animal House ha raccolto recensioni positive dai critici cinematografici. Girato per soli $ 3 milioni, ha raccolto un incasso di oltre $ 141 milioni, diventando la commedia più redditizia del suo tempo. 

VAI AI FILM DA GUARDARE

Immagini di un convento (1979)

È un film erotico del 1979 diretto da Joe D’Amato con Paola Senatore, Marina Hedman e Donald Obrien. Il film proviene dal sottogenere “nunsploitation”. Ha scene di violenza che si collegano ai film sull’esorcismo ed è tra i film tra porno hardcore iniziali che hanno superato la censura italiana nel 1979. Il film ha scene lesbiche e anche cunnilingus. 

In un convento di clausura, le religiose si dedicano ad atti sessuali durante la notte l’una con l’altra, preoccupate che la loro Madre Superiora possa scoprire le loro disobbedienza. Alla fine, un uomo ferito si presenta al convento e la sorella lo accoglie. Individualmente, le religiose vengono portate dall’uomo e, a turno, lo incontrano durante la notte. A loro insaputa, anche Satana è entrato in convento e sta trasformando le religiose in peccatrici. Un esorcista viene inviato al convento per scacciare Satana e riportare la devozione religiosa.

Suor Omicidi (1979)

E’ un film horror italiano del 1979 diretto e co-scritto da Giulio Berruti, co-scritto da Alberto Tarallo, e interpretato da Anita Ekberg, Joe Dallesandro, Lou Castel, e Alida Valli. La sua storia racconta di una donna religiosa che, dopo essersi ripresa da un trattamento chirurgico al cervello, entra nella paranoia e inizia a consumare oppioidi e anche nella dipendenza e nel caos con effetti terribili. Il film è liberamente basato sulla storia vera di Cécile Bombeek, una religiosa di mezza età che ha commesso una serie di omicidi in un centro sanitario per anziani a Wetteren, in Belgio, nel 1977.

A differenza di vari altri esempi della categoria, generalmente ambientati in luoghi medievali o rinascimentali, questo film è ambientato in epoca contemporanea, e non ha critiche sociali riguardo al dovere delle donne religiose all’interno della Chiesa. Nel Regno Unito è stato definito come film che può avere un impatto dannoso sul comportamento umano.

Malabimba (1979)

È un film erotico italiano del 1979 diretto da Andrea Bianchi. Nel castello di una famiglia benestante si tiene una seduta spiritica per entrare in contatto con lo spirito di una signora che era stata uccisa. Lo spirito di Lucrezia, capostipite della famiglia, viene evocato durante la seduta. Lucrezia tenta di possedere lo spirito di suor Sofia, che ha risieduto nel castello per accudire il paralitico Adolfo, proprietario del castello insieme al fratello Andrea, compagno della donna uccisa. Non avendo successo, entra invece il corpo dell’adolescente Bimba, figlia di Andrea e della donna uccisa, che fino ad allora aveva avuto una vita normale.

Le abitudini di Bimba si modificano notevolmente e numerose volte cade vittima della malvagia sessualità di Lucrezia. I familiari, stressati, lasciano la donna alle cure di suor Sofia. La relazione tra Bimba e suor Sofia si espande e tra loro nasce un rapporto di affetto. In verità Bimba, governata dallo spirito di Lucrezia, attira sessualmente la religiosa in una spirale di dissolutezza.

Little Darlings (1980)

È una film erotico per adolescenti del 1980 con Tatum O’Neal e Kristy McNichol e include anche Armand Assante e Matt Dillon. È stato diretto da Ronald F. Maxwell. La sceneggiatura del film è stata creata da Kimi Peck e Dalene Young e anche la musica è stata composta da Charles Fox. Il film in qualche modo riesce ad affrontare l’argomento dell’iniziazione legata al sesso. Un gruppo di ragazze adolescenti di Atlanta sono in un campo estivo. All’insaputa degli adulti, due di loro fanno una scommessa su chi perderà la verginità, e tutte le ragazze scommettono denaro. 

Lezioni maliziose (1981)

È un film commedia erotico del 1981 con Sylvia Kristel, Howard Hesseman, Eric Brown e Ed Begley Jr. La sceneggiatura del film è stata scritta da Dan Greenburg, che ha realizzato il libro, Philly. Greenburg è il direttore di un motel nel film. Kristel era molto più conosciuta dagli spettatori europei per i suoi film Emmanuelle. Philip “Philly” Fillmore (Eric Brown) è un studente di scuola secondaria di 15 anni e figlio di un ricco imprenditore ad Albuquerque, che ha fatto un lungo viaggio durante le vacanze estive, lasciando il ragazzo alle cure di Nicole Mallow (Sylvia Kristel), un’attraente cameriera francese e di Lester Lewis (Howard Hesseman), il maggiordomo della famiglia.

The Last American Virgin (1982)

È un film erotico divertente del 1982 scritto e diretto da Boaz Davidson. È un remake del film israeliano di Davidson del 1978 Eskimo Limon. Dopo il successo del film iniziale e del suo seguito in Israele, Davidson ha collaborato nuovamente con i produttori Golan-Globus per cercare di ricreare esattamente lo stesso successo negli Stati Uniti. La storia del film ed i personaggi sono rimaste sostanzialmente gli stessi, l’ambientazione è stata aggiornata dall’Israele degli anni ’50 alla Los Angeles contemporanea. Anche la colonna sonora, un aspetto significativo di entrambi i film, è stata aggiornata dai vecchi successi dell’originale a un rock new age molto più moderno.

La storia si concentra sul personaggio principale Gary, uno studente delle superiori e ragazzo che consegna le pizze, e anche i suoi amici Rick e anche David, in sovrappeso e maldestro. La maggior parte della storia riguarda i loro tentativi per fare l’amore, che sono efficaci per Rick e David, ma nom per Gary. 

Chained Heat (1983)

È un film erotico americano-tedesco del 1983 su delle donne in prigione. È stato co-scritto e diretto da Paul Nicholas per Jensen Farley Pictures. Il produttore era Paul Fine, che in precedenza aveva creato The Concrete Jungle. Il film si svolge nel carcere femminile della California in cui l’adolescente ingenua Carol Henderson (Linda Blair) viene punita con di 18 mesi per aver inavvertitamente eliminato un uomo. Warden Backman (John Vernon) ha una vasca idromassaggio sul posto di lavoro; il suo aiutante, il capitano Taylor (Stella Stevens) gestisce la prostituta del carcere e ha un amante che è anche associata con Ericka (Sybil Danning), il leader delle detenute bianche, mentre i detenuti neri sono guidati della Duchessa (Tamara Dobson). 

Class (1983)

È una commedia drammatica americana del 1983 diretta da Lewis John Carlino, con Rob Lowe, Jacqueline Bisset e Cliff Robertson. Oltre ad essere il secondo film di Lowe, ha visto i debutti cinematografici di Andrew McCarthy, John Cusack, Virginia Madsen, Casey Siemaszko e Lolita Davidovich.

All’inizio della scuola, Jonathan Ogner viene preso in giro per aver usato il suo abbigliamento da college. Salendo nel dormitorio incontra il suo coinquilino, che si presenta come Squire Franklin Burroughs IV ma lo informa di chiamarlo “Skip”. La signorina poi si toglie l’accappatoio da bagno, rivelando un reggiseno rosso e biancheria intima, dopodiché discute con il sorpreso Jonathan che è pratica per gli anziani andare a scuola indossando solo biancheria intima femminile.

Jonathan non ha alcun tipo di biancheria intima sexy, quindi Skip gli ne fornisce un set. Escono dal dormitorio finché Skip rimane chiuso dietro una porta da Skip. I vari alunni iniziano a ridere e deridono Jonathan per aver indossato la biancheria intima da donna. Mortificato, Jonathan tenta di rientrare. Dopo aver scoperto che tutte le porte sono chiuse, si arrampica su un traliccio dove scopre Skip che si rotola sul pavimento ridendo.

American College (1983)

È un film erotico divertente per adolescenti del 1983, diretto da Noel Black. Interpretato da Phoebe Cates, Betsy Russell e anche Matthew Modine, racconta di una coppia di adolescenti che cerca di fare l’amore per la prima volta, mentre i loro amici intimi prendono parte a scherzi a sfondo sessuale.

Christine “Chris” Ramsey (Phoebe Cates) legge un libro d’amore a Betsy (Kathleen Wilhoite), la sua coinquilina alla Cherryvale Academy for Girls nel nord della California. Tre studenti della vicina Freemount Academy for Men, Jim Green (Matthew Modine) e il suo amico obeso e sciatto Bubba Beauregard (Michael Zorek), entrano di nascosto a Cherryvale per sbirciare le donne. Jordan Leigh-Jensen (Betsy Russell), che in quel momento faceva il bagno, vede che i ragazzi la stanno guardando e chiede aiuto a Chris e a Betsy per scacciarli. 

Posizioni promettenti (1985)

È una commedia erotica del 1985 diretta da George Bowers e scritta da Gordon Mitchell, Ken Segall e Alan Wenkus. Il film ha come protagonista l’allora sconosciuto Rob Morrow nel suo ruolo cinematografico iniziale, Johnny Depp nel suo primissimo ruolo da protagonista, e anche Andrew Dice Clay. Il film è stato il terzo di una raccolta di commedie erotiche per adolescenti del produttore R. Ben Efraim, ognuno dei quali aveva la parola Private nel titolo. I 2 film precedenti erano Lezioni private e Scuola privata.

Johnny Depp e Rob Morrow interpretano Jack e Ben, amici adolescenti in cerca di donne benestanti in un hotel di Miami dove sono ospiti nel fine settimana. In agguato c’è The Maestro (Hector Elizondo), un abile ladro di gemme che cerca il ciondolo di rubino della signora Amanda Rawlings (Dody Goodman). 

VAI AI FILM DA GUARDARE

9 settimane e mezzo (1986)

È un film romantico erotico del 1986 diretto da Adrian Lyne e interpretato da Kim Basinger e da Mickey Rourke. Basinger inyerpreta un membro dello staff di una galleria d’arte di New York City che ha un evento con uno strano broker di Wall Street, interpretato da Rourke. La sceneggiatura del film di Sarah Kernochan, Zalman King e Patricia Louisianna Knop è adattata dall’omonimo racconto del 1978 della scrittrice austro-americana Ingeborg Day, con lo pseudonimo di “Elizabeth McNeill”.

Il film fu terminato nel 1984, ma non fu lanciato fino al febbraio 1986 e fu notevolmente modificato per il lancio negli Stati Uniti, dove fu un disastro al botteghino, guadagnando $ 6,7 milioni su un piano di spesa di $ 17 milioni. Ha anche ottenuto recensioni contrastanti al momento del suo lancio. La sua colonna sonora ha funzionato bene e il film stesso è diventato un grande successo a livello globale nella sua versione inedita, specialmente in Australia, Canada, Francia, Germania e Regno Unito, guadagnando $ 100 milioni a livello globale. Allo stesso modo ha ottenuto una grande base di fan su DVD ed è diventato un cult movie. Gran parte del successo di 9 +1 ⁄ 2 Weeks è dovuto al fatto che Rourke e Basinger interpretano i personaggi in modo molto convincente, umano, e la loro relazione è credibile, a differenza di molti altri personaggi in vari altri film erotici durante quel periodo. 

La monaca del peccato (1986)

È un film erotico italiano del 1986 diretto da Joe D’Amato (col nome di Dario Donati). D’Amato ha girato, fotografato e montato il film. La sceneggiatura del film di René Rivet è basata sul romanzo “La Religeuse” di Denis Diderot.

Francia, 1700. La giovane Susanna viene violentata dal patrigno. Sua madre è testimone del crimine e dice a Susanna di che sarà portata in un convento, contro la sua volontà. L’abbazia è un luogo strano: diverse religiose sono ipersessuali. Molti di loro si masturbano e si frustano. La Madre Superiora viene eccitata da Susanna e fa anche delle avances. Questo eccita l’invidia della sua ex amante, suor Theresa. 

Man mano che la passione della Madre Superiora si espande sempre di più, Theresa prende il comando dell’abbazia e abusa anche del suo potere per rendere la vita di Susanna un calvario. Theresa diffonde un rapporto secondo cui Susanna è posseduta dal Diavolo, e la mette al sicuro in una prigione infestata dai topi, dopodiché costringe la donna a consumare una bevanda che la rende febbricitante. In seguito convince molte delle religiose a trascinare fuori dalla cella Susanna e la frusta, dichiarando che sta tentando di sconfiggere il diavolo.

L’esattrice (1987)

È un film giapponese del 1987 scritto e diretto anche da Juzo Itami. Ha vinto innumerevoli riconoscimenti, tra cui 6 importanti riconoscimenti dell’Accademia giapponese. Il personaggio del titolo del film, interpretato da Nobuko Miyamoto, è un investigatrice privata per l’Agenzia fiscale nazionale giapponese che utilizza numerosi metodi per catturare gli evasori fiscali. Apparentemente il regista è stato influenzato a realizzare il film dopo aver avuto enormi tassazioni dopo il suo successo con The Funeral.

Una donna revisore degli obblighi fiscali, Ryōko Itakura, controlla i conti di numerose aziende giapponesi, rivelando guadagni a sorpresa e recuperando anche gli obblighi fiscali scaduti. Un giorno Itakura convince il suo manager a permetterle di esplorare il proprietario di una serie di love resort che sembra essere un evasore fiscale, ma dopo un esame non viene trovata alcuna prova. Durante l’esame il valutatore e il proprietario, Hideki Gondō, stabiliscono un rispetto l’uno per l’altro. Quando la stessa situazione si ripropone, Itakura è nuovamente in grado di esaminare. Durante una serie avanzata di incursioni contro il tasso di interesse del proprietario del resort, trova involontariamente un’area sorpresa con importanti prove incriminanti.

Sacrificio fatale (1991)

E’ un film drammatico erotico del 1991 scritto e diretto anche da Michael Tolkin. Ha come protagonista Mimi Rogers nei panni di una donna che si trasforma da scambista in pia cristiana dopo aver scoperto che l’Apocalisse è vicina. Il film a basso budget è stato un fallimento commerciale, mentre la valutazione critica è stata per lo più favorevole, con l’interpretazione di Rogers applaudita come probabilmente la migliore del suo lavoro.

Sharon, una giovane donna di Los Angeles, vive in modo libidinoso. Entra in contatto con una setta cristiana che dice che la fine del mondo è vicina sulla base delle loro analisi degli strani sogni dai fedeli. Col tempo, Sharon crede a questa idea e diventa anche una fervente cristiana. Successivamente inizia a vivere una vita religiosa, si sposa ed ha un figlio. Tuttavia, quando suo marito Randy viene ucciso in un omicidio insensato, inizia a dubitare della bontà di Dio. Pensa che Dio l’abbia chiamata in un deserto in attesa della fine del mondo, e invece di lasciare suo figlio al sicuro con gli amici, sceglie di portarlo con lei. Foster, un agente delle forze dell’ordine, è preoccupato per la loro salute, ma Sharon insiste sul fatto che la fine è vicina.

Tokyo Decadence (1992)

E’ un film erotico giapponese diretto da Ryū Murakami con musica di Ryuichi Sakamoto. Il film è stato girato nel 1991 ed è stato lanciato all’inizio del 1992. È interpretato da Miho Nikai ed è stato proibito in numerosi paesi come l’Australia e la Corea del Sud. Il racconto riguarda una prostituta delusa dall’amore che viene abusata da pervertiti e criminali mentre cerca la pace interiore lontano dalla verità che il suo amante è attualmente sposato. 

Ai, una timida studentessa universitaria di 22 anni a Tokyo, lavora come prostituta per un’azienda che soddisfa uomini benestanti e perversi. Per compiacere i suoi clienti, Ai ha bisogno di interpretare fantasiose situazioni sessuali come sadomasochismo e bondage. I primi due terzi del film sono composti in gran parte da quattro sequenze erotiche tra cui sodomia, sadomasochismo e bondage, con giocattoli vibratori erotici e uomini pervertiti. C’è in cui un necrofilo cerca di soffocare la protagonista. Vari altri atti di parafilie e perversioni sono associate a molte delle situazioni del film.

Getting Any? (1995)

E’ un film giapponese del 1995, scritto, diretto, montato e interpretato anche da Takeshi Kitano. Il film è una commedia erotica. Ha rivelato al pubblico Beat Takeshi, inizialmente un intrattenitore manzai, che torna alle sue divertenti origini. Il film include un personaggio la cui fissazione è fare l’amore. Il film ha incontrato scarso riconoscimento in Giappone, dove il suo lancio è stato visto a malapena. Kitano ha dichiarato nel 2003, che esso era uno dei suoi 3 film più amati tra i 10 che aveva già diretto. Secondo lui, questo lavoro è stato la base per molti dei film che hanno seguito, tra cui il famoso Hana-bi, in quanto include tutti i suoi stili ricorrenti, violenza fisica e sofferenza. 

Secondo Kitano, la sua funzione in questo film era quella di prendere in giro se stesso. Voleva anche prendere in giro i giovani giapponesi, quelli nati dopo la seconda guerra mondiale, che erano molto semplici e sinceri quando si trattava di parlare con le donne di fare l’amore. Kitano ha confutato l’accusa di ridicolizzare la cultura giapponese e ha anche dichiarato che il suo obiettivo in questo film era solo far ridere il pubblico.

American Pie (1999)

E’ un film commedia erotico del 1999 diretto e coprodotto da Paul Weitz e scritto da Adam Herz. È il primo film della serie cinematografica di American Pie e vede come protagonisti un cast composto da Jason Biggs, Chris Klein, Alyson Hannigan, Natasha Lyonne, Thomas Ian Nicholas, Tara Reid, Mena Suvari, Eddie Kaye Thomas, Seann William Scott, Eugene Levy, Shannon Elizabeth e Jennifer Coolidge. La storia racconta di 5 compagni di scuola che frequentano la East Great Falls High. Con l’unica eccezione di Stifler, che ha già perso la verginità, i giovani si impegnano a perdere la verginità prima del diploma di scuola secondaria.

Il titolo descrive una scena in cui il personaggio principale viene catturato mentre si masturba con una torta. L’autore Adam Herz ha effettivamente affermato che il titolo descrive anche la missione di perdere la propria verginità al liceo, che è “una cosa americana come la torta di mele”. Il film è stato un successo al botteghino e ha prodotto tre sequel consecutivi: American Pie 2 (2001), American Wedding (2003) e American Reunion (2012). 

Sacred Flesh (1999) 

E’ un film horror erotico britannico del 1999. È ambientato in un passato indeterminato e contiene una raccolta di scene liberamente collegate che illustrano la sessualità pseudo-lesbica e rapporti sadomasochisti.

La sorella Elisabetta, la madre superiora di un convento medievale, ha visioni di Maria Maddalena e di una suora morta. Papà Henry, l’abate, e anche il suo servitore Richard vengono mobilitati dalla badessa del convento per evitare l’isteria nel convento. Elisabetta dichiara le visioni e anche i sogni delle religiose, flagellandosi e finendo per entusiasmarsi mentre lo fa: suor Sarah si masturba; Le sorelle Mary e anche Helena si flagellano a vicenda e poi fanno l’amore. Sis Jane, Teresa e anche Helen fanno sesso a tre e violentano anche suor Ann dopo averla messa su una croce. Elisabetta si dimena nella sua cella e inoltre, mentre muore, è torturata dalle visioni di una donna crocifissa.

Road Trip (2000)

E’ un film erotico on the road del 2000 diretto da Todd Phillips e scritto da Scot Armstrong e Phillips. Il film è interpretato da Breckin Meyer, Seann William Scott, Paulo Costanzo e DJ Qualls nei panni di quattro amici universitari che iniziano un viaggio di 2.900 chilometri per ottenere un nastro magnetico inviato per errore a una donna.

Uno studente universitario, Barry, fa un giro nella sua università con i nuovi iscritti e racconta una storia sui suoi amici. Josh Parker e Tiffany Henderson sono amici diventati amanti al liceo e hanno una relazione a distanza poiché lui va all’Università di Ithaca e lei all’Università di Austin. Alla fine il loro rapporto sentimentale a distanza inizia a svanire. Quando non riesce a contattare regolarmente Tiffany al telefono, Josh diventa poco sicuro di sé. Temendo l’adulterio, Josh inizia a inviare messaggi registrati a Tiffany.

The Glamorous Life of Sachiko Hanai (2003) 

E’ un film erotico presentato inizialmente come film romantico, poi è diventato un cult e il produttore ha autorizzato il regista Mitsuru Meike ad ampliarlo fino alla sua forma attuale. Nel 2007 il film è stato selezionato al Santa Barbara International Film Festival.

Sachiko Hanai (Emi Kuroda) fa la prostitura specializzata in giochi di ruolo legati al sesso o cosplay. Mentre si trova in un bar dopo un lavoro, assiste a un incontro tra 2 uomini, uno nordcoreano e altri del Medio Oriente, che sembrano essere spie. Quando il litigio si trasforma in una sparatoria, Sachiko inizia erroneamente a scattare una foto dell’evento con il cellulare e viene colpita da un proiettile alla tempia. Invece di ucciderla, il proiettile si insedia nella sua mente e fornisce fenomenali poteri psicologici, tra cui la capacità di comprendere lingue di cui prima non aveva comprensione, abilità matematiche avanzate e sesto senso. Dopo essere sopravvissuta scappa dal luogo e individua nella sua tasca un tubo cilindrico d’acciaio con un duplicato del dito del presidente degli Stati Uniti George W. Bush. 

Serve the People (2022)

E’ un film erotico sudcoreano del 2022, scritto e diretto anche da Jang Cheol-soo e interpretato anche da Yeon Woo- jin, Ji An, Jo Sung-ha e Kim Ji-chul. Basato sull’omonima storia dell’autore cinese Yan Lianke, mostra l’amore tra Mu Gwang, un soldato, e Su-ryun, la giovane moglie del capo dipartimento, nonché i dissidi interiori di Mu Gwang. Il film è ambientato in una nazione socialista immaginaria molto paragonabile alla Corea del Nord negli anni ’70. Le scene di sesso costituiscono gran parte del film e l’argomento iniziale di satira e resistenza diventa sempre più sfocato con il passare dei minuti, ma il film è sicuramente qualcosa di più di un intrattenimento erotico convenzionale.

Centinaia di film e documentari selezionati senza limiti

Nuovi film ogni settimana. Guarda su qualsiasi dispositivo, senza nessuna pubblicità. Annulla in qualsiasi momento.
error: Content is protected !!

Indiecinema Film Festival 2022

Indiecinema Film Festival 2022

Dal 5 Dicembre al 31 gennaio guarda in streaming la selezione dei film in concorso: cortometraggi, documentari e film indipendenti da tutto il mondo