Film tedeschi da vedere assolutamente

Guarda film indipendenti e cult selezionati

Vai oltre i film proposti dalle solite piattaforme commerciali. Guarda centinaia di film indipendenti e d'autore rari, cult e documentari introvabili selezionati da tutto il mondo.

Indice dei contenuti

I film tedeschi ha una storia ricca e variegata, che si estende per oltre un secolo. Sin dagli albori, i registi tedeschi hanno dimostrato una grande capacità di innovazione e sperimentazione, creando alcuni dei film più influenti e memorabili della storia del cinema.

L’età d’oro dei film tedeschi

Murnau

Il periodo più florido del cinema tedesco è considerato l'”età d’oro”, che va dal 1919 al 1933. In questo periodo, la Germania fu uno dei principali centri di produzione cinematografica del mondo, grazie a registi come Fritz Lang, Robert Wiene, Georg Wilhelm Pabst e F.W. Murnau.

I film di questi registi erano caratterizzati da una forte componente espressionista, che si manifestava in un uso innovativo della fotografia, della scenografia e della recitazione. Film come “Metropolis” (1927), “Il gabinetto del dottor Caligari” (1920) e “Nosferatu” (1922) sono considerati classici del cinema mondiale e hanno avuto un’influenza profonda sullo sviluppo del cinema moderno.

Iscriviti

I film espressionisti tedeschi

I film espressionisti tedeschi erano caratterizzati da un’atmosfera cupa e inquietante, e spesso esploravano temi come la follia, la paura e la violenza. I registi espressionisti utilizzavano spesso tecniche come l’uso di luci e ombre contrastanti, la distorsione delle prospettive e la deformazione dei personaggi per creare un’atmosfera di irrequietezza e inquietudine.

I film tedeschi dopo la seconda guerra mondiale

Dopo la seconda guerra mondiale, il cinema tedesco subì un periodo di declino, a causa delle devastazioni della guerra e della divisione della Germania in due stati. Tuttavia, negli anni ’60, il cinema tedesco iniziò a riemergere, grazie a un nuovo movimento cinematografico noto come “Nuova Onda tedesca”.

I registi del Nuovo Cinema Tedesco

Wim-Wenders

I registi del Nuovo cinema tedesco, come Rainer Werner Fassbinder, Werner Herzog e Wim Wenders, si ispirarono al cinema americano e francese, ma svilupparono uno stile personale e originale. I loro film, spesso caratterizzati da un forte contenuto sociale e politico, furono molto influenti e contribuirono a rinnovare l’immagine del cinema tedesco a livello internazionale.

I film del Nuovo Cinema Tedesco esploravano una vasta gamma di temi, tra cui la politica, la classe sociale, la famiglia e la condizione umana. I registi del Nuovo Cinema Tedesco erano particolarmente interessati a raccontare le storie della gente comune, e spesso utilizzavano un linguaggio cinematografico semplice e diretto.

I film della Nuova Onda tedesca

I film della Nuova Onda tedesca esploravano una vasta gamma di temi, tra cui la politica, la classe sociale, la famiglia e la condizione umana. I registi della Nuova Onda tedesca erano particolarmente interessati a raccontare le storie delle persone comuni, e spesso utilizzavano un linguaggio cinematografico semplice e diretto.

I film tedeschi contemporanei

Negli ultimi decenni, il cinema tedesco ha continuato a produrre film di alta qualità, che hanno ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali. Tra i registi tedeschi contemporanei più importanti si possono menzionare Michael Haneke, Werner Herzog, Fatih Akin, Christian Petzold e Florian Henckel von Donnersmarck.

I film di questi registi sono molto diversi tra loro, ma sono accomunati da una grande attenzione alla qualità della narrazione e della realizzazione. I temi affrontati sono spesso complessi e impegnativi, ma sono sempre trattati con uno sguardo lucido e disincantato.

I film tedeschi da non perdere

Il cinema tedesco offre una vasta gamma di film, che spaziano dal cinema d’autore al cinema commerciale. Ecco una lista dei migliori film tedeschi della storia del cinema, selezionati in base alla loro influenza, qualità artistica e importanza culturale.


Il gabinetto del dottor Caligari (1920)

Introduzione:

Il gabinetto del dottor Caligari è un film horror muto tedesco del 1920 diretto da Robert Wiene e scritto da Hans Janowitz e Carl Mayer. È considerato uno dei film più importanti del movimento espressionista tedesco ed è ampiamente riconosciuto come un’opera di riferimento del cinema.

Trama:

Ambientato in una piccola città tedesca, Il gabinetto del dottor Caligari racconta la storia di un ipnotizzatore misterioso di nome Dr. Caligari che usa il suo assistente sonnambulo, Cesare, per commettere omicidi. Il film è narrato da un giovane di nome Francis che all’inizio è scettico delle affermazioni di Caligari, ma presto si convince che il dottore sia responsabile di una serie di omicidi.

Accoglienza:

Il gabinetto del dottor Caligari è stato un successo di critica e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per il suo stile visivo innovativo e per la sua trama suspense. Il film è stato accreditato di aver influenzato innumerevoli altri film horror, e rimane un’opera popolare e influente del cinema oggi.

Il Golem: Come venne al mondo (1920)

Introduzione:

Il Golem: Come venne al mondo è un film horror muto tedesco del 1920 diretto da Paul Wegener e scritto da Henrik Galeen. Il film è basato sulla leggenda ebraica del Golem, una creatura d’argilla che è stata portata in vita da un rabbino.

Trama:

Ambientato a Praga nel XVI secolo, Il Golem racconta la storia del rabbino Loew, che crea un Golem per proteggere la comunità ebraica dalla persecuzione. Tuttavia, il Golem presto diventa incontrollabile e inizia a devastare la città.

Accoglienza:

Il Golem: Come venne al mondo è stato un successo di critica e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per i suoi effetti speciali e per la sua esplorazione dei temi dell’identità e della responsabilità. Il film è stato accreditato di aver influenzato innumerevoli altri film horror, e rimane un’opera popolare e influente del cinema oggi.

Dal mattino a mezzanotte (1920)

Introduzione:

Dal mattino a mezzanotte è un film drammatico muto tedesco del 1920 diretto da Karlheinz Martin e scritto da Carl Mayer. Il film è basato sul romanzo omonimo di Georg Kaiser.

Trama:

Dal mattino a mezzanotte racconta la storia di un giovane uomo di nome Anselmo che è perseguitato da incubi e allucinazioni. Diventa convinto di essere destinato a commettere un omicidio, e si mette a cercare la sua vittima.

Accoglienza:

Dal mattino a mezzanotte è stato un successo di critica e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per il suo stile espressionista e per la sua esplorazione dei temi della paranoia e dell’alienazione. Il film è stato accreditato di aver influenzato innumerevoli altri film, e rimane un’opera popolare e influente del cinema oggi.

Destino (1921)

Introduzione:

Destino è un film muto tedesco del 1921 diretto da Fritz Lang e scritto da Fritz Lang e Thea von Harbou. Il film è basato sul romanzo omonimo di Hermann Sudermann.

Trama:

Destino racconta la storia di una giovane donna di nome Luisa che è intrappolata in una rete del destino. Lei è innamorata di un giovane uomo di nome Fritz, ma suo padre lo proibisce il matrimonio. Luisa è costretta a sposare un altro uomo, e la sua vita è piena di tragedia.

Accoglienza:

Destino è stato un successo di critica e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per il suo stile espressionista e per la sua esplorazione dei temi del destino e del destino. Il film è stato accreditato di aver influenzato innumerevoli altri film, e rimane un’opera popolare e influente del cinema oggi.

Nosferatu (1922)

Introduzione

Nosferatu è un film horror muto tedesco del 1922 diretto da F. W. Murnau e scritto da Henrik Galeen. Il film è un adattamento approssimativo del romanzo Dracula di Bram Stoker.

Trama

Nosferatu racconta la storia del conte Orlok, un vampiro che arriva in un piccolo villaggio tedesco. La presenza di Orlok porta morte e distruzione al villaggio, e un giovane uomo di nome Jonathan Harker deve trovare un modo per fermarlo.

Accoglienza

Nosferatu è stato un successo di critica e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per il suo stile espressionista e per la sua atmosfera horror. Il film è stato accreditato di aver influenzato innumerevoli altri film horror, e rimane un’opera popolare e influente del cinema oggi.

Dr. Mabuse, il giocatore (1922)

Introduzione

Dr. Mabuse, il giocatore è un film tedesco del 1922 diretto da Fritz Lang. È il primo film di una serie di film sul Dr. Mabuse, un maestro criminale che controlla la malavita di Berlino.

Trama

Un genio del crimine evade da un manicomio e inizia a tramare per riprendere il controllo della malavita di Berlino. Un giovane detective è determinato a fermarlo.

Accoglienza

Dr. Mabuse, il giocatore è stato un successo di critica e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per la sua suspense e la sua complessità. Il film è stato accreditato di aver influenzato innumerevoli altri film noir, e rimane un’opera popolare e influente del cinema oggi.

L’ultima risata (1924)

Introduzione

L’ultima risata è un film tedesco del 1924 diretto da Friedrich Wilhelm Murnau. Il film è ambientato in una piccola città tedesca e racconta la storia di un uomo di nome Jakob, un portiere di un hotel che viene demansionato.

Trama

Un uomo burbero e scorbutico viene demansionato dal suo lavoro e inizia a vagare per la città, ubriaco e sconsolato. Incontra una giovane donna, ma la loro relazione è destinata a fallire.

Accoglienza

L’ultima risata è stato un successo di critica e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per il suo stile espressionista e la sua esplorazione dei temi della classe e dell’alienazione. Il film è considerato un classico del cinema tedesco ed è ancora oggi popolare e influente.

Iscriviti

Michael (1924)

Introduzione

Michael è un film tedesco del 1924 diretto da Carl Theodor Dreyer. Il film è ambientato in una piccola città tedesca e racconta la storia di un giovane uomo di nome Michael, un operaio che si innamora di una donna di nome Johanna, una ricca borghese.

Trama

Un giovane operaio si innamora di una ricca borghese, ma la loro relazione è ostacolata dalle loro differenze sociali. L’uomo deve scegliere tra il suo amore e la sua fede religiosa.

Accoglienza

Michael è stato un successo di critica, ma è stato un fallimento commerciale. Il film è stato elogiato per il suo stile espressionista e la sua esplorazione dei temi della fede e del sacrificio. Il film è considerato un classico del cinema tedesco ed è ancora oggi popolare e influente.

I nibelunghi (1924)

Introduzione

I nibelunghi è un film tedesco del 1924 diretto da Fritz Lang. È la prima parte di una trilogia basata sull’epopea tedesca dei Nibelunghi.

Trama

Un giovane eroe uccide un drago e sposa la regina dei Nibelunghi. Tuttavia, viene ingannato da un mago e perde la sua invulnerabilità.

Accoglienza

I nibelunghi è stato un successo di critica e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per le sue scene d’azione, i suoi effetti speciali e le sue immagini epiche. Il film è considerato un classico del cinema tedesco ed è ancora oggi popolare e influente.

I Nibelunghi: la Vendetta di Crimilde (1924)

Introduzione

I Nibelunghi: la Vendetta di Crimilde è un film fantasy tedesco del 1924 diretto da Fritz Lang. È la seconda parte di una trilogia basata sull’epopea tedesca dei Nibelunghi.

Trama

La regina Kriemhild si vendica della morte del marito, Siegfried, uccidendo il suo fratellastro Gunther e sua moglie Brunhild.

Accoglienza

I Nibelunghi: la Vendetta di Crimilde è stato un successo di critica e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per le sue scene d’azione, i suoi effetti speciali e le sue immagini epiche. Il film è considerato un classico del cinema tedesco ed è ancora oggi popolare e influente.sharemore_vert

Faust (1926)

Introduzione

Faust è un film tedesco del 1926 diretto da F. W. Murnau. È un adattamento del dramma omonimo di Johann Wolfgang von Goethe.

Trama

Un professore universitario, Johann Faust, è scontento della sua vita e fa un patto con il diavolo, Mefistofele. Mefistofele promette a Faust di dargli tutto ciò che desidera, in cambio della sua anima.

Accoglienza

Faust è stato un successo di critica e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per le sue immagini espressioniste, le sue interpretazioni e la sua esplorazione dei temi della fede, del dubbio e della redenzione. Il film è considerato un classico del cinema tedesco ed è ancora oggi popolare e influente.

Le avventure di principe Achmed (1926)

Introduzione

Le avventure di principe Achmed è un film tedesco del 1926 diretto da Lotte Reiniger. È il primo film d’animazione in silhouette a colori.

Trama

Il principe Achmed, un giovane principe arabo, deve affrontare una serie di avventure per salvare la sua principessa dal malvagio mago.

Accoglienza

Le avventure di principe Achmed è stato un successo di critica e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per la sua tecnica innovativa, le sue immagini vibranti e la sua storia avvincente. Il film è considerato un classico del cinema d’animazione ed è ancora oggi popolare e influente.

Metropolis (1927)

Introduzione

Metropolis è un film di fantascienza tedesco del 1927 diretto da Fritz Lang. È un film di fantascienza che esplora il conflitto tra le classi operaie e la classe dirigente.

Trama

Metropolis è una città futuristica divisa in due parti: la città alta, dove vivono i ricchi e potenti, e la città bassa, dove vivono i poveri e gli operai. Freder Fredersen, il figlio del padrone della città alta, si innamora di Maria, una donna che lavora nella città bassa. Maria cerca di unire le due classi, ma viene uccisa dal capo della polizia. Freder, sconvolto dalla morte di Maria, si unisce agli operai per combattere contro il sistema oppressivo.

Accoglienza

Metropolis è stato un successo di critica e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per la sua ambizione, i suoi effetti speciali innovativi e la sua esplorazione dei temi del conflitto di classe e della giustizia sociale. Il film è considerato uno dei più grandi film di fantascienza mai realizzati ed è ancora oggi popolare e influente.

Berlino: Sinfonia di una grande città (1927)

Introduzione

Berlino: Sinfonia di una grande città è un film tedesco del 1927 diretto da Walther Ruttmann. È un film documentario che esplora la vita quotidiana di Berlino.

Trama

Il film è composto da una serie di scene che documentano la vita quotidiana di Berlino, dalla mattina alla sera. Le scene sono montate in modo ritmico e sincopato, e creano un’impressione di movimento e dinamismo.

Accoglienza

Berlino: Sinfonia di una grande città è stato un successo di critica e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per la sua innovativa tecnica di montaggio, le sue immagini evocative e la sua rappresentazione evocativa di una grande città. Il film è considerato un classico del cinema documentario ed è ancora oggi popolare e influente.

Il vaso di Pandora (1929)

Introduzione:

Il vaso di Pandora è un film drammatico tedesco del 1929 diretto da Georg Wilhelm Pabst e interpretato da Louise Brooks. Il film è basato sulla commedia del 1894 omonima di Frank Wedekind.

Trama:

Il vaso di Pandora racconta la storia di Lulu, una donna bella e distruttiva che porta alla rovina tutti coloro che entrano in contatto con lei. Lulu inizia come prostituta, ma presto sale di rango, seducendo e distruggendo uomini a volontà.

Accoglienza:

Il vaso di Pandora è stato un successo critico e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per le sue interpretazioni, le sue immagini stilizzate e la sua esplorazione dei temi della sessualità e della moralità. Il film è considerato un classico del cinema tedesco e una grande influenza sul lavoro dei registi successivi.

Diario di una donna perduta (1929)

Introduzione:

Il diario di una ragazza perduta è un film drammatico tedesco del 1929 diretto da G.W. Pabst e interpretato da Louise Brooks. Il film è basato sul romanzo del 1929 omonimo di Margarete Böhme.

Trama:

Il diario di una ragazza perduta racconta la storia di Thymian, una giovane ragazza che viene sedotta da un giovane uomo e costretta alla prostituzione. Thymian viene infine salvata da un assistente sociale, ma non è in grado di sfuggire al suo passato.

Accoglienza:

Il diario di una ragazza perduta è stato un successo critico e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per le sue interpretazioni, la sua realistica rappresentazione della prostituzione e la sua esplorazione dei temi della sessualità e della moralità. Il film è considerato un classico del cinema tedesco e una grande influenza sul lavoro dei registi successivi.

Uomini di domenica (1930)

Introduzione:

Uomini di domenica è un film documentario tedesco del 1930 diretto da Robert Siodmak, Edgar G. Ulmer e Fred Zinnemann. Il film è un ritratto di un gruppo di amici in gita domenicale a Berlino.

Trama:

Uomini di domenica segue un gruppo di amici mentre trascorrono una giornata a Berlino. Visitano lo zoo, nuotano nel fiume e ballano in un nightclub. Il film cattura lo spirito libero della gioventù e l’eccitazione della vita in una grande città.

Accoglienza:

Uomini di domenica è stato un successo critico e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per la sua realistica rappresentazione della vita quotidiana, l’uso di attori non professionisti e la sua innovativa tecnica di montaggio. Il film è considerato un classico del cinema tedesco e una grande influenza sul lavoro dei registi successivi.

L’angelo azzurro (1930)

Introduzione:

L’angelo azzurro è un film drammatico tedesco del 1930 diretto da Josef von Sternberg e interpretato da Marlene Dietrich. Il film è basato sul romanzo del 1905 omonimo di Heinrich Mann.

Trama:

L’angelo azzurro racconta la storia di Professor Rath, un rispettabile maestro di scuola che si innamora di Lola Lola, una cantante di cabaret. Lola Lola è una donna seduttiva e pericolosa, e presto conduce Rath sulla via della distruzione.

Accoglienza:

L’angelo azzurro è stato un successo critico e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per le sue interpretazioni, le sue immagini stilizzate e la sua esplorazione dei temi della tentazione e della corruzione. Il film è considerato un classico del cinema tedesco e una grande influenza sul lavoro dei registi successivi.

M (1931)

Introduzione:

M è un film drammatico tedesco del 1931 diretto da Fritz Lang e interpretato da Peter Lorre. Il film racconta la storia di un serial killer che rapisce e uccide bambini a Berlino.

Trama:

M segue la polizia mentre cerca di catturare il killer. La polizia si rivolge alla comunità criminale di Berlino per chiedere aiuto, e presto si forma un’alleanza tra la polizia e i criminali per catturare il killer.

Accoglienza:

M è stato un successo critico e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per la sua suspense, le sue interpretazioni.

Vampyr (1932)

Introduzione:

Vampyr è un film horror espressionista tedesco del 1932 diretto da Carl Theodor Dreyer e interpretato da Max Schreck. Il film è basato sul romanzo omonimo di Sheridan Le Fanu.

Riassunto della trama:

Vampyr racconta la storia di un giovane di nome Allan Gray che si reca in un piccolo villaggio in Germania. Gray scopre presto che il villaggio è terrorizzato da un vampiro.

Accoglienza:

Vampyr è stato un fallimento critico e commerciale al momento della sua uscita. Il film è stato criticato per il suo ritmo lento e la sua trama confusa. Tuttavia il film è stato da allora rivalutato dalla critica ed è ormai considerato un classico del cinema tedesco.

Il testamento del dottor Mabuse (1933)

Introduzione:

Il testamento del dottor Mabuse è un film drammatico tedesco del 1933 diretto da Fritz Lang e interpretato da Rudolf Klein-Rogge. Il film è il sequel di Dr. Mabuse, il giocatore (1922).

Trama:

Il testamento del dottor Mabuse racconta la storia del dottor Mabuse, un criminale psicopatico che è imprigionato in un manicomio. Mabuse continua a esercitare il suo controllo sulla criminalità da dietro le sbarre, e presto un nuovo gruppo di criminali inizia a seguire i suoi ordini.

Accoglienza:

Il testamento del dottor Mabuse è stato un successo critico e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per la sua suspense, le sue interpretazioni e la sua esplorazione dei temi del male e della corruzione. Il film è considerato un classico del cinema tedesco e una grande influenza sul lavoro dei registi successivi.

Il trionfo della volontà (1935)

Introduzione:

Il trionfo della volontà è un film documentario tedesco del 1935 diretto da Leni Riefenstahl. Il film documenta il raduno del Partito Nazionalsocialista del 1934 a Norimberga.

Trama:

Il trionfo della volontà è un film di propaganda che celebra la potenza del Partito Nazionalsocialista e del suo leader, Adolf Hitler. Il film è un capolavoro di tecnica cinematografica, ma è anche un documento inquietante della propaganda nazista.

Accoglienza:

Il trionfo della volontà è stato un successo di critica e commerciale al momento della sua uscita. Il film è stato elogiato per il suo virtuosismo tecnico e la sua capacità di creare un senso di stupore ed eccitazione. Tuttavia, il film è stato criticato anche per il suo valore propagandistico e per la sua glorificazione del partito nazista.

Olympia (1938)

Introduzione:

Olympia è un film documentario tedesco del 1938 diretto da Leni Riefenstahl. Il film documenta le Olimpiadi estive del 1936 a Berlino.

Trama:

Olympia è un film di propaganda che celebra la superiorità della razza ariana. Il film è un altro capolavoro di tecnica cinematografica, ma è anche un documento inquietante della propaganda nazista.

Accoglienza:

Olympia è stata un successo di critica e commerciale al momento della sua uscita. Il film è stato elogiato per il suo virtuosismo tecnico e la sua capacità di catturare l’emozione delle Olimpiadi. Tuttavia, il film è stato criticato anche per il suo valore propagandistico e per la sua glorificazione del partito nazista.

Il ponte (1959)

Introduzione:

Il ponte è un film drammatico tedesco del 1959 diretto da Bernhard Wicki. Il film racconta la storia di un gruppo di soldati tedeschi che sono incaricati di difendere un ponte sul Reno dagli Alleati durante gli ultimi giorni della seconda guerra mondiale.

Trama:

Il ponte racconta la storia di un gruppo di soldati tedeschi che sono incaricati di difendere un ponte sul Reno dagli Alleati durante gli ultimi giorni della seconda guerra mondiale. I soldati sono inizialmente entusiasti del loro compito, ma presto si rendono conto della futilezza della loro missione.

Accoglienza:

Il ponte è stato un successo critico e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per la sua realistica rappresentazione della guerra, le sue interpretazioni e la sua esplorazione dei temi dell’eroismo e del sacrificio. Il film è considerato un classico del cinema tedesco e una grande influenza sul lavoro dei registi successivi.

I turbamenti del giovane Törless (1966)

Introduzione:

I turbamenti del giovane Törlessè un film drammatico tedesco del 1966 diretto da Volker Schlöndorff e basato sul romanzo del 1906 omonimo di Robert Musil. Il film racconta la storia di Törless, un giovane ragazzo che è attratto da un mondo di sadismo e violenza.

Trama:

I turbamenti del giovane Törless racconta la storia di Törless, un giovane ragazzo che è mandato in un collegio militare. Törless è un ragazzo sensibile e intelligente, ma è anche un po’ fragile. Al collegio, Törless entra in contatto con un mondo di sadismo e violenza, e inizia a essere attratto da questo mondo.

Accoglienza:

I turbamenti del giovane Törless è stato un successo critico e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per la sua realistica rappresentazione dell’adolescenza, la sua esplorazione dei temi della sessualità e della violenza, e la sua innovativa use of cinematography. Il film è considerato un classico del cinema tedesco e una grande influenza sul lavoro dei registi successivi.

Segni di vita (1968)

Introduzione:

Segni di vita è un film drammatico tedesco del 1968 diretto da Wim Wenders e interpretato da Rudiger Vogler e Hanns Zischler. Il film racconta la storia di due soldati tedeschi che sono rimasti bloccati in un bunker dopo la fine della seconda guerra mondiale.

Trama:

Segni di vita racconta la storia di Robert e Heinrich, due soldati tedeschi che sono rimasti bloccati in un bunker dopo la fine della seconda guerra mondiale. Robert è un uomo ferito e disperato, mentre Heinrich è un uomo più ottimista. I due soldati devono trovare un modo per sopravvivere e per uscire dal bunker.

Accoglienza:

Segni di vita è stato un successo critico e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per la sua realistica rappresentazione della guerra, le sue interpretazioni e la sua esplorazione dei temi della speranza e della sopravvivenza. Il film è considerato un classico del cinema tedesco e una grande influenza sul lavoro dei registi successivi.

Il fabbricante di gattini (1969)

Introduzione:

Il fabbricante di gattini è un film drammatico tedesco del 1969 diretto da Rainer Werner Fassbinder e interpretato da El Hedi ben Salem e Hanna Schygulla. Il film racconta la storia di un gruppo di persone che vivono in un quartiere operaio di Monaco di Baviera.

Trama:

Il fabbricante di gattini racconta la storia di un gruppo di persone che vivono in un quartiere operaio di Monaco di Baviera. Il gruppo è composto da tedeschi, greci e italiani. Il film esplora i temi della xenofobia, dell’amore e della perdita.

Accoglienza:

Il fabbricante di gattini è stato un successo critico e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per la sua realistica rappresentazione della vita di periferia, le sue interpretazioni e la sua esplorazione dei temi della xenofobia e dell’amore. Il film è considerato un classico del cinema tedesco e una grande influenza sul lavoro dei registi successivi.

Il soldato americano (1970)

Introduzione:

Il soldato americano è un film drammatico tedesco del 1970 diretto da Rainer Werner Fassbinder e interpretato da Karlheinz Böhm e Hanna Schygulla. Il film racconta la storia di un soldato americano che è di stanza in Germania.

Trama:

Il soldato americano racconta la storia di un soldato americano che è di stanza in Germania. Il soldato, Michael, è un uomo solitario e depresso. Incontra una donna tedesca, Maria, e i due si innamorano. Tuttavia, la loro relazione è ostacolata dalla differenza di cultura e dalla guerra in corso.

Accoglienza:

Il soldato americano è stato un successo critico e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per la sua realistica rappresentazione della vita di un soldato americano in Germania, le sue interpretazioni e la sua esplorazione dei temi dell’amore e della guerra. Il film è considerato un classico del cinema tedesco e una grande influenza sul lavoro dei registi successivi.

Perché il signor R. è colto da follia improvvisa? (1970)

Introduzione:

Perché il signor R. è colto da follia improvvisa? (1970) è un film drammatico tedesco del 1970 diretto da Volker Schlöndorff e basato sul romanzo del 1921 omonimo di Heinrich Mann. Il film racconta la storia di Herr R., un uomo di mezza età che va su tutte le furie in una stazione ferroviaria.

Trama:

Perché il signor R. è colto da follia improvvisa? (1970) racconta la storia di Herr R., un uomo di mezza età che va su tutte le furie in una stazione ferroviaria. Il film esplora i motivi per cui Herr R. ha compiuto questo atto violento, tra cui i suoi sentimenti di alienazione, la sua sensazione di poterelessness e la sua visione del mondo.

Accoglienza:

Perché il signor R. è colto da follia improvvisa? (1970) è stato un successo critico e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per la sua realistica rappresentazione della violenza, le sue interpretazioni e la sua esplorazione dei temi dell’alienazione e della violenza. Il film è considerato un classico del cinema tedesco e una grande influenza sul lavoro dei registi successivi.

Il tamburo di latta (1979)

Introduzione:

Il tamburo di latta è un film drammatico tedesco del 1979 diretto da Volker Schlöndorff e basato sul romanzo del 1959 omonimo di Günter Grass. Il film racconta la storia di Oskar Matzerath, un giovane ragazzo che si rifiuta di crescere in protesta contro il mondo degli adulti.

Trama:

Il tamburo di latta racconta la storia di Oskar Matzerath, un giovane ragazzo che si rifiuta di crescere in protesta contro il mondo degli adulti. Oskar nasce nel 1924 e, in segno di protesta contro la società, decide di smettere di crescere al suo terzo compleanno. Oskar è un bambino prodigio, e la sua intelligenza e la sua personalità lo rendono un bersaglio per gli adulti. Oskar usa il suo tamburo di latta per esprimere la sua rabbia e frustrazione, e il suo tamburo diventa una voce di protesta contro la guerra, la violenza e l’oppressione.

Accoglienza:

Il tamburo di latta è stato un successo critico e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per la sua rappresentazione realistica della Germania del dopoguerra, le sue interpretazioni, la sua regia e la sua esplorazione dei temi della guerra, della violenza e della protesta. Il film ha vinto la Palma d’Oro al Festival di Cannes nel 1979 ed è stato candidato a tre premi Oscar, tra cui miglior film straniero.

Il matrimonio di Maria Braun (1979)

Introduzione:

Il matrimonio di Maria Braun è un film drammatico tedesco del 1979 diretto da Rainer Werner Fassbinder e interpretato da Hanna Schygulla. Il film racconta la storia di Maria Braun, una giovane donna che lotta per sopravvivere nella Germania del dopoguerra.

Trama:

Il matrimonio di Maria Braun racconta la storia di Maria Braun, una giovane donna che lotta per sopravvivere nella Germania del dopoguerra. Maria è una donna forte e determinata, e riesce a costruire una vita per se stessa nonostante le difficoltà. Tuttavia, la sua vita è segnata dalla tragedia e dalla perdita.

Accoglienza:

Il matrimonio di Maria Braun è stato un successo critico e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per la sua rappresentazione realistica della Germania del dopoguerra, le sue interpretazioni, la sua regia e la sua esplorazione dei temi della sopravvivenza, della tragedia e della perdita. Il film ha vinto il Golden Bear al Festival di Berlino nel 1979 ed è stato candidato a un premio Oscar per la migliore sceneggiatura originale.


Il cielo sopra Berlino (1987)

Introduzione:

Il cielo sopra Berlino è un film fantastico tedesco del 1987 diretto da Wim Wenders e interpretato da Bruno Ganz, Peter Falk e Solveig Dommartin. Il film racconta la storia di due angeli che osservano le vite degli esseri umani a Berlino.

Trama:

Il cielo sopra Berlino racconta la storia di due angeli, Damiel e Cassiel, che osservano le vite degli esseri umani a Berlino. Damiel è un angelo curioso e compassionevole, mentre Cassiel è un angelo più distaccato e severo. I due angeli vedono l’amore, la perdita, la gioia e la sofferenza degli esseri umani, e iniziano a chiedersi se è possibile provare queste emozioni da soli.

Accoglienza:

Il cielo sopra Berlino è stato un successo critico e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per la sua rappresentazione poetica della vita umana, le sue interpretazioni, la sua regia e la sua esplorazione dei temi dell’amore, della perdita e della compassione. Il film ha vinto il Golden Bear al Festival di Berlino nel 1987 ed è stato candidato a un premio Oscar per la migliore sceneggiatura originale.

Goodbye, Lenin! (2003)

Introduzione

Goodbye, Lenin! è un film commedia-dramma tedesco del 2003 diretto da Wolfgang Becker e con protagonisti Daniel Brühl, Katrin Saß e Chulpan Khamatova. Il film racconta la storia di Alex Kerner, che deve impedire a sua madre, Christiane, di apprendere la caduta del muro di Berlino.

Trama

Goodbye, Lenin! racconta la storia di Alex Kerner, che deve impedire a sua madre, Christiane, di apprendere la caduta del muro di Berlino. Christiane è una devota comunista e sarebbe devastata nell’apprendere che la Repubblica Democratica Tedesca è crollata. Alex deve creare una falsa realtà per sua madre e deve farlo senza che lei lo scopra.

Accoglienza

Goodbye, Lenin! è stato un successo di critica e commerciale al momento della sua uscita. Il film ha vinto l’Orso d’oro al Festival internazionale del cinema di Berlino 2003 ed è stato nominato per un Oscar per il miglior film straniero. Il film è considerato un classico del cinema tedesco e una grande influenza sul lavoro di registi successivi.

La caduta – Gli ultimi giorni di Hitler (2004)

Introduzione:

La caduta – Gli ultimi giorni di Hitler è un film drammatico tedesco del 2004 diretto da Oliver Hirschbiegel e interpretato da Bruno Ganz. Il film racconta gli ultimi giorni di Adolf Hitler nel bunker di Berlino.

Trama

La caduta – Gli ultimi giorni di Hitler racconta gli ultimi giorni di Adolf Hitler nel bunker di Berlino. Hitler è circondato dai suoi più fedeli seguaci, ma la guerra è ormai persa. Hitler è in preda alla paranoia e alla disperazione, e cerca di trovare un modo per salvare la Germania.

Accoglienza:

La caduta – Gli ultimi giorni di Hitler è stato un successo critico e commerciale al momento della sua uscita. È stato elogiato per la sua realistica rappresentazione degli ultimi giorni di Hitler, le sue interpretazioni.

Le vite degli altri (2006)

Introduzione

Le vite degli altri è un film drammatico tedesco del 2006 diretto da Florian Henckel von Donnersmarck e con protagonisti Ulrich Mühe, Martina Gedeck e Sebastian Koch. Il film racconta la storia di Gerd Wiesler, un agente della Stasi incaricato di spiare un drammaturgo e la sua amante.

Trama

Le vite degli altri racconta la storia di Gerd Wiesler, un agente della Stasi incaricato di spiare un drammaturgo e la sua amante. Wiesler è inizialmente spietato nella sua sorveglianza, ma presto inizia a sviluppare simpatia per la coppia.

Accoglienza

Le vite degli altri è stato un successo di critica e commerciale al momento della sua uscita. Il film ha vinto la Palma d’Oro al Festival di Cannes 2006 ed è stato nominato per cinque Oscar, tra cui Miglior film e Miglior regista. Il film è considerato un classico del cinema tedesco e una grande influenza sul lavoro di registi successivi.

Il falsario – Operazione Bernhard (2007)

Il falsario – Operazione Bernhard è un film drammatico storico tedesco del 2007 diretto da Stefan Ruzowitzky e con protagonisti Karl Markovics, August Diehl e Christian Berkel. Il film racconta la storia di Salomon Sorowitsch, un falsario ebreo che è costretto a lavorare per i nazisti durante la seconda guerra mondiale.

Trama

Il falsario – Operazione Bernhard racconta la storia di Salomon Sorowitsch, un falsario ebreo che è costretto a lavorare per i nazisti durante la seconda guerra mondiale. Sorowitsch è un falsario brillante e usa le sue abilità per aiutare gli ebrei con cui è imprigionato.

Accoglienza

Il falsario – Operazione Bernhard è stato un successo di critica e commerciale al momento della sua uscita. Il film ha vinto il Grand Prix al Festival di Cannes 2007 ed è stato nominato per cinque Oscar, tra cui Miglior film e Migliore regia. Il film è considerato un classico del cinema tedesco e una grande influenza sul lavoro di registi successivi.

Il nastro bianco (2009)

Il nastro bianco è un film storico drammatico tedesco del 2009 diretto da Michael Haneke. Il film racconta la storia di un piccolo villaggio tedesco nel 1913, dove una serie di misteriosi incidenti e crimini iniziano a verificarsi.

Trama

Il nastro bianco racconta la storia di un piccolo villaggio tedesco nel 1913. Il villaggio sembra pacifico, ma una serie di misteriosi incidenti e crimini iniziano a verificarsi. Il film segue l’indagine sui crimini ed esplora i temi dell’innocenza, della colpa e della responsabilità.

Accoglienza:

Il nastro bianco è stato un successo di critica e commerciale al momento della sua uscita. Il film ha vinto la Palma d’Oro al Festival di Cannes 2009 ed è stato nominato per sei Oscar. Il film è considerato un classico del cinema tedesco e una grande influenza sul lavoro di registi successivi.

Iscriviti

Victoria (2015)

Introduzione:

Victoria è un film thriller tedesco del 2015 diretto da Sebastian Schipper e interpretato da Laia Costa e Frederick Lau. Il film è un thriller in tempo reale che segue Victoria, una giovane donna spagnola che incontra un gruppo di giovani tedeschi a Berlino.

Riassunto della trama:

Victoria è un thriller in tempo reale che segue Victoria, una giovane donna spagnola che incontra un gruppo di giovani tedeschi a Berlino. Victoria inizialmente esita a unirsi a loro, ma presto si ritrova coinvolta nel loro mondo pericoloso.

Accoglienza:

Victoria è stata un successo di critica e commerciale al momento della sua uscita. Il film è stato elogiato per la sua regia innovativa, le sue interpretazioni e la sua trama piena di suspense. Il film ha vinto l’Orso d’argento al Festival Internazionale del Cinema di Berlino 2015 ed è stato nominato per un Academy Award per il miglior film in lingua straniera.

Toni Erdmann (2016)

Introduzione:

Toni Erdmann è una commedia drammatica tedesca del 2016 diretta da Maren Ade e interpretata da Sandra Hüller e Peter Simonischek. Il film racconta la storia di Ines, una donna d’affari di successo, che riceve la visita del suo ex padre, Winfried, vestito da clown.

Riassunto della trama:

Toni Erdmann racconta la storia di Ines, una donna d’affari di successo, che riceve la visita del suo ex padre, Winfried, vestito da clown. Winfried è determinato a riconnettersi con sua figlia e per farlo usa il suo personaggio da clown.

Accoglienza:

Toni Erdmann è stato un successo di critica e commerciale al momento della sua uscita. Il film ha vinto l’Orso d’Oro al Festival Internazionale del Cinema di Berlino 2016 ed è stato nominato per sei Academy Awards, tra cui quello per il miglior film in lingua straniera. Il film è considerato un classico del cinema tedesco e ha avuto una grande influenza sul lavoro dei registi successivi.

System Crasher (2019)

Introduzione:

System Crasher è un film drammatico tedesco del 2019 diretto da Nora Fingscheidt e interpretato da Helena Zengel. Il film racconta la storia di Benni, una bambina di nove anni a cui viene diagnosticato un disturbo oppositivo provocatorio.

Riassunto della trama:

System Crasher racconta la storia di Benni, una bambina di nove anni a cui viene diagnosticato un disturbo oppositivo provocatorio. Benni è un bambino distruttivo che si mette costantemente nei guai. Viene affidata a una serie di famiglie affidatarie, ma non sembra mai adattarsi.

Accoglienza:

System Crasher è stato un successo di critica e commerciale al momento della sua uscita. Il film ha vinto l’Orso d’argento al Festival Internazionale del Cinema di Berlino 2019 ed è stato nominato per un Academy Award come miglior lungometraggio internazionale. Il film è considerato un classico del cinema tedesco e ha avuto una grande influenza sul lavoro dei registi successivi.

Adele Resilienza

Adele Resilienza

Laureata in giurisprudenza, grafologa, sceneggiatrice, scrittrice, storica e critica cinematografica dal 2010.

Centinaia di film e documentari selezionati senza limiti

Nuovi film ogni settimana. Guarda su qualsiasi dispositivo, senza nessuna pubblicità. Annulla in qualsiasi momento.