Alan Parker

Indice dei contenuti

Alan Parker è stato un rinomato regista e produttore inglese che ha realizzato una vasta gamma di film acclamati dalla critica nel corso della sua carriera durata oltre quattro decenni. Conosciuto per la sua versatilità in vari generi, Parker ha diretto film iconici comeMidnight Express, Fame, Pink Floyd – The Wall, Mississippi Burning, The Commitments EEvitare.

Primi anni di vita

Infanzia e anni formativi

Alan Parker è nato nel 1944 a Islington, nel nord di Londra. Fin da piccolo amava andare al cinema e guardare film di tutti i generi. Alcune delle sue prime influenze includevano film di Alfred Hitchcock, Akira Kurosawa e Stanley Kubrick. Da bambino, Parker era attratto dall’arte e dalla fotografia. Ha frequentato la scuola d’arte dopo aver terminato gli studi secondari per studiare design grafico. Durante questo periodo, il suo interesse per il cinema crebbe ulteriormente.

Transizione al cinema

Dopo aver lavorato per alcuni anni come copywriter e regista di spot televisivi, Alan Parker ha deciso di intraprendere la carriera di regista. Il suo background pubblicitario gli ha dato esperienza nel condensare idee in spazi brevi e nel catturare l’attenzione dello spettatore con immagini di grande impatto. Parker ha portato questo stile visivo e questo approccio narrativo quando ha iniziato a dirigere film a metà degli anni ’70.

Esordio alla regia e primi successi

Primi film

Il debutto alla regia di Alan Parker è avvenuto con il dramma di gangster del 1976Bugsy Malone, con un cast di soli bambini. Il musical unico ha mostrato il talento di Parker per la novità e l’abilità con toni comici. Il suo prossimo film,Espresso di mezzanotte (1978), ha visto un importante spostamento verso argomenti più oscuri nel drammatizzare la vera storia di un americano imprigionato in Turchia con l’accusa di droga. Il film ha vinto due Academy Awards. Questi primi lavori dimostrarono la versatilità di Parker e la sua capacità di evitare di essere incasellato in qualsiasi stile o genere.

Fama e Pink Floyd – The Wall

Parker ha riscontrato un ulteriore successo di critica con il musicalFama (1980), esaminando gli studenti di una scuola superiore per le arti dello spettacolo di New York. Il film e la sua colonna sonora pop hanno riscontrato un grande successo commerciale. Il suo successivo grande progetto ha visto Parker dirigere la versione cinematografica musicale dell’album dell’opera rock dei Pink FloydIl muro (1982), lavorando a stretto contatto con la band stessa. Il film surreale e il suo esame dell’isolamento e del ritiro emotivo sono diventati un classico di culto.

L’importanza di Hollywood negli anni ’80

Mississippi in fiamme

Nel 1988, Parker ha diretto l’acclamato dramma sui diritti civiliMississippi in fiamme, con Gene Hackman e Willem Dafoe nei panni di agenti dell’FBI che indagano sugli omicidi di attivisti nel 1964. Evitando le convenzioni del dramma storico, Parker si è concentrato su una visione cruda e fondata degli eventi. Il film è stato nominato per sette Academy Awards. Mentre alcuni hanno criticato la sua finzione dei dettagli,Mississippi in fiamme ha gettato una luce cruda sul razzismo negli Stati Uniti e sull’ingiustizia nei confronti dei neri americani.

Partenze comiche con commedia e satira

Tra i film più pesanti, Parker ha inserito opere comiche che contenevano il proprio commento sociale.Uccellino (1984) hanno offerto uno studio toccante sui veterani della guerra del Vietnam.Vieni a vedere il Paradiso (1990) hanno evidenziato il maltrattamento da parte dell’America degli immigrati giapponesi durante la seconda guerra mondiale. È arrivata una tariffa più leggeraGli impegni (1991), una vibrante commedia musicale sui dublinesi della classe operaia che formano una band soul del sud americano. Quel film lanciò la carriera di molti giovani attori irlandesi e divenne un’amata pietra di paragone culturale in Irlanda.

Carriera successiva: travolgenti drammi storici

Le ceneri di Angela e la vita è dolce

Più avanti nella sua carriera, Parker è tornato alle sue radici irlandesi, dirigendoLe ceneri di Angela (1999), un dramma familiare ambientato nell’Irlanda dell’era della Depressione basato sul libro di memorie più venduto di Frank McCourt. Lo seguì subito dopo conLa vita di David Gale (2003), un dramma incentrato sui problemi che esamina le argomentazioni morali sulla pena capitale in Texas. Entrambi hanno dimostrato la capacità di Parker di affrontare temi socialmente rilevanti, creando allo stesso tempo narrazioni emotivamente toccanti, ancorate a forti performance centrali.

Evitare

L’opera cinematografica di Parker arrivò nel 1996 con l’epopea musicale e politicaEvitare sulla vita della First Lady argentina Eva Perón. Con Madonna e Antonio Banderas, il film ha visto Parker organizzare una drammaturgia su larga scala nel ricreare l’Argentina degli anni ’40 con ampi set e folle di persone. Il film ha catturato la qualità operistica del musical di Andrew Lloyd Webber mentre approfondiva temi risonanti come celebrità, populismo, disuguaglianza di ricchezza e divisioni di classe. Parker ha ricevuto la sua seconda nomination all’Oscar come miglior regista.

Eredità come direttore

Nel corso di un’illustre carriera che va dal 1976 al 2003, Alan Parker ha realizzato film che hanno risuonato per la loro coscienza sociale, abilità visiva e gusto per il non convenzionale. Ha affrontato questioni rilevanti ritraendo il vero pathos e l’umanità. Pur lavorando su generi disparati, i suoi film erano accomunati dalla loro onestà emotiva e da prospettive esterne sull’abuso di potere. Mai spaventato dal materiale stimolante, Parker ha creato protagonisti indelebili e realizzato spettacoli che hanno catturato lo zeitgeist culturale mostrando allo stesso tempo esperienze emarginate. Come regista consumato, ha dimostrato una vivida narrazione visiva e un’esplorazione ricca di sfumature della caratterizzazione. Con la sua scomparsa nel 2020, Alan Parker lascia un’eredità imponente come uno dei principali registi britannici della fine del XX secolo.

Filmografia di Alan Parker:

1. Bugsy Malone (1976)

  • Genere: Musical, commedia
  • Trama dettagliata: In un’ambientazione simile agli anni ’20, il giovane gangster Bugsy Malone si innamora di Blousey Brown e cerca di conquistare il controllo del mercato della droga a New York.
  • Accoglienza: Il film ha ricevuto recensioni positive per la sua originalità e la performance dei giovani attori.

2. Fuga di mezzanotte (1978)

  • Genere: Drammatico, thriller
  • Trama dettagliata: Basato su una storia vera, segue le vicende di Billy Hayes, un giovane americano imprigionato in Turchia per traffico di droga e i suoi tentativi di fuga.
  • Accoglienza: Il film è stato acclamato dalla critica per la sua intensità e ha ricevuto diverse nomination agli Oscar.

3. Fame (1980)

  • Genere: Musicale, drammatico
  • Trama dettagliata: Racconta la vita di un gruppo di studenti della High School of Performing Arts di New York, che affrontano sfide personali e artistiche mentre cercano di realizzare i propri sogni nel mondo dello spettacolo.
  • Accoglienza: Il film ha ottenuto un grande successo commerciale e ha vinto due premi Oscar, incluso Miglior Canzone Originale.

4. Pink Floyd – The Wall (1982)

  • Genere: Musicale, drammatico
  • Trama dettagliata: Un film ispirato all’album “The Wall” dei Pink Floyd, che segue la vita di un musicista tormentato, interpretato da Bob Geldof, attraverso la fama, l’isolamento e la disperazione.
  • Accoglienza: Il film ha ricevuto recensioni miste ma è diventato un cult, apprezzato soprattutto per la sua estetica e la colonna sonora dei Pink Floyd.

5. Birdy (1984)

  • Genere: Drammatico
  • Trama dettagliata: La storia di due amici d’infanzia reduci dalla guerra del Vietnam: uno fisicamente ferito, l’altro mentalmente traumatizzato, che cercano di ritrovare un senso nella vita.
  • Accoglienza: Il film è stato elogiato per le performance degli attori principali e la regia di Parker.

6. Angel Heart (1987)

  • Genere: Horror, thriller
  • Trama dettagliata: Un investigatore privato viene assunto per trovare un cantante scomparso, ma ben presto si trova coinvolto in eventi soprannaturali e oscuri segreti.
  • Accoglienza: Il film ha ricevuto recensioni positive per la sua atmosfera cupa e la performance di Mickey Rourke.

7. Mississippi Burning (1988)

  • Genere: Drammatico, thriller
  • Trama dettagliata: Basato su eventi reali, il film segue due agenti dell’FBI che indagano sulla scomparsa di tre attivisti per i diritti civili nel Mississippi degli anni ’60.
  • Accoglienza: Il film è stato lodato per la sua potente rappresentazione storica e ha ricevuto diverse nomination agli Oscar.

8. The Commitments (1991)

  • Genere: Commedia, musicale
  • Trama dettagliata: Un gruppo di giovani irlandesi forma una band soul e cerca il successo nel mondo della musica, affrontando conflitti interni e esterni lungo il cammino.
  • Accoglienza: Il film è stato ben accolto per la sua colonna sonora e l’energia delle performance musicali.

9. Evita (1996)

  • Genere: Biografico, musicale
  • Trama dettagliata: Basato sul musical di Andrew Lloyd Webber, racconta la vita di Eva Perón, dalla sua ascesa al potere fino alla sua morte precoce.
  • Accoglienza: Il film ha ricevuto recensioni contrastanti, ma è stato elogiato per la performance di Madonna nel ruolo principale.

10. Le ceneri di Angela (1999)

  • Genere: Drammatico
  • Trama dettagliata: Basato sul romanzo di Frank McCourt, segue la vita di una famiglia irlandese durante la povertà degli anni ’30 e ’40.
  • Accoglienza: Il film ha ricevuto recensioni miste, ma è stato apprezzato per le performance degli attori e la fedeltà alla fonte letteraria.

  • Genere: Drammatico, thriller
  • Trama dettagliata: Un attivista contro la pena di morte finisce in carcere accusato di omicidio e chiede a una giornalista di raccontare la sua storia prima dell’esecuzione.
  • Accoglienza: Il film ha ricevuto recensioni contrastanti, ma è stato apprezzato per la sua tematica controversa e le performance degli attori.

12. The Road to Wellville (1994)

  • Genere: Commedia, drammatico
  • Trama dettagliata: Ambientato negli anni ’20, segue le vicende di persone che si recano in una struttura sanitaria gestita da un eccentrico dottore, interpretato da Anthony Hopkins.
  • Accoglienza: Il film ha ricevuto recensioni miste, con alcune lodi per l’umorismo nero e le performance degli attori.
Picture of Indiecinema

Indiecinema

0 0 voti
Film Rating
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi.x