L’astronave degli esseri perduti

Guarda film indipendenti e cult selezionati

Vai oltre i film proposti dalle solite piattaforme commerciali. Guarda centinaia di film indipendenti e d'autore rari, cult e documentari introvabili selezionati da tutto il mondo.

Indice dei contenuti

“L’astronave degli esseri perduti” è un film di fantascienza britannico del 1967, diretto da Roy Ward Baker. Si tratta del terzo e ultimo film della serie “Quatermass”, basata sulle opere di Nigel Kneale.

La trama segue il professore Quatermass, interpretato da Andrew Keir, che investiga su una serie di strani eventi che avvengono durante la costruzione di una nuova stazione della metropolitana a Londra. Durante i lavori, infatti, viene rinvenuta una nave spaziale di origine sconosciuta, risalente a cinque milioni di anni fa, e contenente tre esseri extraterrestri in stato di ibernazione. Quatermass e il suo team scoprono che gli alieni hanno lasciato una traccia della loro presenza sulla Terra, influenzando la storia umana e influenzando la mente degli abitanti di Londra.

Il film è considerato un classico del genere fantascientifico britannico, grazie alla sua trama originale e alla sua atmosfera inquietante e misteriosa. La pellicola ha influenzato numerosi registi e scrittori di fantascienza successivi, tra cui John Carpenter e Ridley Scott.

Inoltre, “L’astronave degli esseri perduti” è stato lodato per le sue performance attoriali, la sua fotografia impressionante e le sue musiche evocative. Il film è stato anche considerato un commento sulla guerra fredda e sulle tensioni tra gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica, poiché mette in discussione l’idea della superiorità dell’uomo sulla natura e sulla tecnologia.

VAI AI FILM DA VEDERE IN STREAMING

Trama

L'astronave-degli-esseri-perduti

La trama del film “L’astronave degli esseri perduti” segue il professor Bernard Quatermass, un brillante scienziato interpretato da Andrew Keir, che investiga su una serie di strani eventi che avvengono durante la costruzione di una nuova stazione della metropolitana a Londra.

Durante i lavori, infatti, viene scoperta una nave spaziale di origine sconosciuta, risalente a cinque milioni di anni fa, e contenente tre esseri extraterrestri in stato di ibernazione. Quatermass e il suo team di scienziati cercano di scoprire di più sulla nave e sui suoi occupanti, ma presto scoprono che gli alieni hanno lasciato una traccia della loro presenza sulla Terra, influenzando la storia umana.

In particolare, si scopre che gli extraterrestri hanno modificato geneticamente i primati sulla Terra per creare la razza umana e che hanno lasciato la loro tecnologia in diverse parti del mondo, influenzando la costruzione di strutture come Stonehenge.

Inoltre, i ricercatori scoprono che gli alieni hanno lasciato una sorta di virus mentale nella nave, che infetta le persone che entrano in contatto con essa, facendo emergere nella mente degli abitanti di Londra ricordi di una vita passata in cui erano schiavi degli extraterrestri.

Quatermass e il suo team cercano di scongiurare una catastrofe e di salvare l’umanità dalla minaccia aliena, ma la situazione diventa sempre più critica quando uno degli alieni si risveglia e inizia a cercare di riprendere il controllo della Terra.

La trama del film è ricca di elementi di suspense, mistero e azione, e ha influenzato numerosi registi e scrittori di fantascienza successivi.

Iscriviti

Personaggi del film

L'astronave-degli-esseri-perduti

Ecco i personaggi principali del film “L’astronave degli esseri perduti”:

Professor Bernard Quatermass (interpretato da Andrew Keir) – un famoso scienziato che guida la ricerca sulla nave spaziale e gli esseri extraterrestri.

Dr. Matthew Roney (interpretato da James Donald) – un paleontologo che lavora con Quatermass per cercare di risolvere il mistero della nave spaziale.

Barbara Judd (interpretata da Barbara Shelley) – una assistente di laboratorio che viene infettata dal virus mentale degli alieni.

Sladden (interpretato da Duncan Lamont) – un tecnico che viene anch’esso infettato dal virus mentale.

Col. Breen (interpretato da Julian Glover) – un militare scettico che cerca di ostacolare gli sforzi di Quatermass e del suo team.

La creatura aliena (interpretata da James “Jimmy” Sangster) – uno degli esseri extraterrestri che si risveglia dalla ibernazione e cerca di riprendere il controllo della Terra.

Questi sono solo alcuni dei personaggi del film, che è caratterizzato da un ampio cast di attori e da numerosi personaggi secondari.

VAI AI FILM DA VEDERE IN STREAMING

Produzione 

Il film “L’astronave degli esseri perduti” è stato prodotto dalla Hammer Film Productions, una delle più famose case di produzione cinematografica britanniche specializzata in film horror e fantastici.

Il regista del film è stato Roy Ward Baker, che aveva già lavorato per la Hammer in precedenza dirigendo film come “The One That Got Away” e “The Vampire Lovers”.

La sceneggiatura del film è stata scritta da Nigel Kneale, che ha creato il personaggio di Quatermass e ha scritto anche le sceneggiature dei due film precedenti della serie.

La produzione del film è stata affidata a Anthony Nelson Keys, che aveva già prodotto molti altri film della Hammer, tra cui “The Curse of Frankenstein” e “Dracula”.

Le riprese del film sono state effettuate principalmente nei Pinewood Studios a Londra, con alcune scene girate anche a Hampstead Heath e in altre località della città.

La colonna sonora del film è stata composta da Tristram Cary, che aveva già collaborato con la Hammer in precedenza per la colonna sonora di “The Abominable Snowman”.

Il film è stato distribuito nei cinema britannici nel novembre del 1967, riscuotendo un grande successo di pubblico e critica.

Distribuzione e accoglienza 

Il film “L’astronave degli esseri perduti” è stato distribuito nei cinema britannici il 13 novembre 1967 dalla Rank Organisation, ottenendo un grande successo di pubblico e di critica.

Il film ha incassato oltre 500.000 sterline al botteghino, diventando uno dei film di maggior successo dell’anno in Gran Bretagna.

La critica ha elogiato il film per la sua trama avvincente, la regia ispirata di Roy Ward Baker e le performances degli attori principali, in particolare di Andrew Keir nel ruolo di Quatermass.

Il film è stato anche apprezzato per le sue implicazioni sociali e filosofiche, che riflettono le preoccupazioni della società britannica degli anni ’60 sulle tematiche della guerra fredda, della tecnologia e della presenza di altre forme di vita nell’universo.

In seguito, il film è diventato un classico della fantascienza britannica e ha influenzato numerosi registi e scrittori del genere. È stato anche oggetto di vari remake e adattamenti, tra cui una serie televisiva del 1958 e un adattamento radiofonico della BBC nel 1994.

Stile

Il film “L’astronave degli esseri perduti” si inserisce nella tradizione della fantascienza britannica degli anni ’60, che si caratterizzava per l’attenzione alle implicazioni sociali e filosofiche dei temi fantascientifici.

Lo stile del film è quello tipico della Hammer Film Productions, con l’uso di una fotografia suggestiva e di una colonna sonora intensa e drammatica.

La regia di Roy Ward Baker si distingue per la sua capacità di creare tensione e suspense attraverso l’uso di inquadrature suggestive e di un montaggio dinamico.

La sceneggiatura di Nigel Kneale si concentra sulle implicazioni filosofiche e sociali della storia, esplorando temi come la natura umana, la guerra fredda e la minaccia di altre forme di vita nell’universo.

Gli effetti speciali del film, sebbene realizzati con tecniche ormai superate, sono comunque notevoli per l’epoca e sono stati apprezzati per la loro capacità di creare atmosfere suggestive e di evocare la presenza degli alieni.

Nel complesso, lo stile del film “L’astronave degli esseri perduti” si caratterizza per la sua capacità di creare un’atmosfera di tensione e mistero, che si combina con la riflessione filosofica sui temi fantascientifici per creare un’esperienza di visione coinvolgente e appassionante.

VAI AI FILM DA VEDERE IN STREAMING

Il regista

Roy-Ward-Baker

Roy Ward Baker, il regista di “L’astronave degli esseri perduti”, era un regista inglese che ha lavorato nel mondo del cinema e della televisione per oltre cinquant’anni.

Nato a Londra nel 1916, Baker ha iniziato la sua carriera come assistente regista, lavorando con registi del calibro di Alfred Hitchcock, Michael Powell e Carol Reed.

Il suo primo film come regista è stato “The October Man” del 1947, ma è stato con i film horror e fantastici prodotti dalla Hammer Film Productions che Baker ha raggiunto la sua maggior fama. Oltre a “Quatermass and the Pit”, ha diretto altri successi come “The Vampire Lovers” e “Scars of Dracula”.

Baker si è distinto per la sua abilità nel creare atmosfere suggestive e di tensione, utilizzando tecniche come l’uso della luce e dell’ombra, le inquadrature strette e i movimenti di macchina decisi e precisi.

Dopo aver diretto numerosi film e serie televisive, Baker si è ritirato dal mondo del cinema negli anni ’80, continuando a lavorare come consulente e supervisore per alcune produzioni televisive e cinematografiche.

È morto nel 2010, all’età di 93 anni, lasciando dietro di sé una carriera di grande successo e una reputazione di regista attento e innovativo.

Indiecinema

Indiecinema

Centinaia di film e documentari selezionati senza limiti

Nuovi film ogni settimana. Guarda su qualsiasi dispositivo, senza nessuna pubblicità. Annulla in qualsiasi momento.