Ultimatum alla Terra

Guarda film indipendenti e cult selezionati

Vai oltre i film proposti dalle solite piattaforme commerciali. Guarda centinaia di film indipendenti e d'autore rari, cult e documentari introvabili selezionati da tutto il mondo.

Indice dei contenuti

“Ultimatum alla Terra” (“The Day the Earth Stood Still” in inglese) è un film di fantascienza del 1951 diretto da Robert Wise. Il film è considerato un classico del genere e ha avuto un impatto duraturo sulla cultura popolare.

La trama del film ruota attorno a un alieno di nome Klaatu (interpretato da Michael Rennie) che arriva sulla Terra con un messaggio di pace per l’umanità. Tuttavia, quando viene ferito da un soldato, viene portato in ospedale e poi arrestato dal governo degli Stati Uniti. Klaatu cerca di parlare alle Nazioni Unite per esporre il suo messaggio, ma viene ostacolato dall’ostilità e dalla diffidenza degli esseri umani.

Il film è noto per la sua forte critica al militarismo e alla guerra, nonché per la sua rappresentazione positiva degli alieni. La performance di Rennie è stata molto apprezzata, così come gli effetti speciali del film, che erano all’avanguardia per l’epoca.

“Ultimatum alla Terra” è stato un grande successo commerciale al momento della sua uscita e ha continuato ad avere un seguito di appassionati nel corso degli anni. Il film è stato inoltre oggetto di un remake nel 2008, ma il film originale è ancora considerato un classico del genere.

VAI AI FILM IN STREAMING

Trama

Ultimatum-alla-Terra

La trama del film “Ultimatum alla Terra” ruota attorno a Klaatu, un alieno che atterra sulla Terra con un messaggio di pace per l’umanità. Klaatu arriva a Washington DC con il suo robot Gort e viene immediatamente colpito da un soldato quando tenta di consegnare un messaggio pacifico al presidente degli Stati Uniti. Klaatu viene quindi portato in un ospedale militare, dove il dottor Helen Benson (interpretato da Patricia Neal) scopre che il paziente è in realtà un alieno.

Klaatu rivela a Helen il suo scopo sulla Terra: vuole parlare alle Nazioni Unite per esortarle a fermare la corsa agli armamenti nucleari e a lavorare per la pace. Tuttavia, Klaatu viene ostacolato dal governo degli Stati Uniti, che teme che il suo messaggio possa essere un pretesto per un’azione ostile. Nel frattempo, Gort diventa una minaccia per l’umanità, distruggendo le armi che gli uomini cercano di utilizzare contro Klaatu.

Klaatu riesce infine a fuggire dall’ospedale e a parlare alle Nazioni Unite, ma il suo messaggio viene ignorato e viene ritenuto una minaccia per la sicurezza nazionale. Klaatu decide quindi di dimostrare la sua potenza ordinando a Gort di distruggere tutti i dispositivi elettrici del mondo per un breve periodo di tempo. Klaatu svela che questa dimostrazione è solo una piccola parte della loro forza, e che se gli umani continueranno a perseguire la guerra e la distruzione, ci saranno conseguenze terribili per tutta la Terra.

Alla fine, l’umanità decide di ascoltare il messaggio di Klaatu, e lui lascia la Terra con la promessa di ritornare se gli uomini torneranno ad essere una minaccia per il resto dell’universo. La storia si conclude con Helen e il figlio che guardano Klaatu e Gort salire nella loro navetta spaziale e partire verso l’universo.

Iscriviti

Personaggi

Ultimatum-alla-Terra

Ecco i principali personaggi del film “Ultimatum alla Terra”:

Klaatu: l’alieno che arriva sulla Terra con un messaggio di pace per l’umanità. Klaatu è interpretato da Michael Rennie ed è il protagonista del film.

Helen Benson: una dottoressa che lavora in un ospedale militare e che scopre l’identità di Klaatu. Helen è interpretata da Patricia Neal ed è una delle poche persone che crede nella missione pacifica di Klaatu.

Gort: il robot di Klaatu, che ha il compito di proteggere Klaatu e la sua navetta spaziale. Gort è interpretato da Lock Martin ed è uno dei personaggi più iconici del film.

Tom Stevens: un agente del governo degli Stati Uniti che è incaricato di investigare sulla presenza di Klaatu sulla Terra. Tom è interpretato da Hugh Marlowe ed è uno dei principali antagonisti del film.

Bobby Benson: il figlio di Helen, un bambino curioso e intelligente che sviluppa una forte amicizia con Klaatu. Bobby è interpretato da Billy Gray.

Il presidente degli Stati Uniti: un personaggio non visto nel film, ma che ha un ruolo importante nella trama. Il presidente è rappresentato come un leader preoccupato per la sicurezza nazionale e poco incline ad ascoltare il messaggio di Klaatu.

VAI AI FILM IN STREAMING

Produzione del film 

Ultimatum-alla-Terra

Il film “Ultimatum alla Terra” è stato prodotto dalla 20th Century Fox ed è stato diretto da Robert Wise. La sceneggiatura è stata scritta da Edmund H. North, che si è ispirato al racconto breve “Farewell to the Master” di Harry Bates.

Il film è stato girato principalmente negli studi della 20th Century Fox a Hollywood, con alcune scene girate a Washington D.C. e nei pressi del lago Mono, in California.

La produzione del film è stata caratterizzata da alcune difficoltà, tra cui il fatto che il film fosse stato girato durante la guerra fredda e che il clima di paura e tensione tra gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica avesse influenzato la trama del film.

Tuttavia, il film è stato un grande successo al botteghino, incassando più di $1.2 milioni al suo debutto negli Stati Uniti, e ricevendo recensioni positive dalla critica. Il film è stato inoltre nominato per un Premio Oscar per i migliori effetti speciali.

“Ultimatum alla Terra” è stato uno dei primi film di fantascienza a presentare un messaggio pacifista e una visione positiva degli alieni, e ha avuto un impatto duraturo sulla cultura popolare. Il film è considerato un classico del genere ed è stato oggetto di diversi remake e adattamenti nel corso degli anni.

Distribuzione e accoglienza 

“Ultimatum alla Terra” è stato distribuito nei cinema degli Stati Uniti il 28 settembre 1951. Il film ha avuto un grande successo di pubblico, incassando più di $1.2 milioni al suo debutto e diventando uno dei maggiori successi del 1951.

La critica ha accolto il film con favore, apprezzandone la trama originale e il messaggio pacifista. “Ultimatum alla Terra” è “un classico della fantascienza del XX secolo, con un messaggio pacifista che resta ancora attuale oggi”.

Il film è stato anche nominato per un Premio Oscar per i migliori effetti speciali, ma il premio è stato vinto da “Un americano a Parigi”. Tuttavia, il film ha avuto un grande impatto sulla cultura popolare ed è diventato un classico del genere fantascientifico.

Negli anni successivi, “Ultimatum alla Terra” è stato oggetto di diversi remake e adattamenti, incluso un remake del 2008 diretto da Scott Derrickson con Keanu Reeves nel ruolo di Klaatu. Tuttavia, il film originale del 1951 rimane uno dei più importanti e influenti film di fantascienza della storia del cinema.

Stile del film 

Lo stile di “Ultimatum alla Terra” è tipico dei film di fantascienza degli anni ’50, con una forte enfasi sui messaggi moralistici e politici. Il film presenta una visione utopica del futuro e del mondo, in cui gli alieni sono visti come portatori di pace e progresso.

La regia di Robert Wise è caratterizzata da un ritmo lento e metodico, che permette allo spettatore di apprezzare le atmosfere e le emozioni dei personaggi. La fotografia del film, curata da Leo Tover, è caratterizzata da una tonalità cupa e fredda, che sottolinea l’atmosfera di tensione e di pericolo.

Il film utilizza anche numerosi effetti speciali, tra cui la rappresentazione della navetta spaziale di Klaatu e del robot Gort, che sono stati realizzati con tecniche di animazione stop-motion. Gli effetti speciali del film sono stati considerati molto avanzati per l’epoca e hanno contribuito a rendere “Ultimatum alla Terra” uno dei film di fantascienza più innovativi e influenti della storia del cinema.

In generale, “Ultimatum alla Terra” rappresenta uno dei migliori esempi di film di fantascienza degli anni ’50, con una trama intelligente, personaggi ben sviluppati e un messaggio morale forte e attuale anche ai giorni nostri.

VAI AI FILM IN STREAMING

Il regista 

Robert-Wise

Il regista di “Ultimatum alla Terra”, Robert Wise, è stato uno dei più importanti e influenti registi americani del XX secolo. Nato nel 1914, Wise ha iniziato la sua carriera come montatore, lavorando su film come “Quarto potere” di Orson Welles e “Vacanze romane” di William Wyler.

Negli anni ’50, Wise ha iniziato a dirigere i suoi propri film, tra cui “Ultimatum alla Terra”, “Il giorno in cui la terra si fermò” (1956) e “West Side Story” (1961), per il quale ha vinto due Premi Oscar come miglior regista e miglior film.

Wise ha continuato a dirigere film di successo negli anni ’60 e ’70, tra cui “Tutti insieme appassionatamente” (1965), “La collina dei conigli” (1975) e “Star Trek – Il film” (1979). Nel corso della sua carriera, Wise ha vinto quattro Premi Oscar e ha diretto alcuni dei film più importanti e influenti della storia del cinema.

“Ultimatum alla Terra” è uno dei film più importanti della carriera di Wise, e ha contribuito a consolidare la sua reputazione come uno dei registi più innovativi e creativi del suo tempo. La sua abilità nel dirigere film di diversi generi, dalla fantascienza al musical, ha dimostrato la sua versatilità e il suo talento come regista.

Indiecinema

Indiecinema

Centinaia di film e documentari selezionati senza limiti

Nuovi film ogni settimana. Guarda su qualsiasi dispositivo, senza nessuna pubblicità. Annulla in qualsiasi momento.