Gretel e Hansel

Indice dei contenuti

Gretel e Hansel è un film horror del 2020 diretto da Oz Perkins, basato sulla fiaba dei Fratelli Grimm Hänsel e Gretel. Il film è ambientato nella Germania medievale e segue la storia di Gretel e Hansel, due fratellini che vengono cacciati di casa dalla loro madre a causa della povertà. I due si avventurano nel bosco alla ricerca di cibo e riparo, ma presto si ritrovano in un mondo oscuro e pericoloso, governato da una strega malvagia.

Il film è un’interpretazione oscura e inquietante della fiaba classica. Perkins crea un’atmosfera opprimente e claustrofobica, e i personaggi sono tormentati da dubbi e incertezze. Le scene di terrore sono realistiche e spaventose, e il finale è un colpo di scena che lascia il segno.

Il cast del film è composto da Sophia Lillis (Gretel), Sam Leakey (Hansel), Alice Krige (Holda la strega) e Charles Babalola (il cacciatore). Lillis e Leakey danno ottime interpretazioni, e Krige è terrificante nei panni della strega.

Gretel e Hansel è un film horror ben fatto e inquietante, che piacerà agli appassionati del genere. È un’interpretazione originale e fedele alla fiaba classica, che offre un’esperienza cinematografica coinvolgente e memorabile.

Ecco alcuni dei temi che vengono esplorati nel film:

  • La sopravvivenza: Gretel e Hansel devono lottare per sopravvivere in un mondo ostile e pericoloso.
  • La famiglia: I fratelli devono fare i conti con la loro relazione con la madre, che li ha abbandonati.
  • La paura: I fratelli devono affrontare le loro paure più profonde per sopravvivere.

Il film è stato accolto positivamente dalla critica, che ha elogiato l’atmosfera, le interpretazioni e il finale. Gretel e Hansel è stato un successo commerciale, incassando oltre 25 milioni di dollari in tutto il mondo.

Trama

hansel-e-gretel

La trama di Gretel e Hansel inizia in un villaggio medievale, dove la povertà e la carestia sono dilaganti. Gretel e Hansel sono due fratellini che vivono con la madre, una donna crudele e affamata che non riesce a provvedere a loro.

Un giorno, la madre decide di abbandonare i figli nel bosco, con l’intenzione di farli morire. Gretel e Hansel riescono a fuggire e si avventurano nel bosco, alla ricerca di cibo e riparo.

I due fratelli affrontano molte insidie durante il loro viaggio. Vengono attaccati da animali selvatici, si perdono nel bosco e cadono in trappole mortali.

Finalmente, Gretel e Hansel trovano una casa in mezzo al bosco. La casa è abitata da una donna gentile e generosa, che offre loro cibo e riparo. I fratelli sono felicissimi, ma presto si rendono conto che la donna non è chi dice di essere.

La donna è in realtà una strega malvagia, che cattura i bambini per mangiarli. Gretel e Hansel devono trovare un modo per sfuggire alla strega e tornare a casa.

Differenze tra fiaba e film

Ecco alcune delle principali differenze tra la fiaba Hänsel e Gretel e il film Gretel e Hansel:

  • Ambientazione: la fiaba è ambientata in un tempo indeterminato, mentre il film è ambientato nella Germania medievale. Questo cambiamento di ambientazione conferisce al film un’atmosfera più cupa e inquietante.
  • Personaggi: i personaggi della fiaba sono generalmente divisi in buoni e cattivi, mentre i personaggi del film sono più complessi e ambigui. Ad esempio, la madre dei fratelli è un personaggio più complesso nel film, dove è vittima di un demone che la spinge ad abbandonare i suoi figli.

In generale, il film Gretel e Hansel è un’interpretazione più oscura e inquietante della fiaba classica. Il regista, Oz Perkins, ha voluto creare un film che esplorasse temi come la sopravvivenza, la famiglia e la paura.

Distribuzione e accoglienza

hansel-e-gretel

La distribuzione del film Gretel e Hansel è stata gestita da Universal Pictures. Il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 31 gennaio 2020. Il film è stato un successo commerciale, incassando oltre 25 milioni di dollari in tutto il mondo.

Gretel e Hansel è stato accolto positivamente dalla critica, che ha elogiato l’atmosfera, le interpretazioni e il finale.

Il sito web aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes ha assegnato al film una percentuale di gradimento pari al 65% sulla base di 97 recensioni professionali con un voto medio del 6.46 su 10. Il consenso critico del sito recita: “Gretel e Hansel è un’interpretazione oscura e inquietante della fiaba classica, che offre un’esperienza cinematografica coinvolgente e memorabile.”

I critici hanno elogiato l’atmosfera del film, che è stata definita “opprimente e claustrofobica”. Hanno anche elogiato le interpretazioni dei protagonisti, Sophia Lillis e Sam Leakey, che sono stati definiti “credibili e coinvolgenti”. Il finale del film è stato particolarmente apprezzato, con molti critici che lo hanno definito “un colpo di scena che lascia il segno”.

Tuttavia, alcuni critici hanno criticato il film per essere troppo violento e sanguinolento. Altri hanno criticato il fatto che il film non sia fedele alla fiaba originale dei Fratelli Grimm.

Recensione 

di Fabio Del Greco 

Gretel e Hansel è una fiaba horror realizzata dal figlio del mitico attore di Psycho e Il processo di Orson Welles, Anthony Perkins. Il regista utilizza una fotografia ed una cura visiva ad alti livelli. Il conflitto tra il freddo del blu intenso ed il calore del rosso fuoco sono alla base di molte scene del film. Immagini spesso altamente simboliche e oniriche. 

Il racconto sfrutta tutti i cliché della favola nera con una cura maniacale delle atmosfere e del ritmo lento del montaggio, con movimenti di macchina lenti che rivelano i luoghi, sfruttando ripetute sequenze oniriche fino al punto in cui la realtà si confonde con il sogno e l’incubo. 

Gli interpreti fanno il loro dovere ma non brillano particolarmente in un film che dà forse troppa importanza all’aspetto lato figurativo. È proprio lo scarso spessore e la poca originalità dei personaggi il lato debole del film. 

Tranne Gretel, che nella parte finale del film vive un momento di profonda trasformazione, Hansel e la strega sembrano quasi dei prototipi dei personaggi della favola horror piuttosto che personaggi vitali e multidimensionali. 

Il film è un piacere per gli occhi e sono convinto che la forza figurativa è sempre la componente principale nei film più interessanti. Ma c’è qualcosa che non fa decollare il racconto, il modo come sono costruite le sequenze, l’utilizzo della musica, la ripetitività di certe immagini oniriche. 

Ci si identifica poco con i personaggi, e comunque non al livello necessario per entrare davvero in empatia. La cura estetica e fotografica assorbe tutte le energie della visione, sottraendo spazio alla profondità dei caratteri. 

Nel finale il film ci regala le scene splatter che ci si aspetta fin dall’inizio, ma tutto sembra piuttosto prevedibile e sbrigativo. C’è la strega malefica, c’è un duello tra poteri oscuri, ma siamo molto lontani dall’epica scena madre di un film come Suspiria di Luca Guadagnino, che riesce a trasportarci davvero dentro l’orrore puro. Un film che brucia così lentamente avrebbe dovuto dare qualcosa di più nel finale.

Gretel e Hansel è comunque un film da vedere, i simbolismi delle paure ancestrali funzionano. Le figure oscure, la bizzarra casa della strega nel bosco, le geometrie massoniche di alcune inquadrature sono elementi interessanti. 

L’unica cosa per cui si distingue davvero questo horror e che rimane davvero nella memoria è l’ossessiva cura fotografica delle immagini, le luci rosse e blu che invadono lo schermo con una violenza visiva e reiterata che capita raramente di vedere. 

Rating
Picture of Fabio Del Greco

Fabio Del Greco

3 1 voto
Film Rating
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi.x