Viaggio allucinante

Indice dei contenuti

“Viaggio allucinante” è un film di fantascienza del 1966, diretto da Richard Fleischer. Il film racconta la storia di un equipaggio di scienziati che si riduce in miniatura e viene iniettato nel corpo di un uomo per distruggere un coagulo di sangue nel suo cervello.

Il cast del film include Stephen Boyd, Raquel Welch, Edmond O’Brien, Donald Pleasence, Arthur Kennedy e altri attori noti dell’epoca.

Il film è stato un grande successo commerciale e ha vinto due premi Oscar, per gli effetti speciali e per il miglior montaggio. È stato anche considerato un importante precursore del genere dei film di fantascienza degli anni ’60.

La trama del film è stata ispirata da un racconto del 1940 di Isaac Asimov, intitolato “Viaggio allucinante”. Il film è noto per i suoi impressionanti effetti speciali e per la sua trama originale, che ha ispirato molti altri film e opere di fantascienza nel corso degli anni.

“Viaggio allucinante” è ancora oggi considerato un classico del genere e un film da vedere per gli amanti della fantascienza.

VAI AI FILM DA VEDERE IN STREAMING

Trama

La trama di “Viaggio allucinante” ruota attorno a un equipaggio di scienziati che si riduce in miniatura grazie a una nuova tecnologia, chiamata Proteus, che permette di viaggiare all’interno del corpo umano. L’obiettivo della missione è quello di iniettarsi nel corpo di un collega scienziato, il dottor Jan Benes, che ha subito un grave trauma cranico e ha bisogno di un’operazione chirurgica complicata per rimuovere un coagulo di sangue nel suo cervello.

L’equipaggio viene iniettato nel corpo di Benes tramite un siringa, ma durante il viaggio incontra diverse difficoltà, come il sistema immunitario del corpo che tenta di attaccarli e vari pericoli come un attacco di globuli bianchi, una ferita da arma da fuoco e una grotta di cristalli che minacciano di spezzare il Proteus. Inoltre, un membro dell’equipaggio, il dottor Michaels, si scopre essere un agente nemico che cerca di sabotare la missione.

L’equipaggio riesce ad arrivare al cervello del dottor Benes e distruggere il coagulo di sangue, ma scopre che ora ha solo un’ora per uscire dal corpo prima che il Proteus in miniatura torni alle sue dimensioni normali, rischiando di uccidere Benes. 

La trama di “Viaggio allucinante” è una combinazione di avventura, suspense e fantascienza, che ha catturato l’immaginazione del pubblico negli anni ’60 e continua ad essere apprezzata dai fan del genere.

Personaggi del film

Ecco i principali personaggi del film “Viaggio allucinante”:

Grant (interpretato da Stephen Boyd): un agente segreto americano incaricato di proteggere la missione Proteus. Grant è il leader della squadra e l’unico membro dell’equipaggio che non è un medico o uno scienziato.

Cora Peterson (interpretata da Raquel Welch): una giovane e affascinante tecnico medico che si unisce all’equipaggio come specialista in cardiologia.

Duval (interpretato da Arthur Kennedy): il pilota del Proteus e un esperto di subacquei.

Dr. Michaels (interpretato da Donald Pleasence): un membro dell’equipaggio che alla fine si rivela essere un agente nemico che cerca di sabotare la missione.

Dr. Peter Duval (interpretato da Arthur O’Connell): un medico esperto in neurochirurgia che viene reclutato per la missione Proteus.

Jan Benes (interpretato da Jean Del Val): un famoso scienziato sovietico che è stato gravemente ferito e che ha bisogno di un’operazione chirurgica complessa per salvare la sua vita.

General Carter (interpretato da Edmond O’Brien): il capo dell’agenzia segreta che coordina la missione Proteus.

Questi personaggi interagiscono tra loro durante la missione Proteus, creando tensione, intrighi e avventura nel corso del film.

VAI AI FILM DA VEDERE IN STREAMING

Produzione 

Il film “Viaggio allucinante” è stato prodotto dalla 20th Century Fox e diretto da Richard Fleischer. La sceneggiatura è stata scritta da Harry Kleiner, basata su un racconto di Isaac Asimov. Il film è stato prodotto con un budget di circa 5 milioni di dollari.

Il processo di produzione del film è stato particolarmente complesso e impegnativo, poiché gli effetti speciali e le scene di miniaturizzazione sono state create con tecniche all’avanguardia per l’epoca. Gli attori, ad esempio, sono stati filmati in primo piano, mentre le scene di miniaturizzazione sono state girate separatamente e poi unite nella post-produzione.

Per creare gli effetti speciali del film, sono stati utilizzati diversi modelli in scala del Proteus, l’astronave miniaturizzata utilizzata dall’equipaggio. Inoltre, per creare l’illusione della miniaturizzazione degli attori, sono state utilizzate riprese in camera lenta e tecniche di prospettiva forzata.

Il film è stato girato principalmente negli studi della 20th Century Fox a Hollywood, con alcune riprese esterne effettuate a San Francisco e nei pressi delle cascate di Niagara.

Il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche americane nel 1966 ed è stato un grande successo commerciale e di critica, vincendo due premi Oscar per gli effetti speciali e il montaggio. Oggi, “Viaggio allucinante” è considerato un classico della fantascienza e una pietra miliare nella storia degli effetti speciali nel cinema.

Distribuzione e accoglienza 

Il film “Viaggio allucinante” è stato distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi il 24 agosto 1966, mentre in Italia è uscito il 18 novembre dello stesso anno. Il film è stato un grande successo commerciale, incassando oltre 12 milioni di dollari solo negli Stati Uniti.

Il film ha ricevuto recensioni positive da parte della critica, che ha elogiato gli effetti speciali innovativi e la trama avvincente. In particolare, la performance degli attori è stata lodata, così come la colonna sonora di Leonard Rosenman.

“Viaggio allucinante” ha ricevuto cinque nomination agli Oscar nel 1967, vincendo due premi: Migliori effetti speciali e Miglior montaggio. Il film è stato inoltre candidato al Golden Globe per la Miglior fotografia.

Oggi, “Viaggio allucinante” è considerato un classico della fantascienza e uno dei film più influenti della storia del cinema. Ha ispirato numerosi altri film e serie televisive, nonché molte ricerche scientifiche sulle possibilità della miniaturizzazione umana.

Stile

Il film “Viaggio allucinante” è un’opera di fantascienza che utilizza una tecnologia futuristica per la sua trama. Il suo stile è molto particolare e innovativo per l’epoca, con l’utilizzo di effetti speciali innovativi e tecniche di ripresa avanzate.

Uno degli aspetti più importanti del film è l’utilizzo della miniaturizzazione umana, che permette di far viaggiare l’equipaggio all’interno del corpo umano. Questa tecnologia futuristica permette al pubblico di sperimentare un mondo nuovo e avvincente, mentre si immerge in un viaggio fantastico attraverso il corpo umano.

Il film è stato girato con una grande attenzione per i dettagli, con la ricostruzione accurata degli interni del corpo umano e l’utilizzo di modelli in scala per rappresentare il Proteus. Inoltre, il film si avvale di una colonna sonora coinvolgente e di una regia attenta, che sfrutta al massimo le possibilità tecniche disponibili.

Il film rappresenta un vero e proprio capolavoro del cinema di fantascienza, con una trama originale, personaggi ben sviluppati e un approccio innovativo alle tecniche di ripresa e di effetti speciali.

VAI AI FILM DA VEDERE IN STREAMING

Il regista 

Richard-Fleischer

Il regista di “Viaggio allucinante” è Richard Fleischer, uno dei registi più versatili e prolifici della storia del cinema americano. Nato a Brooklyn nel 1916, Fleischer ha diretto una grande varietà di film durante la sua carriera, spaziando tra generi diversi come la fantascienza, l’horror, il noir e il documentario.

Prima di dirigere “Viaggio allucinante”, Fleischer aveva già diretto diversi film di successo, tra cui “20.000 leghe sotto i mari” (1954), “Viaggio al centro della Terra” (1959) e “Il fantasma dell’Opera” (1962).

Fleischer è stato scelto per dirigere “Viaggio allucinante” per la sua esperienza nel dirigere film di fantascienza e per la sua capacità di lavorare con effetti speciali avanzati. Fleischer ha diretto il film con grande maestria, sfruttando al massimo le possibilità offerte dalla tecnologia dell’epoca per creare una trama coinvolgente e innovativa.

Grazie al suo lavoro su “Viaggio allucinante”, Fleischer è diventato uno dei registi più influenti della sua generazione, con una carriera che si è estesa per oltre 40 anni. Fleischer è morto nel 2006, ma il suo lavoro continua ad ispirare registi e appassionati di cinema di tutto il mondo.

Picture of Indiecinema

Indiecinema