fbpx

21 film sulle donne da vedere assolutamente

Indice dei contenuti

I film sulle donne, realizzati, scritti o interpretati da donne, rivestono un’importanza fondamentale nel cinema fin dalle sue origini. Più della metà dei film realizzati nel l’epoca del muto era scritto da sceneggiatrici donne. Il ruolo delle espressività dei volti femminili nel cinema muto era fondamentale: in essi si esprime va ai massimi livelli il valore più alto che troviamo dentro ogni immagine, la bellezza. Centinaia tra i film da vedere assolutamente realizzati in 120 anni di cinematografia sono storie di donne.

Film sulle donne alle origine del cinema

Film-sulle-donne-Alice-Guy-Blanche
Alice Guy

Una delle prime donne fondamentali nella storia del cinema fu Alice Guy, la prima regista donna della storia del cinema a realizzare dei film di lungometraggio. Ella era presente alle proiezioni dei Fratelli Lumiere a Parigi ma pensava che il cinema avesse non solo potenzialità documentaristiche e scientifiche, ma soprattutto narrative. Affascinata, si avvicinò subito a questa straordinaria invenzione e cerco lavoro nel settore nascente del Cinematografo. 

Inizialmente Alice lavorava come segretaria per i commercianti di macchine da presa della Gaumont, poi diventò una delle personalità più importanti del cinema francese, prima col direttore di riproduzione e poi come regista. Realizzò il suo primo film nel 1896 La fata dei cavoli, a cui ne seguiranno molti altri. Nel 1907 si trasferì con il marito negli Stati Uniti dove Fondò una sua casa di produzione. 

Guarda i film di Alice Guy Blanche

Film sulle donne: Helene Gardner

Film-sulle-donne-Helene-Gardner

Un’altra donna fondamentale nell’evoluzione della storia del cinema fu Helen Gardner. Fu lei a creare per la prima volta nelle sue interpretazioni cinematografiche il prototipo della Femme Fatale. Interpretava spesso donne dal carattere forte. 

Ma Helene Gardner non fu solo un attrice, aveva un amore viscerale per il cinema. Fu Infatti anche produttrice, scenografa, costumista, montatrice dei film che interpretava. Un artista che si esprimeva in maniera totale attraverso i film, e che fu tra le prime che si dedicano al lungometraggio, formato all’epoca quasi sconosciuto. 

Mabel Normand fu una delle prime star del cinema. Interpreto diversi ruoli nei primi film di Charlie Chaplin, contribuendo all’avvio del suo successo. Film di cui fu anche sceneggiatrice e regista. Morì a soli 37 anni. A lei è dedicata una delle stelle della Walk of Fame di Hollywood. 

Film sulle donne: Julia Crawford Ivers

Film-sulle-donne-Julia-Crawford-Ivers

Julia Crawford Ivers fu una delle prime registe e sceneggiatrici di Hollywood, quando la zona di Los Angeles cominciò a trasformarsi da terra desolata in Mecca del cinema. Quando l’industria cinematografica si sviluppò diventò una delle firme più prestigiose della scrittura cinematografica. Realizzò anche molti film insieme a suo figlio James Van Trees, che curava la direzione della fotografia. 

Film sulle donne: Cleo Madison

Film-sulle-donne-Cleo-Madison

Cleo Madison fu una delle prime donne a diventare una star di Hollywood attraverso film che avevano una visione totalmente femminile. La Madison fu anche una delle prime attrici a interpretare ruoli di denuncia, film che trattavano della discriminazione sulle donne e di emancipazione femminile, andando controcorrente al maschilismo dominante. Fu ingaggiata dalla Universal anche come regista di cortometraggi e lungometraggi nel 1915.

Negli anni successivi l’industria cinematografica di Hollywood diventò un business milionario e si videro sempre meno donne nei ruoli chiave. Le figure più importanti dell’Industria furono monopolizzate dagli uomini. Alla metà degli anni trenta la maggior parte delle donne ricopriva ruoli secondari come segretaria di edizione e di produzione. 

Ad eccezione dei ruoli di attrice e scrittrice per il cinema le donne oggi ricoprono solo una piccola percentuale nel business cinematografico, soprattutto negli Stati Uniti e nell’industria cinematografica mainstream. 

I dirigenti delle grandi case di produzione sono quasi tutti uomini e preferiscono finanziare progetti che hanno una visione maschile del mondo. Solo poche registe hanno avuto la possibilità di lasciare una traccia nella storia del cinema come avrebbero meritato. 

Film sulle donne consigliati

Hollywood Dreams

L’aspirante attrice Margie Chizek cerca la fama ad Hollywood. Viene respinta dall’industria cinematografica, si innamora, scopre gli inganni dietro il mondo della pubblicità dei film e comprende meglio la sua identità. Salvata dalla rovina da un produttore gentile, Margie riesce ad entrare nel mondo dei ricchi di Hollywood e si innamora di un giovane attore, che sta costruendo la sua carriera fingendo di essere gay.

Hollywood Dreams di Henry Jaglom è un film sovversivo, una satira di un’industria che si basa sull’inganno. Realizzato ispirandosi alla libertà produttiva e all’improvvisazione degli attori del cinema indipendente di John Cassavetes, più rigoroso ed emozionante degli altri film di Henry Jaglom, Hollywood Dreams si concentra su una sorridente attrice che diventa improvvisamente celebre.

Guarda Hollywood Dreams

L’affido – una storia di violenza

Miriam Besson e Antoine Besson sono una coppia divorziata. Hanno una figlia che sta per compiere diciotto anni, Joséphine, e un figlio di undici anni, Julien. Miriam vuole tenere il figlio più piccolo lontano da suo padre, che lei accusa di essere un uomo violento. 

In L’affido – una storia di violenza Xavier Legrand racconta i personaggi con grande umanità. Un film drammatico in cui il piccolo Julien è destinato a perdere l’ingenuità della sua fanciullezza in una battaglia di sopravvivenza.

Guarda L’affido – una storia di violenza

Adorabili amiche

Tre amiche cinquantenni vengono invitate al matrimonio di Philippe, un loro comune amico di gioventù, che dopo molte avventure sentimentali sembra aver trovato la donna giusta, Tasha. Chantal è sola, la sua relazione con suo marito è in crisi ed il bizzarro lavoro di promotrice di cioccolata amara è un disastro. Gabrielle è una sua amica disinibita e libertina, convinta che fare sesso è l’unico modo per non invecchiare. E poi c’è Nelly, depressa e frigida, almeno così sembra. Tutte e tre hanno avuto in passato un flirt con Philippe, vorrebbero evitare di rivederlo, ma la curiosità vince e partono.

Adorabili amiche

Babycall

Anna e suo figlio di 8 anni Anders fuggono da un tragico passato famigliare: il padre del bambino è un uomo violento e pericoloso. Si trasferiscono in una casa segreta e Anna compra un babycall per tenere sotto controllo Anders mentre dorme. Una notte Anna si sveglia di soprassalto: dalla camera di Anders provengono dei rumori, sembra stia avvenendo un omicidio.

Noomi Rapace interpreta con bravura un personaggio inquieto e ossessionato del controllo. Una donna che non sorride mai, ombrosa, che cerca di salvare il suo fragile equilibrio mentale. Storia d’amore, maternità e violenza, tra grigi esterni cittadini e interni claustrofobici.

Guarda Babycall

La casa è nera

La casa è nera è un film lirico, trascendente, che pone uno sguardo carico di compassione e religiosità verso un’umanità dolente. L’unica sorgente di armonia si trova fuori del lebbrosario, nella natura: dentro invece regna la sofferenza. Il film fonde le immagini con la poesia della regista Forough Farrokhzad e con citazioni dell’Antico Testamento e del Corano.

Forough Farrokhzad, famosa poeta iraniana femminista dallo stile controverso e modernista, fu una delle più importanti voci femminile della poesia e del cinema iraniano. La sua personalità autorevole e carismatica fu messa a dura prova dall’ostracismo e la disapprovazione da parte dei conservatori e del governo islamico.

Guarda La casa è nera

Ninnao

Ninnaò affronta il tema delle mamme di latte in maniera diretta e cruda, mettendo in risalto in maniera originale i rapporti che si instaurano tra due donne che finiranno per contendersi il bimbo. Vincerà che saprà approfittare maggiormente della situazione.

E’ un film sul tema della famiglia, che racconta delle radici intime dell’essere umano e delle dinamiche famigliari. La storia si svolge nel sud Italia, prevalentemente in un’unica location, con un cast completamente al femminile. Le protagoniste sono la padrona e la sua serva, due madri e un figlio da allattare che diventa motivo di intrighi e segreti.

Guarda Ninnao

Loredana

La vita di Loredana, una ragazza di 32 anni che vive a Palermo. Il documentario è diviso in due. Nella prima parte il racconto è più intimo e Loredana parla della sua persona, nella seconda parte racconta come vive. Interessante ritratto selezionato in numerosi festival come Amstardam Lift-off e New York Flash Film Festival. Vincitore a Istanbul Film Festival.

Guarda Loredana

La signora Oyû

Lo scapolo Shinnosuke si innamora di Miss Oyu, accompagnatrice di sua sorella minore Shizu che gli fa visita come futura sposa. Il tabù familiare impedisce a Shinnosuke di sposare Oyu. Sposa Shizu senza consumare il loro matrimonio in modo che Shinnosuke possa rimanere fedele all’inconsapevole Oyu. L’l’impegno della coppia per le apparenze ha però un costo. Una grande rappresentazione di cultura giapponese esotica e pittoresca, La signora Oyu è stato il primo dei drammi in costume degli anni ’50 che avrebbe fatto diventare famoso Mizoguchi fuori dal Giappone.

Guarda La signora Oyû

Elegia di Osaka

Ayako Murai è una operatrice telefonica per la ditta farmaceutica Asai, nella città di Osaka del 1930. Per pagare i debiti di suo padre, disoccupato e minacciato di arresto per non aver restituito un prestito, accetta di diventare l’amante del suo datore di lavoro.

Film sulla condizione della donna, come grande parte della filmografia di Mizoguchi. La protagonista è una vittima di una società patriarcale e maschilista dove il denaro è il valore dominante. Film magistrale per la descrizione realistica della città di Osaka, lirico e lucidità nella sua critica sociale.

Guarda Elegia di Osaka

Il tempo del raccolto del grano

La famiglia di Noriko fa pressioni su Noriko affinché accetti il ​​matrimonio proposto da Satake, concordando sul fatto che è tempo per lei di sposarsi e pensando che il matrimonio sia perfetto per qualcuno della sua età. Quando la madre di Yabe, Tami, chiede impulsivamente a Noriko di sposare Yabe e di seguirli nel loro trasferimento di residenza a nord, Noriko accetta la proposta. Splendido dramma sull’unità della famiglia che fa parte della trilogia tematica di Ozu che viene definita La trilogia di Noriko.

Guarda Il tempo del raccolto del grano

I musici di Gion

La storia si svolge a Kyoto e segue Eiko, una giovane che vuole diventare geisha e chiede alla più anziana Miyoharu di insegnarle il mestiere. Uno dei suoi primi clienti cerca di violentarla ma Eiko si difende con violenza e lo manda all’ospedale. Dopo che anche Miyoharu rifiuta un cliente, le due donne sono bandite dal quartiere di Gion; tuttavia Miyoharu accetterà di sacrificarsi per preservare il futuro della sua giovane amica.

Uno degli ultimi film di Mizoguchi e uno dei più riusciti sulla condizione delle geisha, spesso vittime di esistenze drammatiche. E’ anche un racconto di grande solidarietà femminile: mentre la giovane Eiko si ribella, la più anziana Miyoharu si è ormai rassegnata alla sua condizione.

Guarda I musici di Gion

Il bacio perverso

Uno dei più interessanti film del regista americano Samuel Fuller. Kelly è una prostituta che arriva in autobus nella piccola cittadina di Grantville, dopo essersi allontanata dalla grande città per sfuggire al suo ex protettore. Incontra il capitano della polizia locale Griff che la ospita nel suo appartamento, ma poi la invita ad abbandonare la città. Kelly invece vuole abbandonare la sua vita precedente e diventare infermiera in un ospedale per bambini disabili. Griff pensa che sia opportunismo, non si fida e continua a cercare di mandarla fuori città.

Guarda Il bacio perverso

Festival in Cannes

Cannes, 1999 . Alice, un’attrice, vuole dirigere un film indipendente, ed è in cerca di finanziatori. Conosce Kaz, un affarista chiacchierone, che le promette 3 milioni di dollari se userà Millie, una star francese che ha oltrepassato la sua giovinezza e non trova più ruoli interessanti. Alice racconta la storia del film a Millie e l’attrice si innamora del progetto. Ma Rick, un importante produttore che lavora per un grande Studio di Hollywood, ha bisogno di Millie per una piccola parte in un film che deve girare in autunno, altrimenti perderà la sua star, Tom Hanks.

Un film girato con grande libertà stilistica, come un documentario, durante l’edizione del festival del 1999, che si concentra sulle performance degli attori con un metodo di improvvisazione spontaneo e fluido, ispirato dal cinema di Cassavetes.

Guarda Festival in Cannes

Oro & piombo

Una spedizione realmente avvenuta nell’800 nelle aspre e selvagge terre del West. Per anni, avventurieri, cacciatori di tesori e militari hanno perso la vita tentando di trovare una mitica miniera d’oro nascosta nelle ostili montagne della Superstizione, a Sud dell’Arizona. A guardia della mitica miniera d’oro, i feroci e sanguinari Apache. Questa volta sta per provarci una donna: Clare Peralta, discendente dei primi scopritori della Miniera e in possesso della famosa mappa della miniera.

Guarda Oro & piombo

Cure a domicilio

È la storia di Vlasta, che dopo una vita passata ad anteporre le esigenze altrui alle proprie, si ammala e inizia a rendersi conto che la sua esistenza ha bisogno di una svolta. Un film che affronta temi importanti come la malattia e la compassione, con uno sguardo intimo, autentico e al contempo ironico e ricco di umorismo dolce-amaro.

Guarda Cure a domicilio

La donna dello smartphone

Un uomo vecchio e malato trova uno smartphone: all’interno ci sono video che raccontano la vita di una donna che si trasferisce da un piccolo paese del sud Italia per lavorare come insegnante in una città che si rivela ostile e incomprensibile: Roma.

Un film in equilibrio tra finzione e realtà, tra cinema e vita. In La donna dello smartphone Fabio del Greco costruisce il film con materiali differenti. Da una parte c’è la ricostruzione della realtà attraverso la finzione. Dall’altra parte ci sono “pezzi di vita reale”, video girati con il cellulare nel corso del tempo. Non si tratta però di scene documentaristiche: Del Greco utilizza questi frammenti di realtà per costruire sequenze di finzione, utilizza il montaggio per esplorare il senso profondo degli eventi.

Guarda La donna dello smartphone

Dementia

E’ notte. Una donna si sveglia improvvisamente da un incubo in uno squallido hotel dei sobborghi di Los Angeles. Esce dalla stanza e vaga nel quartiere. Incontra un nano che vende giornali con il titolo “Misterioso accoltellamento”. In un vicolo buio, un ubriacone la molesta e un poliziotto la salva. Poi incontra un uomo vestito elegantemente con baffi sottili.

Un incubo visionario ed allucinato, senza dialoghi, durante una notte di una donna sola a Los Angeles. Tra horror, film noir e film espressionista, concepito inizialmente come un cortometraggio da Parker basandosi su un sogno raccontatogli dalla sua segretaria, Barrett, che è diventata anche l’interprete del film.

Guarda Dementia

Cuore fedele

Marie è un’orfana sfruttata duramente da un barista nel porto di Marsiglia. Vogliono darla in sposa a Petit Paul, un fannullone ubriacone. Ma Jean, un uomo che lavora nel porto, è innamorato di lei e Marie ricambia il suo sentimento. Marie è costretta a partire con Petit Paul, ma Jean li segue in un luna park dove i due uomini litigano. Nella rissa un poliziotto viene accoltellato e, mentre Petit Paul scappa, Jean viene arrestato.

Capolavoro dimenticato del cinema impressionista, un emozionante melodramma pieno di sperimentazioni visive. Cuore fedele si svolge in esterni in zone malfamate e reali come il porto, l’osteria, i sobborghi proletari e malfamati, in scenografie naturali di confine tra terra e mare. Gli ambienti reali diventano immagini simboliche dei sentimenti dei personaggi e materia prima dello stile del regista Jean Epstein.

Guarda Cuore fedele

Arianna

Arianna vive e lavora su un’isola. E’ l’ultimo giorno dell’anno, forse è anche l’ultimo della sua relazione con un uomo che vive sulla terraferma, e sente il bisogno di andarsene. Questa fine incombente, che Arianna non riesce a spiegarsi, è una ferita che si riapre, e lei attende che la sua presenza diventi assenza, trattenendo il respiro dell’amore.

Guarda Arianna

Dalle parti di Astrid

Un film sperimentale e innovativo del regista indie Federico Mattioni. Una diciottenne decide di abbandonare la casa dei suoi genitori e attraversa una Roma perlopiù irriconoscibile. Si prefigge di raggiungere un luogo, giardino incantato che è un ritornare intimo all’infanzia, ma anche una dimensione altra che sembra prendere vita soltanto nella sua immaginazione. Un’immaginazione da predestinata a qualcosa di straordinario.

Guarda Dalle parti di Astrid

Carnival of soul

Mary Henry esce indenne da un incidente automobilistico che ha causato la morte dei suoi due compagni, e parte per una strana avventura a Salt Lake City, dove si ritrova attratta da un fatiscente padiglione in riva al lago e perseguitata da una figura spettrale. Capolavoro horror a basso budget passato inosservato all’epoca della sua uscita, è diventato un film cult negli Stati Uniti dalla fine degli anni ’80.

Guarda Carnival of soul

Centinaia di film e documentari selezionati senza limiti

Nuovi film ogni settimana. Guarda su qualsiasi dispositivo, senza nessuna pubblicità. Annulla in qualsiasi momento.
error: Content is protected !!

Scopri di più su Indiecinema

Scegli il film da guardare

Scegli il film da guardare in streaming tra centinaia di titoli disponibili ora su Indiecinema.