Bobcat Goldthwait

Indice dei contenuti

Bobcat Goldthwait è un nome che potrebbe non essere immediatamente riconoscibile da tutti, ma il suo contributo al mondo della commedia e del cinema ha lasciato un impatto duraturo sulla cultura pop. Dai suoi esordi come cabarettista al suo attuale lavoro come scrittore e regista, Goldthwait è sempre stato noto per il suo stile spigoloso e irriverente.

Nel corso della sua carriera, ha affrontato argomenti controversi e sfidato le norme sociali, spesso con un tocco satirico e cupamente umoristico. Mentre alcuni potrebbero liquidare Goldthwait semplicemente come un comico di grande impatto, uno sguardo più attento al suo lavoro rivela un artista complesso e dai molteplici talenti che continua ad evolversi e a sfidare le aspettative.

Primi anni di vita e carriera

Commedia stand-up e “Accademia di polizia”

Nato Robert Francis Goldthwait a Syracuse, New York nel 1962, Bobcat Goldthwait è cresciuto in una famiglia della classe operaia nei sobborghi di Cleveland, Ohio. Aveva una passione per la commedia fin dalla giovane età, spesso intrattenendo i suoi compagni di classe con voci e personaggi divertenti. Tuttavia, è stato solo durante gli anni del liceo che ha iniziato a esibirsi in cabaret nei club locali.

Dopo essersi diplomato al liceo, Goldthwait si è trasferito a Los Angeles per intraprendere la carriera nella commedia. È stato lì che ha attirato l’attenzione del comico e attore Rodney Dangerfield, che è diventato un mentore di Goldthwait e lo ha aiutato a ottenere concerti al famoso Comedy Store. La presenza scenica unica ed energica di Goldthwait lo ha reso rapidamente un artista popolare e presto ha guadagnato un seguito di culto.

Nel 1986, Goldthwait ha ottenuto il suo primo ruolo da attore importante nella commedia di successo “Police Academy 2: Il loro primo incarico”. La sua interpretazione del folle agente Zed gli è valsa il plauso della critica e ha consolidato il suo status di stella nascente nel mondo della commedia. Ha continuato a riprendere il suo ruolo in altri due sequel di “Accademia di polizia”, ​​consolidando ulteriormente il suo posto nella cultura pop.

Il personaggio di Bobcat

bobcat-goldthwait

Uno degli aspetti più distintivi della cabaret di Goldthwait era la sua caratteristica voce acuta e maniacale, che usava con grande effetto nella sua recitazione. Questo personaggio esagerato divenne rapidamente noto come “Bobcat” e divenne sinonimo del tipo di commedia di Goldthwait.

Tuttavia, man mano che la carriera di Goldthwait progrediva, divenne sempre più interessato a superare i confini e sfidare le norme sociali, piuttosto che fare affidamento esclusivamente sul valore shock. Questa evoluzione lo ha portato a perdere il personaggio di “Bobcat” nei suoi ultimi anni, optando per una consegna più sommessa incentrata su argomenti oscuri e scomodi.

Film controverso e critica

“Shakes the Clown”

Nel 1991, Goldthwait ha scritto e diretto il suo primo lungometraggio, “Shakes the Clown”. La commedia dark segue le disavventure di un clown ubriaco e depresso mentre naviga in un mondo di compagni clown alcolizzati e disfunzionali. Sebbene il film abbia ottenuto un seguito di culto, ha ricevuto anche dure critiche per la sua risoluta rappresentazione dell’alcolismo e della dipendenza nella comunità dei clown.

Nonostante il contraccolpo, “Shakes the Clown” rimane uno dei preferiti tra i fan del lavoro di Goldthwait per il suo umorismo oscuro e i commenti sociali. Negli ultimi anni, il film è stato rivalutato ed elogiato per il suo approccio audace nell’affrontare argomenti tabù.

Stand-up satirico e provocatorio

Nel corso degli anni ’90 e all’inizio degli anni 2000, Goldthwait ha continuato a recitare in cabaret, ma con una nuova attenzione a superare i limiti e sfidare il pubblico. I suoi set spesso presentavano argomenti controversi e tabù, come la religione, la politica e le questioni sociali, presentati nel suo tipico stile oscuro e irriverente.

Mentre alcuni critici hanno etichettato la commedia di Goldthwait come offensiva e di cattivo gusto, altri l’hanno vista come una forma di satira e critica sociale. Indipendentemente dalle reazioni, Goldthwait è rimasto fedele al suo marchio unico di commedia, affrontando in modo impenitente argomenti tabù da cui altri comici evitavano.

Carriera cinematografica

“Il papà migliore del mondo”

Nel 2009, Goldthwait ha scritto e diretto il film acclamato dalla critica “Il papà migliore al mondo”, con protagonista il compianto Robin Williams. La commedia dark segue un insegnante di scuola superiore che falsifica la lettera di suicidio di suo figlio per farlo apparire più comprensivo dopo la sua morte. Il film ha ricevuto elogi per la sua coraggiosa esplorazione di temi come il dolore, la moralità e la pressione per conformarsi alle aspettative della società.

“Il papà migliore al mondo” ha segnato un punto di svolta nella carriera cinematografica di Goldthwait, dimostrando la sua capacità di affrontare argomenti seri e stimolanti con il suo caratteristico umorismo oscuro. Ha inoltre consolidato il suo status di regista da tenere d’occhio nel mondo del cinema indipendente.

“God Bless America”

Nel 2011, Goldthwait ha scritto e diretto il controverso film “God Bless America”. La commedia dark racconta la storia di un uomo che intraprende una serie di omicidi con un’adolescente nel tentativo di liberare il mondo da quelli che percepiscono come individui fastidiosi e tossici. Sebbene il film abbia ottenuto recensioni contrastanti, ha dimostrato ancora una volta la volontà di Goldthwait di oltrepassare i confini e sfidare le norme sociali.

Nonostante il contraccolpo, “God Bless America” ​​ha guadagnato un seguito di culto e ha acceso discussioni sul ruolo della violenza nei media e nella società. Ha inoltre consolidato Goldthwait come regista che non ha paura di correre rischi e di affrontare argomenti tabù nel suo lavoro.

Progetti attuali e piani futuri

“Mostri disadattati”

Nel 2018, Goldthwait ha creato e diretto la serie TV “Misfits Monsters”, che presenta racconti cupamente comici che parodiano i classici generi horror e fantascientifici. La serie, trasmessa su truTV, ha ricevuto recensioni positive per la sua scrittura intelligente e l’umorismo contorto.

Progetti futuri

Goldthwait continua a scrivere e dirigere vari progetti, sia cinematografici che televisivi. Ha anche espresso interesse a tornare alla cabaret, ma con un approccio più introspettivo e personale. I fan possono aspettarsi in futuro lavori più stimolanti e innovativi da questo artista dai molti talenti.

Bobcat Goldthwait potrebbe aver iniziato la sua carriera come comico eccentrico ed energico, ma si è evoluto in un regista audace e stimolante che non ha paura di oltrepassare i limiti e sfidare le norme sociali. Il suo lavoro testimonia il suo stile unico e impenitente, e il suo impatto sul mondo della commedia e del cinema continuerà a farsi sentire negli anni a venire. Dai suoi esordi come star dell’Accademia di polizia al suo attuale ruolo di regista rivoluzionario, Bobcat Goldthwait rimane una delle figure più intriganti e influenti della cultura pop.

Picture of Indiecinema

Indiecinema

0 0 voti
Film Rating
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi.x